Jump to content
Serpente

Gli "instagay"

Recommended Posts

davydenkovic90

Ho osservato un fil rouge di alcuni profili Instagram (ma chiedo lumi al forum perché non sono un grande frequentatore. Ho visto solo alcuni profili di ragazzi e ragazze con cui  ultimamente gioco a tennis, e anche su fb in qualche gruppo di compravendita cliccando sul profilo del venditore, ad es.)

Si tratta della breve descrizione rigorosamente in English, anche se uno abita a Castel Guelfo in provincia di Bologna e non si muove mai da lì,  che suona più o meno così :

David Wolf. 18 years old. Based in Milan (Italy). Tennis Player.

Traduzione: Ha inciampato in una racchetta e forse pensa di iscriversi alla Bocconi a settembre.

Sicuramente hanno un tono giocoso, ma non mi è difficile pensare che mal nascondano anch'esse una sproporzione dell'ego virtuale rispetto alla persona che ci sta dietro

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
SabrinaS

sembra che non si muova mai da lì !!! Ma non devi farti ingannare, a Bologna e Milano i ricchi non abitano in centro città nel capoluogo ma in provincia dello stesso nelle villette a schiera e poi vanno a farsi il weekend fuori!!!! E l'iscrizione alla Bocconi lo dimostra !!! Sta attentoooooo

Edited by SabrinaS

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90
4 minutes ago, SabrinaS said:

sembra che non si muova mai da lì !!! Ma non devi farti ingannare, a Bologna e Milano i ricchi non abitano in centro città nel capoluogo ma in provincia dello stesso nelle villette a schiera e poi vanno a farsi il weekend fuori!!!! E l'iscrizione alla Bocconi lo dimostra !!! Sta attentoooooo

Commento inutile, dato che non ho mai tirato in ballo la ricchezza, ma semplicemente la prassi di scriverla in inglese, questa intestazione, coi vari cliché 

"Based in..., tennis player.."

Come se fossero chissà quali superstar giramondo, quando magari, come più o meno tutti nella vita, hanno giusto cambiato una o due città per studio o lavoro e fatto qualche vacanza all'estero...

Share this post


Link to post
Share on other sites
SabrinaS

E io ti ho tirato in ballo la prassi dei ricchi o quelli che ci tengono a far capire che lo so anche se non lo sono abbastanza che se hai qualcosa da mostrare sui social significa che prima di tutto te lo puoi permettere o puoi raggiungerlo facilmente e infatti io non posto niente su Instagram e non mi iscrivo neanche alla Bocconi, in effetti che cazzo dovrei mostrare? quanto faccio schifo o mentre lavo i piatti con la scritta "I'm washing my dishes", diverso se mostrassi il mio fisico scolpito in un'isola della polinesia con scritto in inglese "omg so beautiful, I wanna stay here forever", attirerei sia chi va in Polinesia a fare le vacanza e sia chi vorrebbe andarci ma non può andarci e quindi a chi rode il culo o chi ci andrà in futuro :haha: e non pensare che le vacanza all'estero o cambiare città siano cose così accessibili, infatti per esempio i miei vivono nella città dove sono nati e non sono mai stati all'estero mentre probabilmente i tuoi si sono fatti il viaggio di nozze in crociera in giro per il mediterraneo.

Ovviamente è in inglese perché cercano il social engagement maggiore e di un pubblico vasto e globalizzato che si identifichi e che che parla inglese perché così dopo che ti guarda le foto fiche che ti fai in giro per il mondo la prima cosa che fa è cliccare e leggere la bio ed è difficile che ti segua se la capisci solo tu e tua nonna se è in dialetto pisano.

Non capisci un tubo tu !!!!

Edited by SabrinaS

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90

La Bocconi l'ho tirata fuori io a caso, solo perché mi faceva ridere il "based in Milan(Italy)"

- questa di indicare lo Stato subito dopo la città è una prassi americana, perché esistono tante omonimie, per città europee non ha senso -

scritto da una persona che semplicemente è fuorisede e fa la spola fra due città.  Perché in genere "based in" lo può scrivere uno che per lavoro si sposta continuamente in giro per il mondo,  un artista, uno sportivo, ecc. Ho la casa a Milano ma per lavoro questa settimana posso essere a Sydney e la prossima a Parigi. Non ha certo senso per uno che fa il commesso o lo studente.

Poi, il dialetto pisano non esiste. Parliamo italiano con qualche parola peculiare e con un accento, a limite (Si impara sempre qualcosa sul forum!) Non si tratta affatto di profili con tantissimi follower da tutto il mondo, quindi l'inglese è semplicemente uno stereotipo da social di una certa generazione che si divinizza, attraverso il social nel proprio piccolo contesto, immolando, secondo me, tante occasioni reali sull'altare di instagram.

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
SabrinaS

Boh allora sei idiota tu. Come se parlo di mia nonna e dico che frequenta sorbonne e poi dico no è che per dire che mia nonna va alla sorbonne in realtà fa la pasta in casa. Boh. Chi ti capisce a te

Nel dubbio si hai ragione tu!!!!! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Serpente
  • Topic Author
  • 57 minutes ago, davydenkovic90 said:

    Come se fossero chissà quali superstar giramondo, quando magari, come più o meno tutti nella vita, hanno giusto cambiato una o due città per studio o lavoro e fatto qualche vacanza all'estero...

    Ma come tutti noi e le persone normali! Solo che dal loro Instagram sembrano dei manager di Dubai pronti a trasferirsi sulla Luna.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    52 minutes ago, SabrinaS said:

    Boh allora sei idiota tu. Come se parlo di mia nonna e dico che frequenta sorbonne e poi dico no è che per dire che mia nonna va alla sorbonne in realtà fa la pasta in casa. Boh. Chi ti capisce a te

    Nel dubbio si hai ragione tu!!!!! 

    Grazie per l'idiota.  Come sempre, detto da te, è un gran complimento.

    La cosa è molto semplice, se non parti per la tangente coi tuoi soliti pensieri dominanti che non riguardano l'osservazione che ho fatto.

    Trovo buffo il "based in Milan", scritto sul social, che io lo tradurrei con (dieci anni fa uno avrebbe scritto) "studio a Milano ". Ho usato un'iperbole, dicendo che lo scrive chi ancora deve fare il test alla Bocconi. Così come quando ho scritto che "tennis player" vuol dire che sono "inciampati su una racchetta". E' un'iperbole, quest'ultima, per "lo fanno solo per hobby".

    Non credo che questi ragazzi scrivano in inglese perché aspirano ad essere le nuove Ferragni. Si adeguano semplicemente a un modello che hanno visto, alla moda dell'avere il personaggione virtuale da costruire e foraggiare nel tempo. Lo fanno perché evidentemente a loro sembra che così possono sentirsi adeguati in questo momento storico e nel dato contesto virtuale. Non basta più "studio a Milano e mi piace giocare a tennis", che a me sembra molto onesto e carino, bisogna invece scrivere "Based in Milan, Italy. Tennis player"

    Il che mi fa pensare e un po' sorridere. Tutto qui.

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS
    1 hour ago, davydenkovic90 said:

    Trovo buffo il "based in Milan", scritto sul social, che io lo tradurrei con (dieci anni fa uno avrebbe scritto) "studio a Milano ".

    10 AnNi fa su Feisbuc SKRVevaMO ks prk condividevm i link "Ti R1cord1 quandooooooo,,,,," oggi invece scriviamo così e based in Milan, From Catania, globetrotter capisci? 

    Quote

    Ho usato un'iperbole, dicendo che lo scrive chi ancora deve fare il test alla Bocconi.

    appunto, quindi è ricco, che se alla Bocconi non viene preso poi si iscrive alla LUM o alla Cattolica ma comunque a Milano

    Quote

    Così come quando ho scritto che "tennis player" vuol dire che sono "inciampati su una racchetta". 

    Immagina di essere un macellaio e di avere la tua vetrina, scriveresti "hey la mia carne fa schifo, è un po' marcia e ogni tanto sputo su una fetta di pollo, se volete accomodatevi 😕" oppure scriveresti "BUONISSIMA CARNE FRESCA, PREZZO CONVENIENZAAAAAA! SOLO OGGI IN OMAGGIO ANCHE SPEZIE PER ARROSTO!" ?

    Magari fa comunque schifo in entrambi i casi, ma nel secondo la gente è più invogliata all'acquisto e magari neanche se ne accorge che fa schifo. Capito?

    Quote

    Non credo che questi ragazzi scrivano in inglese perché aspirano ad essere le nuove Ferragni.

    Si adeguano semplicemente a un modello che hanno visto,

    Affermazione contraddittoria !!!! 

    Edited by SabrinaS

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    51 minutes ago, SabrinaS said:

    Affermazione contraddittoria !!!! 

    Non lo è. 

    Scrivere in inglese o rendere il profilo appetibile non serve per un qualche scopo (i.e.lavorare, come fa la ferragni, grazie ai social)

    Ma semplicemente è una moda da seguire, per sentirsi "adeguati" a un certo ambiente

    Quelle che scrivono "tennis player" non vogliono fare la fine della ferragni, semplicemente "indossano la maglietta" (copiano il gergo, qui bisogna precisare tutto) indossata dalla ferragni.

    Quello che una volta era descritto, correttamente, come hobby, oggi viene fatto passare per un'improbabile professione(?)... mi riferisco a "tennis player"

    Così come la stanza da fuorisede in affitto è la "base milanese" della cantante in tour mondiale (aka l'erasmus in Portogallo)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    Anch'io ho il "based in" 

    Based in Copenhagen, anche se in teoria mi ci trasferisco fra due settimane. Ma vabbè, avevo fretta di aggiornare 

    Ovviamente non lo userei mai se fossi a Torino o Milano, suonerebbe un po' ridicolo 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    metalheart

    Spesso i cosiddetti Instagrammers hanno un pubblico internazionale, sarebbe controproducente scrivere in italiano la bio quanto le descrizioni delle fotografie (so che alcuni li pubblicano in due lingue mettendo la bandierina davanti al testo in lingua 1 e poi bandierina UK davanti al testo in inglese postato sotto), anche perché mi sembra ci siano di mezzo algoritmi, keywords ecc.

    "Based in" ha ovviamente senso se vedi che la persona in questione pubblica ogni settimana foto da una metropoli diversa per cui nei loro casi ha effettivamente senso di dire che sono cosmopoliti "di casa" in una data città, che può anche cambiare in base ai progetti dell'instagrammer

    Edited by metalheart

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    4 minutes ago, Uncanny said:

    Anch'io ho il "based in" 

    Based in Copenhagen, anche se in teoria mi ci trasferisco fra due settimane. Ma vabbè, avevo fretta di aggiornare 

    Ovviamente non lo userei mai se fossi a Torino o Milano, suonerebbe un po' ridicolo 

    C.v.d.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS

     

    16 minutes ago, Uncanny said:

    Anch'io ho il "based in" 

    Based in Copenhagen, anche se in teoria mi ci trasferisco fra due settimane. Ma vabbè, avevo fretta di aggiornare 

    Ovviamente non lo userei mai se fossi a Torino o Milano, suonerebbe un po' ridicolo 

    beh abiti a 30km da Torino o meno. ma se dalla provincia Torinese andassi a vivere a Bologna già potresti scriverlo dato che saresti a una distanza che uno non farebbe da pendolare.

    Addio Uncanny :( :( :( 

    11 minutes ago, davydenkovic90 said:

    C.v.d.

    non hai dimostrato un ciufolo di niente. Se l'obiettivo di stare su IG è essere seguiti mi sembra ovvio che uno faccia il possibile nelle sue possibilità e mezzi per avere  un pubblico il più grande possibile. Altrimenti non ti metti su FB o IG per far vedere a zia Assunta le foto della tua prima comunione che c'era anche lei alla comunione e ti ha fatto da madrina e chi lo fa è proprio scemo in culo !!! 

    Ma poi tu per dire coi pokemon su IG che vuoi dimostrare? Che sei troppo sveglio per prenderti sul serio e seguire la moda e gli influencer TM  ma poi ogni tanto ti lasci andare a qualche gif di Trash Italiano, non pensando al fatto che anche il gestore di quella pagina è in qualche modo "influencer"?

    Che poi nella bio non ci puoi scrivere il romanzo ma devi scrivere poche parole è l'inglese è anche una lingue "corta" 

    oltre che immediata e comprensibile da tutti. 

    Edited by SabrinaS

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    metalheart
    16 minutes ago, davydenkovic90 said:

    Scrivere in inglese o rendere il profilo appetibile non serve per un qualche scopo (i.e.lavorare, come fa la ferragni, grazie ai social)

    Ma semplicemente è una moda da seguire, per sentirsi "adeguati" a un certo ambiente

    scrivere il profilo in inglese, lavorare sul layout, sul timing dei contenuti, sulle parole usate ecc. non lo si fa per moda, ma per aumentare il proprio seguito, c'è gente che scrive anche libri su queste cose. Dici che è una "moda da seguire" ma è tutto finalizzato ad ottenere visibilità: senza un seguito, la moda che segui e imiti non la vede nessuno, e non ha senso. Poi anche Mattia | 14 | Uscita 14 Azzate-Buguggiate (VA) certo replicherà quello che vedere fare gli influencer, ma non toglie il fatto che abbia un senso

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    6 minutes ago, SabrinaS said:

    non hai dimostrato un ciufolo di niente. Se l'obiettivo di stare su IG è essere seguiti mi sembra ovvio che uno faccia il possibile nelle sue possibilità e mezzi per avere  un pubblico il più grande possibile. Altrimenti non ti metti su FB o IG per far vedere a zia Assunta le foto della tua prima comunione che c'era anche lei alla comunione e ti ha fatto da madrina.

    Ma poi tu per dire coi pokemon che vuoi dimostrare? Che sei troppo sveglio per prenderti sul serio e seguire la moda e gli influencer ma poi ogni tanto ti lasci andare a qualche gif di Trash Italiano, non pensando al fatto che anche il gestore di quella pagina è in qualche modo "influencer". 

    Ok, ciao!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
    7 minutes ago, davydenkovic90 said:

    C.v.d.

    C.v.d. cosa? 

    Vivo (o meglio, vivrò fra due settimane) a Copenhagen in un contesto internazionale

    E ci vivrò temporaneamente per motivi di studio 

    Dovrei scrivere in italiano? E cosa dovrei scrivere se non che in quel momento vivo lì?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS

     

    71573940_146903223224250_3376152170796679168_n.jpg.fbd090c0c9ad5cbf5f159da1e39fc6b0.jpg

    6 minutes ago, davydenkovic90 said:

    Ok, ciao!

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90

    Vorrei far notare che è diverso scrivere "based in.." rispetto a "I live in.."

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS

    comunque non ho capito di che cazzo si parla in questo topic. Va bene che essere gay e avere una certo omosocialità in italia significa mediamente avere le capacità di un social media manager professionale. Ma di cosa stiamo parlando esattamente? Della bio dell'amico etero tennista di Davy?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
    1 minute ago, davydenkovic90 said:

    Vorrei far notare che è diverso scrivere "based in.." rispetto a "I live in.."

    Infatti

    "Based in" presuppone una permanenza temporanea come nel mio caso 

    "I live in" è più generico e potrebbe anche essere permanente 

    Ma poi suona malissimo in una bio scrivere "Io vivo a" 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Isher
    10 minutes ago, metalheart said:

    scrivere il profilo in inglese, lavorare sul layout, sul timing dei contenuti, sulle parole usate ecc. non lo si fa per moda, ma per aumentare il proprio seguito

    È tutta una illusione.

    Il contenitore è troppo più grande dei contenuti, l’insieme rende trascurabili i singoli attori. Questo vale per molti altri siti anche completamente diversi.

    7 minutes ago, SabrinaS said:

    comunque non ho capito di che cazzo si parla in questo topic. Va bene che essere gay e avere una certo omosocialità in italia significa mediamente avere le capacità di un social media manager professionale. Ma di cosa stiamo parlando esattamente? 

    Dei miti della gioventù globalizzata dei nostri tempi

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS
    15 minutes ago, Uncanny said:

    Infatti

    "Based in" presuppone una permanenza temporanea come nel mio caso 

    "I live in" è più generico e potrebbe anche essere permanente 

    Ma poi suona malissimo in una bio scrivere "Io vivo a" 

    in realtà "based in" indica il luogo dove tu ora lavori o studi e città che userai quindi come spola per i tuoi "affari" o per studio, "born in" invece è dove sei nato quindi San Prepuzio Canavese e "Live In" indica una città magari vicino alla tua "base in" dove vivi, magari con il tuo fidanzato xxl perché comoda, discreta ed economica. 

    Esempio:

    BORN IN  - San Prepuzio Canavese (TO)

    BASED IN  - Copenaghen (🇩🇰

    LIVE IN - Rødovre 

    Ovviamente ci sono casi in cui la tua "base" è anche la città dove "live" e quindi scrivi solo "based in" e basta. Per cui se sei un professionista o qualsiasi cosa e ti chiedono dove operi o vogliono saperlo tu indichi la tua "base" o la leggono dalla bio e non la città dove "live" perché a nessuno frega niente dove hai il tuo nido d'amore. 

    Edited by SabrinaS

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    11 minutes ago, Uncanny said:

    Infatti

    "Based in" presuppone una permanenza temporanea come nel mio caso 

    "I live in" è più generico e potrebbe anche essere permanente 

    Ma poi suona malissimo in una bio scrivere "Io vivo a" 

    No, "based in" comporta che tu ti sposti continuanente. È corretto solo in quanto gergo della piattaforma.

    La forma corretta è:

    I live in ... but originally I'm from... 

    Il gergo "based in", rubato dagli instagay (e instaetero) ad artisti, sportivi, ecc. per i quali ha un senso che scrivano dove è la "base", perché magari vi fanno ritorno solo per tot volte l'anno quando di ritorno da tour o competizioni sportive in tutto il mondo.

    "Based in" non è farina del tuo sacco e non te lo hanno insegnato a scuola. È un gergo appreso da instagram che sostituisce il meno patinato "sono uno studente fuorisede". Gergo che evidentemente ti piaceva così tanto che lo hai già usato senza neanche aver fatto in tempo a trasferirti. Perché evidentemente lo ritieni un must e una priorità del tuo "personaggio virtuale".

    "based in" lo scrivono anche le ragazzine di 18 anni non fuorisede.

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    2 minutes ago, SabrinaS said:

    parete mi nonna, ma Davy di più!!!

    Credo che ci sia anche l'opzione log out, da qualche parte..

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
    6 minutes ago, SabrinaS said:

    in realtà "based in" indica il luogo dove tu ora lavori o studi e città che userai quindi come spola, "born in" invece è dove sei nato quindi San Prepuzio Canavese e "Live In" indica una città magari vicino alla tua "base in" dove vivi, magari con il tuo fidanzato xxl perché comoda, discreta ed economica. 

    Grazie per le delucidazioni, nel mio caso comunque "live in" e "based in" coincidono 

    Posso comunque rassicurare il noioso @davydenkovic90 sul fatto che il mio profilo IG sia pure privato e solo con amici, famigliari, conoscenti e basta

    Non ho alcuna velleità da influencer e non ho alcun bisogno di avere personaggi virtuali :D

    Quindi le tue insinuazioni paranoiche puoi lasciarle perdere

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SabrinaS
    7 minutes ago, davydenkovic90 said:

    Credo che ci sia anche l'opzione log out, da qualche parte..

     

    e logga fuori se non vuoi leggermi. Comunque non sapere queste cose è da ignoranti digitali e nel 2020 è una cosa grave.

    Anche se non aspiri a diventare Chiara Ferragni. Infatti io le so ma non ho un profilo instagram dove posto le mie foto sexy o alla terrazza martini di piazza duomo a milano, anche perché non ho niente da mostrare a nessuno. Lo uso solo per farmi i cazzi degli altri anche di quelli famosi o seguire pagine gay e di tucani/pappagalli.

    Edited by SabrinaS

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77

    Se si vuole utilizzare Instagram per scambiare contatti al di fuori dell'Italia è prassi usare l'inglese. Che poi il 13enne obbeso napoletano Antonio detto Totonno o Briosciaro scriva based in Naples fa sorridere, ma un adulto che condivide qualche passione o hobby con gente d'oltralpe o oltre oceano usa l'inglese per convenzione. 

    Non è che Instagram = Ferragni, quelle sono cose che pensa chi non usa il mezzo. Ci sono dei sottobosco fittissimi, sconosciuti ai più, dedicati ad hobbies, passioni e chi più ne ha più ne metta, è proprio il bello di IG. Non è un album di foto, è tutt'altro, ed è anche il motivo per cui il profilo privato, se pur supportato, non ha molto senso. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    metalheart
    9 hours ago, davydenkovic90 said:

    Il gergo "based in", rubato dagli instagay (e instaetero) ad artisti, sportivi, ecc. per i quali ha un senso che scrivano dove è la "base", perché magari vi fanno ritorno solo per tot volte l'anno quando di ritorno da tour o competizioni sportive in tutto il mondo

    Cultural appropriation? :D

    Non è stato “rubato” a nessuno, su IG ‘based in’ continuano a usarlo sportivi quanto modelli, food blogger, broker viaggiamondo e artisti di ogni tipo (fotografi, graphic designer ecc)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...