Jump to content
Guest Jess81

Classica

Recommended Posts

il trovatore

Io adoro la musica classica e la lirica, come ho gia detto nel post mi presento, il mio artista preferito è Verdi ma ci sono anche Mozart, Bizet e Rossini poi mi fanno impazzire le toccata e fuga di bach soprattutto se eseguite in organo le quattro stagioni di vivaldi, ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Astathis
  • Topic Author
  • Non ho mai postato in questo forum, ma facendo un giro ho notato questo topic e non potevo non dare il mio contributo! :)Essendo pianista classico ascolto quasi esclusivamente musica classica, in particolare Rachmaninov (fantastici i concerti 2 & 3, le sonate per piano, la sonata per violoncello e piano, le due suite per due pianoforti, ecc. - l'elenco è lunghissimo!), Prokofiev (sonate, suite da balletto, sinfonie, ecc.), Scriabin (sonate, studi, ecc.), Chopin, Ravel, Ginastera (sonate per pianoforte, danze), Kabalevsky, Liszt (un po' tutto!), Schubert, Schumann, Brahms (concerti pf, sinfonie), Beethoven (sonate, concerti, ecc.), Bartok (concerti pf, sonata, danze rumene, ecc.) e altri.Tra gli autori contemporanei senz'altro Nono, Sciarrino, Dallapiccola, Petrassi (ma non ne conosco molti a dir la verità).Non sopporto Einaudi, Allevi e pseudomusicisti simili che si stanno facendo strada con musichette da bar :gha:Concordo pienamente con chi citava Richter, era un vero genio dell'interpretazione. Poi se ne potrebbero aggiungere tanti altri insomma (la Argerich :look:, Arrau :asd:, Gilels, Horowitz, Rubinstein, Fiorentino :cry:, Freire, ecc.).Poi ho letto tanti luoghi comuni, cerco di smentirne giusto qualcuno:- la musica classica dura tanto: ci sono preludi di chopin che durano solo pochi secondi, come ci sono sinfonie di mahler che durano ore :cry:- la musica classica è rilassante: ascoltate l'ultimo tempo della sonata op.35 di Chopin, la sonata op. 36 di Rachmaninov, la sonata n°5 di Scriabin, le sonate di guerra di Prokofiev (già citate da qualcuno), "como una ola de fuerza y luz.." di Nono poi mi fate sapere :cry:- la musica classica è difficile da comprendere, bisogna conoscere la storia della musica, le tecniche compositive, ecc.: niente di più sbagliato :cry: è soltanto una questione di sensibilità, ognuno ha la sua; io a 13 non avevo mai ascoltato né sentito parlare di musica classica in vita mia, ma alla prima occasione me ne innamorai all'istante; non mi stupisce se qualcuno la trova noiosa, non è certo perché quel qualcuno è superficiale o non ha tempo/voglia di "impegnarsi" nell'ascolto, semplicemente ha un tipo di sensibilità diversa e si emoziona magari più con un pezzo punk che con chopin! niente da eccepire!un piccolo off-topic (non vi arrabbiate vero? :cry: )

    Off Topic
    sto cercando strumentisti a ROMA (violino, violoncello, pianoforte, fiati) per suonare in duo o formazioni da camera ed eventualmente (se ci va) preparare un programma da concorso. se qualcuno è interessato mi contatti!
    (ciao daniele :cry:)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Jess81
  • Topic Author
  • Di Horowitz sto ascoltando la sonata di Beethoven "aurora", mi è molto piaciuta :rotfl: Concordo pienamente per questo allevi :s una bestemmia vivente

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Jess81
  • Topic Author
  • UP! Che state ascoltando di bello signore e signori?Per la prima volta ho ascoltato un pezzo di albeniz, navarra.. bellissimo. Credo sia anche un bel po difficilotto da suonare. Ho riprovato a riascoltare il Rach3, ma questo compositore non mi scende proprio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sky

    Alcune Mazurche di Chopin :)E prima ho ascoltato il primo movimento del fantastico concerto per violino di BeethovenIl primo movimento del Rach 3 è bello, molto drammatico

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    iux

    io non ascolto musica classica ma suono il violino da più di tre anni! qualcun'altro suona o ha suonato strumenti classici?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint

    Ma perchè questo topic torna su quando io non ci sono? E' un complotto? :PPer Jess88: se ti è piaciuto Navarra, prova anche a cercarti Iberia, sempre di Albeniz... e ovviamente la Suite Española (anche se alla versione originale per piano è preferibile quella chitarristica). E visto che siamo in campo, pure qualcosa di Granados non sarebbe male (Goyescas, ad esempio?).Per Astathis: Kabalevskij??? Cioè, c'è qualcun'altro che lo conosce oltre me? :salut: Scommetto che hai i pezzi facili per pianoforte. :aha:Per Sky: ma l'Aurora è la Waldstein, vero? No, è che Beethoven non lo sopporto, il pianoforte nemmeno, quindi sulle sonate per pianoforte di Beethoven non sono ferratissimo... ^^'E poi, un appello: non nominate "certi soggetti" (A***vi, E****di...) in questo topic, grazie. ^^

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher
    Concordo pienamente con chi citava Richter, era un vero genio dell'interpretazione. Poi se ne potrebbero aggiungere tanti altri insomma (la Argerich  :salut:, Arrau  :bah:, Gilels, Horowitz, Rubinstein, Fiorentino  :P, Freire, ecc.).
    Astathis, non hai citato Maria Joao Pires, una grandissima pianista, vivente, molto superiore, per me, alla Argerich. Spero ardentemente che qualcuno la conosca, in questo Forum, oppure, se non la conosce, che si vada a sentire i suoi cd. Grandissima in Mozart, di cui ha inciso per la Erato 2 tra i più bei Concerti per pianoforte (in la maggiore e do, non ricordo il K, ma sono molto tardi): assolutamente da avere. Adesso, dopo avere suonato Schumann, suona anche Chopin, di cui ha magistralmente inciso i PreludiE' venuta a suonare due volte a Roma, che io sappia, e io c'ero, ovviamente. La prima volta molti anni fa, e fu una sopresa sconvolgente; poi una decina di anni fa.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sky
    Per Sky: ma l'Aurora è la Waldstein, vero? No, è che Beethoven non lo sopporto, il pianoforte nemmeno, quindi sulle sonate per pianoforte di Beethoven non sono ferratissimo... ^^'
    Esatto, indicano la stessa sonata!Ammetto che mi ha un po' stupito che a te non piaccia Beethoven, avrei detto il contrario :PIsher, mi intrometto solo per dire che Astathis non si chiama Daniele, si riferiva a me nel suo messaggio :salut:(ciao Alessio :*)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint

    Sky, si vede che non mi conosci! :salut: Io sono l'antitesi di Beethoven! Parlarne male è il mio passatempo preferito. :PPerchè pensavi che dovessi avere qualcosa a che spartire con il "Genio" di Bonn? (notare le virgolette :salut: )

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sky
    Sky, si vede che non mi conosci! :salut: Io sono l'antitesi di Beethoven! Parlarne male è il mio passatempo preferito. :PPerchè pensavi che dovessi avere qualcosa a che spartire con il "Genio" di Bonn? (notare le virgolette :salut: )
    Sensazione, ma hai detto bene, ti conosco pochissimo e mi sbagliavo :PC'è qualcosa in particolare che non ti piace proprio della sua musica?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint

    Mmmh... Fammi pensare...Più che esserci qualcosa che non mi piace, non gli riconosco le qualità che gli vengono attribuite. Ad esempio, io tutta questa abilità nello sviluppo, di cui lui sarebbe il Genio indisscusso, non l'ho riscontrata; nè tantomeno la ricerca armonica (ci sono più modulazioni nel primo movimento dell'ultimo quartetto di Schubert che in tutti i quartetti di Beethoven messi insieme) o ritmica (le sincopi della Grande Fuga ci sono anche nell'Arte della Fuga di Bach). Se poi devo fare il pignolo, non aveva neanche il benchè minimo gusto melodico. :PMolte innovazioni che gli vengono attribuite, poi, sono da discutere: l'inserimento dei tromboni per la prima volta nell'organico di una sinfonia (la Quinta) non fu idea sua, la "innovativa" struttura della Pastorale è ripresa tale e quale da una composizione precedente di cui ora non ricordo l'autore (ma ti giuro che esiste :salut: )... L'unica che gli riconosco è l'evoluzione della tecnica pianistica, ma visto il mio scarno rapporto con questo strumento, non mi interessa più di tanto. :PL'ostilità comunque nasce tutta da una concezione assolutamente divergente sull'Arte e sull'Artista: più lo ascolto, più me sembra che scrivesse per "salvare l'umanità", perché "la Musica eleva lo spirito", perché "l'ottimismo è il profumo della vita", ecc, ecc... :roll:Vabbè, basta, ho esagerato... ma almeno ho chiarito il concetto, credo! XD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sky
    [...] ma almeno ho chiarito il concetto, credo! XD
    Sì sì, ora ho capito il tuo punto di vista :)Che dire, ne sai senza dubbio molto più di me, che devo imparare ancora tantissimo. Molte sue melodie però hanno fascino, penso ad alcune sinfonie. La settima per esempio, la Pastorale, la nona (sublime l'adagio) conengono melodie famose e belle, secondo me. Non so se conosci il suo concerto per violino, merita molto. Il Rondò finale è strutturato su un motivo orecchiabileEd ha composto opere musicali nonostante negli ultimi anni non ci sentisse, non è una cosa da dimentcare :PMa come sempre i gusti sono gusti, tu apprezzerai brani che, ora, a me non appassionerebbero. Ascolti musica classica, cosa rara tra i giovani, pensiamo a questo :salut:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint

    Ma sì, è vero, siam qui a discutere su Beethoven, invece di goderci il fatto che siamo tra i pochi che capiamo quello di cui stiamo parlando! :salut: (frase cattiva e razzista, lo so :cry: )Chissà perché, poi. In fondo, non mi sento migliore di chi non ascolta il mio stesso genere... Forse siamo solo una naturale minoranza, come essere gay. :)Oddio, siamo una minoranza nella minoranza? :look:P.S.: il concerto per violino è una delle cose più noiose che ho ascoltato in vita mia; il Finale sarebbe bello se non fosse interrotto da punti coronati ogni 10 secondi... Il tema della Pastorale è bello perché è un canto popolare. :salut: Sull'Adagio della Nona taccio. Sulla Settima invece ti dico che è la mia sinfonia di Beethoven preferita, nonchè una delle preferite in assoluto... E sai perché? Perché non è il Beethoven della Terza, della Quinta e della Nona, il Beethoven "eroico": è il Beethoven uomo, il Beethoven cinico e crudele, il Beethoven che per una volta (e una sola) non rinnega una possibile connotazione erotica della Musica... Un caso isolato purtroppo. :sisi:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    white
    C'e' qualcuno che ascolta musica classica?
    mi sto appassionando a mozart. ma non riesco a trovare il requiem completo. qualcuno sa dove lo posso scaricare?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    mutinus

    Anch'io adoro la classica ( praticamente ascolto solo quella)Il Periodo che preferisco è il barocco: Bach, Mozart, Haendel, Haydn, Scarlatti... poi, suonando l'organo, non può mancare Buxtehude.Il mio sogno è quello di potermi un giorno permettere un organo a canne in casa.Tuttavia, per ragioni di costi, penso che continuerò ad accontentarmi del mio organo Farfisa a due manuali e pedaliera concavo radiale.Non amo troppo i contemporanei capisco che è un mio limite personale, ma non mi riconosco molto nelle "avanguardie" Faccio già fatica a digerire Debussy; mentre invece apprezzo molto Faurè.....(meravigliosa la Pavane) forse per quella sua sensibilità "retrò" che lo estrapola un pò dai suoi coevi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Jess81
  • Topic Author
  • Vabbè, basta, ho esagerato... ma almeno ho chiarito il concetto, credo! XD
    Jan claude... credevo che non ci fossi più per questo ho ricominciato a postare :pSono completamente ignorante in forma, armonia, etc però noto che con Beethoven l'orchestra ha un suono diverso rispetto ai predecessori. I temi sono un po curiosi, ma riesce ad enfatizzarli, a manopolarli come solo lui sa fare rendendoli pieni di pathos senza (edit: quasi) mai cadere nella banalità. Poi ci sono comunque tanti bei temi melodici, tanto per citarne qualcuno c'è quello dell'ultimo movimento della pastorale, quello del secondo della settima e della quinta...Per quanto riguarda la concezione dell'artista, bisogna pensare a Shiller e a Goethe... lo sturm und drang... era il suo punto di vista. Preferisco questo rispetto a wam che scriveva musica per i cicisbei.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint
    mi sto appassionando a mozart. ma non riesco a trovare il requiem completo. qualcuno sa dove lo posso scaricare?
    Eh? Davvero non lo trovi? :awk: Mi sembra strano, ci sono decine e decine di registrazioni, anche molti video su Youtube... Che ti devo dire, cerca meglio! [di certe cose non si può parlare :gh: ]
    Jan claude... credevo che non ci fossi più per questo ho ricominciato a postare :D
    Grazie! ;)
    Per quanto riguarda la concezione dell'artista, bisogna pensare a Shiller e a Goethe... lo sturm und drang... era il suo punto di vista. Preferisco questo rispetto a wam che scriveva musica per i cicisbei.
    C'è qualcosa che non mi torna. :D Non era Beethoven che dedicava sempre tutto a duchi, arciduchi, conti e imperatori? :D Non è Mozart che scrive 6 (mi pare) quartetti per dedicarli a Haydn, in una concezione della Musica come evoluzione stilistica e non come intrattenimento dei nobili? Poi che abbia scritto una marea di vaccate divenute troppo famose (tipo la "Piccola Musica notturna" :lol: ) sono d'accordo... ma diamo a Cesare quel che è di Cesare! ;)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Jess81
  • Topic Author
  • C'è qualcosa che non mi torna. ;) Non era Beethoven che dedicava sempre tutto a duchi, arciduchi, conti e imperatori? :awk: Non è Mozart che scrive 6 (mi pare) quartetti per dedicarli a Haydn, in una concezione della Musica come evoluzione stilistica e non come intrattenimento dei nobili? Poi che abbia scritto una marea di vaccate divenute troppo famose (tipo la "Piccola Musica notturna" :gh: ) sono d'accordo... ma diamo a Cesare quel che è di Cesare! :lol:
    Ah, questo è vero! Mozart guadagnava poco mentre Beethoven un po di soldini ce li aveva... e penso che questo sia il perchè delle sue dediche (l'aurora è chiamata anche weldstein... il cognome di un conte...). cmq è meglio fregarsene di queste cose! Hai ragione tu, l'importante è ragionare con la propria testa e ascoltare ciò che ci piace. Eine kleine nachtmusic è bella ma abusata. C'è quel tema iniziale che la pubblicità ha reso odioso, anche se non si può negare che quel rapporto semplicità/effetto sia cosa da pochi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    white
    Eh? Davvero non lo trovi? :boh: Mi sembra strano, ci sono decine e decine di registrazioni, anche molti video su Youtube... Che ti devo dire, cerca meglio! [di certe cose non si può parlare :sisi: ]
    trovato con emule. bellissimooooo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Wotan

    Assolutamente! Mozart l'ho ascoltato fin dalla culla, mi ha sempre incantato, specialmente la Marcia Turca (k331) primo pezzo decente che ho suonato al pianoforte dopo gli orribili anni dei cacofonici esercizi del Beyer, e l'altro che mi ha accompagnato dall'infanzia è Brahms, le cui danze ungheresi mi piacciono davvero tanto, anche se gli spartiti per pianoforte richiedono o delle mani grandi due metri o una tecnica che ancora non ho... Poi le sonate di Haydn mi piacciono molto, e anche alcune romanze di Mendelssohn, anche se sinceramente certe volte le ho trovate un po' melense... Poi di Dvorak adoro la sinfonia dal nuovo mondo (scusate la banalità...) e per Tschaikowsky non impazzisco ma lo apprezzo. Mussorgsky è uno dei miei miti, assieme a ravel, se poi li mettiamo insieme, Quadri a un'esposizione mi fa impazzire! I concerti per pianoforte di rachmanninov mi fanno accapponare la pelle - in senso positivo! - ma penso che prima di poterli affrontare dovrò studiare ancora un pochino :salut: mentre le sonate di Chopin sono certamente più abbordabili e decisamente del romantico più dolce, come mi piacciono ammè. Beethoven mi piace, anche se comincio a non sopportare più i finali tipicamente beethoveniani che restano tre quarti d'ora a girare attorno allo stesso accordo. Mi piace quel poco che conosco di Grieg anche se mi sto informando... Poi moderni, Gershwin, e poco altro, perchè sinceramente la dodecafonia non riesco ancora ad apprezzarla... ma non l'ho nemmeno mai ascoltata con impegno. Per quanto riguarda la lirica, Verdi mi piace, ma a volte è un po' esagerato, e preferisco per questo in alcuni casi Puccini, anche se devo dire che musicalmente Mozart lo trovo insuperabile... Certo, come libretti nel melodramma italiano c'è di meglio, ma tant'è. Però sopra tutti metto Wagner, il Ring mi ha stregato, non c'è niente da fare! Mi sono messo a piangere ascoltando la Valchiria!!!Sinceramente trovo che la musica classica possa dare sensazioni molto più toccanti rispetto a quella moderna... certo, non disdegno altri generi, dal rock progressivo al gothic metal, al punk ai queen, però... però se devo dirla tutta, mentre ascoltando la prima volta il Vissi d'arte mi sono saliti i lacrimoni e sono rabbrividito tutto, anche i pezzi più belli dei Jethro Tull - miei preferiti nel prog rock - non mi hanno mai commosso così tanto!Può darsi che sia una questione di educazione, di abitudini, ma io sento così. Penso che sia soggettivo, ma le sonorità ottenute nella musica di altro genere non riescono a muovermi così profondamente.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint
    e l'altro che mi ha accompagnato dall'infanzia è Brahms, le cui danze ungheresi mi piacciono davvero tanto, anche se gli spartiti per pianoforte richiedono o delle mani grandi due metri o una tecnica che ancora non ho...
    Forse perché gli originali sono per pianoforte a 4 mani, quindi quel sadico che le ha trascritte a 2 mani ha fatto lievitare la difficoltà... :kiss: Gli originali "duettistici" non sono poi così difficili. :P
    mentre le sonate di Chopin sono certamente più abbordabili
    Abbordabili??? E non riesci a suonare Brahms? :salut:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Wotan

    Che ti devo dire, ho l'adattamento a due mani di brahms come tu hai già detto, se mia madre mi prende degli spartiti da crampi al cervello, non è colpa mia... e sì, chopin l'ho trovato abbordabile, sarà strano, ma tant'è...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Jess81
  • Topic Author
  • Ho presente quei spartiti.. assurdi °_° Anche un concerto per piano di Brahms, il 2 mi pare è nominato per difficoltà

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    quint

    Ma la versione a due mani delle Danze Ungheresi che ho io non è difficile... Mi sa che è una versione facilitata. :look:Riguardo al Secondo Concerto di Brahms, non mi pare si molto più difficile del Primo o di qualasi altro concerto dell'epoca... Anzi, forse è pure più facile. Semmai è complesso strutturalmente e senz'altro armonicamente. :cry:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    il trovatore
    io non ascolto musica classica ma suono il violino da più di tre anni! qualcun'altro suona o ha suonato strumenti classici?  
    io piu che altro sono suonato :rotfl:comunque mi piacerebbe molto suonare il violino, ma adoro di piu il canto.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    DaveKawena82

    Thcaikovsky e Gershwin i miei preferiti. Ma di sicuro anche Stravinsky, Sain-Saens, Elgard Dukas, Beethoven, Ponchielli, Mussorgksy e anche tantissime ouverture delle opere.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sky
    Thcaikovsky e Gershwin i miei preferiti. Ma di sicuro anche Stravinsky, Sain-Saens, Elgard Dukas, Beethoven, Ponchielli, Mussorgksy e anche tantissime ouverture delle opere.
    Siamo sempre di più :PGershwin se non ricordo male aveva uno stile al confine tra jazz e classica, o sbaglio?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    DaveKawena82

    Esattamente, prese la musica dalla strada, la ripulì e la porto nelle sale da concerto? I risultati? Rhapsody in Blue e Un Americano a Parigi sono tra i migliori.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      36 members have viewed this topic:
      nottelimpida  davydenkovic90  Carota  Shell  radioresa  NicoH  PiNKs  Steve174  SaintSeiya  stefa  Marion2189  agis  camillomago  Dodekatheon  Cold  TheCall  Tex  Diegox  dogriver  smile93  Quiescent93  marco7  justjack  FreakyFred  Gigiskan  Layer  Arrhenius  Paolo91  Jacks  Hawk  freedog  Duma  Davis  nayoz  Mako  diabo 
    ×
    ×
    • Create New...