Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Probabilmente c'entrano anche, per alcuni in maggiore misura che per altri, fantasie di dominazione (e sottomissione). Non diamo per scontato che nell'attrazione sessuale ci sia solo il trovare piacente l'altro: agli stupratori non piace sempre, faccio di proposito questo esempio molto forte, la propria vittima.
  3. Today
  4. freedog

    Elezioni presidenziali negli USA del 2020

    a propò, hai letto dell'endorsement di Heater Parisi per theDonald? all'inizio pensavo fosse una bufalona, invece pare proprio che sia vero! https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/10/27/heather-parisi-si-schiera-con-trump-impossibile-dargli-torto-e-sui-social-ce-chi-pensa-che-lorella-cuccarini-le-abbia-rubato-laccount/5981326/
  5. Hinzelmann

    Zerocalcare

    In questo momento storico preciso sembra che lo facciano più i taxisti ed i baristi...
  6. freedog

    Ciao

    nel senso che ti consideri sposato col pub/ristorante/birreria/negozio in genere che gestisci (visto il tempo che ci passi dentro) o che you're married with an american boy? 😁 -eh, gli equivoci che può generare l'italico idioma..-
  7. L'attrazione sessuale verso una persona non la si sceglie, o la si ha o non la si ha. Se pero' si e' attratti sessualmente da una persona che ti fa schifo perche' e' nero (come si puo' presurre accada ai razzisti) o ti fa schifo perche' e' fascista (come dovrebbe accadere ai comunisti) allora la cosa piu' coerente sarebbe di non scoparci assieme, ma forse quando si e' arrapati si dimenticano le scelte politiche o le discriminazioni a cui sottoponiamo gli altri quando non siamo arrapati.
  8. @marco7 e questa parte come la tradurresti nella tua strampalata similitudine politica? Il parallelismo più semplice è con l'eterosessualità. Si può benissimo essere maschilisti ed essere attratti dalle donne come si può benissimo essere femministi ma essere gay.
  9. Io spiegherei i razzisti che vanno coi neri allo stesso modo che spiego i comunisti che vanno coi fascisti: ogni buco e' trincea e non si guarda in faccia al portatore del buco. tu stesso hai ammesso di farti volentieri i fascisti se ricordo bene. Per me e' inconcepibile, ma per te lo e'.
  10. Questa cosa misteriosamente non riesco a spiegarla a chi me la mena sul razzismo nel sesso.
  11. Almadel

    Icone uomini

    I miei contatti facebook sono letteralmente impazziti per lui, uno (ventenne) addirittura ai tempi di RollsRoyce. Non so se basti definirlo un'icona, bisognerebbe vedere se invitano a un Pride.
  12. marco7

    Elezioni presidenziali negli USA del 2020

    Biden bel @Demò ha intenzione di occuparsi piu' dei problemi interni che internazionali. spesso i presidenti usa fanno cose internazionali per sviare l'attenzione dai problemi interni. per me biden si affidera' molto ai consulenti per sapere che fare in medio oriente. Voi non vi chiedete come mai il 40-50% degli americani sia disposto ancora a votare trump visto il disastro che ha fatto col covid negli usa ?
  13. Micioch

    Ciao

    Concordo Sì bell'album, non capisco perché i fan non lo apprezzino tanto. Tool, einsturzende neubauten, arcade fire, built to spill, cop shoot cop, deerhoof, gang of four, fugazi, gun club, slowdive, melt banana, lento. Giusto per darti un'idea con dei nomi che mi vengono in mente ora. L'arte in generale, restaurare roba trovata per strada, dipingere, suonare
  14. SabrinaS

    Accogliere gli incel nella comunità LGBTI?

    fun fact: l'80% dei gay italiani sono tutti incel solo che invece della fica a loro piace il cazzo ma contemporaneamente anche sono frigidi e sessuofobici. Per cui siamo totalmente fuori di testa. ovvero tu sei tu, ma dato che a un certo punto sei gay e sei sotto pressione soprattutto a causa degli stessi gay e poi del patriarcato e del maschilismo devi per forza aderire a dei canoni estetici standardizzati e importati per piacere o piacerti altrimenti fai schifo al cazzo e nessuno ti caca, per cui mentre nella teoria incel esistono i chad, i normie, i cuck etc.. nei gay esistono i twink, i bear, le lontre, le nutrie, le orse bianche, le foche monache etc... siamo frustrati, depressi e arrabbiati, incapaci di instaurare relazioni sessuali e affettive tra noi la nostra cultura e le nostre richieste politiche non sono altro che delle enomi echo chamber che girano tra trash italiano, bitchyf e la pagina di arcigay e arcilesbica la nostra cultura si avvale di forum online e di piattaforme internet con una totale assenza di luoghi fisici ci sottoponiamo a pratiche di looksmaxing ci rifacciamo al capitale di marx e contro la società neolibbbberista siamo attratti da pezzi di merda come eterocuriosi con doppie vite e daddy bisex omofobi le persone con un alto status socioeconomico o bellezza innata determinata da caratteristiche genetiche e incapaci hanno ruoli di comando o diventano portavoce delle istanze di tutti mentre quelli normali ma capaci o non si fanno avanti o non vengono scelti per ruoli direttivi e dirigenziali della comunità ceh ce le abbiamo tutteeeeee
  15. SabrinaS

    Ciao

    io voglio sapere le cose creative che gli piaccionooooooooooooooooooooooooo
  16. Krad77

    Ciao

    A me piacciono abbastanza i SY, sono molto legato a Experimental JetSet. Altri gruppi?
  17. Demò

    Elezioni presidenziali negli USA del 2020

    Secondo voi un'amministrazione biden che effetti avrebbe sulla turchia e sulla Libia?
  18. Demò

    Ciao

    Comunque lasciatevelo dire, stare a new York deve essere veramente una rottura di palle se vi tocca venire sul gay forum !
  19. Sono anche loro figli di dio Una volta imbarcati i demisessuali..
  20. Yesterday
  21. SabrinaS

    Ciao

    pazzesco
  22. Serpente

    Elezioni presidenziali negli USA del 2020

    Trump aveva promesso di espellere 11 milioni di «clandestini» che vivevano da anni negli Stati Uniti, di costruire un muro di cemento armato lungo 1.600 km al confine meridionale e farlo pagare al 100% dal Messico. Dopo un duro scontro al Congresso, nel luglio 2020 la Corte Suprema ha dato il via libera al prelievo di 6 miliardi di dollari dal bilancio del Pentagono e finora sono state costruite 371 miglia (quasi 600 km) di muro. Una barriera di acciaio alta in media tra i 6 e i 9 metri, e il Messico non ha sborsato nemmeno un centesimo. Per quel che riguarda la lotta all’immigrazione irregolare, nel settembre 2017 l’amministrazione Trump ha abrogato il programma Daca (Deferred Action for Childhood Arrivals) voluto da Obama a protezione degli immigrati entrati illegalmente quando non avevano ancora compiuto 16 anni. Il 18 giugno scorso la Corte Suprema ha stabilito che non si può annullare un provvedimento grazie al quale 700 mila persone già frequentano scuole americane o si sono integrate nel mondo del lavoro. Trump non ha mai messo sotto sorveglianza le moschee come dichiarato in campagna elettorale, ma nel 2017 ha emesso due ordini esecutivi noti come «Muslim Ban», poi trasformato in «Travel Ban», per negare l’ingresso ai cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana: Somalia, Sudan, Iran, Iraq, Siria, Yemen e Libia (Sudan e Iraq sono stati cancellati successivamente dalla lista). Nel corso del tempo il Travel Ban è stato esteso prima a Ciad, Yemen, Corea del Nord e Venezuela e lo scorso 31 gennaio ai cittadini di Eritrea, Kirghizistan, Myanmar, Nigeria, Sudan e Tanzania. Una delle sconfitte più sonore è arrivata dall’Obamacare. Trump aveva promesso di abrogare la riforma Obama che aumenta la platea delle persone tutelate dal sistema sanitario (32 milioni in più). In pratica si tratta di agevolazioni fiscali per incentivare le persone ad assicurarsi, e del divieto per le compagnie assicurative di negare l’assistenza ai pazienti con patologie gravi. Tra maggio e luglio del 2017 la proposta di cancellare la norma, prima completamente e poi parzialmente, è stata respinta dal Senato a maggioranza repubblicana. Trump ha sempre definito il riscaldamento globale «una fantasia». Durante la campagna elettorale ha dichiarato di voler sciogliere la «Environmental Protection Agency» (EPA), l’agenzia per la tutela ambientale. Non ha osato farlo una volta diventato presidente, ma ha nominato amministratori dell’EPA due noti «negazionisti»: il primo, Scott Pruitt, è stato costretto a dimettersi nel 2018 sotto il peso di ben 15 inchieste federali. Il secondo, Andrew R. Wheeler, è l’attuale capo dell’agenzia. Secondo i dati del «Climate Deregulation Tracker» della Columbia University l’amministrazione Trump ha varato 162 atti e provvedimenti per ridurre le misure contro il riscaldamento climatico, ritenute troppo gravose per l’industria dei combustibili fossili. Tra i provvedimenti più significativi l’abrogazione del «Clean Power Plan» (il piano di Barack Obama per l’abbattimento delle emissioni di CO2 da parte delle centrali elettriche a carbone), la cancellazione dei controlli sugli sversamenti di arsenico e mercurio in acqua e il congelamento dell’obbligo per l’industria automobilistica di produrre auto che consumano meno carburante entro il 2025 . Nel novembre 2019 ha notificato all’Onu il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo di Parigi sul clima siglato nel 2015. Per rilanciare l’economia Trump aveva promesso di tagliare le tasse alle imprese (flat tax al 15%), e niente imposte per chi guadagna meno di 25 mila dollari l’anno. Una politica che avrebbe consentito di «raggiungere una crescita annua del 6%, azzerando in 8 anni il debito pubblico di 18 trilioni di dollari». Nel dicembre 2017 il Congresso ha approvato la sua riforma fiscale: nessuna flat tax al 15% , ma l’aliquota per le imprese di tutte le categorie e dimensioni scende in modo permanente dal 35% al 21%. Per chi guadagna meno di 25 mila dollari restano due percentuali d’imposta: 10% sotto i 9.525 dollari e 12% sotto i 38.700 dollari. A beneficiare della riforma sono soprattutto i ricchi: le tasse scendono dal 39,6 al 37% per chi guadagna più di 300 mila dollari. Trump ha mantenuto la promessa di donare il suo stipendio annuale (400 mila dollari) alle agenzie governative, ma – a differenza di quanto dichiarato – non ha mai reso pubbliche le proprie dichiarazioni dei redditi. Ci ha pensato il New York Times, che a fine settembre ha pubblicato i documenti del tycoon dal 2000 al 2017: Trump ha pagato appena 750 dollari di tasse federali nei primi due anni di presidenza e zero nei 10 anni precedenti. Il protezionismo di Trump ha portato una fase di crescita, ma non ha permesso di raggiungere gli ambiziosi (forse impossibili) obiettivi annunciati. La dura presa di posizione sui temi ambientali rende difficile la lotta ai mutamenti climatici, dove è indispensabile una cooperazione globale per la sopravvivenza del pianeta. In politica estera il presidente è stato «di parola», ma la strategia del pugno duro contro i principali avversari (Iran e Cina) ha esacerbato i rapporti, isolato Washington e destabilizzato la scena mondiale. Le divisioni interne e lo scontro con le minoranze hanno reso l’America più debole. Poi è arrivata la pandemia: la pessima gestione ha aumentato le tensioni e le disuguaglianze. Qui altri punti mancati dell'amministrazione Trump: https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/elezioni-usa-2020-trump-promesse-non-mantenute-quattro-anni-amministrazione-presidente/bd0a1c42-1a1e-11eb-bdd5-3ce4cb03ccdf-va.shtml
  23. Micioch

    Ciao

    Non posso, sono ancora un alieno per gli americani Non di origine ma ho origini pugliesi Grazie, diciamo cose non troppo pesanti ma che possono diventare pesanti per molti, cose tipo Sonic Youth e altri mille gruppi. Ho una passione insana per gli italianissimi Zu Sorry you are not the only gay in the village anymore 😜
  24. SabrinaS

    Elezioni presidenziali negli USA del 2020

    tu sei etero
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...