Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Cargo shorts

    da maggio a settembre sono la mia divisa ufficiale -e stica se non li considerate adatti a chi è negli -anta-
  3. Cargo shorts

    adatti all'idraulico o all'elettricista in servizio, sono da indossare rigorosamente con calzatura anti infortunistica e t-shirt verde oliva della naja.
  4. Ellen DeGeneres e spogliarellisti uomini. Senso, dove sei?

    Su questo siamo d'accordo. Ma perché un'oggettivazione così pesante e marcata, gli sketch di Ellen sono veramente ai livelli di colpo grosso. Possibile che nessuno dica "ehi, scusate un attimo, ma questo programma che tutti osannate non mi sembra poi tanto edificante". Con tutto che sono anche un po' tristi le donne del pubblico che vengono piazzate lì apposta per sbavare su questi machi.
  5. Cargo shorts

    Pure io li porto. Sono molto più comodi dei normali pantaloni corti.
  6. e tu hai visto quello che ho linkato io? Ellen è anticonformista, ma con stile: usa toni MOLTO più pacati, senza urla & scleri, una trashata del genere manco la concepirebbe! -anche perchè come effetti collaterali avrebbe fuga sponsor, target inorridito & orripilato, eccetera.. insomma, sarebbe un suicidio!-
  7. Ellen DeGeneres e spogliarellisti uomini. Senso, dove sei?

    ma anche Ellen mi pare spogliarelli con talk/sketch comici di copertura... ma hai visto i video che ho linkato?
  8. erano due cose diverse: cronache marziane voleva essere un talk -benchè fatto coi piedi-, colpo groso era volutamente SOLO spogliarelli con quizzetto idiota di copertura
  9. Ellen DeGeneres e spogliarellisti uomini. Senso, dove sei?

    ma questo andava in onda in piena notte, e comunque bastava citare Colpo Grosso. non mi pare che sia tanto di nicchia, ci vanno veramente tutti i personaggi più influenti nei suoi programmi, se non sbaglio anche obama, oltre che lady gaga, serena williams, e co. Penso che sia molto più di una semplice influencer
  10. se è per questo, vanno pure a festeggiare l'8 marzo negli strip club con modelli maschi (presi direttamente dal cubo di Mukka, ma quello è un altro discorso..) sì già successo: citofonare Fabio Canino, la trasmissione -supertrash- si chiamava Cronache marziane e aveva siparietti tipo questi -disclamer: fa schifo; se vi volete far del male, gustatevelo. ma tenetevi vicino un sacchetto per il vomito- non tanto: che Ellen sia un'influencer, d'accordissimo. MA ha un target MOLTO di nicchia (cultura medio-alta, ceto & redditi agiati o più; per questo gli sponsor la adorano)
  11. Today
  12. Gay si diventa

    il che non significa che avrebbero disdegnato farsela fare... chi ti ha passato i miei diari segreti dell'epoca? -e sì, ho avuto il gran culo di vivere da ranokkietto in un paesello molto poco omofobo; anzi, per niente!- beh, quello m'è capitato. E m'ha risparmiato la fatica del CO a casa modestamente, ero pure famosetto: per dirla con una mia cara amica, ero sulla bocca di tutti... stavolta ero innocente, vostro onore! sto discorso non l'ho tirato fuori io!!! se fossimo tutti fatti con lo stampino però, sai che palle!! ognuno ha il suo vissuto: io a 15 anni facevo sport e a 16 mi sollazzavo con la squadra, e la cosa non mi creava problemi; oggi non me ne vanto, ma nemmeno lo nego nè lo rinnego in quel contesto non c'era (e credo non ci sia nemmeno oggi) la distinzione gay-etero: c'è molta fratellanza/cameratismo + gli ormoni che ballano la ola: quando ce l'hai duro (ossia SEMPRE), lo tiri fuori, ti smanetti o ti fai.. smucinare. così, senza pudore e non di rado davanti a tutti, non appena l'allenatore o chi per lui non era nei paraggi. ma son cose che se non hai mai vissuto dentro lo spogliatoio di una squadra (di qsi sport) non le puoi proprio capire
  13. Quale governo sarà possibile?

    Oh, per me possono aspettare anche la prossima bruma, anzi, meglio, dato che ho l'atroce sospetto che, qualunque cosa partoriranno, sarà un aborto di governo..... Quindi tanto vale tenerci quello che c'è, se non altro perché così possiamo pur sperare in qualche cosa di meglio ;-)
  14. Ellen DeGeneres e spogliarellisti uomini. Senso, dove sei?

    Un po' forzato come ragionamento e non ne capisco il motivo. Il mondo dell'uomo che opprime la donna, intanto, non esiste più. La parità dei diritti è reale, e se ancora ci sono delle piccole battaglie che vanno combattute a favore delle donne, non vedo il bisogno di farlo attraverso (o parallelamente a) un'oggettivazione dell'uomo così spudorata e di cattivo gusto come si fa in questo programma. Più che una non-oggettivazione sia di uomini che di donne, io auspicherei una sana e innocua oggettivazione di entrambi, purché non squallida e lesiva della libertà o della dignità della persona, sia questa di sesso maschile o femminile.
  15. Quale governo sarà possibile?

    già te l'ho detto: aspetta fine mese chè si è votato x ste regionali in Ohio & Michigan.. ops, volevo dì Molise & Friuli
  16. Cargo shorts

    Li porta Layer.
  17. Gay si diventa

    Mi sono espresso in modo sintetico ( anche se la storiella l'ho raccontata diverse volte nel corso degli anni ) quando parlo di "validazione maschile" si intendono quei giochini a chi ce l'ha più lungo e poi a chi viene prima etc , io tutta questa fretta a finire prima...non ce l'avevo, volevo guardare gli altri ma non per controllare ed essere più veloce di loro, li guardavo perchè c'era un desiderio sessuale che si delineava nei loro confronti etc Poi ovviamente la circolazione di pornografia soft etero mi era del tutto indifferente...io vedevo queste donne tutte ossigenate pettinate malissimo e con delle bocce enormi, sapevo che in teoria doveva essere una visione eccitante, ma tendevo a guardare altro o altri Poi se altri gay con la scusa della pornografia soft o di altre dinamiche sono riusciti a fare di più di me, buon per loro! ( io però non posso sapere come loro ci sono arrivati )
  18. Cargo shorts

    Il Post Santa Maradona (2001) Tra i capi di abbigliamento attorno a cui si litiga di più – come per esempio i leggings, le ballerine, gli Ugg e le Birkenstock – ci sono i “cargo shorts”, pantaloncini da uomo lunghi fino al ginocchio, larghi e con i tasconi ai lati: c’è chi li considera comodi e freschi d’estate e chi invece li definisce tremendamente brutti. Ne ha riparlato di recente il Wall Street Journal in un articolo intitolato Nice Cargo Shorts! You’re Sleeping on the Sofa, “Carini i tuoi calzoni corti! Stanotte dormi sul divano”, raccontando soprattutto l’avversione delle donne per questo tipo di pantaloni, fuori moda, sformati, poco più accettabili dell’accoppiata calzini e ciabatte. Nell’articolo, la giornalista Nicole Hong ricostruire la storia dei cargo shorts a partire dagli anni Trenta, quando erano utilizzati nella versione lunga nelle divise di alcuni corpi militari. Li portavano per esempio i soldati britannici che dovevano arrampicarsi o nascondersi in montagna, perché i tasconi erano utili per tenere le munizioni per le armi. Negli anni Quaranta divennero parte dell’equipaggiamento dei soldati dell’aeronautica statunitense: permettevano ai piloti di avere facilmente a portata di mano quel che gli serviva, dato che le cabine di pilotaggio erano sempre più strette. L’origine militare si ritrova anche nei colori più tipici dei cargo shorts: beige, verde scuro e grigio. La moda di portarli ogni giorno nacque nella seconda metà degli anni Novanta (li indossavano per esempio personaggi di serie tv come Dawson’s Creek), contemporaneamente al successo negli Stati Uniti di marchi come Abercrombie & Fitch. La diffusione dei telefoni cellulari rese poi le tasche dei pantaloncini particolarmente utili. I cargo shorts continuano a prosperare nonostante siano considerati uno dei capi più sgraziati degli anni Novanta anche per l’effetto nostalgia: è molto difficile smettere di portare e apprezzare cose che andavano di moda quando eravamo giovani, e per questo molti quarantenni continuano a indossarli proprio come facevano a vent’anni. Una volta cresciuti però sarebbe il caso di abbandonare un modello così adolescenziale e sportivo e optare per pantaloni più sobri ed eleganti. Hong cita per esempio un articolo del tabloid inglese Daily Express che definisce i cargo shorts «un’umiliazione per ogni uomo con più di 21 anni, che potrebbero essere acquistati solo dopo aver mostrato un documento d’identità». La bruttezza dei pantaloncini cargo è così assodata che più di un club di golf – sport famoso anche per una certa eleganza nel vestire – ha vietato a iscritti e ospiti di indossarli. Nel 2012 il country club di Miami chiese all’ex giocatore di basket Michael Jordan, che stava giocando con un paio di cargo shorts, di cambiarseli. Secondo la società di ricerca NPD Group, nel 2015 le vendite di pantaloncini cargo sono diminuite per la prima volta negli ultimi dieci anni. Nonostante il calo, negli Stati Uniti ne sono stati comunque venduti parecchi, per più di 700 milioni di dollari (circa 630 milioni di euro). I cargo shorts non sono l’unica soluzione per portare pantaloni corti e soffrire meno il caldo d’estate, e ci sono altri modelli considerati più accettabili. La redazione di Business Insider UK, sito di notizie finanziarie, consiglia per esempio i “chino shorts”, l’equivalente dei bermuda: sono più aderenti, non hanno tasche superflue che li fanno scivolare sui fianchi, e lasciano scoperte le ginocchia, risultando più raffinati. Vi piacciono? Vi eccitano? Io li indosso spesso nelle stagioni calde.
  19. I maschi non sono oggettivizzati spesso perché il mondo è comandato da uomini che opprimono le donne da millenni, quindi equiparare la questione a quella dell'oggettivizzazione delle donne in tv e nella società è nosense. Una volta esaurita quest'ultima, non avrà più senso esporre neanche i maschietti nudi per ascolti e scompariranno poi porno e prostituzione. A lenti passi, ci stiamo arrivando, voglio la DDR.
  20. Ho un debole per ?

    Come no? Ce n'è uno nella mia palestra che quando lo vedo... Comunque il mio tipo ideale è twink, poi sul carattere non sto a sindacare anche se la cultura non guasta mai e trovo sexy un po' di timidezza I piercing non li sopporto, il fumo in linea di massima neanche ma non sono mai stato con un fumatore, quindi è solo una speculazione teorica Sui tatuaggi dipende
  21. Una femminista -ragionevolmente - pur avendo come nemico n°1 il maschio eterosessuale, sarebbe ugualmente infastidita, cioè Malgioglio non basterebbe a placare il suo fastidio, perchè sarebbe interpretato come "servo sciocco del patriarcato" ( che probabilmente per Malgioglio è un insulto anche inferiore a quelli che tanti gay gli hanno riservato negli ultimi 20 anni...perchè non è che la lista degli estimatori gay di Malgioglio sia lunghissima, ma vabbè questo è accidentale Malgioglio qui sta per un gay qualunque XD ) Ma sappiamo benissimo che esistono contrasti ad esempio sulla GPA fra gay e femministe, molto più specifici e diretti ( nel senso che la GPA ci vede protagonisti e non serventi ) Poi se questo negli USA porterebbe al linciaggio di Malgioglio ed alla chiusura della trasmissione, francamente non lo so ( magari sulla TV pubblica svedese...)
  22. Gay si diventa

    ahahaah e' vero hinz, ti ho citato in modo maldestro. hai capito la differenza tra te e gli etero perche' hai capito che invece a te piaceva sul serio e loro invece lo facevano solo per scherzo? pero' allora ripeto.. che senso ha succhiare il pisello a qualcuno per scherzo? se sei etero? come puoi pensare che succhiare cazzi possa essere considerato un mettersi alla prova in quanto etero? un etero che vuole mettersi alla prova non proverebbe piuttosto a FARSELO succhiare o ad inculare un suo compagno? XD ahahah scusate.. ma questo e' quello che la logica mi suggerisce rimanendo a parlare di esperienze tra maschi ovviamente.. perche' se no vi direi.. un etero non dovrebbe mettersi alla prova cercando di baciare la piu' bella della classe e (successivamente) farsela? banalmente.. io sono una persona sentimentale (o lo ero per lo meno) e il mio modo di avvicinarmi ai maschi era quello di diventare loro amico intimo e fidato non di succhiare loro il pisello XD
  23. Gay si diventa

    Non è questione di serietà, è che non facevi calcio.
  24. Gay si diventa

    Io non ne ho fatto cenno quello è @freedog L'ho scritto tante volte che in questi primi esperimenti sessuali io ho capito la mia differenza rispetto agli etero, ho capito che la dovevo tenere nascosta ed ho pure scritto nell'intervento che citi...che se fossi stato scoperto a fissare troppo gli altri o cose simili sapevo che avrei corso il rischio di essere cacciato "se fossi stato scoperto sarei stato cacciato" E' vero invece che @freedog tende a raccontare una realtà diversa dalla mia...ma non vedo come io possa rispondere delle sue esperienze al suo posto Lol Io posso rispondere solo delle mie, che sono sensibilmente diverse
  25. Ellen DeGeneres e spogliarellisti uomini. Senso, dove sei?

    Questo ok, ma se facessimo gender swap nel programma di Ellen, vale a dire, se per assurdo in America riuscisse ad andare in onda un programma dove uno come Malgioglio presenta spogliarelliste ogni tre secondi, o invita ragazze a denundarsi in continuazione, dando vestiti al pubblico e facendo balletti sexy, a parte che nessun ospite si presenterebbe, ma penso che lo chiuderebbero dopo cinque minuti, metterebbero a ferro e fuoco lo studio e condannerebbero tutti alla pena di morte, Malgioglio incluso. Questa invece è una delle trasmissioni più popolari, e la presentatrice fra i personaggi più influenti in circolazione.
  1. Load more activity
×