Jump to content
Sbuffo

Quale futuro per la sinistra?

Recommended Posts

castello

se i coniugi Kyenge non asportano gli escrementi del loro cane,

hanno fatto bene a ..."scacazzarli"!

i marciapiedi romani ad esempio sono diventati impraticabili  (al pari delle strade per le buche) per l'INCIVILTA' di molti padroni di cani....

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7
2 hours ago, freedog said:

solo a me sfugge il nesso tra il pd e sta storiellina?

La tipa é eurodeputata pd e suo marito vota lega e 5*.

Se neppure il marito di una deputata pd vota più pd, il pd sta alla canna del gas.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saramandasama

Solo Marine potrebbe risollevare le sorti del pd...

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

In effetti marine sa sollevare anche le code alle mucche !

4A5800D1-4C7B-4858-8E9C-FCF4CEBB12A8.jpeg.0e1b1341ee960a086640d2ba60cc1cbe.jpeg

Edited by marco7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sbuffo
  • Topic Author
  • Beh ma è ovvio che Renzi non è che può scomparire dall'oggi al domani così come se nulla fosse.

    Renzi si è dimesso da segretario del Pd ma le liste alle ultime elezioni politiche le ha fatte lui, la fetta più grande di parlamentari del Pd continuano ad essere persone a lui vicine, logico quindi che continui ad avere una certa influenza nel partito.

    Martina per altro non è nemmeno un segretario scelto con primarie o dall'assemblea nazionale del Pd ma è solo un facente funzioni subentrato in quanto vicesegretario dopo le dimissioni di Renzi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    Perche' e' logico  @Sbuffo che renzi non puo' scomparire dall'oggi al domani mentre era logico che gli altri segretari passati del pd come veltroni e bersani hanno perso la loro influenza immediatamente dopo aver lasciato ?

    come mai renzi ha riempito le liste  dei parlamentari del pd di suoi fedelissimi e non ha invece fatto come gli altri segretari che hanno permesso alle vari ali del pd di avere parlamentari in modo equilibrato ?

    renzi ha fatto manbassa di tutto quel che poteva nel pd e ora anche per questo il partito si ritrova col numero di parlamentari dimezzati e in gran numero sostenitori di renzi ?

    renzi ha trasformato il pd nel "partito di renzi" ed e' logico che oggi lui sia ancora il padrone anche se non piu' segretario ufficialmente.

    Edited by marco7

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sbuffo
  • Topic Author
  • Gli altri segretari in passato non sono scomparsi dall'oggi al domani, poi Renzi è riuscito a farli "scomparire" grazie alla vittoria alle primarie e quindi con la forza di 2 milioni di elettori Pd che lo hanno scelto alle primarie, mentre ora c'è Martina che è solo un reggente facente funzioni.

    Le altre correnti nel Pd hanno i loro rappresentanti in parlamento ma la corrente di Renzi essendo quella che ha vinto le primarie è la più rappresentata, semmai la volta precedente è successo che dopo la vittoria di Renzi alle primarie la maggior parte dei parlamentari di altre correnti si è ricollocata tra le file dei renziani.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944

    C'è anche da dire che Renzi, al referendum sulle riforme costituzionali si può dire abbia ottenuto un 40% dei consensi degli elettori alla sua azione, pur avendo contrari non solo tutti gli altri partiti di un certo peso, ma anche una parte notevole del suo stesso partito:

    un risultato di tutto rispetto, anche se poi non s'è recentemente tramutato, neppure in parte, in consensi elettorali, forse a causa delle divisioni interne al suo partito ed alla lotta di tutti contro tutti, che hanno fatto temere una confusa debolezza nell'azione politica, invece d'una tollerabile molteplicità d'opinioni.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    On 28/4/2018 at 8:34 PM, Sbuffo said:

    è solo un reggente facente funzioni

    Mi sa che dopo la comparsata in Tv di Renzi, Martina sia -di fatto- dimissionato

    Renzi aveva fatto rinviare l'assemblea e chiesto una direzione perchè le decisioni interne non condizionassero le scelte di governo e poi è andato in TV per dettare la linea sulla scelta di governo, dimissionando il suo vice e reggente prima della Direzione XD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Pix

    Abbiamo ancora bisogno di Matteo Renzi in politica, difatti l'unico politico di sinistra fermo e competente.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    Sei d'accordo con questo commento @Sbuffo ?

    https://it.blastingnews.com/politica/2018/05/matteo-renzi-ed-il-prezzo-della-coerenza-002541633.html

    a me sembra equilibrato e aderente alla reala'.

    OT: ma che fine ha fatto il noto commentatore politico sbuffo proprio ora che urgono le sue perizie ? Si e' dileguato per l'imbarazzo degli ultimi fatti politici ? Ma.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Capricorno57

    si convoca l' assemblea condominiale quando il condomino  è già crollato... 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mario1944

    Poco male:

    lo ricostruiranno.

    D'altronde, se è crollato, evidentemente troppo solido non era, dunque, piuttosto che puntellarlo fortunosamente, meglio ricostruirlo di bel nuovo, se del caso, costruendone due in luogo di uno ;-)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Certo, vada come vada, ci si potrebbe chiedere come sia possibile condurre un partito ad una nuova campagna elettorale in questa situazione, vero è che che gli altri protagonisti della vicenda non appaiono dei Giganti della politica...ma la posizione del PD con un reggente commissariato che non condivide la linea politica del suo partito ( lui per primo ) è elettoralmente insostenibile.

    Se passa la linea di Renzi non può rimanere Martina.

    Si può decidere di rimuovere Martina dopo la formazione di un governo Mattarella, in modo tale che prima si fa una sorta di governo elettorale di tregua e poi si mette alla segreteria un renziano, per condurre la futura campagna elettorale ( se così è - vada come vada - le liste saranno di nuovo renziane )

    Ma se a questo governo di tregua il M5S decidesse di non aderire e risultasse di fatto un PD-CDX?

    La non scelta di Renzi potrebbe apparire una scelta indiretta: preferiamo di fatto un accordo con il CDX

    E' chiaro che giocare la carta dei gruppi parlamentari ( che sono il risultato di una imposizione di Renzi ) contro la direzione del partito è una mossa "al limite" tuttavia bisogna che alla fine questa benedetta-maledetta conta si trovi il modo di farla.  La si rimanda sperando tempi migliori, ma non è detto che vengano.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
    33 minutes ago, Hinzelmann said:

    ...ma la posizione del PD con un reggente commissariato che non condivide la linea politica del suo partito ( lui per primo ) è elettoralmente insostenibile.

    Se passa la linea di Renzi non può rimanere Martina.

    Bisogna vedere se la maggioranza dei votanti pd condivide la linea martina o la linea renzi.

    da questo dipende il futuro del pd alle prossime elezioni. Se il pd perde chi lo vota che serve avere la linea del partito i cui vertici furono scelti principalmente da renzi ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Al di là del fatto che chiedere alla base cosa pensa è una idea grillina

    In teoria sono gli organi di partito che dovrebbero rappresentare gli elettori

    Ma poi non è possibile porre un quesito secco, perchè la linea Renzi è una linea che non postula scelte ( Né Lega né M5S ) al più appoggio ad un governo istituzionale che faccia le riforme del 2016 ( grazie al cavolo che piacerebbe ai piddini ma chi ci starebbe? )

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Saramandasama

    Martina è renziano?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Perchè dovrebbe lanciare la carta di En Marche se detiene la maggioranza del partito?

    Fintantoché il PD rimane il PDR, non credo Renzi farà niente: sia la minoranza eventualmente a sfilarsi...e a raggiungere Bersani&C. soprattutto se Renzi riesce a sostituire Martina con Guerini o uno dei suoi ( garantendo la perpetuazione del suo dominio anche in caso di voto anticipato )

    L'unico snodo problematico è far sì che la maggioranza nel PD diventi maggioranza parlamentare a favore di un Renzusconi a guida Giorgetti, perchè in quel caso l'opposizione interna dirà che era ciò a cui Renzi puntava fin dall'inizio ( facile dire né con A, né con B...ma poi con qualcuno il governo va fatto )

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Orfeo87

    Secondo me l'idea di En Marche potrebbe anche funzionare in una sorta di restyling del PD in un'ottica di attrazione di Forza Italia.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    1 hour ago, Orfeo87 said:

    Secondo me l'idea di En Marche potrebbe anche funzionare in una sorta di restyling del PD in un'ottica di attrazione di Forza Italia.

    Messo in questi termini non è tanto diverso dal Nazareno o dal Renzusconi che si auspicavano prima del voto

    Solo che per potersi realizzare ora ci vogliono i voti della Lega e dubito che la Lega sia disponibile a farsi portatrice d'acqua ad un governo in cui sarebbe messa sistematicamente in minoranza, quando tutti i sondaggi la danno oramai fra il 21% ed il 23% cioè avanti all'intera coalizione di CSX, può accettare un governo breve che approvi uno straccio di finanziaria e forse un premio di maggioranza (  il CDX nel suo complesso si avvicina ogni settimana al fatidico 40% ) per votare a Dicembre.

    Altrimenti rimettono in gioco il M5S...

    Insomma il PD appare troppo debole ( attualmente è stimato al 17,7% ) per poter ambire ad egemonie, né è da sottovalutare l'effetto sull'elettorato di una alleanza anche breve che veda il coinvolgimento della Lega, diciamo pure che l'alternativa neo-ulivista di Franceschini e Martina con il centro del neobipolarismo occupato dal M5S, può risultare altrettanto indigesta, tuttavia la prima prospettiva è di più lungo corso.

    Le carte in tavola potrebbero cambiare dopo il prossimo voto ed eventualmente in vista delle Europee 2019, quando si potrebbero sentire gli effetti sull'elettorato forzista dell'OPA della Lega ( non è un mistero che di questo vi siano già limitate avvisaglie : fra Bellosguardo e Fiesole o in certe zone del centro milanese etc ) a governo Salvini in carica

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...