Jump to content
cloroformio

APPROCCIO PROBLEMATICO AD UN RAGAZZO GAY

Recommended Posts

Mario1944
35 minutes ago, AndreDgl said:

Se vivi in funzione di quello che gli altri pensano di te, si potrebbe non essere facile. Me il problema è più tuo che loro... In che modo il loro pregiudizio inficia la tua serenità? Solo se gli dai peso, ma sei tu a dar loro questo potere. 

Dici esattamente il vero, ma non puoi trascurare che ognuno, se non forse un eremita, vive entro un certo ambiente sociale da cui poco o molto dipende:

non tutti, anzi pochi, forse nessuno, sanno fare come il sapiente stoico, beato pur tra le fiamme del rogo, perché si bea della coscienza della sua virtù perfetta....

Share this post


Link to post
Share on other sites
cloroformio
  • Topic Author
  • 3 hours ago, AndreDgl said:

    senza voler essere una provocazione, posso chiedere di cosa avete paura nel vivere la vostra omosessualità apertamente? e con "apertamente" non intendo usare l'orientamento sessuale come biglietto da visita "Ciao, sono X e sono gay"... NO! Solo con le stesse libertà e concessioni che si fa un ragazzo etero nel vivere il suo orientamento sessuale. E' passato molto tempo dalla mia uscita dall'armadio e i ricordi del prima sono un po' sfocati, sono sinceramente curioso di sapere se i timori che avevo io sono gli stessi di oggi o se sono cambiati... 

    Fondamentalmente mi preoccupa l’opinione della famiglia. L’opinione che per me conta di più, anche perché sono le uniche persone che mi supportano e mi ascoltano, da sempre. Come ho detto nell’altro topic, sono solo e non ho nessuno di veramente fidato al di fuori dell’ambiente familiare. Sono molto legato a tutti i membri della mia famiglia, dai più grandi ai più piccoli e provocare loro un dolore o un disagio mi logorerebbe ancor di più della situazione attuale. Sono una persona schiava del giudizio degli altri, anche se, negli ultimi anni sto cercando di limare questo aspetto perché non è bello. Vi parla una persona che per comprare un paio di occhiali da vista ha fatto creare una fila assurda nell’ottico perché doveva attendere e valutare il parere di alcuni amici a cui avevo inviato la foto.

     

    2 hours ago, Hinzelmann said:

    Secondo me lo sa, perchè lui mi sembra di aver capito sia meno imbranato di te

    Ma prima di capire se sa o non sa, bisogna soffermarsi sulla questione interesse. Vorrei sottolineare che i ciao non sono sporadici, ma sono frequenti, ma non evolvono mai in una conversazione, al massimo si aggiunge un 'come stai di circostanza', perciò se da parte sua interessassi, come amico o altro, avrebbe potuto intavolare con facilità una conversazione. La triste verità è che non gl'interesso abbastanza

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    5 minutes ago, cloroformio said:

    Come ho detto nell’altro topic, sono solo e non ho nessuno di veramente fidato al di fuori dell’ambiente familiare. Sono molto legato a tutti i membri della mia famiglia, dai più grandi ai più piccoli e provocare loro un dolore o un disagio mi logorerebbe ancor di più della situazione attuale.

    Se la notizia della tua omosessualità addolorasse o mettesse a disagio così tanto i tuoi familiari forse, e dico forse, non ti stanno supportando poi così tanto. 

    Che poi, se hai più di 20 anni e non hai mai avuto una ragazza, chi si stupirebbe più del fatto che sei gay? Se preferiscono comunque il non detto forse, e dico forse, non ti stanno supportando poi così tanto.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    cloroformio
  • Topic Author
  • Posted (edited)
    4 hours ago, freedog said:

    veramente, da come parla, @cloroformio mi pare il classico timidone che abbassa gli occhi per il terrore di essere sgamato se incrociasse il guardo di colui per il qual sì tanto si strugge

    vero @freedog, sono un timidone paranoico e terrorizzato dalla possibilità di essere sgamato. La cosa più triste, e qui mi ricollego all'altro topic, era che prima dell'uni ero molto più attivo, forse troppo, ed ora mi spavento anche a mandare una foto che 'oddio mi scoprono'.

    7 minutes ago, Bloodstar said:

    Se la notizia della tua omosessualità addolorasse o mettesse a disagio così tanto i tuoi familiari forse, e dico forse, non ti stanno supportando poi così tanto. 

    Supporto a livello universitario e riguardo a questioni che avvengono nel mio atipico gruppo di amici. La mia omosessualità la vivo in solitudine, nel modo più triste che può esistere.

    Edited by cloroformio

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ldvrsp

    Il fatto è che devi iniziare ad essere un po' più egoista, nel senso di mettere ciò che desideri in posizione prioritaria rispetto a quello che auspica la tua famiglia… o che si aspettano gli altri. D'altronde tu sai che non stai facendo nulla di male.

    Mi rendo conto che tutto questo non sia facile; tuttavia, se il legame che hai con la famiglia è reale e profondo, deve resistere al coming out. Altrimenti non è un legame sostanziale. Purtroppo, prima o poi, non c'è alternativa.

    Ti consiglio di essere un po' più sfacciato nei tentativi, ma contestualmente di prezzare il rischio che tu non gli interessi per qualche motivo. Però prova, prova!

    1 hour ago, cloroformio said:

    La mia omosessualità la vivo in solitudine, nel modo più triste che può esistere.

    Eh...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bunny
    20 minutes ago, cloroformio said:

    vero @freedog, sono un timidone paranoico e terrorizzato dalla possibilità di essere sgamato. La cosa più triste, e qui mi ricollego all'altro topic, era che prima dell'uni ero molto più attivo, forse troppo, ed ora mi spavento anche a mandare una foto che 'oddio mi scoprono'.

    Supporto a livello universitario e riguardo a questioni che avvengono nel mio atipico gruppo di amici. La mia omosessualità la vivo in solitudine, nel modo più triste che può esistere.

    cloro ti capisco e ti dico un mio punto di vista con il quale per ora ho trovato un equilibrio,

    non vuoi dichiararti con i tuoi? Sti cazzi!!! Ma perché ti ci dovresti dichiarare? Capisco benissimo L imbarazzo e la pietra che gli dovresti far portare sulle spalle se sono soprattutto con una mentalità di paese o chiusa...Stai anche fuori casa facendo L università, quindi neanche hai il problema che ti scoprino a limonare dietro al cespuglio, non vuoi dichiararti con i tuoi amici datati? Sti cazzi ancora... la cosa creerebbe solo difficoltà tra di voi e rovinerebbe il rapporto magari!

    ma se c’è un ragazzo che ti piace devi provare a spingerti di più , cercare di conoscerlo e vedere se ci sono i presupposti per crearci un legame ...se una sera vai in discoteca e provi interesse verso qualcuno prova almeno  a vedere se ci sta!! Guarda che potrai rimanere davvero sorpreso e sono convinto ti possano succedere cosa che mai ti aspettavi!

    perché c’è molta differenza tra non essere dichiarati con famiglia e amici datati, e non vivere la propria sessualità!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    1 hour ago, cloroformio said:

    Sono molto legato a tutti i membri della mia famiglia, dai più grandi ai più piccoli e provocare loro un dolore o un disagio mi logorerebbe ancor di più della situazione attuale.

    Ti capisco molto bene, e ti mando un abbraccio. Però come ti suggeriscono anche altri, occorre davvero pensare un po' a sé stessi.

    Sei già un po' "fuori casa", inizia ad essere out almeno all'Università 😊

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    castello
    Posted (edited)
    2 hours ago, cloroformio said:

    Fondamentalmente mi preoccupa l’opinione della famiglia. L’opinione che per me conta di più, anche perché sono le uniche persone che mi supportano e mi ascoltano, da sempre. Come ho detto nell’altro topic, sono solo e non ho nessuno di veramente fidato al di fuori dell’ambiente familiare. Sono molto legato a tutti i membri della mia famiglia, dai più grandi ai più piccoli e provocare loro un dolore o un disagio mi logorerebbe ancor di più della situazione attuale. Sono una persona schiava del giudizio degli altri, anche se, negli ultimi anni sto cercando di limare questo aspetto perché non è bello. Vi parla una persona che per comprare un paio di occhiali da vista ha fatto creare una fila assurda nell’ottico perché doveva attendere e valutare il parere di alcuni amici a cui avevo inviato la foto.

    Guarda che sei così tristemente solo e vivi così tristemente la tua omosessualità,

    proprio perché totalmente velato.

    Ma come puoi pensare di avere un amico/a del cuore, amici veramente intimi, se neghi, NEGHI LORO una parte così importante di te? Sentimenti, affetti, sesso...non sono parte marginale della nostra vita; nel momento in cui SCEGLI di non parlarne - o peggio mentire! -ai tuoi amici, mandi un segnale chiaro che loro non sono importanti per te. E LORO NON SI CONSIDERERANNO IMPORTANTO PER TE. Non dico di fare CO pubblico, con manifesti, ma devi almeno aprirti con qualche amico.

    Ora ti stai comportando come una persona FALSA con loro. E questo esclude una amicizia profonda.

     

     

    7 hours ago, AndreDgl said:

    Se sei in pace con te stesso non hai nulla da nascondere. Il giudizio di "popolo e comune" lo temi solo se pensi di avere qualcosa di sbagliato... quindi ti vergogni di quello che sei! non iniziamo con i soliti sofismi linguistici adesso... Se perdi due anni di vita dietro ad uno che quasi non sa chi sei, ti vergogni e come! E non ci vedo proprio nulla di bello o di romantico in tutto ciò! Non nascondiamoci dietro un dito!

    la lascialo stare! Iscritto da 11 anni qui e nessuno lo ha mai visto, neanche in foto: Miss Velata del Forum!  :D 

     

     

     

     

    5 hours ago, Bunny said:

    Non si tratta di sofismi linguistici, ma di differenze di giudizio tra quelle che sono le cause di vergogna:

    è chiaro che possono esserci differenze anche notevoli tra il giudizio mio e quello altrui, ma, se quello altrui è anche il giudizio più diffuso nel contesto sociale in cui vivo, inevitabilmente, pur non vergognandomi di me stesso, sarò reticente o addirittura renitente nel palesare il mio giudizio, per non scontare duramente il (pre)giudizio altrui.
     

     

    vorrei aggiungere altre mie considerazioni alle parole di Mario , ma è talmente ben scritta questa risposta che me ne sto in silenzio e te la ripropongo

    @Bunny

    qui siamo tutti Gay

    e nessuno è omofobo

    Domanda:

    perché non ti mostri? Qui?

    Edited by castello

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bunny
    1 hour ago, castello said:

    comportando come una persona FALSA con loro. E questo esclude una amicizia profonda.

    Ognuno ha i propri scheletri nell armadio e non penso proprio che il nostro amico si debba sentire un falso con i suoi amici perché non manifesta a loro i suoi gusti sessuali, L amicizia è un altra cosa e va aldilà di questo discorso, e può essere forte e vera anche senza dirsi tutto.

     

    1 hour ago, castello said:

    Guarda che sei così tristemente solo e vivi così tristemente la tua omosessualità,

    proprio perché totalmente velato.

    Ma come puoi pensare di avere un amico/a del cuore, amici veramente intimi, se neghi, NEGHI LORO una parte così importante di te? Sentimenti, affetti, sesso...non sono parte marginale della nostra vita; nel momento in cui SCEGLI di non parlarne - o peggio mentire! -ai tuoi amici, mandi un segnale chiaro che loro non sono importanti per te. E LORO NON SI CONSIDERERANNO IMPORTANTO PER TE. Non dico di fare CO pubblico, con manifesti, ma devi almeno aprirti con qualche amico.

    Ora ti stai comportando come una persona FALSA con loro. E questo esclude una amicizia profonda.

     

     

    la lascialo stare! Iscritto da 11 anni qui e nessuno lo ha mai visto, neanche in foto: Miss Velata del Forum!  :D 

     

     

     

     

    @Bunny

    qui siamo tutti Gay

    e nessuno è omofobo

    Domanda:

    perché non ti mostri? Qui?

    Perché online e pieno di adescatori psicopatici, al di fuori del essere gay o etero, e le persone le conosco solo di persona o in chat privata non mettendo le mie foto nei forum e cazzate varie

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
    25 minutes ago, Bunny said:

    Ognuno ha i propri scheletri nell armadio e non penso proprio che il nostro amico si debba sentire un falso con i suoi amici perché non manifesta a loro i suoi gusti sessuali, L amicizia è un altra cosa e va aldilà di questo discorso, e può essere forte e vera anche senza dirsi tutto.

    Credo che i tuoi amici e le tue amiche etero non la pensino così.

    Penso ti parlino anche dei loro problemi sentimentali:

    anche perché è proprio il genere di argomento di cui non si parla in famiglia.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    10 hours ago, cloroformio said:

    Ma prima di capire se sa o non sa, bisogna soffermarsi sulla questione interesse

    Beh in realtà non direi, è chiaro che se vivi la tua omosessualità in totale solitudine concentri tutto il tuo interesse su un'unica persona

    Quindi o trovi una persona esattamente nella tua stessa situazione o fatalmente sarai sempre tu la persona più interessata, questa tua timidezza è composta da un grande desiderio di piacere agli altri che confligge con una grande paura di non riuscirci e corrisponde in toto alla tua situazione di gay non dichiarato, combattuto fra il desiderio di piacere a coloro a cui vorrebbe dichiararsi e la paura di non riuscirci.

    Non intendo dire che se farai CO ti sbarazzerai necessariamente di tutta la tua timidezza, perchè ci dici che dipendi dall'approvazione degli altri anche per l'acquisto degli occhiali, ma certo uscire da questa situazione esistenziale che l'alimenta, ti aiuterebbe.

    Al contempo venire allo scoperto con lui, pur sapendo che il suo interesse per te è scarso, ti aiuterebbe ad uscire da questa situazione di blocco che gli altri gay tendono ad intuire ed è respingente, al limite sbatti una smusata ma ci guadagni in coraggio e questo potrebbe renderti meno respingente la prossima volta.

     

     

     

     

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    12 hours ago, Bunny said:

    non vuoi dichiararti con i tuoi? Sti cazzi!!! Ma perché ti ci dovresti dichiarare? Capisco benissimo L imbarazzo e la pietra che gli dovresti far portare sulle spalle se sono soprattutto con una mentalità di paese o chiusa...Stai anche fuori casa facendo L università, quindi neanche hai il problema che ti scoprino a limonare dietro al cespuglio, non vuoi dichiararti con i tuoi amici datati? Sti cazzi ancora... la cosa creerebbe solo difficoltà tra di voi e rovinerebbe il rapporto magari!

    senza voler dare giudizi di merito, non sarebbe nè il primo nè l'ultimo ad avere una "doppia vita" tra paesello e megalopoli dove vive & lavora:

    forse l'ho già raccontata, cmq a Roma c'è un botto di gays anche super attivisti (ne ho in mente 3 o 4 che sono -o sono stati- anche nei direttivi delle ass.ni lgbt) che giù in puglia, calabria, sicilia, eccetera non han MAI fatto CO con amici, parenti & genitori.

    quella di @cloroformio però è una situazione opposta, al netto della timidezza: paradossalmente si fa(ceva) meno problemi a rimorchiare dove lo conoscevano -e il rischio sputtanamento è considerevole- che all'uni, dove praticamente nessuno sa chi sia e non gliene frega niente a nessuno con chi si accompagna

    9 hours ago, Bunny said:

    L amicizia è un altra cosa e va aldilà di questo discorso, e può essere forte e vera anche senza dirsi tutto.

    è complicato dimostrare come un'amicizia possa essere VERA se ai miei amici non raccontassi dettagli non secondari di me, tipo con chi scopo o di chi mi innamoro (possibilmente ricambiato);

    se tu ci dovessi riuscire incontrovertibilmente, cena pagata!

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    AndreDgl
    12 hours ago, cloroformio said:

    Fondamentalmente mi preoccupa l’opinione della famiglia. L’opinione che per me conta di più, anche perché sono le uniche persone che mi supportano e mi ascoltano, da sempre. Come ho detto nell’altro topic, sono solo e non ho nessuno di veramente fidato al di fuori dell’ambiente familiare. Sono molto legato a tutti i membri della mia famiglia, dai più grandi ai più piccoli e provocare loro un dolore o un disagio mi logorerebbe ancor di più della situazione attuale.

    Perdonami Cloroformio ma se hai così tanto timore che la tua famiglia viva come un dolore la tua omosessualità non hai un'elevatissima opinione della loro intelligenza e della loro apertura mentale. Io non conosco il tuo background familiare e sociale ma se c'è un rapporto così stretto con loro, primo probabilmente già sanno o se lo aspettano, secondo sapranno accettarti per quello che sei perché sostanzialmente sei sempre tu e rimarrai tu anche dopo il CO, solo con un peso in meno sul cuoricino! Riconosci loro di essere persone all'altezza di capirti in tutto quello che sei, lasciarle all'oscuro di una parte di te così importante non limita solo te ma anche loro nella possibilità di starti vicino come hanno sempre fatto e come tu dici di aver bisogno!

    12 hours ago, Bunny said:

    L imbarazzo e la pietra che gli dovresti far portare sulle spalle se sono soprattutto con una mentalità di paese o chiusa...

    Welcome to the middle age! 🤦‍♂️

    9 hours ago, Bunny said:

    Ognuno ha i propri scheletri nell armadio e non penso proprio che il nostro amico si debba sentire un falso con i suoi amici perché non manifesta a loro i suoi gusti sessuali, L amicizia è un altra cosa e va aldilà di questo discorso, e può essere forte e vera anche senza dirsi tutto.

    L'omosessualità non è "solo" un gusto sessuale... è una parte fondamentale di noi perché non muove solo il pisello, ma anche il cervello e il cuore! Siamo così, ci approcciamo al mondo e alle relazioni anche in funzione dell'essere omosessuali. Se ti piace fare sesso con qualcuno vestito totalmente di latex o appeso al lampadario ovviamente non influisce su chi sei e non c'è alcuna necessità che tutti i tuoi amici lo sappiano ma l'orientamento sessuale è altro!

    15 hours ago, freedog said:

    mi stai intellettualmente ingrifando, lo sai?

    onorato! 😊

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
    59 minutes ago, AndreDgl said:

    L'omosessualità non è "solo" un gusto sessuale... è una parte fondamentale di noi perché non muove solo il pisello, ma anche il cervello e il cuore! Siamo così, ci approcciamo al mondo e alle relazioni anche in funzione dell'essere omosessuali.

    Se ciò fosse vero, ed almeno in parte penso sia vero, dovrebbe tuttavia indurre ad una maggiore cautela nel disvelamento di sé, proprio perché non si tratterebbe d'un mero gusto accidentale, ma d'una "parte fondamentale di noi che muove anche il cervello ed il cuore" , per preservare la quale è giocoforza considerare quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    AndreDgl
    6 minutes ago, Mario1944 said:

    Se ciò fosse vero, ed almeno in parte penso sia vero, dovrebbe tuttavia indurre ad una maggiore cautela nel disvelamento di sé, proprio perché non si tratterebbe d'un mero gusto accidentale, ma d'una "parte fondamentale di noi che muove anche il cervello ed il cuore" , per preservare la quale è giocoforza considerare quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente.

    Sebbene detta in maniera forbita questa è una sonora cazzata! ...sostieni quindi che più una cosa è importante, più ti caratterizza e più è necessario celarla?!? 😲

    Quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente deve influire su ciò che sono? e su ciò in cui credo?  capisci che questo ragionamento legittima qualsiasi forma di sopruso verso una qualsiasi minoranza in quanto tale? La comunità non è inclusiva? allora nasconditi! come potranno mai cambiare le cose se tutti ragionassimo come te?!?!

    E comunque non sto consigliando di andare in una sede di Casa Pound e gridare "ehi sono frocio, mi picchiate per cortesia!", si tratta solo di non farsi schiacciare dalla paura di un giudizio che non è nemmeno certo ci sarà e se anche ci fosse, non influirebbe sulla tua vita. Semplicemente ti darebbe solo modo di capire quanti ignoranti omofobi sotto mentite spoglie si nascondono intorno a te e fare un po' di pulizia.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    21 minutes ago, AndreDgl said:

    Sebbene detta in maniera forbita questa è una sonora cazzata! ...sostieni quindi che più una cosa è importante, più ti caratterizza e più è necessario celarla?!? 😲

    Quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente deve influire su ciò che sono? e su ciò in cui credo?  capisci che questo ragionamento legittima qualsiasi forma di sopruso verso una qualsiasi minoranza in quanto tale? La comunità non è inclusiva? allora nasconditi! come potranno mai cambiare le cose se tutti ragionassimo come te?!?!

    ❤️

    peccato che stamo lontani, sennò te starei a batte i pezzi spudoratamente...

     

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
    Posted (edited)
    52 minutes ago, AndreDgl said:

    sostieni quindi che più una cosa è importante, più ti caratterizza e più è necessario celarla?!? 

    Questa è una tua deduzione....

    Io ho invece notato che, se fosse vero come hai affermato tu che l'inclinazione omoerotica è "parte fondamentale di noi che muove anche il cervello ed il cuore",  a maggior ragione sarebbe necessario, per preservarla, considerare attentamente quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente:

    l'essenzialità dell'inclinazione omoerotica per la personalità d'un uomo dovrebbe cioè indurre alla cautela nel manifestarsi in un ambiente ostile, ad evitare che quell'uomo sia essenzialmente tormentato.

    Peraltro ho anche notato che ho qualche dubbio sulla totale verità di tale affermata essenzialità:

    importante certo, essenziale forse no;

    ma questa è un'altra questione ed io t'ho risposto concedendo la tua affermazione d'essenzialità.

    52 minutes ago, AndreDgl said:

    Quanto sia recettiva o repulsiva la cultura ambiente deve influire su ciò che sono? e su ciò in cui credo?  capisci che questo ragionamento legittima qualsiasi forma di sopruso verso una qualsiasi minoranza in quanto tale? 

    Il "lathe biosas" (vivi nascosto) fu già raccomandazione epicurea.... 😉 

    Comunque sia, è ovvio che la cultura ambiente influisce su ciò che siamo e su ciò in cui crediamo:

    non penso sia discutibile la cosa.

    Non c'è invece in ciò alcuna legittimazione d'alcuna forma di sopruso e peraltro questa non è osservazione pertinente.

    La questione è invece quanto colui, il quale si senta e sia difforme dalla cultura ambiente nelle caratterizzazioni che egli reputi essenziali, conviene le palesi senza freno di cautela, correndo il rischio d'essere deriso, umiliato, calpestato proprio nella sua essenzialità personale:

    a me pare ovvio che, qualora si tratti d'essenzialità personali, la cautela nel disvelamento di sé sia raccomandabile, benché possa concederti che voler sfidare l'ira del mondo sia talvolta sentire eroico e lodevole.

    52 minutes ago, AndreDgl said:

    come potranno mai cambiare le cose se tutti ragionassimo come te?!?!

    La cautela nel disvelarsi non implica necessariamente una renitenza perpetua ed indifferenziata, ma una considerazione attenta dei tempi, dei luoghi, delle persone e della circostanze ambienti.

    Per il resto la tua domanda è pur  ben posta, ma non saprei rispondere efficacemente, essendo io intimamente conservatore;   per scetticismo tuttavia, non per fede.... 😉 

     

     

     

    Edited by Mario1944

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
    3 minutes ago, Mario1944 said:

    La questione è invece quanto colui, il quale si senta e sia difforme dalla cultura ambiente nelle caratterizzazioni che egli reputi essenziali, conviene le palesi senza freno di cautela, correndo il rischio d'essere deriso, umiliato, calpestato proprio nella sua essenzialità personale:

    Diciamo che in Iran si sta molto meglio da discreti che da dichiarati

    e in Italia si sta molto meglio dichiarati che discreti.

    La differenza sta appunto nell'adattarsi all'ambiente

    e NON dichiararsi è una forma di NON adattamento.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
    2 minutes ago, Almadel said:

    NON dichiararsi è una forma di NON adattamento.

    Pacifico.

    D'altronde:

    in primo luogo l'opportunità d'adattarsi dipende molto, se non esclusivamente, dalla natura di ciascuno;

    in secondo luogo, quanto alle condizioni ambienti, non è detto che qualcuno in Italia od in altri Paesi occidentali non sia, per posizione familiare, sociale o personale, in uno stato più pericoloso di quello in cui sarebbe in Iran od in Arabia Saudita.

    Biasimare gli altri è facile, ma non sempre conosciamo tutto quanto dovremmo conoscere per biasimare a ragione.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bunny
    3 hours ago, AndreDgl said:

    elcome to the middle age

    si dai continuamo a dire che dichiararsi con una famiglia nella media non sia un problema! Ci sono dei genitori che magari possono amare i figli ma dicendogli una cosa del genere andrebbero in forte depressione e portando un peso nella tomba... così invece magari lo sanno anche, ma il non avere una conferma diretta Gli fa vivere in maniera meno pesante la situazione.

    e di una bugia a scopo di tutela che non cambia il tuo modo di essere con cui ti vuoi frequentare ...non ci vedo niente di sbagliato!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar

    Ma ti pare che uno, a metà 2020, deve leggere certe pagine degne di Schnitzler su un forum gay?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    AndreDgl
    6 minutes ago, Bunny said:

    si dai continuamo a dire che dichiararsi con una famiglia nella media non sia un problema! Ci sono dei genitori che magari possono amare i figli ma dicendogli una cosa del genere andrebbero in forte depressione e portando un peso nella tomba...

    Se pensi una cosa del genere sei il primo a pensare che la tua omosessualità sia un problema! E mi dispiace sinceramente per te e per la qualità di vita che sarai destinato a sopportare.

    Il peso che portano dei genitori del genere non è quello dell'omosessualità del figlio ma quella della loro ignoranza e della loro grettezza! 

    1 hour ago, Mario1944 said:

    Biasimare gli altri è facile, ma non sempre conosciamo tutto quanto dovremmo conoscere per biasimare a ragione.

    Io non biasimo la mancanza di coraggio che può essere superata con la maturità e il sostegno, biasimo invece chi maturo e consapevole, deliberatamente consiglia ad un ragazzo gay con già un'evidente ma immotivata paura del giudizio altrui di rimanere nell'ombra quasi vivesse da omosessuale in un califfato jihadista.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bunny
    18 minutes ago, AndreDgl said:

    Se pensi una cosa del genere

    Attenzione non è che lo penso... ma è così lo dicono i fatti e casi successe di famiglie in depressione

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
    35 minutes ago, Bunny said:

    si dai continuamo a dire che dichiararsi con una famiglia nella media non sia un problema! Ci sono dei genitori che magari possono amare i figli ma dicendogli una cosa del genere andrebbero in forte depressione e portando un peso nella tomba... così invece magari lo sanno anche, ma il non avere una conferma diretta Gli fa vivere in maniera meno pesante la situazione.

    e di una bugia a scopo di tutela che non cambia il tuo modo di essere con cui ti vuoi frequentare ...non ci vedo niente di sbagliato!

    Immagina di essere un ragazzo etero e di vivere in una famiglia leghista veneta.

    Cosa faresti se ti innamorassi di una ragazza napoletana, tunisina o nigeriana?

    Vivresti la cosa di nascosto, senza sposarti, allevando i tuoi figli senza presentarli ai nonni;

    fingeresti di esserti fidanzato con una padovana, una milanese o una tedesca?

    O invece non sfideresti la tua famiglia per il tuo amore e vivresti con la donna che ami?

    Ti preoccuperebbe davvero il dolore che la tua famiglia potrebbe patire perché stai con una "terrona di merda"?

    Ti sentiresti in colpa se tua madre dovesse prendere in braccio il tuo figlioletto mulatto?

    Le diresti "Scusa mamma, so che volevi che annegassero tutti nei barconi. Mi spiace che tu debba portare questo peso nella tomba"?

    Davvero il razzismo di tuo padre varrebbe più della donna che ami e dei vostri figli?

    Se tu fossi etero davvero saresti un uomo simile?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    AndreDgl
    33 minutes ago, Bunny said:

    Attenzione non è che lo penso... ma è così lo dicono i fatti e casi successe di famiglie in depressione

    Mi illumini su questi casi successi?

    E' chiaro che le storie che hanno più risonanza nell'opinione pubblica sono quelle tristi e con le quali è facile impietosire... ma per ogni ragazzino buttato fuori di casa dal padre omofobo ci sono centinaia di altri che vengono accettati o addirittura supportati dai genitori.

    Se poi ci limitiamo a prendere come realtà quella presentata nei salotti televisivi come quelli della D'Urso allora lasciamo cadere qui il discorso e mettiamoci ad improvvisare una coreografia sulla versione remix della nuova hit estiva "Non ce n'é Coviddì"!!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944
    1 hour ago, AndreDgl said:

    Io non biasimo la mancanza di coraggio che può essere superata con la maturità e il sostegno, biasimo invece chi maturo e consapevole, deliberatamente consiglia ad un ragazzo gay con già un'evidente ma immotivata paura del giudizio altrui di rimanere nell'ombra quasi vivesse da omosessuale in un califfato jihadista.

    Sì, capisco.

    Peraltro in generale sarebbe opportuno evitare di dare consigli, quali che siano, senza conoscere adeguatamente le persone e le circostanze.

    D'altronde raccomandare  prudenza non mi pare mai fuori luogo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bunny
    29 minutes ago, AndreDgl said:

    Mi illumini su questi casi successi?

    E' chiaro che le storie che hanno più risonanza nell'opinione pubblica sono quelle tristi e con le quali è facile impietosire... ma per ogni ragazzino buttato fuori di casa dal padre omofobo ci sono centinaia di altri che vengono accettati o addirittura supportati dai genitori.

    Se poi ci limitiamo a prendere come realtà quella presentata nei salotti televisivi come quelli della D'Urso allora lasciamo cadere qui il discorso e mettiamoci ad improvvisare una coreografia sulla versione remix della nuova hit estiva "Non ce n'é Coviddì"!!

    Ma se stiamo discutendo se la cosa sia giusta o sbagliata e un conto...ognuno dice la sua!

    ma sul fatto che per molti genitori sia problematica la cosa da affrontare non ci piove su!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    1 hour ago, Bunny said:

    Ci sono dei genitori che magari possono amare i figli ma dicendogli una cosa del genere andrebbero in forte depressione e portando un peso nella tomba... così invece magari lo sanno anche, ma il non avere una conferma diretta Gli fa vivere in maniera meno pesante la situazione.

    quindi è meglio diventare schizofrenici noi piuttosto dare una delusione ai vecchi?

    e magari aspettare che schiattino per poter vivere finalmente da froci alla luce del sole?

    -come se poi inventarsi millemila cazzate per non farsi sgamare da loro non sia stressante..-

    no grazie, preferisco vivermi la mia vita senza andarmi a cercare altri esaurimenti nervosi: mi bastano quelli di tutti i giorni!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    castello
    15 hours ago, Bunny said:

    Perché online e pieno di adescatori psicopatici, al di fuori del essere gay o etero, e le persone le conosco solo di persona o in chat privata non mettendo le mie foto nei forum e cazzate varie

    Oddio!   Non mi ero reso conto di quanti  ADESCATORI PSICOPATICI ci fossero qui!    :eek:

     

      ahahhahahahahahah

    sento lo stridore delle tue dita sul vetro…    :lol:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    AndreDgl
    29 minutes ago, Bunny said:

    ma sul fatto che per molti genitori sia problematica la cosa da affrontare non ci piove su!

    Questo però non giustifica la paura di essere se stessi e quindi vivere mentendo... oppure omettendo se vi piace di più!

    La famiglia di origine è sempre e comunque il luogo fisico e affettivo da cui proveniamo con il quale ci sarà sempre un legame, MA quando questa è fonte per l'individuo di preoccupazioni, ansie e paure che limitano lo sviluppo e l'affermazione delle sfaccettature e delle sfumature della personalità, allora se ne può, seppur con dolore, fare a meno.

    Esistano famiglie di elezione nella quali si creano legami e crescono sentimenti che nulla hanno da invidiare a quelli che si creano con i congiunti a livello biologico.

    Non è ovviamente il caso del TO, la cui famiglia è l'unico punto di riferimento, ma ci terrei a sottolineare che, se la famiglia che ti è stata assegnata in sorte dal fato difetta, non è obbligatorio tenersela. Ci sono validissime alternative che non si qualificano semplicemente come un surrogato della famiglia naturale ma sono luoghi in cui puoi essere te stesso, crescere e amare senza i limiti e le coercizioni date dalla comunanza di patrimonio genetico con membri scadenti della tua stessa specie.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      2 members have viewed this topic:
      Catilina  castello 
    ×
    ×
    • Create New...