Jump to content
Renton

Genitori che minacciano il suicidio?

Recommended Posts

Dubbioso94

io l unico con cui ho parlato del mio essere bisex è mio fratello e non mi ha fatto problemi anche se è parecchio ignorante in temi lgbt xD(se ne uscito con ok va bene figurati basta che sei felice, ma quindi lo prendi in culo?xD).

Ma da quanto mi ha detto i miei sarebbero piu aperti di quanto mi aspettassi perchè il dubbio su una mia omo/bisessualità gli è venuta e ne hanno parlato nel tempo fra loro col fatto che non ho mai portato fidanzate da quando ho 16-17 anni e quella piu chiusa sembrerebbe essere mia sorella.

Scusate il mezzo OT ma mi è venuto di scriverlo anche se non è completamente inerente

Edited by Dubbioso94

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bullfighter4
11 minutes ago, Dubbioso94 said:

io l unico con cui ho parlato del mio essere bisex è mio fratello e non mi ha fatto problemi anche se è parecchio ignorante in temi lgbt xD(se ne uscito con ok va bene figurati basta che sei felice, ma quindi lo prendi in culo?xD).

Ma da quanto mi ha detto i miei sarebbero piu aperti di quanto mi aspettassi perchè il dubbio su una mia omo/bisessualità gli è venuta e ne hanno parlato nel tempo fra loro col fatto che non ho mai portato fidanzate da quando ho 16-17 anni e quella piu chiusa sembrerebbe essere mia sorella

Io conosco gente di 40 anni che ancora pensa che i genitori non lo sappiano, dato che a 15 anni avevano avuto la morosina per un mese😁

Anche gli introversi patologici parlano di figa o di fidanzatine ( vere o nella speranza di averle). 
 

Comunque anche io non capisco tutta questa comprensione per i poveri genitori che si ritrovano col figlio frocio. Nella maggior parte dei casi le preoccupazioni sono per la gente che sparlerà della loro famiglia, più che per il dispiacere delle presunte difficoltà che il povero invertito dovrà affrontare nella sua vita fra boa di struzzo e carri del gay pride. 
 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Renton
  • Topic Author
  • 17 minutes ago, Bullfighter4 said:

    Nella maggior parte dei casi le preoccupazioni sono per la gente che sparlerà della loro famiglia

    Sì infatti io penso che i miei mi faranno pesare molto questa cosa. Mi faranno presente che per colpa mia sparleranno in paese. O perlomeno questa è la mia paura

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bullfighter4
    3 minutes ago, Renton said:

    Sì infatti io penso che i miei mi faranno pesare molto questa cosa. Mi faranno presente che per colpa mia sparleranno in paese. O perlomeno questa è la mia paura

    Non conosco la tua situazione, dove vivi, quanti anni hai, se studi o se lavori già.

    Il mio consiglio è sempre lo stesso, però’, per chi non sta bene e non ha una famiglia che capisce, aiuta e sostiene i propri figli: raggiungi l’indipendenza economica e trasferisciti ( fuori di casa, fuori dalla città, fuori dalla regione, etc, etc. dipende tutto dalla situazione personale). 
    Se la famiglia e veramente pessima, sparisci. Se sono solo dei sempliciotti, vattene comunque ma rimani in contatto. Se le cose cambiano in meglio nel tempo, puoi sempre riavvicinarti.

    Io sono sempre stato convinto che sia un dovere di ogni gay che rispetti di aiutare i giovanissimi gays che vengono sbattuti fuori di casa o che non reggono più situazioni familiari orribili. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  • 5 minutes ago, Bullfighter4 said:

    raggiungi l’indipendenza economica e trasferisciti

    Sì ma infatti anche secondo me sarebbe la cosa migliore se andassi via, penso anche per loro honestly

    Io però gli devo dire che sono trans, per l'orientamento mi farei meno pippe

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bullfighter4
    1 minute ago, Renton said:

    Sì ma infatti anche secondo me sarebbe la cosa migliore se andassi via, penso anche per loro honestly

    Io però gli devo dire che sono trans, per l'orientamento mi farei meno pippe

    Non voglio suonare insensibile, ma onestamente non mi interessa cosa sia meglio per un genitore. La persona che è nella situazione critica ( se mi permetti il termine) sei tu, non loro. Come ho detto, non so esattamente quale sia la tua situazione nella sua interezza. 
    Magari i tuoi genitori sono comprensivi e ti daranno il supporto di cui hai bisogno. Ma se sei sicuro ( scusa , ma non so neppure se sei trans ftm o mtf) che non sia così o se sai già che probabilmente non ti accetteranno mai, non devi neppure dare spiegazioni se non vuoi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  • 21 minutes ago, Bullfighter4 said:

    Non voglio suonare insensibile, ma onestamente non mi interessa cosa sia meglio per un genitore.

    E invece io ci penso, cioè a me volente o nolente pensarci mi fa sentire in colpa, anche se è stupido; per questo se trovassi una maniera per sentirmi meno in colpa la preferirei

    Poi un sacco di gente mi ha detto che i rapporti migliorano quando sei lontano, nel senso che ti accettano anche di più se sei lontano paradossalmente... magari perché finché state vicini loro pensano di avere il potere di farti invertire rotta e ci provano, mentre quando sei lontano si rassegnano e iniziano a elaborare... quindi lo dico anche per queste ragioni... 

    21 minutes ago, Bullfighter4 said:

    Ma se sei sicuro ( scusa , ma non so neppure se sei trans ftm o mtf)

    No no va bene il maschile

    Edited by Renton

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    2 hours ago, Bloodstar said:

    Mia madre non ha mai fatto sceneggiate o simili e neppure piangeva la notte, che io sappia.

    Però restò palesemente preoccupata dal mio coming out. Aveva (forse ancora ha) paura che io, in quanto frocio, fossi ancora più disadattato e strambo di quanto temesse. 

    Disadattato non credo, visto che perfino un cacacazzi siderale come te s'e' trovato marito.

    marito che credo potrebbe scrive un libro su quanto puoi esse str...ambo!

     

    43 minutes ago, Bullfighter4 said:

    Non conosco la tua situazione, dove vivi, quanti anni hai, se studi o se lavori già.

    Il mio consiglio è sempre lo stesso, però’, per chi non sta bene e non ha una famiglia che capisce, aiuta e sostiene i propri figli: raggiungi l’indipendenza economica e trasferisciti ( fuori di casa, fuori dalla città, fuori dalla regione, etc, etc. dipende tutto dalla situazione personale). 
    Se la famiglia e veramente pessima, sparisci. Se sono solo dei sempliciotti, vattene comunque ma rimani in contatto. Se le cose cambiano in meglio nel tempo, puoi sempre riavvicinarti.

    Io sono sempre stato convinto che sia un dovere di ogni gay che rispetti di aiutare i giovanissimi gays che vengono sbattuti fuori di casa o che non reggono più situazioni familiari orribili. 

    Fino a febbraio 2020 avrei sottoscritto ogni sillaba di quanto scrivi,

    ma sotto covid posso solo dire  di cercare di tenere duro, almeno finché non passerà sta pandemia. Poi si vede come evolverà tutto, dai rapporti familiari alle possibilità di costruirvi una vita altrove

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bullfighter4
    1 hour ago, freedog said:

    Disadattato non credo, visto che perfino un cacacazzi siderale come te s'e' trovato marito.

    marito che credo potrebbe scrive un libro su quanto puoi esse str...ambo!

     

    Fino a febbraio 2020 avrei sottoscritto ogni sillaba di quanto scrivi,

    ma sotto covid posso solo dire  di cercare di tenere duro, almeno finché non passerà sta pandemia. Poi si vede come evolverà tutto, dai rapporti familiari alle possibilità di costruirvi una vita altrove

    Non mi sembra di aver detto qualcosa di diverso. Io consiglio sempre di diventare indipendenti ( sia finanziariamente che psicologicamente) prima di andarsene. 
    Do pochissima importanza ai legami di sangue. Si vive una volta sola, se la fa miagola naturale fa schifo, c’è sempre la possibilità di sceglierei gente migliore con cui condividere la propria esistenza.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    7 hours ago, Bullfighter4 said:

    Comunque anche io non capisco tutta questa comprensione per i poveri genitori che si ritrovano col figlio frocio. 

    Un po' lo dicevo in tono ironico e un po' pensavo si capisse quel che cercavo di spiegare...pazienza. Forse tu sei stato fortunato con il CO con la tua famiglia. Hai ragione sull'indipendenza economica e psicologica, traguardi che non ho ancora del tutto conseguito.

    6 hours ago, Renton said:

    magari perché finché state vicini loro pensano di avere il potere di farti invertire rotta e ci provano, mentre quando sei lontano si rassegnano e iniziano a elaborare

    Quando sei lontano sentono la tua mancanza e diventano più comprensivi.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    PiNKs
    10 hours ago, schopy said:

    Immagino sia stato pesante; coraggio che mi sembra tu ti sia reso piuttosto indipendente 🤗

    Sì, poi vabbè,  io sono dell'idea che ciò che non ti uccide ti rende più forte. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    1 hour ago, schopy said:

    Quando sei lontano sentono la tua mancanza e diventano più comprensivi.

    Beh diciamo pure che quando dopo un CO si ricrea una "barriera" nella comunicazione che di fatto potremmo interpretare come una sorta di "negazione"

    Sappiamo che sei gay, ma ci comportiamo come se tu non lo fossi in modo da evitare conflitti rotture o - anche nel tuo caso - dolori, dispiaceri

    E' come se ti facessero rimangiare il CO

    Nel senso che se questa situazione è il frutto di un tacito accordo ( per quanto visto da fuori possa apparire patetico @Bullfighter4 ) certamente si crea un distacco emotivo ma c'è una collaborazione, mentre se la situazione consegue ad una reazione "ostile" al CO del figlio ( l'ostilità non è detto sia aggressiva, può essere anche difensiva : dolore e colpevolizzazione del figlio...) quest'ultimo in realtà subisce la reazione dei genitori

    In questi casi, che ci auguriamo siano sempre più minoritari, il vecchio adagio di creare una distanza fisica per sottrarsi alla dinamica familiare ed eventualmente ritrovare una vicinanza emotiva, rimane sempre valido

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    1 hour ago, schopy said:

    Quando sei lontano sentono la tua mancanza e diventano più comprensivi.

    Vero. Io feci CO quando ancora tornavo dai miei ogni 10-15 giorni e in quel periodo il clima era sempre parecchio avvelenato. 

    Ora che ho drasticamente ridotto le visite (dopo non essersi proprio visti per 8 mesi) le cose vanno molto ma molto meglio. Anche a casa mia della mia omosessualità non si parla però, quanto meno, mi pare che mia madre sia un poco meno preoccupata delle cose turche che io farei in quanto gay.

    Poi si potrebbe aprire un capitolo sul rapporto in realtà mai nato fra il mio ragazzo e la mia famiglia ma qui si va fuori tema. Come dice Hinzelmann, si è rialzata una bella barriera che va bene sia a loro sia, soprattutto, a me.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Dubbioso94
    9 hours ago, Bullfighter4 said:

    Io conosco gente di 40 anni che ancora pensa che i genitori non lo sappiano, dato che a 15 anni avevano avuto la morosina per un mese😁

    Anche gli introversi patologici parlano di figa o di fidanzatine ( vere o nella speranza di averle). 

    Il fatto è che fino a 6 mesi fa ci uscivo con donne, semplicemente in casa mia è un taboo parlare di sesso e anche se magari capivano che uscivo con donne e ogni tanto mi beccavano in giro, hanno avuto dubbi visto che non mi ci fidanzavo e non presentavo piu nessuna ufficialmente da quando avevo 16-17 anni visto che ho capito che non mi innamoro e quindi andavo avanti a botte e via e scopa amicizie

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Rocco88

    Tra l'altro preciso che, nonostante quell'uscita infelice, da allora le cose sono molto cambiate, e in realtà io e mia madre parliamo spesso di uomini insieme.. pure facendo commenti sfacciati al ristorante, rischiando di spararci delle figure di merda solenni :D

     

    questo anche per dire che sì, come diceva qualcun'altro certe scenate sono puro melodramma e sarebbe peggio e forse più significativo sentire tua madre piangere disperatamente tutte le notti (posto che tu facendo coming out non hai fatto niente di male e quindi non c'è nessuna ragione per cui sentirsi in colpa comunque)

    Edited by Rocco88

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    1 hour ago, Hinzelmann said:

    Sappiamo che sei gay, ma ci comportiamo come se tu non lo fossi in modo da evitare conflitti rotture o - anche nel tuo caso - dolori, dispiaceri

    Può darsi; d'altro canto un sessantacinquenne medio in Italia, specie in provincia, è cresciuto in un clima così sessuofobo che ci sta anche che non capisca esattamente qual è la necessità di fare coming out per il figlio...le cose comunque sono già diverse per i ventenni di oggi, che hanno genitori cresciuti in tempi diversi, e saranno ancora più semplici per i ventenni di domani.

    2 minutes ago, Rocco88 said:

    in realtà io e mia madre parliamo spesso di uomini insieme 

    Non mi accadrà mai ma preferisco così 😅 solo l'idea mi imbarazza terribilmente.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    4 minutes ago, schopy said:

    Può darsi; d'altro canto un sessantacinquenne medio in Italia, specie in provincia, è cresciuto in un clima così sessuofobo che ci sta anche che non capisca esattamente qual è la necessità di fare coming out per il figlio...l

    Sottoscrivo. La seconda reazione di mia madre, che aveva i suoi buoni 55 anni all'epoca, fu proprio dirmi: questa è una cosa tua e la rispetto.

    Che non può non suonare come: perché mi stai dicendo queste cose? Vivi già da solo da un anno. (A quanti altri lo dirai che io conosco?)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    11 hours ago, Bullfighter4 said:

     

     

    Che perla 😂 però è vero che a Cortina d'Ampezzo già dagli anni '80 è pieno di romani burini...c'è stato un po' di viavai ai tempi di Tangentopoli, ma poi sono rispuntati come i funghi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  • Comunque il problema di mia madre non è che è sempliciotta o ignorante o conservatrice, non sono queste le cose a cui penso quando penso al coming out con lei, per me il problema con lei è il fatto che ha la tendenza a pensare che la gente faccia le cose solo per far dispetto a lei quindi la mia paura è che non mi prenda assolutamente sul serio 

    E che tratti tutta la faccenda come una mia volontà di darle fastidio

    Ha la tendenza a irritarsi molto quando le cose non seguono i suoi schemi

    È come se le cose dovessero avere una direzione già scritta e lei credesse che le persone che deviano da essa volessero solo fare le originali

    Io attualmente non ho la forza emotiva di affrontare dialoghi di questo tipo

    Tendo a demoralizzarmi molto anche quando un perfetto estraneo usa il femminile

    E sono sempre teso e stressato, mi sembra sempre di essere a un passo dall'esplodere

    Anche se poi alla fine somatizzo qualunque cosa

    E non so quale delle due sia peggio

    Sta di fatto che non credo reggerei un pippone tipico materno sul fatto che voglio rovinarle la vita o sul fatto che sto fingendo e che sono una persona stupida e suggestionabile

    Non credo che riuscirei a reggere lei che mi dice che sono fuori di testa e una delusione dal punto di vista umano e che mi chiede perché non faccio come tutti gli altri figlioli delle sue colleghe che hanno già marito e figli

    O di lei che mi ribadisce il fatto che sono di sesso femminile e devo comportarmi di conseguenza senza rompere i coglioni

    Cioè credo sarebbe la volta buona che vado in mental breakdown definitivamente specialmente non avendo vie d'uscita

    Edited by Renton

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    7 minutes ago, Renton said:

    Cioè credo sarebbe la volta buona che vado in mental breakdown definitivamente specialmente non avendo vie d'uscita

    Calma; tu sai se tua madre conosce già un po' il tema? Disforia di genere e compagnia bella? Perché se prima in qualche modo di riuscisse a spiegarle in cosa consiste il fenomeno poi forse diventa più semplice anche parlarle della tua condizione 😊

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  • 15 minutes ago, schopy said:

    Calma; tu sai se tua madre conosce già un po' il tema? Disforia di genere e compagnia bella? Perché se prima in qualche modo di riuscisse a spiegarle in cosa consiste il fenomeno poi forse diventa più semplice anche parlarle della tua condizione

    Ah sì una volta ci ho provato quando davanti alla TV mia madre insisteva a dire che Vladimir Luxuria fosse un uomo trans. Io ho provato a spiegarle che non era un uomo e che era offensivo chiamarla così. Beh lei mi ha risposto che ero io offensivo visto che la stavo accusando di essere offensiva e non mi dovevo permettere di rompere i coglioni alle persone

    Con pippone annesso su quanto sia irritante qualcuno che corregge gli altri

    Le ho anche spiegato che cosa significa letteralmente uomo trans e che tipo di percorso fa lei mi ha risposto "Vabbè non mi interessa questa roba parlo come mi pare"

    Cioè fondamentalmente io non ho nessuna autorità dal suo punto di vista, quindi io spero che una diagnosi scritta da uno psichiatra con tanto di recapito telefonico possa essere l'unica via per farle capire che dico sul serio

    Edited by Renton

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    41 minutes ago, Renton said:

    Beh lei mi ha risposto che ero io offensivo visto che la stavo accusando di essere offensiva e non mi dovevo permettere di rompere i coglioni alle persone

    Armati di molta pazienza 🤗

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar

    Oppure non tentare nemmeno di essere paziente e, forte del giusto in cui sei, non tentare neppure di mediare.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  • Ma poi io non è che voglio avere ragione. Non ho neanche voglia di fare una guerra con lei, io gliel'ho detto per aprire il discorso. Io nonso come abbia potuto non capire che se so come funziona il percorso ftm è perché ovviamente l'ho cercato per me.. boh hai davanti un figliolo maschile in tutta l'espressione che ti fa capire che fisicamente vuole un passing maschile, ti spiega come funziona la transizione ftm quando solo una microparte della popolazione sa questa cosa, però nisba. Io boh

    Che poi pensavo di essere io ad avere una visione distorta della realtà, però pure lo psichiatra che mi segue trova strano che mia madre non abbia capito vedendomi, lui dice che è improbabile

    Comunque uno dei miei amici che ha ricevuto minacce di suicidio... era quello che vive vicino a me. Non è propriamente vero che era uno sfogo teatrale...era riunita tutta la famiglia, la madre gli stava dicendo questa cosa mentre padre e fratello la spalleggiavano. Era un accerchiamento

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    7 minutes ago, Renton said:

    Che poi pensavo di essere io ad avere una visione distorta della realtà, però pure lo psichiatra che mi segue trova strano che mia madre non abbia capito vedendomi, lui dice che è improbabile

    E' tipo quando a 18 anni non hai mai avuto alcuna interazione con una ragazza e i tuoi sanno benissimo che sei frocio, però la cosa resta solo un'ipotesi teorica rimasta in aria e non ci sarà nessun avvicinamento tangibile a questa idea. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    25 minutes ago, Renton said:

    pure lo psichiatra che mi segue trova strano che mia madre non abbia capito vedendomi, lui dice che è improbabile 

    Sì è improbabile, ma come suggerisce Bloodstar spesso i genitori preferiscono non vedere se la cosa li disturba troppo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bullfighter4

    Mah, io capisco accettare che i tuoi familiari non ne parlino e facciano finta che tutto sia normale ( sicuramente inventano storielle coi vicini e coi parenti per giustificare che non ha una fidanzata o una relazione) fino a che uno è giovanissimo/studente/economicamente dipendente da babbo e mamma. 
    Da adulto, fare finta di essere ciò che non si è veramente triste. Ovviamente ognuno sceglie le proprie battaglie, ma mi immagino le riunioni familiari dove tutti sanno che sei gay ( pensa un po’ trans) e tutti glissano o non toccano argomenti che potrebbero prendere una “ brutta strada”. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel

    Io ho vissuto coi miei un fortissimo stress dai 19 ai 25 anni per il mio coming out.

    Poi sono sparito senza farmi praticamente più sentire per un anno e mezzo.

    Poi sono tornato e mia madre ha detto: "Oh, il figliol prodigo!"

    Al ché sono sparito per altri sei anni, finché non hanno accettato la mia omosessualità.

    Da allora sono dieci anni che non mi danno più problemi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bullfighter4
    8 minutes ago, Almadel said:

    Io ho vissuto coi miei un fortissimo stress dai 19 ai 25 anni per il mio coming out.

    Poi sono sparito senza farmi praticamente più sentire per un anno e mezzo.

    Poi sono tornato e mia madre ha detto: "Oh, il figliol prodigo!"

    Al ché sono sparito per altri sei anni, finché non hanno accettato la mia omosessualità.

    Da allora sono dieci anni che non mi danno più problemi.

    Queste per me sono le vere storie a lieto fine.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
  • Topic Author
  •  

    1 hour ago, Bullfighter4 said:

    Da adulto, fare finta di essere ciò che non si è veramente triste. Ovviamente ognuno sceglie le proprie battaglie, ma mi immagino le riunioni familiari dove tutti sanno che sei gay ( pensa un po’ trans)

    Non sarebbe comunque fattibile neanche volendo, perché non si può nascondere il fatto che si sta facendo una terapia ormonale (e se riesci a nasconderlo significa che non sta funzionando come dovrebbe).

    Semmai il punto è trovare il modo meno traumatico per me di spiegarle questa cosa

    1 hour ago, Bloodstar said:

    E' tipo quando a 18 anni non hai mai avuto alcuna interazione con una ragazza e i tuoi sanno benissimo che sei frocio, però la cosa resta solo un'ipotesi teorica rimasta in aria e non ci sarà nessun avvicinamento tangibile a questa idea. 

    Spero sia così, sarebbe ancora più complicato se a rivelazione dovessero rispondermi "ma come non hai mai dato segnali 🙃🙂🙃🙂🙃"

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      1 member has viewed this topic:
      Kamir 
    ×
    ×
    • Create New...