Jump to content
Sign in to follow this  
Sbuffo

Sondaggio Elezioni Europee 2014

  

57 members have voted

  1. 1. Per chi voterai alle europee del 25 maggio?

    • Partito Democratico
      12
    • Forza Italia
      0
    • Movimento5Stelle
      15
    • L'Altra Europa con Tsipras (Sinistra Ecologia Libertà+Rifondazione Comunista+Azione Civile+società civile).
      21
    • Scelta Europea con Guy Verhofstadt (Scelta Civica+Fare per Fermare il Declino+Centro Democratico)
      0
    • Nuovo Centrodestra+Unione di Centro+Popolari per l'Italia
      0
    • Italia dei Valori
      0
    • Verdi - Green Italia
      1
    • Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale
      1
    • Lega Nord
      3
    • Scheda Bianca
      0
    • Voto Nullo
      0
    • Astensine
      4


Recommended Posts

Sbuffo

Mancano oramai meno di due mesi alle prossime elezioni europee.

 

Le europee si terranno in tutti i 28 paesi dell'Unione Europea tra le giornate del 22 e il 25 maggio.
In Italia in particolare si terranno domenica 25 maggio.
I cittadini europei saranno così chiamati a rinnovare i 751 posti del Parlamento Europeo (all'Italia ne spettano 73) e conseguentemente il Presidente della Commissione Europeo (più tutta la Commissione stessa) da esso eletto.
 
Ogni partiti politico Italiano fa parte di alcune grandi famiglie politiche europee che sono riunite in gruppi parlamentari, cioè i seguenti:
 
-PPE (Gruppo del Partito Popolare Europeo).
-S&D (Gruppo Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici).
-ALDE (Gruppo Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa).
-V-ALE (Gruppo Verdi - Alleanza Libera Europea).
-ECR (Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei).
-GUE/NGL (Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica).
-ELD (Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia).
 
15hz9rp.jpg
 
I candidati per la Presidenza della Commissione Europea sono invece i seguenti:
 
-Jean-Claude Juncker sostenuto dal Partito Popolare Europeo (PPE).
-Martin Schulz sostenuto dal Partito Socialista Europeo (S&D).
-Guy Verhofstadt sostenuto dai Liberali (ALDE).
-Ska Keller sostenuta dai Verdi (V-ALE).
-Alexis Tsipras sostenuto dalla Sinistra Europea (GUE/GNL) .
 
Ovviamente i 2 favoriti che veramente si contendono la presidenza sono i 2 candidati di Pse e Ppe cioè Schulz e Junker.
 
mt09ch.jpg
 
L'attuale collocazione europea dei partiti politici italiani che si presenteranno alle europee dovrebbe essere la seguente:
 
S&D (Gruppo Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici):
 
-Partito Democratico
 
PPE (Gruppo del Partito Popolare Europeo):
 
-Forza Italia
 
-Nuovo Centrodestra+Unione di Centro+Popolari per l'Italia
 
GUE/NGL (Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica):
 
-l'Altra Europa con Tsipras (Sinistra Ecologia Libertà+Rifondazione Comunista+Azione Civile+società civile).
 
V-ALE (Gruppo Verdi - Alleanza Libera Europea):
 
-Verdi
 
ALDE (Gruppo Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa):
 
-Italia dei Valori 
 
-Scelta Europea con Guy Verhofstadt (Scelta Civica+Fare per Fermare il Declino+Centro Democratico)
 
EFD (Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia):
 
-Lega Nord
 
Attualmente non affiliati a nessun gruppo europeo:
 
-Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale
 
-Movimento5Stelle
 
Questi i simboli dei partiti italiani che dovremmo trovare sulla scheda elettorale per le europee:
 

sb4sv8.jpg

 

Queste elezioni avranno probabilmente una doppia lettura:
-da un lato quella europea per decidere quale strada dovrà prendere l'Unione Europea, se continuare con sotto la guida dei popolari europei così come alle ultime europee (visto che alle scorse europee vinse il Ppe e nominarono Barroso presidente, il quale veniva appunto dal Ppe) con le loro politiche di rigore oppure se passare ad una guida socialista certamente più flessibile dal lato del rigore o se invece far vincere forze più critiche di sinistra o altre decisamente più euroscettiche ed antieuropee di destra.
-dall'altro lato quella nazionale e cioè un modo per misurare e verificare lo stato elettorale dei vari partiti: dal M5S nel dopo espulsioni, a Forza Italia senza Berlusconi candidato, a Ncd che affronta le sue prime elezioni, al Pd di Renzi che si sottoporrà al suo primo giudizio elettorale. 

Voi quale partito pensate di votare? e perchè?

Edited by Sbuffo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sbuffo
  • Topic Author
  • Personalmente sono indeciso tra Partito Democratico e L'Altra Europa con Tsipras.

     

    L'Altra Europa mi piacerebbe perchè credo sia sempre importante portare una voce di sinistra e i relativi valori (come uguaglianza, laicità, ecc...) in europa e sarebbe un peccato se non riuscissero a superare lo sbarramento del 4% e contemporaneamente aiutare in Italia partiti di sinistra come Sel (che fa parte della lista l'Altra Europa) a non scomparire.

     

    Allo stesso tempo però Tsipras in Europa non ha speranza mentre votando il Partito Democratico si va a dare la maggioranza al Pse nel parlamento europeo e questo vuol dire permettere di far eleggere Martin Schulz alla Presidenza Ue, personalmente lo ritengo importante per evitare che i Popolari ritornino ad avere la maggioranza e quindi la presidenza Ue visto che se così fosse ci toccherebbero altri 5 anni di rigore economico/austerità.

    Edited by Sbuffo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Rotwang

    Se voto, L'Altra Europa di Tsipras

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    SheilaCarter

    La Lupin non c'è? Io vorrei votare lei.. La vedo ganza!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    conrad65

    deluso e disincantato, non ho idea al momento: sicuramente non voterò per un partito di centro-destra e non voterò per il PD

    ah e non rilascio certo feedback di ebay sulla scheda elettorale XD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81

    Penso di fare una scelta un po anomala e di dare il voto a "Scelta Europea", il partito più europeista di quelli in corsa, a cui pare si vogliano aggiungere anche i Radicali. Avrei votato Sel se avesse fatto un accordo con i Verdi in modo da fare un serio partito eco-socialista in Italia, invece ha preferito andare con gli zombies di Rifondazione e Comunisti Italiani.

     

    Sarà interessante vedere dove si schiererà il M5S una volta eletti i parlamentari, escludendo Pse, Ppe e Alde, e direi al 100% anche il gruppo delle destre, potrebbe andare o con il GUE/NGL, dando un grosso contributo ad eleggere Tispiras, o con il Partito Verde oppure come più probabile rimanere nei non-iscritti.

     

    Penso che ci sarà anche una spaccatura nelle destre, tra i partiti di destra solamente euroscettici e nazionalisti (Front National, Fratelli d'Italia, Fpoe, ecc...) e quelli di ultradestra duri e puri (Lega Nord, Alba Dorata, Jobbik, che potrebbero per la prima volta essere in numero sufficiente da avere una rappresentanza del Fronte Nazionale Europeo).

     

    Previsione : buona tenuta del PD con aumento di voti rispetto alle politiche, bene anche M5S, FDI (con voti provenienti da FI) e forse sorpresa proprio di SE, inevitabile boom della Lega, calo pesante per FI, autentiche incognite Un Altra Europa e NCD-PPI.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    coeranos

    Ma in Scelta Europea ci sono gli omofobi di Scelta Civica.

     

    Io vedo una sola possibilità sensata di voto e cioè la Lista Tsipras.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

    Personalmente sono indeciso tra Partito Democratico e L'Altra Europa con Tsipras.

     

    L'Altra Europa mi piacerebbe perchè credo sia sempre importante portare una voce di sinistra e i relativi valori (come uguaglianza, laicità, ecc...) in europa e sarebbe un peccato se non riuscissero a superare lo sbarramento del 4% e contemporaneamente aiutare in Italia partiti di sinistra come Sel (che fa parte della lista l'Altra Europa) a non scomparire.

     

    Allo stesso tempo però Tsipras in Europa non ha speranza mentre votando il Partito Democratico si va a dare la maggioranza al Pse nel parlamento europeo e questo vuol dire permettere di far eleggere Martin Schulz alla Presidenza Ue, personalmente lo ritengo importante per evitare che i Popolari ritornino ad avere la maggioranza e quindi la presidenza Ue visto che se così fosse ci toccherebbero altri 5 anni di rigore economico/austerità.

     

    Il fiscal compact lo ha votato il PD in parlamento.

    La sinistra in Italia non esiste, purtroppo.

     

    http://parlamento16.openpolis.it/votazione/camera/trattato-sul-fiscal-compact-ddl-5358-voto-finale/39320

     

    http://www.beppegrillo.it/2014/01/il_colossale_inganno_del_fiscal_compact_.html

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  • Il fiscal compact a dire la verità è un impegno internazionale che è stato preso all'inizio dal presidente del consiglio berlusconi (e successivamente da Monti) in sede di consiglio europeo, il parlamento lo ha poi ratificato perchè gli impegni internazionali si mantengono e perchè su quel testo c'era un consenso internazionale di tutti i paesi Ue e anche perchè in quel momento poteva servire un segnale di rigore ma il rigore non può durare per sempre perchè sennò può uccidere un paese.

     

    Io credo che ora ci sia necessità di allentare e dare respiro ai conti pubblici permettendo investimenti.

     

    Ad esempio Schulz (il candidato del Pse e del Pd alla presidenza ue) intervistato dalla Gruber ad Otto e Mezzo sul vincolo del 3% ad esempio ha detto:

     

     

    "Gli investimenti nel futuro, nella ricerca, nello sviluppo, nella qualifica dei giovani, nelle infrastrutture digitali, da tutto ciò dipende il futuro economico dell'Europa, sono investimenti per il futuro anche se vengono finanziati con dei crediti, non possiamo dire non investiamo più nel futuro perchè abbiamo questo criterio del 3%......Gli investimenti per il futuro non devono diventare un criterio di debito bensì un investimento per il futuro".

     

    Le regole e le politiche si possono cambiare e si cambiano a seconda della maggioranza che ci sarà nel parlamento europeo e a seconda di chi sarà presidente della commissione Ue.

    Edited by Sbuffo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

    Il fiscal compact a dire la verità è un impegno internazionale che è stato preso all'inizio dal presidente del consiglio berlusconi (e successivamente da Monti) in sede di consiglio europeo, il parlamento lo ha poi ratificato perchè gli impegni internazionali si mantengono e perchè su quel testo c'era un consenso internazionale di tutti i paesi Ue e anche perchè in quel momento poteva servire un segnale di rigore ma il rigore non può durare per sempre perchè sennò può uccidere un paese.

     

    Io credo che ora ci sia necessità di allentare e dare respiro ai conti pubblici permettendo investimenti.

     

    Ad esempio Schulz (il candidato del Pse e del Pd alla presidenza ue) intervistato dalla Gruber ad Otto e Mezzo sul vincolo del 3% ad esempio ha detto:

     

     

     

    Le regole e le politiche si possono cambiare e si cambiano a seconda della maggioranza che ci sarà nel parlamento europeo e a seconda di chi sarà presidente della commissione Ue.

     

    Il vincolo del 3% non esisterà più perchè il fiscal compact impone il pareggio di bilancio per i prossimi 20 anni.

    Inoltre gli impegni dei governi Monti e Letta, appoggiati dal PD, sono stati inutili. Il debito è aumentato e l'economia va sempre peggio. 

    E vogliamo parlare del MES? Il fondo salva Stati da 50 miliardi per salvare i debitori dei tedeschi. 

    Quando c'è da pagare l'Italia va sempre bene e in cambio dobbiamo fare sacrifici perchè ''cattivi''.

    Per la felicità della Germania.

    Il PD è solo garanzia di continuità di questo sistema folle.

     

    http://scenarieconomici.it/litalia-ha-gia-sborsato-50-miliardi-per-prestiti-ad-efsf-e-contributi-a-esm/

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  • Il Pd e il Pse hanno già detto che vogliono cambiare questo sistema così come Schultz, prima c'era il Ppe che aveva la maggioranza nel Parlamento Europeo e la commissione aveva un presidente del Ppe ed il Ppe è notorio che sia su posizioni pro-rigore.

     

    Il fiscal compact per altro continua a mantenere in vigore il vincolo del 3% deficit/pil, quello che ci chiede ulteriormente è di ridurre in 20 il rapporto deficit/pil sotto il 60%.

     

    Per altro Taddei che è il consigliere economico di Renzi sostiene che è assurdo pensare di pagare 50 miliardi di fiscal compact quest'anno e sostiene che non sia nemmeno previsto perchè tale obiettivi valgono se il ciclo economico non è avverso e non sono applicabili meccanicamente.

    http://www.partitodemocratico.it/doc/266904/fiscal-compact-chi-piano-renziano-per-evitare-una-bastonata-da-50-miliardi.htm

     

    "Il Fiscal compact, come si sa, ci chiede, a partire dal prossimo anno, un obiettivo doppio. Da un lato l'obbligo del perseguimento di un disavanzo strutturale contenuto. Dall'altro una riduzione del rapporto fra debito pubblico e pil al ritmo di un ventesimo all'anno, ovvero del 3 per cento circa, fino al raggiungimento del 60 per cento sul pil nell'arco di un ventennio. La prima norma, si sa, ci chiede dunque di non superare il tre per cento del rapporto tra deficit e prodotto interno lordo. La seconda norma, invece, ci chiede di trovare a partire dal prossimo anno cinquanta miliardi di euro. Ma attenzione. Questi obiettivi valgono se il ciclo economico non è avverso, non sono applicabili meccanicamente".

    Prosegue Taddei. "C'è un problema che tutti fanno finta di ignorare. Il problema è tecnico ma è un punto fondamentale. Si tratta di una questione di comprensione delle norme. Provo a essere chiaro. Le norme di cui abbiamo parlato finora entrano in azione solo a condizione che la crescita reale di un paese coincida con la crescita potenziale di quel paese (ossia una crescita al netto della componente ciclica e delle misure di bilancio una tantum, ndr). Più sarà la distanza tra questi valori e più i trattati europei ci permettono di poter muovere le leve della flessibilità".

     

    Edited by Sbuffo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    privateuniverse

    Voterò per la Lista Tsipras, senza dubbio. Una delle mie preferenze andrà senz'altro alla Spinelli, per le altre due devo ancora decidere.

     

    E' l'unica lista che si oppone con risolutezza alla politica dell'austerità, all'Europa solo monetaria, alla TTIP (Partnership Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti), della quale si parla poco, anche perché i negoziati si svolgono nella più grande segretezza, ma che costituisce un potentissimo attacco ai diritti dei cittadini e dei lavoratori europei.

     

    Il voto al PD lo escludo assolutamente, sia per quel che è il PD oggi, un vero aborto politico, un partito di centro praticamente indistinguibile da Berlusconi, sia per la sua adesione al PSE, un partito che, a livello europeo, comprende partiti la cui connotazione socialista, socialdemocratica o laburista è talmente sbiadita da renderli un'alternativa estremamente blanda ai partiti conservatori.

     

    Da questo punto di vista i partiti del PSE sono i degni compagni di strada del PD.

    Edited by privateuniverse

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

     

    Il Pd e il Pse hanno già detto che vogliono cambiare questo sistema così come Schultz, prima c'era il Ppe che aveva la maggioranza nel Parlamento Europeo e la commissione aveva un presidente del Ppe ed il Ppe è notorio che sia su posizioni pro-rigore.

     

    Il fiscal compact per altro continua a mantenere in vigore il vincolo del 3% deficit/pil, quello che ci chiede ulteriormente è di ridurre in 20 il rapporto deficit/pil sotto il 60%.

     

    Per altro Taddei che è il consigliere economico di Renzi sostiene che è assurdo pensare di pagare 50 miliardi di fiscal compact quest'anno e sostiene che non sia nemmeno previsto perchè tale obiettivi valgono se il ciclo economico non è avverso e non sono applicabili meccanicamente.

    http://www.partitodemocratico.it/doc/266904/fiscal-compact-chi-piano-renziano-per-evitare-una-bastonata-da-50-miliardi.htm

     

     

     

     

    Facciamo chiarezza.

    http://goofynomics.blogspot.it/2014/03/lievi-imprecisioni-sul-fiscal-compact.html

     

    P.s.

    Prima delle elezioni tutti dicono che vogliono cambiare ma poi puntualmente eseguono gli ordini delle elite finanziarie 

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  • Ma ora come ora si sono accorti tutti nel Pse sia italiana che europea che c'è bisogno di flessibilità sui vincoli europei per evitare che ci uccidano, mentre avere altri 5 anni di Ppe e di un presidente Ue del Ppe vorrebbe dire continuare con la politica di continuità sul rigore.

     

    Per altro qui c'è un'articolo di un'economista che va nella direzione di quanto diceva Taddei per cui per il fiscal compact si dovrebbero spendere non 50 miliardi ma nemmeno 30 ma solo 7 miliardi (se seguiamo le previsioni della commissione ue):

    http://www.firstonline.info/a/2014/01/18/quante-bugie-sul-fiscal-compact-ridurre-il-debito-/88d5b791-ffbd-40a6-8e73-04bfd23a7713

     

    In ogni caso la sfida della Ue è se avere una guida Pse o una guida Ppe perchè sono quelli i 2 gruppi parlamentari che si contendono la maggioranza al parlamento europeo e la presidenza Ue e secondo me è preferibile una maggioranza/presidenza Pse se non altro perchè abbiamo sperimentato gli ultimi 10 anni di rigore targati Ppe.

     

    Basta anche guardare i sondaggi, c'è un testa a testa tra pse/ppe che si avvicinano entrambe al 30%, mentre gli altri gruppi si attestano su percentuali che non raggiungono nemmeno il 10%:

     

    8wbfuq.jpg

    Edited by Sbuffo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    da straniero ignorante (fuori EU) vi chiedo:

     

    perchè le europee sono così importanti per i partiti ?

     

    perchè è un test per capire che percentuali fanno i partiti o ci sono motivi profondi del tipo che sono elezioni importanti ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Fabius81

    Ma in Scelta Europea ci sono gli omofobi di Scelta Civica.

     

    Scelta Civica ha perso la componente democristiana (la corrente di Mario Mauro) che ha formato la lista PPI-UDC-NCD, ci sono dentro i laici di Centro Democratico e forse anche i Radicali, l'unica cosa che mi lascia perplesso in questa lista è la presenza di Fare di Giannino, che trovo poco più che un partitino folcloristico fondato sul suo leader.

    Nel frattempo in Ungheria i leghisti locali alle elezioni di ieri sono oltre il 20%...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Io apprendo dell'esistenza di questa sigla, ora....XD

     

    Non direi che Centro Democratico sia propriamente una formazione

    laica se è quella di Tabacci, che comunque considererei un cattolico

    liberale

     

    Un plauso al nome -nettamente controcorrente- di "scelta europea"

    se lo meritano...non so quanto possa attrarre voti di questi tempi !

     

    Non so quanto sia astuta la mossa socialista di candidare un tedesco

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944

    @marco7

    Non so se altrove sia lo stesso, ma i partiti in Italia considerano le elezioni europee soprattutto un test dei rispettivi consensi e del resto non hanno nemmeno tutti i torti perché gli elettori stessi tendono a votarli secondo un'ottica meramente interna.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

    da straniero ignorante (fuori EU) vi chiedo:

     

    perchè le europee sono così importanti per i partiti ?

     

    perchè è un test per capire che percentuali fanno i partiti o ci sono motivi profondi del tipo che sono elezioni importanti ?

     

    Sono importanti perchè di fatto è un voto su questa disastrosa unione monetaria.

    Solo una forte ondata di movimenti a favore dei popoli e meno delle banche possono mettere in discussione questo sistema.

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

    Ma ora come ora si sono accorti tutti nel Pse sia italiana che europea che c'è bisogno di flessibilità sui vincoli europei per evitare che ci uccidano, mentre avere altri 5 anni di Ppe e di un presidente Ue del Ppe vorrebbe dire continuare con la politica di continuità sul rigore.

     

    Per altro qui c'è un'articolo di un'economista che va nella direzione di quanto diceva Taddei per cui per il fiscal compact si dovrebbero spendere non 50 miliardi ma nemmeno 30 ma solo 7 miliardi (se seguiamo le previsioni della commissione ue):

    http://www.firstonline.info/a/2014/01/18/quante-bugie-sul-fiscal-compact-ridurre-il-debito-/88d5b791-ffbd-40a6-8e73-04bfd23a7713

     

    In ogni caso la sfida della Ue è se avere una guida Pse o una guida Ppe perchè sono quelli i 2 gruppi parlamentari che si contendono la maggioranza al parlamento europeo e la presidenza Ue e secondo me è preferibile una maggioranza/presidenza Pse se non altro perchè abbiamo sperimentato gli ultimi 10 anni di rigore targati Ppe.

     

    Basta anche guardare i sondaggi, c'è un testa a testa tra pse/ppe che si avvicinano entrambe al 30%, mentre gli altri gruppi si attestano su percentuali che non raggiungono nemmeno il 10%:

     

    8wbfuq.jpg

     

    Sai chi ha scritto quell'articolo? E' moglie di un noto banchiere ex membro della commissione europea.

    Insomma, parliamo di gente che ha interesse a far durare questo sistema. Marciume.

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  • Vabbè ma così non va bene l'opinione di nessuno, Taddei non va bene perchè è del Pd, la De Romanis non va bene perchè è moglie di Bini Smaghi.

     

    Altro economista Michele Boldrin anche lui da ragione alla De Romanis e la cita sulla sua pagina facebook:

    https://it-it.facebook.com/mic.boldrin/posts/10202602050708393?stream_ref=10

     

    Ma anche l'economista Boldrin non andrà bene sicuramente.

     

    Che poi il fatto di essere la moglie di qualcuno non vuol dire che uno non debba pensare e ragionare con la propria testa in modo indipendente (mi sembra un ragionamento per altro pure maschilista).

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    wesker

    Penso che voterò PD. Più che altro perché vorrei Shulz presidente. Finalmente potremmo riavere una Commissione forte , come quella Prodi o Delors, e non asservita al Consiglio Europeo come Barroso.

     

     

     

    Sono importanti perchè di fatto è un voto su questa disastrosa unione monetaria.

     Su che basi dici che l'eurozona è stata disastrosa? Perché lo dice la grandissima economista Lidia Undiemi? 

    A chi è contro l'euro chiedo di fare un piccolo sforzo mentale e guardare questo video di Bloomberg. 

    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=C8xAXJx9WJ8

     

    Capisco che l'eurozona non sia perfetta, ma la soluzione non è sfasciare tutto, (come disse Draghi: "the euro is irreversible"), ma completarla con una vera unione fiscale e politica. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ican

    Vabbè ma così non va bene l'opinione di nessuno, Taddei non va bene perchè è del Pd, la De Romanis non va bene perchè è moglie di Bini Smaghi.

     

    Altro economista Michele Boldrin anche lui da ragione alla De Romanis e la cita sulla sua pagina facebook:

    https://it-it.facebook.com/mic.boldrin/posts/10202602050708393?stream_ref=10

     

    Ma anche l'economista Boldrin non andrà bene sicuramente.

     

    Che poi il fatto di essere la moglie di qualcuno non vuol dire che uno non debba pensare e ragionare con la propria testa in modo indipendente (mi sembra un ragionamento per altro pure maschilista).

    Andrebbe bene un opinione terza e imparziale. E come andare a chiedere ai giornalisti del tg5 cosa pensano di Berlusconi.

    Con tutto il cuore, tutti tranne schulz se proprio devono vincere.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Eilat

    Penso che voterò PD. Più che altro perché vorrei Shulz presidente. Finalmente potremmo riavere una Commissione forte , come quella Prodi o Delors, e non asservita al Consiglio Europeo come Barroso.

     

     Su che basi dici che l'eurozona è stata disastrosa? Perché lo dice la grandissima economista Lidia Undiemi? 

    A chi è contro l'euro chiedo di fare un piccolo sforzo mentale e guardare questo video di Bloomberg. 

    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=C8xAXJx9WJ8

     

    Capisco che l'eurozona non sia perfetta, ma la soluzione non è sfasciare tutto, (come disse Draghi: "the euro is irreversible"), ma completarla con una vera unione fiscale e politica. 

     

    Non va bene per il semplice fatto che ci sono squilibri troppo forti tra i paesi del Sud e quelli del Nord.

    La Germania va così bene perchè andiamo male noi.

    Se la Germania fa esportazioni da record vuol dire che tutti gli altri importano più di quando esportano.

    Unioni monetarie tra paesi completamente diversi finiscono sempre per fallire e i più deboli ne pagano le conseguenze.

    Lo dice la storia. 

    Il tasso di cambio fisso (euro su dollaro) uguale per tutti finisce per favorire alcuni e sfavorire altri.

    Per i tedeschi l'euro è svalutato e quindi esportano di tutto a prezzi competitivi mentre per i paesi del Sud è troppo forte.

    Ne consegue che noi importiamo a prezzi convenienti ma nessuno ci compra più i nostri prodotti.

    La conclusione qual'è? Noi ci indebitiamo sempre di più e per resistere, non potendo intervenire sulla flessibilità del cambio, si svaluta il lavoro e quindi i salari.

    Un'altra Europa è possibile ma senza questo euro.

    Nulla è irreversibile in economia tranne per chi ha dei vantaggi da questo sistema e Draghi ha una bella poltrona da difendere.

    Edited by Dragon

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Chris

     


    Nel frattempo in Ungheria i leghisti locali alle elezioni di ieri sono oltre il 20%...

    Più neofilonazisti o ultradestra direi.

     

    Io voterò Pd (per avere Shultz come presidente) o L'altra europa per le tematiche che porta, anche se non si è ben capito dove si siederà e soprattutto - mea culpa - non sopporto Ferrero e Rifondazione.

    L'unica cosa che mi blocca un po' nel votare Pd, è che sarebbe un voto anche a Renzi, visto che i politici nostrani lo prendono come un test nazionale.

     

    Tzipras in italia secondo me sta al 4-5%, molto probabilmente l'unico partito oltre Pd, Fi e M5S a superare la soglia del 4%. Alfano con l'Udc ha qualche chances, ma Ncd secondo me farà un bel flop rispetto quel che si aspettano.

     

    Per aiutare la discussione, vi linko alcuni nomi che sono trapelati di possibili candidati (anche perché la mia scelta pd-tzipras alla fine sarà in base alle liste)

    http://www.huffingtonpost.it/2014/04/06/europee-pd-matteo-renzi-schiera-marco-tardelli_n_5099357.html?utm_hp_ref=italia-politica

    http://www.huffingtonpost.it/2014/04/07/europee-pd-liste-mugugni-tardelli-emiliano-annibali-no_n_5105179.html?utm_hp_ref=italy

     

    Lucia Annibali (la donna sfregiata dall'acido dal marito) e Tardelli non mi sembrano il top della competenza, ad esempio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  •  

    Andrebbe bene un opinione terza e imparziale. E come andare a chiedere ai giornalisti del tg5 cosa pensano di Berlusconi.
    Con tutto il cuore, tutti tranne schulz se proprio devono vincere.

     

    Ah sì molto meglio lasciar vincere Juncker dando altri 5 anni di presidenza al Ppe visto l'ottimo lavoro fatto negli ultimi 10.

     

    Come si vota alle Europee?

     

    Sistema proporzionale con sbarramento al 4% e la possibilità di esprimere fino a 3 preferenze all'interno della lista votata.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Chris

    Proporzionale puro, con sbarramento 4% dal 2009: collegio unico nazionale diviso in 5 circoscrizioni (nord est, Nord ovest, centro, sud, isole).

    Voto di preferenza plurimo, fino a 3 candidati.

    @Sbuffo mi ha anticipato xD

    Edited by Chris

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ican

     

     

     

    Ah sì molto meglio lasciar vincere Juncker dando altri 5 anni di presidenza al Ppe visto l'ottimo lavoro fatto negli ultimi 10.

     

     

    Sistema proporzionale con sbarramento al 4% e la possibilità di esprimere fino a 3 preferenze all'interno della lista votata.

     

    Non ho detto che preferisco juncker, ma che non volevo, sempre se vinceranno, Schulz. E' ben diverso.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

    Sign in to follow this  

    • Who Viewed the Topic

      1 member has viewed this topic:
      Sweeyboy14 
    ×
    ×
    • Create New...