Jump to content
Sign in to follow this  
GreenLamb

Opera Lirica (ovvero AAA cercasi vociomani)

Recommended Posts

Addie Pray

@@conrad65 Ho paura che non è una soluzione per me, non sono molto delicata e graffierei i dischi subito, perché non li maneggerei con molta cura, servirebbe a niente nemmeno una testina super costosa :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
conrad65

in realtà @@Addie Pray c'è una vecchia diatriba secondo cui i veri musicisti non curano particolarmente la qualità di riproduzione :sisi:

la cosa è comprensibile visto che hanno la possibilità di lavorare con la "cosa vera" e la musica riprodotta serve loro solo come riferimento mentale, è un modo di "canticchiare" i brani

io invece sono sempre stato fissato in materia :awk:

Share this post


Link to post
Share on other sites
GreenLamb
  • Topic Author
  • @@conrad65 grazie per il post su belliniXD Comunque tu sai già di avermi già convinto a provare il vinileXD Appena i miei mi chiederanno se vorrò qualcosa di particolare risponderò... Un giradischi d'epoca ovviamente!XD

    Non vedo l'ora! Poi se mi assicuri che il suono è stupendo non posso che testare per poi chiederti il rimborso se non è veroXD Poi sei stato crudele ad allegare pagine di ebay in cui ci sono dozzine di incisioni che o ho già o vorrei ardentemente!!!XD

     

    Ora propongo un ascolto serale magnifico! La divina Marilyn Horne nella cavatina di sortita di Malcom nella Donna del Lago di Rossini... inimitabile! Poi volevo sottolineare come fosse donna bellissima e simpaticissima... estremamente femminile nella vita tanto quanto virile nei suoi ruoli en travesti nei quali rimane imbattuta! @@Isher la dedico soprattutto a te che ami i mezzosoprani per la tua pazienza e squisitezzaXD

    http://www.youtube.com/watch?v=O3yd7tJTHrM

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    Ci leggiamo nel pensiero, Green! E grazie :-)

     

    Io me la sono risentita poche sere fa, insieme ad altre arie di contralto en travesti. Non ho dubbio che la Horne sia stata massima e sia tuttora insuperata e imbattuta in questi ruoli. E non solo per ragioni strettamente vocali, ma anche per ragioni squisitamente psicologiche: di psicologia di ruolo. Il contralto en travesti rappresenta il giovanissimo Eroe, d'età anteriore a quella dell'uomo giovane, e soprattutto l'Eroe, puro, appassionato ma palpitante, e, in particolare, generoso. Tu che sei un classicista potrai pensare, come lontano archetipo, a Neottòlemo, nel Filottete di Sofocle. Sì, Nettòlemo è il primo, vero, integrale Contralto en travesti (vedi dove conduce la follia, giunta però a una luminosa intelligenza? XD XD XD). E' veramente un'esecuzione magnifica, compreso il «Mercè» finale.

     

    Ascoltatela ora qui, è una delle mie arie preferite. Il ruolo di Arsace è uno dei più grandi in assoluto che siano stati scritti per Contralto:

     

    Edited by Isher

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • @@Isher come potrei non condividere ogni singola parola del tuo intervento? Persino il riferimento al Filottete mi pare geniale! Non ci avevo mai pensato sinceramenteXD

     

    Mi credi che io amo il video da te postato e l'ho sentito dozzine di volte? E' davvero incommensurabile! In tutta la scena è superba e esegue la cabaletta per intero e variata splendidamente come solo lei sapeva fare! Ciò che stupisce e lascia sempre senza parole è il fatto che, pur indossando un vestito rosa iperfemminile, subito nella mente affiora l'immagine di un giovane uomo innamorato e coraggioso! Mitica!!!

     

    Domani la proporrò in ruoli per lei meno usuali così da poter tastare con mano che eccelleva anche in tutti quei ruoli che non le erano propriamente congeniali!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    Ci credo ci credo, Attivista GreenLamb, che l'hai ascoltato dozzina di volte! :-) La musica di Rossini è qui a uno dei suoi apici, per approfondimento del ruolo, ritmo perfetto, invenzione felicissima, giustezza di ogni dettaglio (pensiamo al coro di Tenori e Bassi, l'altro côté virile del giovane Arsace), cambiamenti continui (vedi anche il breve passo in cui Arsace si rivolge liricamente e pateticamente al padre). L'esecuzione è magistrale, ultimativa. E come tu dici, pur essendo splendidamente e generosamente femminile, è integralmente giovane maschio eroico nella psicologia e vocalmente. Le variazioni sono quello che sono, ineguagliabili. Sì, rivendico la genialità dell'intuizione sul Filottete, ma mi riesce facile - dopo aver scoperto il Rossini serio e la Horne en travesti XD

     

    Eccola in Neocle, dall'Assedio di Corinto, già nell'abbastanza tardo 1986, ma sempre formidabile, in concerto:

     

     

    Questa è invece la versione, di qualche anno precedente, incisa:

     

     

    Ed eccola più giovane, all'Opera di Roma, in Tancredi, nel 1977:

     

    Edited by Isher

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • AldoXD Io e te evidentemente su youtube guardiamo gli stessi videoXD Ormai ne sono certo! Magari io insisterò più sui soprani, ma siamo davvero due vociomani folliXD

     

    La Horne come Neocle/Calbo è, come al solito, insuperabile... persino nell'86 nonostante il registro acuto si sia indurito e accorciato (l'ultimo acuto è leggermente calante o è una mia impressione? Il punto che è così perfetta e dentro il personaggio che non si percepisce l'errore!). Gli ultimi minuti sono veramente da brividi!!! Io la vorrei abbracciare alla fineXD

    L'edizione in studio la conosco bene e credo sia quella che comprende l'intera scena di 24 minuti in cui è vocalmente al top e pazzesca! Con la voce smuove i massiXD

     

    Il Tancredi del 77 è il suo debutto nel ruolo ed è l'inizio di un connubio perfetto con il personaggio che diventerà uno dei suoi cavalli di battaglia! Nessuna cantante successiva è più stata Tancredi... semmai uno dei due personaggi di contorno... gli scudieri di turno!

     

    Io volevo postare la nostra beniamina (che qualcuno provi a contraddirmi!XD) in ruoli al di fuori del suo repertorio di elezione per sentire il vostro parere.

    Cominciamo con il duetto tra Amneris e Aida (Leontyne Price. Qui strilla un poco negli acuti...). Secondo me è perfetta come Amneris sia come vocalità sia come accento!

    http://www.youtube.com/watch?v=Ch-0k4tN_A8

     

    Ora la scena del giudizio... anche qui è somma pur non avendo la voce di un'Amneris convenzionale! E' partecipe e precisissima, attenta alla pronuncia e sicura su tutta la gamma!

     

    Finalmente Stride la Vampa cantato in modo insinuante e con tutti i trilli prescritti da Verdi! (io adoro l'edizione del Trovatore di Bonynge con Sutherland, Horne e Pavarotti! Peccato per Warren...)

     

    Ora una stranezzaXD Quanto divertente e diva è nel Fantasma di Versailles di Corigliano? E' regina di buoncanto e simpatiaXD

    Edited by GreenLamb

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • Finalmente ho un pò di tempo per questo topic! (il mio preferitoXD)

     

    Ho ascoltato un numero imprecisato di volte tutti i miei acquisti tranne Oralndo Furioso perchè i recitativi sono un deterrente non da pocoXD

    Brevi considerazioni che potrebbero spingervi ad acquistare o meno i prodotti o le opere in questione (quanto mi piacerebbe tenere una rubrica di recensioni di cd e dvd operisticiXD):

    - Rossini Armida (Scimone): io adoro quest'opera e la consiglio a prescindere. E'impressionante fin dove si poteva spingere la fantasia del "Tedeschino", un'inventiva senza freni! La direzione è vivace e d'effetto anche se le cabalette sono troppo rapide. Apprezzo che permetta gli acuti ove i cantanti vi arrivano e le variazioni ove necessarie. Merritt, ad onta del timbro non baciato da Dio, è sempre impressionante. Ford è perfetto nei suoi due ruoli. Lo stesso vale per Matteuzzi (costretto a trasportare in su molte frasi del ruolo di Goffredo nel primo atto). Il terzetto dei tenori è forse il migliore in assoluto. Furlanetto rende bene i suoi due ruoli demoniaci. Puntoi debole è la Gasdia che, con tutti i limiti del caso, riesce comunque a rendere bene il personaggio e ad eseguire tutte le note e tutte le agilità. Il ruolo non è adatto alla sua voce e la fatica c'è e si sente, ma nel complesso emerge una maga soddisfacente! Non paragonabile certo alla Callas, alla Deutekom o alla Anderson.

    -Rossini Italiana in Algeri (Scimone): cast eccellente e direzione anche. La Horne e Ramey sono inumani e divini. Rimpiango il Taddeo di trimarchi che non è il massimo. Nota di merito per Palacio, tenore dalla voce stupenda, e per la Battle in un ruolo adatto a lei.

    -Bellini Puritani (Rudel): Io amo quest'opera, non ci posso fare nullaXD Cast eccezionale: Sills, Gedda, Quilico, Plishka. Inevitabile il confronto dei Puritani Sutherland, Pavarotti, Cappuccilli, Ghiaurov. In definitiva, preferisco i secondi soprattutto per la direzione di Bonynge che ho trovato più distesa, languida e drammatica di quella comunque ottima di Rudel. Gedda è preferibile a Pavarotti nonostante la voce sia di bellezza inferiore, poi affronta il fa sopracuto in voce e non in falsetto. Cappuccilli è più a suo agio di Quilico, ma entrambi danno fuoco alle polveri, così come i due bassi! Il "suoni la tromba" è pazzesco nell'edizione di Rudel. Se come Norma mi convinceva più la Sills, come Elvira, invece, a spuntarla è la Sutherland. La voce più corposa e calda, sensuale e onnipotente della australiana permettono di dimenticare totalmente la pronuncia o la reale drammaticità del canto, che è tanto perfetto e sublime da mettere i brividi. In ogni caso, un plauso alla Sills che resta la seconda Elvira del disco! Prima o poi dovrò comprare l'edizione con la Gruberova...

    -Thomas Mignon (De Almeida): io non capisco davvero come un'opera tanto deliziosa possa essere uscita dal repertorio quando un tempo era rinomatissima! Sono rare le opere "minori" che entusiasmano ad un primo ascolto... e Mignon è una di queste! La musica è eterogenea e cangiante e si adatta perfettamente alla trama strana ricavata dal Wilhelm Meister di Goethe. Il cast (Horne, Vanzo, Welting, Von Stade, Zaccaria) è splendido e il risultato complessivo è un'opera elegante e raffinata. La consiglio caldamente. L'edizione è stata recentemente ristampata dalla Sony a prezzo molto contenuto! ApprofittateneXD

    -Rossini Eduardo e Cristina (Corti): una sorpresa! partivo dubbioso visto che è un pastiche (di brani da Adelaide di Borgogna, Ermione, Bianca e Falliero e altre) come anche Robert Bruce e Ivanhoe, che mi avevano deluso... però mentre quest'ultimi non furono curati da Rossini, l'Eduardo sì! E la differenza è abissale.

    L'opera tiene perfettamente nella sua struttura drammaturgica e i brani sono reciclati in modo efficacissimo. Proprio bellissimo il risultato finale anche se conoscevo già il 95% della musica a menadito... cambiavano solo le parole o nemmeno quelle in alcuni puntiXD Il cast miha stupito in positivo! Considerato che sono cantanti sconosciuti mi attendevo una catastrofe, data la difficoltà estrema dei pezzi. Invece mi sbagliavo! Carmen Acosta, soprano, è una buona Cristina, a tratti ottima! Eliseda Dimitru (Eduardo) , mezzosoprano, ricorda in modo assurdo la Dupuy nella prima aria dall'Adelaide di Borgogna (io possiedo l'edizione di tale opera con la Dupuy peraltro) e se la cava egregiamente. Omar Jara (Carlo), tenore, non è perfetto, ma nemmeno disastroso, anzi, in taluni frangenti è più che dignitoso! Bisogna considerare che il ruolo è grottescamente complesso e che comprende anche l'aria-monstre di Pirro dall'Ermione (Balena in man del figlio qui diventata per l'occasione D'esempio all'alme infide). la direzione assicura una professionale tenuta complessiva dell'opera.

    -Massenet Cendrillon (Rudel): opera interessantissima e piuttosto strana (tipico dell'ultimo Massenet). Musica raffinatissima, satura di glamour (Massent componeva per i salotti aristocratici all'epoca), gradevolissima (i balletti ad esempio sono un piacere per le orecchie) e divertente, anche se non può considerarsi un capolavoro. Ottima la direzione. Cast perfetto con Von Stade, Cendrillon reincarnata, Gedda, prince Charmante (Massenet avrebbe voluto un mezzosoprano nonostante fossimo nel 1899... ma qu si opta per il tenore), Welting (squisita fata madrina), Bastin (padre di Cendrillon) e Berbie (matrigna).

     

    E ora volevo postare qualche aria interessante che spero vi piacciaXD

    Chris Merritt in Balena in man del figlio dall'Ermione rossiniana. Impressionante!!!

     

    Il finale dell'Armida cantato dalla spesso sottovalutata Cristine Deutekom. Eccezionale! (scusate ma l'Armida è una mia fissazione e ve la propongo ormai in tutte le salseXD)

    http://www.youtube.com/watch?v=A86aDaQzEnU

     

    Vien diletto è in ciel la luna- cabaletta della scena della pazzia di Elvira dei Puritani- Beverly Sills.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Addie Pray

    Che bello, vedo il nuovo post di @@GreenLamb , nonostante il permanente stato estatico nel quale ti trovi ultimamente per colpa non sappiamo di chi :D hai deciso di scendere per un pò dalle nuvole su questa terra peccaminosa e fare una piccola recensione riguardante i tuoi ultimi ascolti. Sono contentissima :D E' stato una lettura intrigante.

    Comincio dall 'opera Mignon di Thomas, per la quale non condivido completamente il tuo entusiasmo. Ho sentito la registrazione dal vivo del 1949 con Simionato , Di Stefano e Siepi. Il cast è eccezionale, la resa dell'orchestra e del coro è molto buona, ma il problema è l'opera in se, che trovo poco interessante dal punto di vista musicale. Certo è un ascolto gradevole, ci sono un paio di arie espressive e melodiose, ma finisce tutto qui. Questa Mignon è molto commerciale, priva di sfiziosità. Assomiglia ai tantissimi altri prodotti d'epoca, la potrei confrontare con Le postillon de Lonjumeau di Adam, insomma il genere che è quasi più simile all'operetta. Sicuramente tale repertorio la sua funzione storica l'aveva ed a questa ha adempiuto dignitosamente, ma fino a che punto c'è senso di riprendere la produzione nei giorni nostri non so: il pubblico alla quale principalmente era rivolta ormai dell'opera non si interessa. Produrla solo per fare la concorrenza alle operette di Kalman e Lehar ? IMHO :D

    Condivido in pieno invece il tuo amore per i Puritani e trovo anche io molto riuscita la versione con Sills, ritengo che i duetti di Sills e Gedda sono bellissimi. Di recente ho sentito un'altra versione carinissima, mi hanno prestato il dvd edito da Deutsche Grammophon con la versione del Metropolitan con Netrebko, a dispetto dei soliti problemi con la pronuncia di quest'ultima, fa il suo effetto. Non so se potrebbe essere all'altezza dei tuoi gusti abbastanza esigenti :D

    Le versioni di Italiana in Algeri e di Armida da te citati non le conosco per niente, se le trovo le ascolterò con piacere.

    Grazie per gli ascolti. Apparirò ignorante in materia ma Deutekom mi è pressoché sconosciuta, perché è sottovalutata ? Il timbro è molto piacevole, ha un bel vibrato...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • Grazie @@Addie Pray XD scendo proprio ora dall'iperuranio dell'amoreXD

    Se devo essere sincero a me piace molto l'operetta specie quella francese (Offenbach, Auber)... e non trovo che sia un genere inferiore all'opera solo perchè più allegro e saturo di melodie più semplici e piacevoli. Cioè, l'opera buffa sostanzialmente scompare a metà dell'Ottocento e ciò è triste se ci pensi:( Quindi fortuna che si reinventi con i moduli dell'operettaXD

    Riconosco che Mignon sia un'opera "commerciale" magari meno ispirata di Hamlet, ma è gradevolissima e piena di bella musica... poi, se il cast è eccezionale, anche l'Ecuba di Monfroce diventa un capolavoroXD Secondo me Mignon è un'opera estremamente equilibrata e fantasiosa che permette di passare tre ore deliziose in compagnia di un argomento semiserio e arie francamente ispirate (tutte quelle dei protagonisti). Forse la Mignon che hai tu non è completa perchè essendo "vecchia" non è filologica? (non lo so... è semplicemente un dubbio!)

    Ehm... non mi esprimo sulla Netrebko che col belcanto non ci azzecca nulla! Però riconosco che quattro o cinque anni fa era tollerabile anche se censurabile, mentre ora è scandalosa (vedasi Anna Bolena eseguita con i tagli della Callas ma nel 2012!!!). Certo, è opera così bella e ispirata che ascoltarla è sempre un piacereXD Peccato che i cantanti debbano essere straordinari sotto ogni punto di vista sennò i risultati sono impietosi...

    Due parole sulla Netrebko: ho ascoltato sul tubo la scena della pazzia... ehm... sembra abbia una patata in bocca e la voce è ingolfata e posizionata in basso infatti poi negli acuti cambia il colore... però qui era più giovane e riusciva ancora a dare l'impressione di sapere cosa stava cantando e facendo. Le agilità sono impacciate e non è una virtuosa. Il trillo evidentemente non sa cosa sia e nemmeno lo staccato e il mordente. Le variazioni sono prudenti e bruttine e il finale è strano... voleva per forza fare il mi bemolle, ma non alla fine... perchè? Brutta soluzione, di pessimo gusto e peraltro mi fa sospettare che temesse di prenderlo alla fine senza lunga preparazione. Nel rondò finale è sciatta! Che senso ha ripristinare il breve rondò che è pezzo da virtuose senza variarlo acconciamente? Il mi bemolle finale è esempio preclaro del deficit tecnico della signora: é preso da sotto ed è al limite dell'intonazione, breve, sottile e stiracchiato... ed era il 2007! ora infatti già il do le dà problemi seri, i mi bemolli sono un vago ricordo! La tecnica serve ad arrivare dove la natura non arriva!

    Bene, finisco di fare l'antipaticoXD

     

    Cristina Deutekom è stata una grandissima cantante olandese dotata di una voce pazzesca, cristallina ed estesissima, da soprano drammatico di agilità che affrontava con spavalderia impressionante Lombardi, Attila, Norma, Regina della Notte, Armida, Vespri Siciliani, Puritani, Ratto dal serraglio, Lucia di Lammermoor, Nabucco,... purtroppo si ritirò giovane per una grave malattia.

    Aveva una voce molto grande e penetrante e una tecnica pressochè unica nell'eseguire le agilità, tutte scandite e di forza (le note sono sempre staccate anche se legate!) che alcuni paragonavano alla Jodel, ma che, in realtà, non dovrebbero essere molto dissimili dal modo di eseguirle del primo Ottocento da quanto si deduce dai metodi di canto dellìepoca!

    Ti propongo alcuni ascolti se non ti dispiace, poi magari mi dici cosa ne pensiXD Su youtube per fortuna ci sono molti ascolti se vuoiXD

     

    La polacca Son vergin vezzosa dai Puritani. Rimarrai stupita dalle colorature e dalla voce bellissima... pazzesco il diminuendo sul sovracuto!

     

    Il bolero dai Vespri Siciliani

    http://www.youtube.com/watch?v=gbOM1WZv8gE

     

    O zittre nicht ossia la mia aria preferita del Flauto Magico

     

    La scena della follia della Lucia (devi trovarla in realtà perchè è tutto un attoXD)

     

    Breve compilation di video (ce ne sono pochi purtroppo di questa superba cantante!) tratti da Nabucco, Ballo in Maschera, Flauto Magico, Linda di Chamounix,

    http://www.youtube.com/watch?v=zGiSqDQX3lI

     

    Traviata... è strano! Sempre libera

     

    Basta sennò ti posto tutto YoutubeXD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    conrad65

     

    Cristina Deutekom è stata una grandissima cantante olandese dotata di una voce pazzesca, cristallina ed estesissima

     

    post molto breve per dire: ma è strepitosa

    e neanche la conoscevo :bua:

    grazie Greenlamb

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • Sono davvero felice @@conrad65 che ti piacciaXD Sono soddisfatto di me quando faccio scoprire agli altri delle cantanti straordinarie e un poco dimenticateXD Ora aspetto anche il parere di Addie Pray...

     

    Ora volevo chiedervi un parere ( @@Isher @@Addie Pray @@conrad65 e @@wasabi includo anche te! Non sentirti in imbarazzoXD) sull'ultima vera diva dell'opera attualmente in attività (anche se il declino è purtroppo avanzato...) Edita Gruberova, alias la "Santa di Bratislava".

    Classe 1946, debuttò come Rosina nel Barbiere nel 1966 e da allora ha cantato in tutti i teatri del mondo imponendosi per la voce e la tecnica straordinaria. Dagli inizi come soprano di coloratura, negli anni 80 si volge verso il belcanto affrontando molti ruoli belliniani (Sonnambula, Puritani, Beatrice di tenda, Capuleti e Montecchi e più recentemente Norma), donizettiani (Lucia, Anna Bolena, Maria Stuarda, Roberto Devereux, Maria di Rohan, Linda di Chamounix, Lucrezia Borgia, Figlia del Reggimento, Don Pasquale..) e mozartiani (Ratto dal Serraglio, Flauto magico, Finta Giardiniera, Lucio Silla, Don Giovanni, idomeneo, Nozze di Figaro, Clemenza di Tito, Bastien und Bastienne, Mitridate,...). Voce limpida ed estesissima (ricordiamo i sol sopracuti di Popoli di Tessaglia e i molti fa sovracuti tenuti!) perfettamente gestita grazie ad un controllo del fiato fenomenale, trascendentale nella coloratura e eccellente nel legato su tutta la gamma. Si sente l'influsso della scuola tedesca nel gusto che la porta ad eccessi che non sarebbero propriamente belcantistici, ma è magnifica comunqueXD Tende ad abusare dei portamenti, che però fatti da lei risultano magici!

    Secondo me insieme alla Devia (che però non ha una personalità tanto forte, coraggiosa e carismatica) è l'ultima vera esponente di una tecnica perfetta e oramai latitante nelle nuove generazioni, l'ultima vera diva insomma!

     

    Vi propongo alcuni ascolti della sua arte fenomenale attendendo i vostri pareri concordi o discordi. La si può adorare oppure no, ma è innegabile che sia una cantante somma!

     

    La diva nel suo ruolo più celebrato e cantato per 30 anni, Zerbinetta nell'Arianna a Nasso di Strauss. Qui nella versione originale del 1912 più lunga, acuta (ci sono in partitura diversi fa diesis sopracuti e l'acuto finale è un mi naturale) e complessa. In una parola: INARRIVABILE!

    http://www.youtube.com/watch?v=EYpCMShJp24

     

    Edita nella scena della follia dei Puritani Qui in versione da concerto quindi con cabaletta eseguita una sola volta ma variata! Da notare gli abbellimenti non propriamente belcantistici (tipo la salita al mi bemolle di dubbio gusto che la faceva anche in teatro!) ma che, oltre ad essere d'effetto e eccitanti, dimostrano la tecnica perfetta e la bravura imbarazzante delle cantante. Qui aveva 50 anni...

     

    E ora la scena finale di Sonnambula in una rara registrazione live... non ci sono parole! Perfetta in tutti i sensi sia come interprete sia come voce. Sconvolgente la cabaletta... forse la più pirotecnica e precisa che io abbia mai udito. Il fa sopracuto preso nella cadenza e quello finale sono da brividi!

     

    La Gruberova in un ruolo da lei spesso affrontato anche se non propriamente adatto alle sue corde, quello di Violetta nella Traviata. Propongo la cabaletta alla fine del primo atto in cui può dare il meglio di sè! Secondo me una delle versioni migliori di questo pezzo... affrontato con coraggio e spavalderia ad un tempo vorticoso. Si ammira la flessibilità della voce, quanto esse sia a fuoco e penetrante e la potenza di acuti e sovracuti.

     

    Ora un video splendido che mostra i 40 anni di carriera della diva con video tratti da moltissime opere da lei interpretate. E'un poco lungo ma ne vale la pena! Potete ascoltare mentre fate altro perchè la sua voce è un miracolo della naturaXD Preparatevi a rimanere stupiti dalla versatilità dell'artista, dal suo essere spregiudicata e coraggiosa, dalle prodezze affrontate con ostentata nonchalance, dalla freschezza vocale mantenuta durante la lunghissima carriera! Solo lei ci sa regalare sovracuti del genere tenuti fino allo spasimoXD

     

    Un ascolto curioso ora: la signora nel 2007 quando festeggiò i 40 di carriera, quindi a 60 anni, nella cabaletta d'entrata di Elisabetta del Devereux... non è umanaXD

     

    Dopo un post del genere temo che verrò bollato come l'utente più stravagante e fissato del forumXD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    wasabi

    Caro @GreenLamb, con tutto il bene che ti voglio, non ho le competenze per partecipare attivamente a questa discussione, che leggo sempre con grande gusto.

     

    Apprezzo tantissimo la Gruberova, la ritengo magnetica!

     

    Ho visto recentemente questo video documentario, che vi propongo solo perchè, onestamente, mi ha commosso (che ci devo fare? Mi commuovo facilmente, a proposito di stravaganze :-))

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • Scusate aggiungo infine un video trovato casualmente ora su Youtube che mi ha rallegrato la giornataXD

    Edita nel finale del Roberto Devereux di Donizetti nel maggio del 2012, cioè meno di due mesi fa...Non ci sono aggettivi per esprimere la mia mmirazione per questa cantante! Signori... ha 66 anni e canta da 46 anni!!!!!!

    Un inchino alla regina che riesce sempre a stupirmi! Edita ci mancherai e ti rimpiangeremo quando ti ritirerai!!!

     

    @@wasabi non servono competenze, bensì passione e amore per l'opera e per la voce in questo caso divina della EditaXD

    Conosco anch'io questo documentarioXD Se non erro è un bonus del dvd della Lucrezia Borgia... E' stupenda anche in quel ruolo anche se il giorno della recita che venne filmata aveva la febbre alta, ma volle cantare lo stesso! (purtroppo il rondò finale è una pena infinita e molto grottesca proprio perchè la tessitura è scomodissima per lei e perchè era distrutta, ma per il resto è una prova eccezionale!)

    Edited by GreenLamb

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    wasabi

    Infatti trovo commovente la dedizione, la passione, l'amore infinito per il canto che lascia trasparire :-)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Addie Pray

    @@GreenLamb Certo che Gruberova è un personaggio piuttosto singolare. Già per il fatto che lei a 62-65 anni cantava ancora al teatro, e non nel teatro qualunque ma all'Opera di Vienna merita tutta la mia ammirazione. Poi lei non è per niente un tipico soprano di coloratura, grazie al duro lavoro è riuscita a conquistare il registro medio, come dice lei stessa in una delle interviste: "Ho capito che non posso farmi una carriera cantando solo la Regina della Notte". La sua voce risulta molto equilibrata, non si sente tutta questa differenza di "qualità" tra i suoni più acuti e più gravi. Un'altra cosa che mi piace molto sono i suoi famosi passaggi dal pianissimo (che è veramente pianissimo) al fortissimo (di quel genere che fa saltare il pubblico dalle sedie). E' assolutamente da dire che il suo timbro "squillante" non piace a tutti, conosco persone che non ce la fanno proprio a sentire la Gruberova, addirittura trovano insopportabile il suo timbro. La sua voce come sappiamo tutti "si sposa" alla perfezione con il repertorio tedesco, ma è nemmeno da sottovalutare nel classico repertorio italiano. Non è amata dal pubblico italiano, ma solo perché gli italiani sono prevenutissimi nei suoi confronti, IMHO. Ovviamente non è capace di eseguire per esempio i staccati di agilità, tanto ammirati di solito dagli italiani, ma in compenso è una bravissima attrice, ti riesce a trasmettere con il suo canto le emozioni del personaggio e renderti partecipe anche se non comprendi il testo... In definitiva posso dire che la amo :D

    Ritornando invece al discorso Netrebko posso solo dirti che nel passato spesso l'ho ascoltavo dal vivo nel repertorio cha spaziava da Lucia di Lammermoor fino alla Guerra e Pace, certo si sa che non è tutta questa grande cantante, però ti posso assicurare che se la cavava dignitosamente :D E nonostante la sua presenza quella produzione del Metropolitan non è da disprezzare. Anche se mi rendo conto che per un vociomane come te l'aspetto teatrale è molto secondario :D

    Riguardante l'operetta: non è un genere che disprezzo per la sua leggerezza, anzi, un Pipistrello nel periodo natalizio è quasi un obbligo, ma in tutta sincerità mi annoia non poco, ed è per questo preferisco che i fischi stanno con i fischi ed i fiaschi con i fiaschi :D

    I video di Deutekom da te proposti, tranne quello spezzone di Nabucco, li ho apprezzati quasi tutti, grazie :D

    Dopo un post del genere temo che verrò bollato come l'utente più stravagante e fissato del forum

    L'utente stravagante del forum è un ruolo che ti si addice bene, IMHO :D Non ti preoccupare - ti amiamo in tutte le salse :D

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    Io e te evidentemente su youtube guardiamo gli stessi videoXD Ormai ne sono certo! Magari io insisterò più sui soprani, ma siamo davvero due vociomani folliXD

     

    Su questo non cìè dubbio! XD

     

    Dopo un post del genere temo che verrò bollato come l'utente più stravagante e fissato del forumXD

     

    Ah, solo ora? XD

     

    Comunque, Attivista @@GreenLamb sottoscrivo tutti i tuoi rilievi sulla Horne, nel post a lei dedicato. Quando sentii la prima volta, anni fa, il suo Stride la vampa allucinato e trattenuto, cantato quasi piano, con i famosi trilli indispensabili per rendere lo stato di memoria interiore allucinata, ne rimasi affascinato (magistrale il suo uso delle "i"), e posso dire che fu la prima a eseguirla in questo modo. E' stata copiata, ma la copia resta sempre inferiore all'originale.

     

    Quanto alla Gruberova, è veramente grandissima. Soprattutto sono perfetti, i più perfetti che abbia mai udito, i suoi sovracuti: come tu dici, incredibili. Violetta però non è adatta a lei, e la cabaletta del I atto non è eseguita in modo veramente soddisfacente, dal punto di vista musicale, anche se dal punto di vista vocale non le si possono muovere appunti. Non c'è in lei il contrasto, che è intrinseco al personaggio, e a questo pezzo in particolare, tra due opposti stati d'animo, l'abbandonarsi a una scelta di voluttà che negherebbe l'amore: non c'è questo sovrappiù, questo doppio registro emotivo. Tutto il resto (che ho ascoltato) è straordinario.

    Edited by Isher

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    debussy

    a chi ricorda "senza fine" di Gino Paoli?

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    All'inizio? o a quale minuto in particolare?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    debussy

    nel momento in cui l'ho linkato, 2.46

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • @@Addie Pray sono contento che anche tu apprezzi così tanto la Edita e concordo su quanto hai detto! Persino che gli staccati non sono il suo forte... però sul legato non la batte nessunaXD

    Sulla Netrebko ribadisco che sei stata fortunata a vederla nel periodo migliore quando, essendo ancora giovane, la dote di natura la aiutava a nascondere meglio le lacune tecniche... poi era una bella presenza scenica e ciò l'ha aiutata non poco! Nel repertorio belcantista è orribile sinceramente anche perchè non ha la tecnica nè lo stile per affrontarlo (la Gruby invece non avrà lo stile italiano, ma di tecnica ne ha da vendere! Infatti a 66 anni suonati canta Roberto Devereux in versione praticamente integrale con sovracuti annessi!)... in altri repertori era una cantante che poteva regalare molto invece!

     

    @@Isher ti adoro! Proprio ieri ho riascoltato tutto il Trovatore in questioneXD La Sutherland per me è una gigante assoluta! Si capisce ciò che dice e non ha paura dei legati, dei pianissimi, delle messe di voce, degli acuti... magnifica. Tutta la scena dell'ultimo atto è magica e la cabaletta Tu vedrai che amore in terra ripetuta e variata (!!!) è davvero mitica... io ogni volta che la sento divento Leonora e provo una sensazione di disperazione determinata mista a coraggio... insomma vorrei salvare io Manrico inebriato dall'amore! (mi capita quasi sempre e con quasi tutte le eroine del belcantoXD)

    Sapevo che anche tu non potevi non apprezzare la EditaXD Io la amoXD Su Violetta siamo d'accordo... è totalmente fuori da personaggio, sono più Violetta io, ma... quando si assiste ad una prova vocale tanto entusiasmante e trascendentale, non resta che plaudire senza ritegno e adorare la divaXD

     

    @@Frollo benvenutoXD Ehm... ma prima di morire intendi che se la vedi e la ascolti muoriXD

    A parte gli scherzi... secondo me la Ceciliona nazionale è donna intelligente, scaltra, simpaticissima, piacente persino, carismatica, divertente da udire e vedere (le sue facce sono assurde! Deve essere la reincarnazione femminile del dio ProteoXD)... però non è una cantante lirica per un'infinità di ragioni (in primis perchè senza microfono non la senti a un metro e perchè fa solo dischi cantando un'opera all'anno a teatro). All'inizio lo era, mediocre e intubata, ora è fenomeno discografico... il problema è che contribuisce a dare un'idea completamente erronea del canto lirico e dell'estetica barocca! Innegabile però che ciò che fa lo fa con uno stile e una sfacciataggine tutta sua, è una guascona arditaXD Ma non una cantante...

    Propongo in onore della neodiva (anche se i meriti delle dive di oggi sono in larga parteprecostruiti dalle majors discografiche) una succulenta e spassosissima imitazione di una cantante giapponese. Vedere per credere! E' ugualeXD Nonostante ciò se facesse un concerto vicino a dove sono io andrei a vederla volentieri perchè i fenomeni non ce li si deve far sfuggire nel bene e nel male! Poi, lo ripeto, mi è simpaticissima e ho diversi suoi cd e opere...

     

    Ora volevo proporre qualche ascolto vario come al mio solitoXD

     

    A @@wasabi vorrei proporre la grande Grace Bumbry in Carmen... non conosco esattamente i tuoi gusti, ma, a pelle, secondo me Carmen ti piace!

     

    Ad @@Addie Pray dedico una Lucia di Lammermoor che le faccia dimenticare la NetrebkoXD Scomodiamo di nuovo la grande Edita ok? Impressionante quanto sia naturale e non faccia alcuna fatica! Gli staccati qui sono perfetti... all'inizio ce li aveva poi li ha persi un pò...

     

    Ad @@Isher ovviamente un mezzosopranoXD E' difficile con teXD Cosa ne pensi di Ewa Podles? Non so se la conosci.. però io credo che sia stata una cantante a suo modo impressionante che ha detto la sua in certo repertorio...

     

    A @@Frollo propongo la somma Marilyn Horne come Orlando nell'Oralndo Furioso di Vivaldi... ecco il vero barocco vocaleXD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    wasabi

    @@GreenLamb Grazie! Certo che mi piace Carmen! E' una delle opere che cito sempre tra le mie preferite :-)

     

    Io ho assistito all'anteprima della prima nel dicembre 2009 alla Scala, nella quale Carmen era interpretata da Anita Rachvelishvi. Secondo me si è difesa bene.

     

    Che ne dici?

     

     

    Edited by wasabi

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    Ad @@Isher ovviamente un mezzosopranoXD E' difficile con teXD Cosa ne pensi di Ewa Podles? Non so se la conosci.. però io credo che sia stata una cantante a suo modo impressionante che ha detto la sua in certo repertorio...

     

    La dai già per morta, o per finita? XD Credo sia ancora giovane. A parte questo, grazie infinite, mio caro Attivista GreenLamb!

    Permettimi comunque di precisarti che la Podles non è un Mezzosoprano, bensì un Contralto.

    Che poi a sua estensione di Contralto sia eccezionale, andando dal Re sovracuto (tenuto)

    al Si bemolle del baritono (nel grave: parliamo del secondo rigo in chiave di basso) è un altro paio di maniche.

     

    Cosa ne penso? Ha dovuto combattere per conquistarsi un posto in me, avendo affrontato lo stesso repertorio della Horne, con tutto già fatto, tutto già disponibile: lo stile, la rilettura filologica, il recupero dello stile delle improvvisazioni e variazioni, solo con una voce spettacolare, impressionante come tu dici. Molti la adorano e impazziscono per lei. Bisogna ringraziare il cielo per averci donato un altro grandissimo Contralto (come sai sono rarissimi: pochi per secolo).

    Uscendo dal belcanto, ed entrando nel truculento Ponchielli (che ha però pagine bellissime in Gioconda) io ve la faccio sentire nel ruolo della Cieca, un contralto noir, un ruolo che oggi appare secondario, ma non bisogna dimenticare che Irene Minghini Cattaneo dette l'addio alle scene cantando La Cieca, e la Podles è capace di restituire alla Cieca la sua grandezza:

     

     

    Ma ascoltiamola in Rossini, nel ruolo di Arsace, uno dei più grandi ruoli di contralto che sian mai stati scritti:

     

     

    Edited by Isher

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Addie Pray

    io ogni volta che la sento divento Leonora e provo una sensazione di disperazione determinata mista a coraggio... insomma vorrei salvare io Manrico inebriato dall'amore! (mi capita quasi sempre e con quasi tutte le eroine del belcantoXD)

    Quasi quasi mi viene la voglia di imitare la sezione Libri e farvi una domanda: che personaggio d'Opera vorreste essere? :D

    Non e' rivolta a me la tua domanda ma vorrei rispondere comunque :D ; abbiamo parlato di Ewa Podles solo pochi giorni fa con un mio amico cha ha preso una fissazione per l'opera barocca: secondo me per Haendel lei è perfetta. Grazie per Editha nelle vesti di Lucia, più che la sua voce bellissima in questo caso mi colpiscono le sue qualità di attrice.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • Eccomi reduce dalla tragedia di greco (finita finalmenteXD) e dall'ascolto integrale come sottofondo degli Ugonotti con la SutherlandXD Ora mi sto ascoltando la Maria Stuarda della Sills... quanto vorrei interpretare il personaggio di ElisabettaXD (vocalmente riuscirei a reggerlo quasi con il falsetto da mezzosopranoXD)

     

    @@Isher ma sai che stavo riflettendo che saresti il mio uomo ideale? Perchè non sei più giovane o io più vecchio?XD (Gliel'ho anche detto a lui sai?!XD)

    La penso come te sulla PodlesXD Anche per me ha dovuto lottare per ritagliarsi uno spazio dopo la Horne, ma ritengo che le resti comunque inferiore per proprietà stilistica ed eleganza... anche se ha una voce certamente più grande e, a suo modo, impressionante!

    In realtà io l'ho definita mezzosoprano perchè secondo me ha una voce gonfiata eccessivamente nelle note gravi... ti posto un video del 1977 quando era giovane ed aveva un timbro quasi sopranile... (ciò è strano!) Ricorda però le voci del primo Ottocento che avevano un'estensione abominevoleXD

    Ammetto inoltre che credo che ormai la sua carriera sia agli sgoccioli a sentire dagli ultimi ascolti... comunque ha dato molto alla lirica!

    Io ho tutta la Semiramide in questione ed è uno spettacolo stupendo grazie alla Podles, perfetta all'epoca (anche se l'aria del secondo atto è tagliata!), e alla Devia, Semiramide senz'altro troppo leggera, ma di una precisione imbarazzante, davvero una grandissima belcantista (senza contare il mi naturale al termine del Bel Raggio che è stupendoXD). Il resto del cast lo definirei, purtroppo, come "il nulla" ma non sfigura...

    Ascoltare tre minuti di Gioconda, opera che non mi piace, è stata dura impresa, ma riconosco che la Cieca della Podles ha una tragicità e una potenza vocale sconcertante!

     

    @@Addie Pray voglio i tuoi amici fissati con l'opera anch'ioXD la Podles ormai è troppo pesante vocalmente per il barocco e per il belcanto infatti si dedica a Wagner, Strauss et similia... però in passato quel repertorio le era congeniale e ci sono testimonianze audio che lo provano e che ci fanno rimpiangere le oscenità degli odierni baroccari, che io non definirei nemmeno cantanti!

    Anch'io trovo la mitica Edita attrice eccezionale in quella Lucia! Io non mi capacito di come faccia a cantare con tale nonchalance.... pazzesco!

     

    Ma sai che è una bella domanda la tua! E molto difficile! Io ho un feeling spirituale con tutto il belcanto fino al primo Verdi... poi dipende molto da opera a opera e da compositore... in generale non mi identifico mai con uomini, tranne i cattivi baritenori del Rossini serioXD

    Però scegliere tra i ruoli delle primedonne è arduo! Crudele anzi! Io sono un pò tutte loro quando le ascoltoXD

    Facciamo così... opero una scelta proponendo un ventaglio, una rosa di opzioni!

     

    Rossini buffo: Isabella o, al massimo Matilde. Io amo il personaggio così vario e sfaccettato e dotato di tre arie stupende! Cenerentola è troppo melanconica e sciatta, Rosina è un poco sciocca e si crede più scaltra di quello che è, la contessa Clarice mi piace solo quando si traveste da uomo, Fiorilla mi piace ma meno delle prescelte, Lisetta è sciocchina così come Adina. Ernestina è simpatica, ma non ho gran feeling, i personaggi delle farse sono troppo poco sbozzati. Ammetto che Folleville/Adele sono davvero forti... la prima in particolare. Dorliska e Ninetta mi stanno profondamente antipatiche specie la secondaXD

    Rossini serio: Tutti gli eroi en travestiXD Tra le donne vere direi che se la giocano Ermione, Armida e Semiramide per vari motivi.. però anche Elisabetta ha il suo fascino!

    Donizetti buffo: Primadonna (Convenienze ed Inconvenienze teatrali... così mi scelgo le arie che voglio io ancheXD) o Mamma AgataXD Sennò Marie (Figlia del reggimento) e Norina.

    Donizetti serio: qui è una tortura! Amo tutte le regine, principesse, duchesse,... anche quelle sconosciute ai più! Non posso scegliere insommaXD

    Bellini: ovviamente ElviraXD

    Verdi: Abigaille, Lady Macbeth Leonora (Trovatore) e Odabella. Salvo Elena (Vespri), Griselda e Lucrezia. Ricordiamo anche mezzisoprani: Eboli, Amnerise e la mitica Mrs QuiclyXD Violetta è troppo malaticcia e Gilda mi sembra un'oca giulivainsopportabile! Aida è peggio di Cenerentola quanto a mielosità!

     

    A domani la prossima puntata di "Le bellissime dell'opera" secondo GreenLambXD (oggi mi sono occupato dei miei preferitiXD)

     

    Ora qualche ascolto esemplificativo di immedesimazione nel personaggio da parte miaXD

    Santo di Patria: la micidiale cavatina di sortita di Odabella... resa al di là di ogni confronto dalla StupendaXD

     

    Marilyn Horne nel Pensa alla patria dell'Italiana in Algeri.

     

    La mitica Edita nella Semiramide... il ruolo non è esattamente congeniale perchè bassino... ma è stupenda e perfetta! Sinceramente nessuna prende gli ultimi acuti in modo tanto spavaldo ed eccitante. E'un mi naturale e sembra una nota semplicissima! E aveva 47 anni cioè!!!

     

    A proposito di Donizetti serio e del fatto che lo adoro ed andrebbe riscoperto e apprezzato di più (ma se i cantanti mancano...) posto un'aria da un'opera che apprezzo moltissimo cioè il Torquato Tasso. A voi la splendida Luciana SerraXD

    http://www.youtube.com/watch?v=xCqowo_St8Y

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

     

    Io vorrei essere Amneris! ma anche Filippo del Don Carlos. Non il Marchese di Posa, perché muore: è triste morire, sebbene in scena, circondato da tenori baritoni e Coro sia tutta un'altra cosa, diciamocelo!

     

    GreenLamb, ti ho detto che era un trucido o trucibardo Ponchielli, ma mi azzardo a dire che se ami l'opera finirai per avere una passione nascosta, o una semi-passione nascosta, per Gioconda. Con gi anni (quegli anji che ci separano XD: separano per modo di dire, s'intende: sei ormai il mio "ragazzo ideale" XD). Comunque l'essenziale è che tu concrdi sul fatto che proprio nel ruolo della Cieca la Podles abbia una grandezza e una tragicità che restituiscono immediatamente al ruolo la sua importanza.

     

    Anch'io ho sempre pensato che la sua voce sia gonfiata nel grave, e se mi dici che è prossima al declino questa ne è una conferma, indiretta, ma sicura. Porta il contralto en travesti all'estremo limite del maschile, come non avveniva nella Horne, che, oltre ad avere una voce diversa, di Mezzocontralto in vecchiaia, rappresentava il maschile per mezzo dell'ardore, della nobile fierezza, della generosità, cioè di qualità psicologiche trasmesse al gesto e, per quanto l'alchimia sia possibile, alla voce.

     

    A proposito del Donizetti serio io adoro Orsini. C'è una registrazione di «Nella fatal di Rimini» della Horne, ma sul Tubo non l'ho trovata. Chissà se ci riesci tu, Green, in questo caso postala :-)

     

    Complimenti per il tuo post ricchissimo! (Non posso scrivere a lungo per problemi di connessione).

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    GreenLamb
  • Topic Author
  • HahaXD @@Isher come essere più d'accordoXD

    Su Gioconda mi fido di te! Tra qualche anno la apprezzerò maggiormente! (per la cronaca: oggi mi sono ascoltato Ugonotti, Maria Stuarda e ora sono all'ultima parte di Anna Bolena... siamo ancora lonataniXD)

     

    Io, tu, e la Horne dovremmo fare un'uscita a tre:-)

    Ma sai che non c'è su Youtube il video? Pazzesco! Io ce l'avrei in cd, ma non saprei come postarlo... dovrei iscrivermi a Youtube credo...

     

    Domani c'è la seconda puntata delle "Bellissime dell'opera", non perdertelaXD

     

    Ora sono in lacrime per il finale di Anna Bolena che non mi consola per aer fatto una cazzata davvero sciocca!

     

    Chissà che commuova anche voi...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Addie Pray

    @@GreenLamb Oddio Ermione, Abbigaille, Odabella e Lady Macbeth - le donne crudeli e assassine. Non ti immaginavo proprio cosi' cattivo, quindi anche i teneri agnellini hanno un lato oscuro.

    @@Isher Ma perché ti identifichi con Amneris e Filippo, certo sono molto carismatici ma cosi sfortunati in amore... Mi avete veramente sorpreso con le vostre risposte...

    Riguardo agli ascolti proposti: Horne è magnifica, ma ultimamente non riesco ad ascoltare la Sutherland, la sua pronuncia è veramente orrida, sa tanto di mancanza di professionalità per certi versi, non si fa! La scena della pazzia di Anna Bolena è veramente potente, specialmente i festeggiamenti in sottofondo, che grande trovata! Poi fatta da Beverly suona veramente da dio.

    Vi vorrei chiedere un parere riguardo l'ultima "scoperta" polacca alla Scala - il soprano Aleksandra Kurzak, ha partecipato anche alla rappresentazione di Romeo e Giulietta di Gounod all' Arena di Verona questo anno. Un mio amico che ha lavorato con lei su Giulietta è rimasto molto soddisfatto. Ma io onestamente penso che lei non è niente di che... Sarò contenta di conoscere le vostri opinioni al riguardo...

    Edited by Addie Pray

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher

    Addie Pray, non sono molto d'accordo.

     

    Amneris vive e - dopo l'incidente con Radamès - vivrà e regnerà, viceversa Aida e Radamès muoiono murati vivi in una tomba. E ala fine lei sola esce dalla tragedia pronunciando il famoso «Pace! Pace! Pace!» sui lunghi Re bemolle gravi. Per questo, Amneris è, anche, personaggio dialettico.

     

    E Filippo vive la tragedia della solitudine del potere regale, più che il mancato amore della Regina, come dimostra il duetto con il Grande Inquisitore. Tuttavia: «un uomo, un cuor leale, io lo trovai!» Il suo rapporto con il Marchese di Posa è molto omosessuale. E sul versante etero, non ti scordare che si è abbondantemente consolato con la Principessa di Eboli, "la donna più bella di Francia".

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

    Sign in to follow this  

    ×
    ×
    • Create New...