Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Questo è relativo. A importare non è tanto il debito pubblico in sé quanto la sua sostenibilità, e quello italiano è decisamente sostenibile. La Francia ha sforato il vincolo deficit-Pil per un decennio e non è successo niente. Comunque ho già detto che il vincolo deficit-Pil vada rispettato e anzi vada perseguito il pareggio in bilancio, ma ci sono vincoli come quello sulla bilancia commerciale che se non rispettati e pure di molto sono decisamente più dannosi a livello sistemico.
  3. Anche il non rispetto del deficit e' molto pericoloso perche' puo' portare al default. In un sistema come quello svizzero c'e' una compensazione finanziaria tra cantoni ricchi e cantoni poveri. Naturalmente i cantoni ricchi vorrebbero sempre dare meno e i cantoni poveri ricevere di piu' ma alla fine si trova il comprovmesso e lo si accetta.
  4. Questo certamente, infatti l'ho detto nell' incipit del primo intervento: "Il problema è che buona parte dei paesi dell'UE vogliono i benefici dell'Unione ma non ne rispettano i vincoli pur standoci dentro e nessuno dice loro niente." Però è anche ovvio che il non rispetto di certe regole sia più deleterio del non rispetto di altre. E il non rispetto del vincolo sul surplus da parte della Germania è di gran lunga il più deleterio e la causa maggiore degli squilibri nell'eurozona che se acuiti - e la direzione è questa - porteranno alla sua fine.
  5. Le regole in EU non le rispettano in molti, non solo la germania perche' fa comodo a tutti non rispettarle.
  6. Il FMI, che non mi sembra proprio fulcro di socialismo, ha esortato la Germania a fare investimenti in infrastrutture per ridurre il surplus. I modi per risolvere il problema ci sono eccome, se si ha la volontà di perseguirli. Curioso comunque che fai tanto il rigido su qualsiasi vincolo europeo esistente, ma se poi uno di questi vincoli - che esisterà per un motivo, non credi? - viene disatteso e di molto dalla Germania ti affretti a giustificarla. Come se poi non fosse anche grazie all'euro se la Germania può raggiungere simili surplus. Il punto è che trattandosi l'eurozona di un sistema comune con moneta e mercato unico, deve mantenere un equilibrio che si basa su delle regole comuni. Se un paese queste regole non le rispetta, si creano disequilibri che magari vanno a vantaggio del paese singolo, ma danneggiano il resto del sistema rendendolo disfunzionale. Lo depauperano a suo vantaggio nel caso tedesco. Chiamasi egoismo se non peggio. Comunque il surplus tedesco è il più alto al mondo, nessun paese al mondo riuscirebbe ad adeguarvicisi, figuriamoci uno come l'Italia o altri paesi mediterranei.
  7. Today
  8. Mario1944

    C'è vita fuori dall'Unione Europa e dall'euro?

    Non ho l'ossessione della democrazia perfettamente rappresentativa, che del resto sappiamo bene non essere mai, per necessità aritmetica, perfettamente rappresentativa: già cinquant'anni fa si notava quanto poco "costasse", in termini di voti degli elettori, un deputato ai due grandi partiti (allora DC e PCI), rispetto al caro "costo" dei piccoli partiti. Non ho neppure, mi dispiace.... 😉 , l'ossessione dei politici eletti, se non altro perché a ben guardare un Hitler fu eletto, mentre, per rimanere in Germania, un Bismark no.... Be' ma questo per te non dovrebbe essere un difetto, se è vero che tieni soprattutto ad una sovranità "democratica con istituzioni europee politiche e non di burocrati". D'altronde, nessuno obbliga nessuno: se i "piccoli Stati ricchi", come la Svizzera, si sentono più tutelati stando fuori dell'Unione europea, che ne stiano fuori: che problema c'è? E' chiaro che in ordine sparso si è deboli e sono deboli anche i grandi europei, ma è altrettanto chiaro che stando insieme qualcosa bisogna pur cedere di sovranità e ne cedono i piccoli certo, ma anche i grandi, seppur forse non nella stessa proporzione: d'altronde la vita nell'universo si basa sui rapporti di forza, quindi che pretendi? 😉 Costringere qualcuno a consumare di più ed a risparmiare di meno penso sia alquanto difficile, certo più difficile che costringere qualcun altro a risparmiare di più ed a consumare di meno, perché a questo basta tagliare i fondi 😉 Comunque è già cara grazia che abbiamo la locomotiva tedesca, che traina in parte anche noi: non mi pare il caso di fermarla solo perché non sappiamo risolvere i nostri problemi domestici.
  9. Laen

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Io sono/ero amico di due ragazzi spagnoli e per loro l'utilizzo di "amar" come distinguo dal "te quiero" era assolutamente normale, routinario. La questione varierà anche all'interno della Spagna stessa, probabilmente...
  10. faby91

    Ciao!

    Emiliano di dove?
  11. Saramandasama

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    È iberico o latino? Nel primo caso dirà te quiero(mucho) per dire ti amo. A meno che non sia un daddy centenario.
  12. Mario1944

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Ma tu sai se il ragazzo de quo non sia un asinello non matricolato? D'altro canto può essere un espertissimo di lingua inglese in tutte le sue forme idiomatiche passate, presenti e future, ma aver tenuto conto, scegliendo la locuzione, della specificità linguistica italiana dell'ascoltatore: se io scrivessi ad un Greco antico, starei ben attento a non usare "eros" per indicare l'amore tra padre e figlio o tra due amici, pur sapendo che gli stessi Greci antichi indulgevano all'abusione per questa parola.
  13. LocoEmotivo

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Permettimi di dissentire. Io non conosco affatto bene la lingua di Guglielmino Scuotiscena, però questa cosa "amare vs. bene velle" fa parte della nozionistica base. Credo che chiunque che sia anche di poco sopra il livello "capra matricolata" ne sia a conoscenza. (Chiudo qui l'intervento per non andare troppo OT.)
  14. Saramandasama

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Dipende dalla variante dello spagnolo https://www.google.it/amp/s/parlaspagnolo.net/2017/02/18/differenza-tra-te-amo-e-te-quiero-in-spagnolo/amp/
  15. Mario1944

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Quiero è evidente continuazione del latino quaero, che significa cerco: "Italiam quaero, patriam", dice Enea, "l'Italia cerco, la patria". Comunque, grazie a Laen, abbiamo accertato che anche gli Spagnuoli possono linguisticamente distinguere tra amare e voler bene e pertanto, dato che il ragazzo de quo è spagnuolo, è possibile o addirittura probabile che la sua lingua materna abbia influenzato la sua traduzione in inglese del concetto.
  16. Uncanny

    Immigrazione e sicurezza con Salvini

    Che salviniano il Sanders! Originale intero non tradotto:
  17. Laen

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    In spagnolo si distingue tra "Te amo" e "Te quiero": quest'ultimo è molto affine al nostro "Ti voglio bene".
  18. Mario1944

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Senza dubbio, ma: 1) questo implica che la si conosca molto bene in tutte le varianti idiomatiche; 2) l'inglese è una lingua ormai universalmente usata, che risente pertanto delle specificità "dialettali", e del resto l'inglese degli statunitensi mi pare abbia notevoli varianti soprattutto nell'uso parlato rispetto a quello degli Inglesi autoctoni; 3) la lingua madre del parlante può influenzare la scelta tra due espressioni parimenti legittime, almeno in teoria, in inglese, ma non parimenti consuete in pratica. E' stato detto anche dell'inglese, ma la traduzione di Catullo che ho riportata sopra lo smentisce: non sarà lo stesso anche per lo spagnuolo? tanto più che questa è lingua neolatina....
  19. Zafkiel

    Immigrazione e sicurezza con Salvini

    non ha torto
  20. Bloodstar

    Immigrazione e sicurezza con Salvini

    Lo so che è una proposta oscena. Non ci casco.
  21. andy94

    Immigrazione e sicurezza con Salvini

    Carino l’attore!
  22. Saramandasama

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    In molti dialetti per dire ti amo, si dice ti voglio molto bene, come in spagnolo: te quiero mucho. Piemontese: T’veuj bin Friulano: Ti vul ben, ti vuei ben Napoletano: Te voglio bene assaje Siciliano: Ti vogghju beni, Si u me ciatu (sei il mio respiro)
  23. LocoEmotivo

    Cos'è per voi il gay-forum.it?

    Questo piace tantissimo anche a me: al netto delle differenze, tutti scrivono partendo dal loro vissuto. Da questo punto di vista, il forum offre una prospettiva privilegiata sui suoi utenti.
  24. LocoEmotivo

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Se usi quella lingua, accetti ipso facto tutte le sue caratteristiche. Quindi, anche l'uso del "I love you".
  25. Saramandasama

    Che canzone state ascoltando?

  26. FreakyFred

    Quando in chat ti dice "ti amo"

    Se non sbaglio anche gli arabi mancano di questa espressione. Forse è una specificità italiana, tipo il bidet!
  1. Load more activity
×