Jump to content
Mario1944

Quale capacità e quale durata del nuovo governo.

Recommended Posts

Pix
6 hours ago, Hinzelmann said:

Guarda non te la cavi con le citazioni

La realtà è quella che dico io, nessuno in Italia ha votato i 5S perchè avevano esperienza

Li hanno votati perchè nauseati da chi come Renzi aveva garantito : rottamazione e meritocrazia

Li hanno votati perché hanno imbastito una lunga campagna composta da notizie false, tifo da stadio e promesse roboanti. Ricordiamoci che il cavallo di battaglia del M5S è stato il reddito di cittadinanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Come se fossero gli unici a fare propaganda politica...

Anche Berlusconi ha fatto promesse roboanti e racconta balle dal 1994 ma i voti questa volta non li ha presi

E' evidente che gli Italiani hanno scelto esattamente l'opposto dell'esperienza e cioè persone nuove, di cui alcuni hanno avuto un'esperienza a livello amministrativo ( Lega ) ed altri no ( anche perchè come dimostrano le amministrative i 5S non hanno un ceto politico a livello locale....dove vincono solo in casi estremi di Comuni portati al dissesto economico : vedi Parma Livorno Torino e Roma )

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò

oh si ti prego, postaci qual che altro post di un qualsiasi gay attention whore che blasta lagggente 

tranne i queer che sono matti (tanto per loro la politica è quella dei corpi, mica quella in parlamento, anarchici benaltristi del menga) e i gay che si nascondono sotto le sottane di renzi, il 95% degli italiani dichiarerebbe guerra alla francia e prenderebbe a cannonate le barche delle ong

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944
  • Topic Author
  • 5 hours ago, freedog said:

    siamo o non siamo quelli dell'altra sponda???

    Ormai siamo quelli d'ambedue le sponde ed anche della terza..... quando ci sia....?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    Famiglie arcobaleno, Fraccaro: "Non è possibile annullare la registrazione all'anagrafe dei figli coppie gay"

    http://www.repubblica.it/cronaca/2018/06/20/news/famiglie_arcobaleno_fraccaro_non_e_possibile_annullare_la_registrazione_all_anagrafe_dei_figli_coppie_gay_-199518558/amp/

    Importante notare, come dice l'articolo, che: "Fraccaro è intervenuto a nome del ministero dell'Interno che, sul tema, ha consultato l'avvocatura di Stato."

    Quindi non succederà niente nonostante l'attivismo politico di Salvini delle ultime settimane? Oppure aspetta che si calmino le acque - cosa che non sarebbe da lui - per "contrattaccare"?

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    22 minutes ago, Uncanny said:

    Quindi non succederà niente nonostante l'attivismo politico di Salvini delle ultime settimane?

    esatto

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Beh il riferimento è questa sentenza del Consiglio di Stato che già aveva dato torto al precedente ministro dell'Interno, che aveva rivendicato il potere prefettizio di annullamento

    Ciò che fu illegittimo, in quanto tentato da Alfano resta illegittimo anche se è ministro Salvini

    Serve quindi una legge del parlamento

    http://www.dirittoegiustizia.it/allegati/16/0000075624/Consiglio_di_Stato_sez_III_sentenza_n_5047_16_depositata_il_1_dicembre.html?coc=15

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81

    Spazio ai no-vax con tanto di ricevimento ufficiale di un medico radiato

    https://www.nextquotidiano.it/luigi-gaetti-dario-miedico/

    per chi non lo ricordasse la Blundo è quella che nel 2016 dopo il terremoto del Lazio sostenne che i telegiornali avevano abbassato la magnitudo per non risarcire i terremotati...

    Oggi la sparata della coppia Di Maio-Salvini sui dieci vaccini che sono troppi con la ministro Grillo che si deve arrampicare sugli specchi https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/22/vaccini-incursione-di-salvini-la-grillo-risponde-tema-va-discusso-dal-ministero-della-salute/4444711/

    Segnalo anche l'altra perla del viceministro Sibilla per cui lo sbarco sulla luna è "controverso" ? https://www.ilpost.it/2018/06/21/carlo-sibilia-sbarco-luna/

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
  • Topic Author
  • Per ora Salvini sembra agitarsi molto per accontentare i suoi elettori e sottrarre consensi alle Stelle filanti, delle quali formalmente è espressione il governo:

    Ma s'agita sulle quisquilie e "dimentica" le promesse sostanziose:

    l'accoglienza di qualche centinaio di profughi contesi con Malta e la Spagna, la schedatura dei Rom, più o meno costituzionalmente lecita, i vaccini d'obbligo che son troppi dieci, gli abusivi sulle spiagge estive (e quelli sulle piazze del resto dell'anno?), fuochi e fiamme contro i burocrati europei....

    L'espulsione dei circa cinquecentomila immigrati clandestini, ovviamente dopo averli acciuffati, che sarebbe dovuta essere iniziata subito, è rimandata a quando?

    L'alleviamento degli adempimenti fiscali e burocratici delle imprese s'è persa nel nulla?

    La riduzione delle imposte per il ceto medio è ancora in meditazione?

    Vabbe', sono al governo da nemmeno un mese....

    tuttavia il tempo per sollevar polveroni inutili, se non controproducenti, l'hanno trovato!

    Se il buon giorno si vede dal mattino, siamo messi maluccio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    E' caduta la ridotta della Valle dell'Arno

    Resistono Lucca, Prato e Firenze...3 capoluoghi su 10

    Che il governo vada malissimo a questo punto è un imperativo categorico, perchè la linea politica del pop corn ha prodotto uno scambio di voti ai ballottaggi fra elettori Leghisti e 5S, il cui effetto misuriamo oggi

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81
    6 hours ago, Hinzelmann said:

    E' caduta la ridotta della Valle dell'Arno

    Resistono Lucca, Prato e Firenze...3 capoluoghi su 10

    Che il governo vada malissimo a questo punto è un imperativo categorico, perchè la linea politica del pop corn ha prodotto uno scambio di voti ai ballottaggi fra elettori Leghisti e 5S, il cui effetto misuriamo oggi

    Era prevedibile uno scambio di favori tra Lega e M5S alle comunali, in particolare a Pisa e Siena per i primi ed a Avellino e Imola per i secondi.

    Il PD limita i danni vincendo però in città storicamente ostiche (Brindisi, Trapani) perdendo roccaforti storiche (Pisa, Siena, Massa).

    Potrebbe essere interessante a livello nazionale l'esperimento di Imperia con Claudio Scajola che ha aggregato a se indipendenti di Forza Italia, PD e partiti di centro vincendo contro il candidato leghista. Vediamo se rimane un esperimento strettamente locale oppure no...

    Interessante anche il risultato di Messina, tra l'altro la città più importante come abitanti al voto, si parla di più di Siena (50 mila abitanti) rispetto a Messina (250 mila, cinque volte tanto), boh...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Beh, io credo che pesi nel caso di entrambi - Scajola e Cateno De Luca - il fatto che siano abbastanza "impresentabili"

    Cioè si tratta di due democristiani con una serie di scandali alle spalle

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    6 hours ago, Hinzelmann said:

    la linea politica del pop corn ha prodotto uno scambio di voti ai ballottaggi fra elettori Leghisti e 5S, il cui effetto misuriamo oggi

    a me pare invece che abbia portato a più del 50% di astenuti..

    (perchè continuano TUTTI a sottovalutare sto dato?)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Il fatto di aver scommesso tutto sia nel provocare la nascita ( attraverso il veto preventivo ad ogni forma di dialogo ) sia sulla previsione di una rapida ed ingloriosa fine del governo giallo-verde ( ci sarà da divertirsi=pop corn ) implica in modo autoevidente il pagamento di un pedaggio ( l'alleanza di fatto dei due partiti populisti che erano e sono,per ora, i più popolari in termini elettorali ).

    Poi ovviamente se rapida ed ingloriosa fine, avverrà o avvenisse...potrebbe pure essere convenuto, sia chiaro, ma questo lo sapremo da qui al 2019

    Mentre il collegamento fra pop corn ed astensione è molto meno evidente, il ché non significa che non esista, ma andrebbe spiegato.

    Spiegato in relazione ad un certo risultato, intendo, come è possibile nel caso sopra illustrato.

    Peraltro - a livello teorico - moltissimi studiosi di politica ci han sempre detto che tassi di diserzione alta alle urne, potevano non essere negativi, vuoi perchè sarebbe in parte il fisiologico effetto collaterale di sistemi elettorali, che limitando le scelte ( con sbarramenti premi e ballottaggi ) e la rappresentanza, permetterebbero in compenso di scegliere i governi, vuoi per il fatto che forse non sarebbe stato un male che chi "meno sa e/o meno conosce" non votasse.

    Queste due ultime considerazioni venivano svolte soprattutto pensando al voto per Berlusconi e Bossi etc tuttavia la realtà dei fatti ci dimostra invece che il premio finale viene proprio raccolto dai cd populisti ( Di Maio e Salvini )

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81
    3 hours ago, freedog said:

    a me pare invece che abbia portato a più del 50% di astenuti..

    (perchè continuano TUTTI a sottovalutare sto dato?)

    L'astensione è sempre altissima nel secondo turno dei ballottaggi.

    Lo scambio di favori M5S-Lega è abbastanza evidente in diverse città:

    Imola M5S-PD con Lega fuori vince il M5S

    Massa Lega-PD con M5S fuori vince la Lega

    Pisa Lega-PD con M5S fuori vince la Lega

    Siena Lega-PD con M5S fuori vince la Lega

    Avellino M5S-PD con Lega fuori vince il M5S

    Acireale M5S-PD con Lega fuori vince il M5S

    In tutte queste città la partecipazione era più alta rispetto alla media nazionale

    Invece dove i ballottaggi erano tra candidati di PD, Forza Italia e liste civiche non ci sono stati scambi di favori, vedi Imperia, Ancona, Viterbo, Aprilia, Fiumicino, Teramo, Torre del Greco, Brindisi, Messina, Ragusa, Siracusa, Iglesias, ecc...

    Significativo ma non sottolineato se non da pochissimi analisti è che quasi tutte le amministrazioni uscenti sono finte ko ad eccezione della sindaco del PD di Ancona e del sindaco di Forza Italia di Viterbo. Pochi anni fa fare due mandati era quasi normale oggi è diventata un'impresa ai limiti dell'impossibile, vuoi soprattutto perché i fondi ai comuni sono sempre meno.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
  • Topic Author
  • 19 hours ago, Fabius81 said:

    Era prevedibile uno scambio di favori tra Lega e M5S alle comunali,

    Dubito che i partiti si scambino "favori" nel senso di elettori...., se non altro perché qui, più che scambio, c'è stato travaso a favore della Lega non più Nord!

    Comunque Salvini potrebbe essere tentato di rovesciare il tavolo di governo ed andare a nuove elezioni, capitalizzando i suoi voti nell'ambito del centrodestra con suo primato e puntando ad avere la maggioranza dei seggi in Parlamento.

    Ma forse la cosa non piacerebbe molto a Berlusconi e forse neppure alla Meloni....

    18 hours ago, freedog said:

    a me pare invece che abbia portato a più del 50% di astenuti..

    In effetti siamo il massimo partito, peccato che probabilmente non abbiamo un'opinione uniforme.....

    15 hours ago, Fabius81 said:

    Significativo ma non sottolineato se non da pochissimi analisti è che quasi tutte le amministrazioni uscenti sono finte ko

    Comprese le Stelle filanti, il che conferma che dal blaterare al fare....

    Edited by Mario1944

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    15 hours ago, Fabius81 said:

    Significativo ma non sottolineato se non da pochissimi analisti è che quasi tutte le amministrazioni uscenti sono finte ko ad eccezione della sindaco del PD di Ancona e del sindaco di Forza Italia di Viterbo. Pochi anni fa fare due mandati era quasi normale oggi è diventata un'impresa ai limiti dell'impossibile, vuoi soprattutto perché i fondi ai comuni sono sempre meno.

    Se fosse solo questo il problema, ti dirò che sarebbe anche digeribile

    Ma qui - e parlo della Toscana - si inizia a temere che, come in Umbria, possa essere non tanto il risultato contingente di un voto contro le amministrazioni uscenti ( che ovviamente erano tutte di sinistra ) ma il risultato di una rottura definitiva fra territorio e sinistra

    Comprenderai che mentre l'idea di cambiare dei governi locali alla fine dei giochi è in sé e per sé digeribile, l'idea che la Toscana sia diventata da regione rossa, una regione leghista è al contrario una sorta di spauracchio ( anche perchè nel 2019 vi voterà a Firenze e nel 2020 ci sono le regionali )

    E' questo che in realtà preoccupa...tanto più che la sinistra tiene meglio in realtà territoriali dove era meno "radicata" ( Ancona Brindisi ) e d'altronde il M5S è totalmente disorganizzato a livello locale ( non sono riusciti a presentare un loro candidato a Siena, la città simbolo del crac MPS su cui tanto disse Grillo ) per cui può mettere radici solo la Lega

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog

    secondo me però sbagliamo a cercare, in un momento così fluido e in cui alla fine si vota più di pancia e in base ai like sui social (quando si va a votare..),  chi possa "mettere radici" (e Renzi, passato dal 40% ai popcorn in 3 anni) qsa dovrebbe insegnarci.

    l'idea stessa di "zoccolo duro" elettorale ormai mi pare quanto meno in grossa crisi; ma non solo qua, eh! 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Vabbè tu dici che il voto è fluido e quindi potrebbe essere normale non esistano più regioni rosse o nere

    E' una risposta certamente tranquillizzante

    Può essere anche vero che le cose stiano in questi termini

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
  • Topic Author
  • 1 hour ago, freedog said:

    l'idea stessa di "zoccolo duro" elettorale ormai mi pare quanto meno in grossa crisi; ma non solo qua, eh!

    Ineffetti più che zoccolo pare ciabatta ed anche scalchignata ? 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    2 hours ago, Hinzelmann said:

    tu dici che il voto è fluido e quindi potrebbe essere normale non esistano più regioni rosse o nere

    E' una risposta certamente tranquillizzante

    tranquillizzante? pensa un po': io la trovo inquietante invece!

    perchè è il corollario del fatto che di fondo non c'è nessun pensiero forte (o, come ora, nessun pensiero/progetto/ideale) e alla fine voti uno che ti sta più simpatico o meno sul q e sticazzi delle sue idee, o se è un razzista/classista.

    col risultato che ti ritrovi a governare dei perfetti imbecilli (i grullini) o dei cialtroni che ogni giorno ne devono sparare una più grossa del giorno prima solo per restare in alto nei sondaggi (chi ha detto salveeni?? ah, io)

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Beh "tranquillizzante" rispetto alla ipotesi che la Toscana sia diventata strutturalmente una regione "leghista"

    O Comunque una regione in cui se il PD non si allea coi 5S, è fritto in quasi ogni capoluogo di provincia

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
  • Topic Author
  • 8 minutes ago, freedog said:

    perchè è il corollario del fatto che di fondo non c'è nessun pensiero forte (o, come ora, nessun pensiero/progetto/ideale) e alla fine voti uno che ti sta più simpatico o meno sul q e sticazzi delle sue idee, o se è un razzista/classista.

    Be' questo implica però che il "pensiero forte" sia anche "ragionevole" e "verosimile", ché, se non lo sia, forse è meglio ridursi a votare il più simpatico o meno antipatico, che poi non è in fondo necessariamente un pessimo criterio di scelta ?

    Tanto per non far nomi, il pensiero marxista era certamente un "pensiero forte", anche troppo direi...., eppure era scarsamente ragionevole e verosimile ed infatti quali effetti rovinosi abbia avuti per i popoli che lo seguirono è ben noto.

    Quindi, se la carenza di pensiero forte implica anche la carenza di uno Stalin od anche di un Lenin, non è che ce ne possiamo lamentare, seppur ci dobbiamo sorbire un Salvini od un Grillo Di Maio, certo meno fortemente pensanti, ma probabilmente anche meno rovinosamente agenti (almeno si spera....).

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81
    On 6/26/2018 at 11:38 AM, Hinzelmann said:

    E' questo che in realtà preoccupa...tanto più che la sinistra tiene meglio in realtà territoriali dove era meno "radicata" ( Ancona Brindisi ) e d'altronde il M5S è totalmente disorganizzato a livello locale ( non sono riusciti a presentare un loro candidato a Siena, la città simbolo del crac MPS su cui tanto disse Grillo ) per cui può mettere radici solo la Lega

    Esatto, a livello meramente numerico per il PD non si può parlare di una disfatta ma di un arretramento (d'altra parte il confronto con il 2013 quando ebbe un vento a favore eccezionale era quasi improponibile). Analizzando territorialmente emerge questo paradosso che perde praticamente tutte le roccaforti ma vince in città fino a poco tempo fa considerate impossibile come a questo turno Brindisi e Trapani.

    È un trend non di queste elezioni ma già in atto dal 2016, quando il PD perse città "rosse" come Grosseto e Savona ma vinse in posti impensabili come Latina (considerata la città più a destra d'Italia) e Caserta. Da capire se sia una intenzione di punire dei sistemi dominanti di potere (nel caso di Siena il sistema era davvero perverso) o siamo davanti ad un cambiamento epocale del voto, un po' come negli Stati Uniti del secondo dopoguerra in cui le zone democratiche e repubblicane in pochi anni si invertirono (storicamente il Sud era Democratico e il New England Repubblicano).

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    3 minutes ago, Fabius81 said:

    (storicamente il Sud era Democratico

    eh beh, i nostalgici dello schiavismo, quelli col poster del Generale Lee in bella vista, il KKK & compagnia razzista/segregazionista..

    ce li vedevo proprio a inneggià ai Kennedy...

    possibile che non ce la fai MAI a imbroccanne mezza?????

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81
    1 hour ago, freedog said:

    eh beh, i nostalgici dello schiavismo, quelli col poster del Generale Lee in bella vista, il KKK & compagnia razzista/segregazionista..

    ce li vedevo proprio a inneggià ai Kennedy...

    possibile che non ce la fai MAI a imbroccanne mezza?????

    Guarda la cartina delle elezioni del 1932, gli unici stati repubblicani (in rosso) erano quelli del New England

    https://en.wikipedia.org/wiki/United_States_presidential_election,_1932

    questo poco più di trent'anni dopo

    https://en.wikipedia.org/wiki/United_States_presidential_election,_1968

    dopo il 1945 ci fu l'inversione del voto nord-sud nella costa orientale

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    Repubblicani e Democratici si sono scambiati di piattaforme politiche nel 1912 con l'elezione di Woodrow Wilson, poi con il New Deal si sono anche scambiati di elettorato. 

    Lincoln, che ha portato all'abolizione della schiavitù, era repubblicano. I democratici invece erano pro-schiavismo. 100 anni dopo a portare all'abolizione della segregazione razziale sono stati i democratici, mentre i repubblicani erano contrari. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Layer

    Il Partito Democratico in USA era il partito votato dai razzisti del Sud, ed era dunque votato dai bianchi pro-schiavitù e, poi, pro-segregazione. 

    Il Partito Repubblicano era il partito progressista e radicale (fu grazie a loro che fu abolita la schiavitù - Lincoln per altro era uno dei moderati del P. Rep di allora, nemmeno il più radicale...).

    Una serie di scissioni e cambiamenti socio-culturali ed economici - iniziati alla fine del XIX secolo - ha portato oggi a una situazione opposta, dove il P. Dem. è il partito del mercato libero, le minoranze etniche/immigrate, il progressismo sociale, mentre il P. Rep. per il protezionismo, l'America First e il conservatorismo sociale.

    Fermo restando quindi che - sul piano storico - l'ha imbroccata, questa volta, è il parallelismo con la nostra situazione che c'azzecca poco. 

    Edited by Layer

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      8 members have viewed this topic:
      iloveyoumen  Minamimoto  LuxAeterna  BerryJuice  castello  Simba  Mike  PiNKs 
    ×
    ×
    • Create New...