Jump to content
Aarwangen

La «disforia di genere»

Recommended Posts

Dav1de

Guarda @Uncanny certe teorie ti fanno cagare senza pietà e stop.

Nessuno te lo contesta 😉

Dire però che queste siano cosi "irresponsabili" da essere indirettamente o direttamente responsabili di aver aizzato questo clima di intolleranza, in Italia come nel mondo,

direi che è qualcosa di più, molto di più,

che ci piaccia o meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
36 minutes ago, Dav1de said:

Guarda @Uncanny certe teorie ti fanno cagare senza pietà e stop.

Nessuno te lo contesta 😉

Dire però che queste siano cosi "irresponsabili" da essere indirettamente o direttamente responsabili di aver aizzato questo clima di intolleranza, in Italia come nel mondo,

direi che è qualcosa di più, molto di più,

che ci piaccia o meno.

Guarda che la "teoria gender" contro cui si scagliano i conservatori non è altro che una sintesi delle teorie queer. Certo ci sono delle semplificazioni, ma nella sostanza questo è. 

A dirlo sono gli stessi queer. Ricordo ad esempio di aver letto un articolo anni fa postato su una pagina queer in cui lo si diceva proprio esplicitamente.Ti riporterei il link dell'articolo ma non è più funzionante, quindi riporto lo screen della pagina con il post a riguardo di cui puoi andare di persona a verificare l'esistenza. 

aaa.png.0c1eb157e4779d32697f2a7d01ed6eac.png

Tutto l'attacco globale contro il "gender" per demonizzare la comunità lgbt non ha fatto altro che prendere le teorie queer e rigirarcele contro, con danni devastanti per la comunità lgbt che in buona fede o comunque strategicamente ne ha negato l'esistenza. I queer invece come si può leggere sopra sono entusiasti, finalmente qualcuno ha riconosciuto le loro teorie pur avversandole. Invece che essere ignorati ora sono "in gioco" e possono far valere le loro posizioni. 

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
17 minutes ago, Dav1de said:

A prendere un post di una pagina di quattro anni e mezzo fa...

Quello era un esempio, il primo che mi è venuto in mente e non vedo cosa c'entri di quanti anni fa fosse. Il tuo articolo risale a un mese e mezzo prima di quello da me riportato, quindi se è questa la ratio delle tue confutazioni ti consiglio di rivederla. 

Comunque ti riporto Judith Butler, la somma teorica queer che negli anni '90 scrisse il famoso "Gender Trouble" che si può considerare il manifesto del queer. Articolo risalente all'inizio di quest'anno. 

Dice: "Gender theory is neither destructive nor indoctrinating: it simply seeks a form of political freedom".
https://www.newstatesman.com/2019/01/judith-butler-backlash-against-gender-ideology-must-stop

"La teoria gender non è né distruttiva né indottrinamento: cerca semplicemente una forma di libertà politica"
In sostanza riafferma positivamente quella che lei stessa definisce teoria gender in polemica con i conservatori, ma mica ne nega l'esistenza. Mica nega che la teoria gender per come viene presentata da quest'ultimi sia falsa, pur considerandola una buona cosa a differenza loro. 

Questo è "sostanzioso e credibile"?

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dav1de
28 minutes ago, Uncanny said:

Quello era un esempio, il primo che mi è venuto in mente e non vedo cosa c'entri di quanti anni fa fosse. Il tuo articolo risale a un mese e mezzo prima di quello da me riportato, quindi se è questa la ratio delle tue confutazioni ti consiglio di rivederla. 

Quell'articolo che ho postato spiega un po' di più che uno screenshot di una pagina di Facebook.

Il problema è che le teorie "gender" impugnate da politici ed attivisti omofobi sono un bel frullatone, pianificato allo scopo di propagandare l'idea che cose come l'essere non-binari, la disforia di genere (per arrivare anche alla cara vecchia e mai dimenticata omosessualità) possano infettare le menti dei più piccoli,

sempre basandosi sul fatto, che secondo loro "l'omosessualità e qualunque altro orientamento sessuale ed idea di genere diverso da quello etero e cisgender siano solo scelte".

Il tutto rivolto ad un'opinione pubblica sempre più insicura ed impaurita, anche solo per mere ragioni di crisi economica.

 

Edited by Dav1de

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny

Ti ho riportato un articolo della Butler, somma teorica queer, in cui accetta serenamente l'esistenza della teoria gender così da lei stessa nominata, pur rivendicandone la positività e la portata rivoluzionaria. Tra l'altro in quest'articolo scritto su un media generalista si tiene pure prudente dovendo rassicurare il pubblico cercando di indorare la pillola. I suoi scritti, Gender Trouble in primis, sono ben più radicali. 

Completamente ignorato. Lettura selettiva ne abbiamo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dav1de
1 minute ago, Uncanny said:

Ti ho riportato un articolo della Butler, somma teorica queer, in cui accetta serenamente l'esistenza della teoria gender così da lei stessa nominata, pur rivendicandone la positività e la portata rivoluzionaria. Tra l'altro in quest'articolo scritto su un media generalista si tiene pure prudente dovendo rassicurare il pubblico cercando di indorare la pillola. I suoi scritti, Gender Trouble in primis, sono ben più radicali. 

Completamente ignorato. Lettura selettiva ne abbiamo?

Mica volevo negare quello che ha scritto la Butler, voglio solo rimarcare le differenze del signficato del Gender tra quelli che ne sono entusiasti e quelli che ne sono "terrorizzati" (intolleranti).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
3 minutes ago, Dav1de said:

Mica volevo negare quello che ha scritto la Butler, voglio solo rimarcare le differenze del signficato del Gender tra quelli che ne sono entusiasti e quelli che ne sono "terrorizzati" (intolleranti).

Che sia strumentalizzato ed esteso ad altre questioni non pertinenti l'ho già detto vari post fa, ma tolte queste la matrice è condivisa tanto dai conservatori quanto dai queer. I conservatori ci hanno rigirato contro le teorie queer e questo è un dato di fatto.

Quindi quando dico che i teorici queer sono corresponsabili direttamente o indirettamente dell'ondata globale anti-gender e tutti i danni che ne sono conseguiti dico il vero. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saramandasama

Dalla rilettura delle teorie gender che ne fece Ratzinger è stata la fine..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dav1de
48 minutes ago, Uncanny said:

Che sia strumentalizzato ed esteso ad altre questioni non pertinenti l'ho già detto vari post fa, ma tolte queste la matrice è condivisa tanto dai conservatori quanto dai queer. I conservatori ci hanno rigirato contro le teorie queer e questo è un dato di fatto.

Quindi quando dico che i teorici gay sono corresponsabili direttamente o indirettamente dell'ondata globale anti-gay e tutti i danni che ne sono conseguiti dico il vero. 

E' bastato sostituire una sola parola, così per smaltire la noia della domenica sera...

Grazie comunque per l'acceso dibattito 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
7 minutes ago, Dav1de said:

E' bastato sostituire una sola parola, così per smaltire la noia della domenica sera...

Lol ma che c'entra. Come se esistesse una "teoria gay" poi. Il livello continua a scendere inesorabile.

Le fonti e le cause dell'ondata anti-gender sono chiare e le ho già spiegate più volte con tanto di dimostrazioni, non hai neanche provato a confutare ciò. A riconoscerlo sono gli stessi queer. Poi il negazionismo è pur sempre un approccio percorribile, per carità. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dav1de
1 minute ago, Uncanny said:

Lol ma che c'entra. Come se esistesse una "teoria gay" poi. Il livello continua a scendere inesorabile.

Le fonti e le cause dell'ondata anti-gender sono chiare e le ho già spiegate più volte con tanto di dimostrazioni, non hai neanche provato a confutare ciò. A riconoscerlo sono gli stessi queer. Poi il negazionismo è pur sempre un approccio percorribile, per carità. 

Io in teoria volevo chiudere in bellezza con una semplice cazzatella per farci tutti assieme due risate, e invece...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
1 minute ago, Dav1de said:

Io in teoria volevo chiudere in bellezza con una semplice cazzatella per farci tutti assieme due risate, e invece...

Evidentemente non sei bravo a raccontare cazzatelle, che ti devo dire. :D 

Cosa avrebbe dovuto farmi ridere del sostituire queer e gender con "gay" è un mistero. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
14 hours ago, Uncanny said:

Tutta la montagna di merda contro il "gender" che è più che a danno loro che vivono nelle loro torri d'avorio è andata a danno di persone lgbt comuni che il queer neanche sanno cosa siano, è colpa loro

Certo, certo. Che è un po' lo stesso ragionamento di dire che le aggressioni omofobe sono colpa nostra perché, ehi, camminiamo per strada mano nella mano. Per non parlare poi di quelle schifose delle femmine, che vanno in giro svestite proprio per farsi violentare.
A me sembra tanto che gente come te sia alla perenne ricerca di una legittimazione esterna per giustificare la merda che pensa, per schierarsi dall'altra parte, proprio come il classico esempio dei Pride in giacca e cravatta.

12 hours ago, Dav1de said:

Colpevolizzare le vittime di intolleranza

Concetto troppo ostico, a quanto pare.

11 hours ago, Uncanny said:

Guarda che la "teoria gender" contro cui si scagliano i conservatori non è altro che una sintesi delle teorie queer

E come potrebbe, questo, legittimare l'aberrazione che hai scritto poco prima?
Cioè, datti pace.

Volevo comunque riprendere il discorso iniziale, senza perdermi troppo in questi rivoletti secondari e totalmente accessori: ma quand'è che il progressista Rotwang è diventato il neocon @Aarwangen? Quale bozzolo ha ospitato una metamorfosi così vergognosa? Cosa gli è successo per traghettarlo su posizioni transfobiche abbastanza vicine ad una certa parte politica che pure diceva di odiare? E quanto è vero di quel che scrive e quanto, invece, vuole solo catturare l'attenzione?
Si accettano scommesse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89
43 minutes ago, LocoEmotivo said:

Certo, certo. Che è un po' lo stesso ragionamento di dire che le aggressioni omofobe sono colpa nostra perché, ehi, camminiamo per strada mano nella mano. Per non parlare poi di quelle schifose delle femmine, che vanno in giro svestite proprio per farsi violentare.
A me sembra tanto che gente come te sia alla perenne ricerca di una legittimazione esterna per giustificare la merda che pensa, per schierarsi dall'altra parte, proprio come il classico esempio dei Pride in giacca e cravatta.

Concetto troppo ostico, a quanto pare.

No. Guarda che io ci ho a che fare quotidianamente con queste teorici queer cis. Loro usano una provocazione filosofica che non sanno controllare. E´ un po´ come leggere gullo, senza volerlo bruciare al rogo. Prima cosa nessuno ha accusato le vittime. Si é accusata la teoria queer di diventare facile corpus intelettuale ad uso e consumo delle destre. Il ché é difficilmente negabile. Il fatto che vi sia un taglio positivo non cambia la sostanza: la sostanza é che molte volte pisciano fuori dal vaso, perché  tanto non sono i queer che tentano di difendere. Non ci vuole un genio siderale per capirlo.

La radicalizzazione del compagno Ar é iniziata con il femminismo - poi ha rotolato verso il femminismo radicale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Chiaro se io scrivessi un libro femminista nel 2019 che parla di questioni di genere nella società rinascimentale, piuttosto che un trattato filosofico di gender studies eviterei accuratamente di usare termini che oramai si prestano ad equivoci essendo stati strumentalizzati dalle destre cattoliche e cristiane

Tuttavia non si può neanche pretendere che per questo motivo abbandoni  i gender studies ( lascio il campo al nemico? ) cosa che avrebbe l'unico effetto di far vincere la loro teoria del gender ( nonostante sia innegabile che da quando Benedetto XVI ha utilizzato il termine "teoria del gender" in chiave polemica sorretto da partiti politici e associazioni il loro significato sia quello che si è affermato nei mass media ) anche in ambito accademico

Né avrebbe molto senso accusare un intero settore di studi, tutti i gender studies, altrimenti abbiamo Rotwang cioè un femminista che oramai ragione come Ratzinger

Né possiamo farne una colpa alla queer theory, Rotwang l'ha sempre osteggiata…il ché non mi pare lo abbia reso ragionevole

Ad ogni modo i libri ascrivibili alla queer theory che vengono accusati di essere diventati "corpus intellettuale" della teoria del gender erano già stati scritti 10 anni prima quindi anche se avessimo voluto non avremmo potuto eliminarli, ed è lecito sospettare che in loro mancanza si sarebbero attaccati ad altro ( Mieli ad esempio ) magari potevamo tentare di contrastare meglio la propaganda cattolica, me era dura in Italia .

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
2 hours ago, AndrejMolov89 said:

No. Guarda che io ci ho a che fare quotidianamente con queste teorici queer cis. Loro usano una provocazione filosofica che non sanno controllare. E´ un po´ come leggere gullo, senza volerlo bruciare al rogo. Prima cosa nessuno ha accusato le vittime. Si é accusata la teoria queer di diventare facile corpus intelettuale ad uso e consumo delle destre. Il ché é difficilmente negabile. Il fatto che vi sia un taglio positivo non cambia la sostanza: la sostanza é che molte volte pisciano fuori dal vaso, perché  tanto non sono i queer che tentano di difendere. Non ci vuole un genio siderale per capirlo.

Amen, ma evidentemente è troppo difficile da capire per qualcuno.

3 hours ago, LocoEmotivo said:

A me sembra tanto che gente come te sia alla perenne ricerca di una legittimazione esterna, per schierarsi dall'altra parte,

Ma quale legittimazione esterna, quale schierarsi dall'altra parte? Sempre le solite frasi fatte, davvero dovreste cercare di cambiare repertorio. 

Le teorie queer mi fanno cagare a prescindere da quello che ne possono pensare gli altri, sono stronzate immani prive del minimo barlume di scientificità. O dobbiamo essere per forza d'accordo con il costruttivismo postmodernista e tutto ciò che viene partorito dalle facoltà di sociologia nordamericane? Dimmelo tu. 

Gli schieramenti, se vogliamo parlare in questi termini sono tre: lgbt "mainstream" (come direbbero i queer), queer e conservatori/bigottume vario. Rigetto in toto tanto il bigottume vario quanto i queer, che non sono altro che collaborazionisti dei primi. Sono due estremi opposti facce della stessa medaglia con la medesima capacità di comprensione della realtà: nulla. 

Di mezzo come vittima dei due fuochi opposti ci finiscono le persone lgbt comuni, non di certo i teorici queer che vivono arroccati nelle loro torri d'avorio. Pensi che degli accademici benestanti che vivono in facoltà e passano il tempo saltando da un convegno all'altro siano vittime? Di nuovo mi toccherebbe farti notare la tua scarsa aderenza alla realtà. 

1 hour ago, Hinzelmann said:

cosa che avrebbe l'unico effetto di far vincere la loro teoria del gender

Non c'è una teoria del gender "loro" e una dei queer. E' esattamente la stessa e questo viene riconosciuto dagli stessi queer, Butler in primis.. 

1 hour ago, Hinzelmann said:

Ad ogni modo i libri ascrivibili alla queer theory che vengono accusati di essere diventati "corpus intellettuale" della teoria del gender erano già stati scritti 10 anni prima quindi anche se avessimo voluto non avremmo potuto eliminarli, ed è lecito sospettare che in loro mancanza si sarebbero attaccati ad altro ( Mieli ad esempio ) magari potevamo tentare di contrastare meglio la propaganda cattolica, me era dura in Italia .

L'attacco anti-gender c'è stato e continua ad esserci a livello globale, non è una questione solo italiana. Anzi in Italia ha fatto relativamente pochi danni, altrove come in America Latina è stata ben più devastante. In Perù ha portato addirittura alle dimissioni del primo ministro in carica. Non riguarda solo i cattolici, ma anche gli evangelici se si guarda al continente americano, ortodossi se si guarda all'Europa dell'Est e la Russia, e pure altre religioni rivelate come l'islam e via dicendo. L'ondata anti-gender non è rimasta confinata all'Europa e l'Occidente, ma è stata appunto globale. 

Poi certo i conservatori avrebbero trovato altro con cui attaccarci, è una ovvietà. Ma sicuramente sarebbe stato qualcosa di meno efficace e poi se non vengono servite loro le armi su un piatto d'argento sarebbe meglio. 

Comunque, e qui concludo, il "corpus intellettuale" della teoria del gender continua ad essere sviluppato, in particolare dalle facoltà di gender studies nordamericane. Tutto il discorso relativo alle identità di genere non binarie, genderfluid, etc. è uscito fuori da lì e risale a circa inizio anni '10.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
wwspr

La teoria queer auspica innanzitutto la distruzione delle fondamenta patriarcali/fasciste della cultura occidentale, che impongono un rigido binarismo e incatenano tutti in uno dei due monolitici ruoli di genere.

Il problema è che se togliamo alla casalinga di Voghera questa certezza (una delle poche ancora intatte in un mondo postmoderno), la facciamo atterrare col culo per terra. Il mettere in discussione il fondamento della sua vita è vissuto come un atto di tracotanza e prepotenza assolutamente diabolico. Il popolino ha bisogno di certezze rassicuranti a cui ancorare la propria esistenza.

Al di là della condivisibilità di altre posizioni queer più specifiche, i queer adottano un approccio che è destinato a fallire. Bisogna innanzitutto creare delle nuove fondamenta per il popolino, fare in modo che si diffondano e facciano presa nella coscienza collettiva, quindi si possono fare detonare i pilastri fascisti/patriarcali di origine classica e si può procedere con il trapianto. Non si tratta di un processo che può avvenire rapidamente e in certi casi si deve anche attendere che le generazioni vecchie schiattino, perché irrimediabilmente corrotte.

Edited by wwspr

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
25 minutes ago, Uncanny said:

Gli schieramenti, se vogliamo parlare in questi termini sono tre: lgbt "mainstream" (come direbbero i queer), queer e conservatori/bigottume vario. Rigetto in toto tanto il bigottume vario quanto i queer, che non sono altro che collaborazionisti dei primi.

Credo che semplicemente sia questo a non essere chiaro ai gay "mainstream".

Non sanno che tutto quello che loro pensano dell'omosessualità e del genere

non è affatto quello che pensano gli accademici queer.

 

Ad esempio tutti i gay normali pensano che "gay (e trans) si nasca" che per un queer è proprio una bestemmia.

Per i queer siamo tutti bisessuali ed è solo l'educazione a obbligarci a essere eterosessuali,

di fatto dicendo ai genitori dei gay che avrebbero dovuto avere con loro un approccio più tradizionalista

e che se - nonostante quello - sono comunque gay è perché si sono ribellati all'eteronormatività.

E spiegano nello stesso modo anche chi si definisce solamente gay, in quanto imprigionato nell'omonormatività

ovvero nel ghetto che ci hanno costruito attorno per controllarci, omologarci e sfruttarci come consumatori.

Paro paro a quello che - con esiti diversi - pensano i bigotti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann
55 minutes ago, Uncanny said:

Non c'è una teoria del gender "loro" e una dei queer. E' esattamente la stessa e questo viene riconosciuto dagli stessi queer, Butler in primis.. 

Questo è un topic aperto da un fautore di posizioni anti-queer 

Per me questa persona ha una sua teoria gender, il problema è che è quella di Ratzinger che ovviamente è l'esatto opposto di quella della Butler, poi se volete divertirvi a scrivere spropositi fate pure ma sostenere che siano la stessa cosa mi pare difficile

Ovviamente l'articolo de il Manifesto non si spinge a questo fa un discorso che ha una sua plausibilità 

E aggiungo che chi da posizioni anti queer come Dall'Orto sostiene di difendere qualcosa di diverso, fa ricorso all'esistenza di un "culto trans" sostenuto in modo settario dai queer, che creerebbe uno scontro fra identità, anche questo discorso ha una sua plausibilità

Di questo culto trans non esiste traccia in Italia, si ricava da una serie di notizie americane ( va detto che oramai le fonti delle notizie che dall'Orto pubblica sono quasi esclusivamente di destra, spaziano dalla destra americana a Il giornale, tuttavia se le notizie sono vere è del tutto legittimo ) L'idea sostenuta sul Manifesto direi che si inserisca in questo quadro, la pretesa dei genitori di sradicare il disagio identitario dal proprio figlio, di giungere ad una soluzione rapida che elimini dolore e sofferenza arrivando ad una modificazione fisico-corporea, merita rispetto….anche se francamente io ci vedo una mentalità americana magari un po' troppo pragmatica, perché dubito che il genitore etero medio sia un Queer

Magari ai Queer potremo addebitare il quadro ed il contesto che favoriscono la decisione di correre verso un traguardo, ma certo non questo atteggiamento che sembra più che altro attribuibile alla Società in generale : molte condizioni esistenziali sono oggi dettate dalla negazione del lutto e il corpo contraffatto si sta equiparando al corpo vero. Interferire con lo sviluppo psicocorporeo nell’infanzia, bloccandolo o modificandolo medicalmente, sulla base di convinzioni o comportamenti ancora da evolvere, che così si rendono definitivi, è un abuso. I genitori non devono reprimere il disagio identitario del loro bambino

Ribadito sempre che in Italia i/le Trans minorenni si contano sulle dita di una mano….quindi è qualcosa che neanche esiste, però certamente qualcuno potrebbe pensare che ci avviamo a fare le stesse cose etc

 

 

 

 

 

Edited by Hinzelmann

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
11 minutes ago, Hinzelmann said:

Per me questa persona ha una sua teoria gender, il problema è che è quella di Ratzinger che ovviamente è l'esatto opposto di quella della Butler, poi se volete divertirvi a scrivere spropositi fate pure ma sostenere che siano la stessa cosa mi pare difficile

Federico Zappino che è il più importante studioso italiano della Butler

rivendica proprio l'identità tra "teoria queer" e "teoria del gender".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dav1de

Direi che confutare le opinioni altrui con la "retorica delle frasi fatte" sta diventando un pochino tedioso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
24 minutes ago, Hinzelmann said:

Per me questa persona ha una sua teoria gender, il problema è che è quella di Ratzinger che ovviamente è l'esatto opposto di quella della Butler, poi se volete divertirvi a scrivere spropositi fate pure ma sostenere che siano la stessa cosa mi pare difficile

Sono i queer come dello screen che ho riportato a inizio pagina e la Butler stessa a sostenere che siano la stessa cosa, mica lo dico io. Poi ovviamente a seconda dello "schieramento" ne viene dato un taglio positivo o negativo.

Mi autocito:

Quote

 

[Butler] Dice: "Gender theory is neither destructive nor indoctrinating: it simply seeks a form of political freedom".
https://www.newstatesman.com/2019/01/judith-butler-backlash-against-gender-ideology-must-stop

"La teoria gender non è né distruttiva né indottrinamento: cerca semplicemente una forma di libertà politica"
In sostanza riafferma positivamente quella che lei stessa definisce teoria gender in polemica con i conservatori, ma mica ne nega l'esistenza. Mica nega che la teoria gender per come viene presentata da quest'ultimi sia falsa, pur considerandola una buona cosa a differenza loro. 

[...]

Tra l'altro in quest'articolo scritto su un media generalista si tiene pure prudente dovendo rassicurare il pubblico cercando di indorare la pillola. I suoi scritti, Gender Trouble in primis, sono ben più radicali.

 

 

40 minutes ago, wwspr said:

La teoria queer auspica innanzitutto la distruzione delle fondamenta patriarcali/fasciste della cultura occidentale, che impongono un rigido binarismo e incatenano tutti in uno dei due monolitici ruoli di genere.

No, se fosse così sarebbe di una banalità sconcertante. Tutti ci auguriamo la scomparsa dei ruoli di genere sterotipici tradizionali al di là della causa che se ne ascrive, e questo sta andando avanti da ben prima delle comparsa delle teorie queer a partire dal '68 e la rivoluzione sessuale. Le teorie queer sono ben più radicali e vanno oltre il semplice ruolo di genere sostenendo che anche l'identità di genere e il sesso biologico sono costrutti socio-culturali plasmati dal potere patriarcale che vanno decostruiti e abbattuti. Uomo, donna, eterosessuale, omosessuale e via dicendo in questo senso non esistono e non significano nulla.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Siete d'accordo sul fatto che Ratzinger al minorenne gli direbbe che è nato maschio e tale deve rimanere mentre la Butler si affretterebbe -eventualmente troppo- a favorirne al transizione ( cd culto trans ) ?

Se siete d'accordo su questo capite anche che si tratta di due teorie opposte

altrimenti non ci si capisce niente e smettiamola qui

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Iron84

Io penso che la bontà di queste teoria sia nell'accogliere la diversità come arricchimento generale, quindi tanto ostracismo non lo comprendo.
Quello che trovo difficile capire è, nel momento in cui demoliamo qualsiasi riferimento, regola, valore ed anche condizione biologica, un domani su che basi costuiremo la nostra identità? Sono gay perchè non sono etero, ma se non esistesse l'eterosessualità io cosa sarei?

Penso che l'uomo oltre essere abbia bisogno anche di conformarsi, semmai scegliere da certi riferimenti, una libertà assoluta crea solo smarrimento.
Vabbè discorso davvero molto complesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
20 minutes ago, Hinzelmann said:

Siete d'accordo sul fatto che Ratzinger al minorenne gli direbbe che è nato maschio e tale deve rimanere mentre la Butler si affretterebbe -eventualmente troppo- a favorirne al transizione ( cd culto trans ) ?

Se siete d'accordo su questo capite anche che si tratta di due teorie opposte

Questo dipende dal taglio che se ne dà come dicevo, positivo o negativo a seconda della parte, ma di base la teoria rimane la stessa. 

Si può dibattere su una stessa identica teoria pur avendo posizioni diverse. 

Teoria del gender, in estrema sintesi, è sostenere che uomo e donna non esistono tanto nel genere quanto nel sesso biologico e sono costrutti socio-culturali frutto del potere patriarcale. In pratica potremmo rinominare la teoria del gender "teoria del costruzionismo sociale radicale".

Ratzinger e compagnia cantante considerano questo costruzionismo sociale radicale un male da combattere. La Butler e i queer lo ritengono invece un bene, qualcosa da perseguire. 

Ma di base la definizione della teoria, che enuncia appunto questo costruzionismo sociale radicale, è condivisa da entrambe le parti.

Cosa non è chiaro? Anche Butler e Zappino come diceva @Almadel lo sostengono. 

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Per me la discussione è finita qui

Divertitevi pure al gioco delle citazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
7 minutes ago, Hinzelmann said:

Siete d'accordo sul fatto che Ratzinger al minorenne gli direbbe che è nato maschio e tale deve rimanere mentre la Butler si affretterebbe -eventualmente troppo- a favorirne al transizione ( cd culto trans ) ?

Ovvio che le teorie hanno fini diversi, solo che condividono lo stesso assunto di base.

Il "culto trans" è una derivazione del pensiero mainstream e non di quello queer.

La Butler non  spingerebbe affatto il minorenne verso la transizione, perché neppure crede al concetto di disforia.

Come dice Porpora Marcasciano "siamo disforiche perché ci fanno sentire così" e nessuna trans queer si opera

per non uniformarsi nella gabbia mainstream di chi vuole obbligarci a incasellarci in un sesso.

Preciado ci ha messo ANNI per definirsi trans e non un "corpo queer femminile" che prendeva testosterone per "surfing ormonale"

proprio perché la sua cavolo di ideologia gli impediva di identificarsi come "uomo".

E anche Wladimir Luxuria ha tenuto un nome maschile per anni prima di accettarsi pienamente e operarsi,

proprio perché imbevuta di una ideologia che vede il genere come una "perfomance".

I queer sono da sempre piuttosto contrari alla medicalizzazione.

Dall'Orto è contrario al "culto trans" perché lui è vicino alle posizioni TERF delle femministe radicali

che criticano sia la transizione sia la GPA proprio come espressioni dell'ideologia LGBT mainstream.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Dal mio punto di vista tutto quello che hai scritto è PURO DELIRIO non c'è una sola affermazione che sia vera

Comunque è evidente che non esistono le basi di una discussione se non ci si intende su niente 

Quindi ha poco senso

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

In genere quando le citazioni vengono definite un cattivo modo di argomentare

è facile che si finisca per volere sottrarsi alla discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...