Jump to content

Ma come te la tiri!?


Luchetto93

Recommended Posts

Mi capita spesso, forse troppo, in questo periodo, che alcuni miei amici o anche conoscenti mi dicano che me la tiro.

Cerco di esser breve e non sembrare un idiota (difficile con un titolo del genere..)

 

Periodo per me abbastanza particolare, diciamo che ho voglia di ricominciare qualcosa di serio con qualcuno, ma solamente se sono molto preso.

Non disdegno il sesso occasionale per svagarmi, ma non mi illudo di trovarci l'amore della mia vita.

 

Il punto è che io sono un perfezionista: sono un perfezionista nell'immagine, che curo in modo, lo ammetto, abbastanza frenetico.

 

Diciamo pure gay dai, classiche cose: sopracciglia, abbronzatura, capelli, look, fisico.

 

E a volte mi chiedo, ma veramente serve tutto questo dispendio di energia? Ma per chi?

 

La gente che vuole sesso, non è che se stia troppo a guardare come ti vesti, cosa stai studiando o quali sono i tuoi desideri, scopa solamente col tuo pisello (o si fa scopare insomma ahah)

 

Ed anche la gente che cerca qualcosa di più impegnativo, mi spiace dirlo e mi sento un idiota lo ammetto, ma mi sento preso in giro a volte.

 

''Che fisico bellino che hai, io vorrei andare in palestra, ma mi fa troppa fatica' e mi sento uno stupido io ad andarci, sento che tutto quello che faccio per piacere agli altri è uno spreco di tempo, tanto nessuno realmente apprezza, se non in modo animalesco e schifoso.

(E allora esci con quelli che ci vanno in palestra! Non mi interessa così tanto il fisico nei ragazzi, mi da solo noia la voglia di non mettersi in gioco, la mancanza di interessi che molti di loro hanno, a me che piace fare tante cose, mi sento svilito da certe punte di menefreghismo, dalla mancanza di passione, di idee o di voglia di fare..)

 

Sommiamoci il fatto che ora sul mio Facebook sto diciamo dando dei segnali sulla mia sessualità, quindi diciamo che ad un occhio neanche troppo attento si capisce che sono gay: zio di un mio amico di 45 anni (mai visto in vita), una persona che fa un corso artistico con me (in là con l'età), un amico di mio padre (sposato) mi hanno diciamo fatto delle avances, ma uno in particolare in un modo talmente osceno da far rabbrividire anche Eva Henger.

 

Ed io sono TERRORIZZATO dal diventare come loro, ho veramente paura non di invecchiare, ma di invecchiare male, sul serio è una cosa che se ci penso mi viene una terribile emicrania e mi viene da piangere anche in pubblico (lo psichiatria diventerà il mio migliore amico ne sono certo, magari lo trovassi pure gay eh..)

E tutta questa energia che metto per curare me stesso, anche nello studio, nei rapporti di amicizia, mi sembra tutto tempo perso, non mi sento valorizzato.

So che suona come un bimbo viziato, ma io sto seriamente pensando che non ne valga la pena, che la gente pretenda la Luna senza voler dare niente in cambio: ed io non sono la Luna, ci mancherebbe, ma quando vedo alcuni pervertiti che dal nulla ti scrivono pretendendo anche di combinare qualcosa, mi viene una rabbia, ma con quale convinzione disturbi un ragazzino di 19 anni? 

 

Nei locali magari rifiuti una persona e poi ti va a dire dietro che te la tiri, dici ad una persona che preferiresti solamente rimanere amico e quello, prima ti tiene un macchina mezz'ora e manca poco ti frigna davanti e non ti lascia andare via, si fa un profilo falso per infamarti sulle chat gay.

 

Lo so, li trovo tutti io.

Ma anche nell'ambito amicizie, sono sempre pervase da invidia, da interessi, non vedo niente di genuino.

Ed ho persone anche abbastanza valide come amici, ma c'è sempre un tornaconto dietro, c'è sempre un'insana competizione, una gelosia sottile per ogni cosa.

Ed ho avuto anche qualche storiella seria, ma anche lì, non c'era naturalezza, nasceva tutto da una mancanza, da un desiderio di non stare da soli, di farsi stronzamente compagnia insieme, e dopo un po' subentrava la noia da parte mia, e lasciavo perdere.

 

E va bene anche che mi si dica che me la tiro, che cerco la Luna,

ma quello che nessuno sa che io veramente sto iniziando a pensare che non valga la pena tutto quello che sto facendo,

e nessuno si immagina neanche che 'quello che se la tira' e che sembra sempre un passo avanti,

in realtà è forse molto indietro, e che frigna come una ragazzetta perché non vede nessuno per cui valga la pena di migliorarsi, di apparire.

Edited by Luchetto93
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 66
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Luchetto93

    22

  • Demò

    6

  • Hinzelmann

    4

  • faby91

    4

ma tu, a parte il tuo aspetto bellino, cosa pensi di poter dare agli altri? Non pinzettarti le sopracciglia ti imploro....e manco lampade(manco non nel senso di meno, ma di proprio no)

Link to comment
Share on other sites

ma tu, a parte il tuo aspetto bellino, cosa pensi di poter dare agli altri? Non pinzettarti le sopracciglia ti imploro....e manco lampade(manco non nel senso di meno, ma di proprio no)

 

Si dai le sopracciglia assolutamente, è gay lo so, ma mi piace l'effetto che fanno (non è che me le disegno con la matita dai.. ahah), le lampade solo in inverno ogni tanto.

 

Penso di poter dare tanto, la classica risposta che danno tutto, ma è vero: penso di aver tanto da dire su tanti argomenti, sono molto schietto e sensibile alle cose belle (e non solo i pettorali fatti bene, anche ad esempio un romanzo o un bel film senza che esca fuori un pene mi emozionano lo stesso).

Sono molto affettuoso quando voglio, non sono assolutamente appiccicoso, né di una gelosia spropositata.. Il vero problema è che sono pervaso da tanta tanta noia, noia in tutto, e la gente insistente, che fa le scenate, che si gratta la pancia tutto il giorno e si fa campare dai suoi, che ha gli occhi solo per vedere se ti è cresciuto il bicipite sul serio non la sopporto più.

E sono terrorizzato di diventare come molti soggetti che vedo: non si parla di gente in là con l'età che cerca compagnia, quello assolutamente ci può stare, e neanche di fantasie strane o perversioni particolari, sono il primo ad averle, ma parlo di presunzione di pretendere, di modi di fare veramente bassi, di gente che non capisce quando è ora di dire basta e che cerca veramente in tutti i modi di metterti in imbarazzo o di farti uscire di capo, spacciandosi per te sui social, o andando a dire cose in giro.

Non sono quello che sorride alla gente nei locali e poi quando qualcuno si avvicina dice all'amico 'andiamo a fumare' per andarsene via, o che se c'è uno magari non troppo bellino se la ride con gli altri, proprio no, sono solo annoiato ma nel senso più grande del termine.

Link to comment
Share on other sites

ma non capisco qual'è il vero problema sotto le tue giustificazioni....hai paura di invecchiare, ti annoi, sei bello e bravo, il mondo è pieno di zozzoni...

ma il tuo problema qual'è? Che nessuno ti sembra alla tua altezza? 

Hai mai considerato che qualcuno potrebbe considerarti piatto e che l'unica parte che fai emergere è l'aspetto(tuo e degli altri?)

Link to comment
Share on other sites

ma non capisco qual'è il vero problema sotto le tue giustificazioni....hai paura di invecchiare, ti annoi, sei bello e bravo, il mondo è pieno di zozzoni...

ma il tuo problema qual'è? Che nessuno ti sembra alla tua altezza? 

Hai mai considerato che qualcuno potrebbe considerarti piatto e che l'unica parte che fai emergere è l'aspetto(tuo e degli altri?)

 

Non ho paura di invecchiare, ho paura di farlo male e di diventare come certi soggetti che ho conosciuto, ma non paura, terrorizzato!

Mi annoio si ma nel senso più ampio del termine, non perché non so che fare tipo ora che tutti guardano il Mondiale ma io non seguo il calcio.

Il mondo è pieno di zozzoni, ma non di semplice gente che vuole fare sesso, anche io voglio, tutti vogliamo, parlo di pretese ingiustificate da gente fuori di testa che non si arrende, non il semplice 'ehi ehi perchè non rispondi, ci sei, ci sei?' su romeo  o su grindr, parlo di gente che fa come ho detto prima.

 

Non mi considerano piatto o me l'avrebbero detto oppure allontanato, anzi mi hanno anche detto il contrario (mica tutti ovvio).

Non parlo di quanto è brava Britney o di come avere addominali perfetti in 8 minuti, mi sento tutto tranne che piatto, forse ho dei modi di fare un po' bizzarri, ma nessuno si è mai lamentato.

Invece sono sempre io che mi annoio e che quindi lascio perdere, e mi dispiace eh, mi dispiace ogni volta, e non è che esco con gente a caso, faccio selezione come tutti del resto.

 

Sono un patito per il mio di aspetto (che poi vabbé sarà insicurezza, oppure il lato frocio che emerge e che quindi vuole apparire) non per quello degli altri, a me non piacciono neanche i 'figoni' figurati, mi piacciono quelli intellettuali, meglio se con gli occhiali e assolutamente non pompati (in forma, atletici o definiti, non pompati da ore e ore in palestra..)

Link to comment
Share on other sites

Hai scritto che sei un "gay perfezionista" ( nel senso che sei

perfezionista e ti piace curare il tuo aspetto in modo gay )

 

Se è vero, dovrebbe significare che lo fai perché sei così e così

ti piaci e non per gli altri

 

A parte il fatto che certi complimenti non so quanto lo siano, perché

"fisico bellino" non è esattamente un apprezzamento entusiasmante,

cioè se te lo dicessi io ed a Firenze il sottinteso sarebbe "smetti di parlare

quante ore ci hai messo a combinarti così"....ma magari è una mia particolare

visione della cosa.

 

D'altronde dici di non sentirti valorizzato...beh forse è perché in effetti tu ti piaci

così, ma agli altri meno

 

In ultima analisi smetti di essere perfezionista per paura: che sia l'assurda paura

di invecchiare a 21 anni o che sia qualche altra forma di paura o insicurezza, di cui

magari non sei consapevole, ma è più reale

Link to comment
Share on other sites

Tu devi fare qualcosa per te, non per altri. 

 

Vogliamo tutti che gli altri ci apprezzano.

A me fanno piacere quando lo fanno, ma vorrei apprezzamenti sinceri e intelligenti, vorrei che i 'mi piace' su Facebook li mettessero ai pensieri che scrivo e non soltanto alle foto (esempio stupido, ma è per farsi capire, se poi passo per stupido qua amen dai).

Se curo il mio aspetto lo faccio perché so che l'aspetto conta, nel mondo gay poi, e mi piace la Bellezza in sé: ma se tanto devo sempre lamentarmi (nella mia testa, non annoio i miei amici con le mie paranoie) e sentirmi insoddisfatto o terrorizzato che un giorno farò la fine che non voglio.. Chi me lo fa fare?

Link to comment
Share on other sites

ma tra le righe cosa stai dicendo, che ti rompe che la gente con cui esci apprezzi di te solo l'aspetto?

E che quando l'età se lo porterà via, nessuno ti apprezzerà più?

Edited by Demò
Link to comment
Share on other sites

Hai scritto che sei un "gay perfezionista" ( nel senso che sei

perfezionista e ti piace curare il tuo aspetto in modo gay )

 

Se è vero, dovrebbe significare che lo fai perché sei così e così

ti piaci e non per gli altri

 

A parte il fatto che certi complimenti non so quanto lo siano, perché

"fisico bellino" non è esattamente un apprezzamento entusiasmante,

cioè se te lo dicessi io ed a Firenze il sottinteso sarebbe "smetti di parlare

quante ore ci hai messo a combinarti così"....ma magari è una mia particolare

visione della cosa.

 

D'altronde dici di non sentirti valorizzato...beh forse è perché in effetti tu ti piaci

così, ma agli altri meno

 

In ultima analisi smetti di essere perfezionista per paura: che sia l'assurda paura

di invecchiare a 21 anni o che sia qualche altra forma di paura o insicurezza, di cui

magari non sei consapevole, ma è più reale

 

Non sono ancora idiota, so cogliere il sarcasmo, dato che lo faccio anche io.

Se dico 'fisico bellino' è per dire che è obiettivamente soddisfacente e che piace: si forse dire 'bellino', soprattutto col tono giusto, sembra una presa per il culo hai ragione ahah

Se non piacessi agli altri non mi allontanerei sempre io dagli altri dopo un po' che ci esco ma lo farebbero loro, e soprattutto non chiederebbero spiegazioni, se ne fregherebbero come quando non ti interessa niente  (ovviamente non è che non abbia mai avuto un rifiuto eh, ci mancherebbe).

Link to comment
Share on other sites

Vogliamo tutti che gli altri ci apprezzano.

A me fanno piacere quando lo fanno, ma vorrei apprezzamenti sinceri e intelligenti, vorrei che i 'mi piace' su Facebook li mettessero ai pensieri che scrivo e non soltanto alle foto (esempio stupido, ma è per farsi capire, se poi passo per stupido qua amen dai).

Se curo il mio aspetto lo faccio perché so che l'aspetto conta, nel mondo gay poi, e mi piace la Bellezza in sé: ma se tanto devo sempre lamentarmi (nella mia testa, non annoio i miei amici con le mie paranoie) e sentirmi insoddisfatto o terrorizzato che un giorno farò la fine che non voglio.. Chi me lo fa fare?

E fu così che gli diagnosticarono il DNP (disturbo narcisistico di personalità).

 

Ti rileggi un secondo? Stai vivendo esclusivamente per lo specifico scopo di suscitare commenti di apprezzamento da parte degli altri! Ogni tuo singolo gesto, ogni tua singola preoccupazione, ogni tua più intima ambizione è quella di essere oggetto di lusinghe. Lusinghe sull'aspetto, lusinghe sul carattere, lusinghe sulla personalità, lusinghe sulla scelta delle parole da scrivere su facebook, ecc. Come potresti sentirsi pieno e soddisfatto nel momento in cui focalizzi la tua vita intera su questo scopo? Non c'è nulla di più vuoto e terrificante che dipendere dal giudizio degli altri: alcuni vi soccombono, altri lo assecondano disperatamente.

Edited by Sampei
Link to comment
Share on other sites

A me fanno piacere quando lo fanno, ma vorrei apprezzamenti sinceri e intelligenti, vorrei che i 'mi piace' su Facebook li mettessero ai pensieri che scrivo e non soltanto alle foto (esempio stupido, ma è per farsi capire, se poi passo per stupido qua amen dai).

 

Semplice.. non mettere foto ogni 5 minuti (il 5 minuti è puramente indicativo).

 

 

 

Se curo il mio aspetto lo faccio perché so che l'aspetto conta, nel mondo gay poi, e mi piace la Bellezza in sé:

 

ma chi l'ha detto? Se curi il tuo aspetto.. devi farlo perché va a te. Non certo perché il mondo gay è così. Io mi levo quei due peletti in mezzo alle sopracciglia per non avere il monociglio.. ma stop. Il resto.. chi mi piglia mi piglia (e uno mi ha preso ;) ). 

L'aspetto conta fino a un certo punto.. ma devi farlo per te.. non certo per fare da "locandina pubblicitaria" in un locale gay.. perché agli altri evidentemente dai l'impressione di colui che se la tira, anche se involontariamente. 

Purtroppo è così. 

 

Gli stereotipi fanno male.. soprattutto quando te li cuci addosso ;)

Edited by yalen86
Link to comment
Share on other sites

ma tra le righe cosa stai dicendo, che ti rompe che la gente con cui esci apprezzi di te solo l'aspetto?

E che quando l'età se lo porterà via, nessuno ti apprezzerà più?

 

No mi rompe sentirmi sempre così frustrato quando esco con qualcuno, avere sempre le aspettative alte e quindi sentirmi sempre deluso perché mi aspettavo 100 e trovo 50 (non parlo di estetica,almeno non sempre), e mi secca non affezionarmi a nessuno perché sono inconsolabile e sembra che non mi possa interessare nessuno.

Ma è un limite mio eh, lo so... Non mi spaventa invecchiare perché uno cambia l'aspetto, mi spaventa diventare come la gente che ho visto in certi locali (lo ammetto, sono andato nei peggio posti a volte, soprattutto in quelli con dark room per intenderci, ecco tipo quelli che entrano e vanno subito in dark e aspettano alla colonna che qualcuno si fermi ahah).

Rido eh, ma c'ho questo terrore che ci posso fare.

Link to comment
Share on other sites

E fu così che gli diagnosticarono il DNP (disturbo narcisistico di personalità).

 

Ti rileggi un secondo? Stai vivendo esclusivamente per lo specifico scopo di suscitare commenti di apprezzamento da parte degli altri! Ogni tuo singolo gesto, ogni tua singola preoccupazione, ogni tua più intima ambizione è quella di essere oggetto di lusinghe. Lusinghe sull'aspetto, lusinghe sul carattere, lusinghe sulla personalità, lusinghe sulla scelta delle parole da scrivere su facebook, ecc. Come potresti sentirsi pieno e soddisfatto nel momento in cui focalizzi la tua vita intera su questo scopo? Non c'è nulla di più vuoto e terrificante che dipendere dal giudizio degli altri e assecondarlo disperatamente.

 

Ok, sembra banale ma in effetti potrebbe stare tutto qui il problema..  :nyam:

Link to comment
Share on other sites

 

 


mi spaventa diventare come la gente che ho visto in certi locali (lo ammetto, sono andato nei peggio posti a volte, soprattutto in quelli con dark room per intenderci, ecco tipo quelli che entrano e vanno subito in dark e aspettano alla colonna che qualcuno si fermi ahah).


Eppure è lo stesso ragionamento di quelli in fila in autostrada perché c'è un incidente.. tutti vanno piano perché vogliono vedere la macchina distrutta. 
Lo so.. macabro..

Io mi domando: perché ci vai? Ti diverti? O pensi che quelli nei locali siano tutti così? 
Io credo che qua sul forum la maggioranza nei locali neanche ci va. 
Alla fine quelli che si comportano così è perché si sentono soli: hanno voluto tanto.. e non si sono mai accontentati. 
Tipo: compro la panda.. no.. voglio di più.. compro la Golf.. no voglio di più.. fino a comprare le Ferrari.. sempre ultimo modello, così tutti si voltano verso di te. Poi torni a casa? E che ti è rimasto? :) 
Link to comment
Share on other sites

Non è affatto banale,

 


Ok, sembra banale ma in effetti potrebbe stare tutto qui il problema

Non mi pare sia banale, è un circolo vizioso molto brutto da prendere sul serio e su cui lavorare per spezzarlo

Link to comment
Share on other sites

 

Eppure è lo stesso ragionamento di quelli in fila in autostrada perché c'è un incidente.. tutti vanno piano perché vogliono vedere la macchina distrutta. 

Lo so.. macabro..

 

Io mi domando: perché ci vai? Ti diverti? O pensi che quelli nei locali siano tutti così? 

Io credo che qua sul forum la maggioranza nei locali neanche ci va. 

Alla fine quelli che si comportano così è perché si sentono soli: hanno voluto tanto.. e non si sono mai accontentati. 

Tipo: compro la panda.. no.. voglio di più.. compro la Golf.. no voglio di più.. fino a comprare le Ferrari.. sempre ultimo modello, così tutti si voltano verso di te. Poi torni a casa? E che ti è rimasto? :) 

Vabbé dai mica tutti i locali sono così comunque, solitamente nei locali 'normali' (gay) ci vado per divertirmi e per fare una serata diversa, e mi diverto anche, non voglio mica abbordare qualcuno o farmi venire sempre le paranoie.

 

Si comunque sono un tipo troppo ambizioso, e che probabilmente non combinerà un fico secco nella vita proprio per questo, ogni piccolo insuccesso per me è un totale fallimento: certo che mi sento solo, come molte persone a questo mondo del resto, o non avrei fatto questo post, e bada bene gli amici non mi mancano fortunatamente, ma non sarà certo poter contare sempre su qualcuno e scriversi/vedersi quando mi sento giù ad aiutarmi, resto comunque infelice che ci vuoi fare

 

@Sampei eh ormai troppe cose mi hanno portato ad essere così, e leggendo questo disturbo su internet inutile dire che mi ci riveda molto, ma sono consapevole di esserlo eh, è un mio limite, ma l'insoddisfazione per ogni cosa che faccio rimane, sia in campo sentimentale che non.

Link to comment
Share on other sites

 

 


@Sampei eh ormai troppe cose mi hanno portato ad essere così, e leggendo questo disturbo su internet inutile dire che mi ci riveda molto, ma sono consapevole di esserlo eh, è un mio limite, ma l'insoddisfazione per ogni cosa che faccio rimane, sia in campo sentimentale che non.

Sei un ragazzo di poco più di vent'anni, suppongo, dunque, ora che hai consapevolezza dei punti problematici della tua personalità, hai tutte la possibilità che vuoi per riparametrare il tuo comportamento in senso meno "eccessivo" di come saresti spontaneamente portato a fare, insomma per smussare certi tuoi dogmi che potrebbero ritorcertisi contro. Ti dicevo di non sottovalutare questo fatto e di applicartici seriamente perché se spingi troppo in avanti comportamenti simili rischi di isolarti davvero in maniera radicale e definitiva, con il rischio di soffrirne e di non sapere più come tornare indietro.

Link to comment
Share on other sites

Vogliamo tutti che gli altri ci apprezzano.

A me fanno piacere quando lo fanno, ma vorrei apprezzamenti sinceri e intelligenti, vorrei che i 'mi piace' su Facebook li mettessero ai pensieri che scrivo e non soltanto alle foto (esempio stupido, ma è per farsi capire, se poi passo per stupido qua amen dai).

Se curo il mio aspetto lo faccio perché so che l'aspetto conta, nel mondo gay poi, e mi piace la Bellezza in sé: ma se tanto devo sempre lamentarmi (nella mia testa, non annoio i miei amici con le mie paranoie) e sentirmi insoddisfatto o terrorizzato che un giorno farò la fine che non voglio.. Chi me lo fa fare?

Sono seghe mentali che ti fai per la tua giovane età. Col tempo svaniranno, col tempo i problemi saranno l'affitto, l'uni, il lavoro, come mantenere in piedi una relazione che sta andando a catafascio, il fatto che ti piaccia un tizio al quale sta puntando già un tuo conoscente e ci stai male... Insomma, cose così. 

La bellezza è relativa e quella che riguarda l'aspetto svanisce presto e senza avvertirti. È un attimo che ti ritrovi capelli bianchi, cicatrici devastanti, pelle butterata, ossa deboli... 

Link to comment
Share on other sites

Fai bene, guarda 

Tanto ormai di questi tempi l'immagine è tutto 

 

Se c'è del sarcasmo pace, resta il fatto che sia così.

E fidati che non sono il classico palestra-lampade-bucato alla Jersey Shore (quei tipi americani che fanno gli scemi in televisione), sono un secchione, nel senso che mi piace molto studiare, mi piace riuscire nelle cose, ma mi piace anche conoscere e viaggiare (c'avessi i soldi magari dai..) solo per me stesso.

E l'immagine si, è tutto, e non parlo di bellezza, ma l'immagine sì è tutto: se in un film il protagonista soffre ed è tormentato da un amore inconsolabile e vuole suicidarsi, se è di bell'aspetto diventa 'bello e dannato', se non lo è, è facile che passi per una persona fragile in difficoltà.

Se sei di bell'aspetto ma dal carattere bizzarro questo diventa una tua particolarità, un pregio che ti contraddistingue, se manca il bell'aspetto ma sei bizzarro, diventi una persona stramba.

 

E non sto dicendo che bisogna seguire questa logica, ma inconsciamente funziona così

Link to comment
Share on other sites

La prima cosa che mi è venuta in mente: "benvenuto nel mondo delle donne"

Estrema cura del corpo, vecchi bavosi che ti vengono dietro, amiche vipere che sotto sotto sono invidiose, ti lamenti se ti dicono che te la tiri ma se facessi la zoccola peggioreresti la situazione, paura di invecchiare...

Boh, da quello che ho capito tu stai solo cercando di accasarti e smetterla di agghindarti per qualcuno che sembra non arrivare mai (leggasi Mr Right)
Aspettattive troppo alte? Ti poni in maniera sbagliata? Cerchi in luoghi sbagliati?

Link to comment
Share on other sites

La prima cosa che mi è venuta in mente: "benvenuto nel mondo delle donne"

 

Estrema cura del corpo, vecchi bavosi che ti vengono dietro, amiche vipere che sotto sotto sono invidiose, ti lamenti se ti dicono che te la tiri ma se facessi la zoccola peggioreresti la situazione, paura di invecchiare...

 

Boh, da quello che ho capito tu stai solo cercando di accasarti e smetterla di agghindarti per qualcuno che sembra non arrivare mai (leggasi Mr Right)

Aspettattive troppo alte? Ti poni in maniera sbagliata? Cerchi in luoghi sbagliati?

 

Vecchi bavosi che ti vengono dietro: una persona in particolare mi ha rotto le scatole per mesi (e non solo virtualmente) ed ammetto che la cosa mi ha un po' turbato, ma capita a tutti di essere richiesti da questi soggetti dai, chiedi pure a chiunque, oppure iscriviti su Romeo.

 

Amiche vipere che sono invidiose mi fa morire: dico solo che c'è sempre competizione..''guarda ieri sono stato con questo, guarda che bello'' oppure se qualcuno ci va con qualcuno in un locale si butta sempre l'occhio agli amici per vedere se stanno guardando, si tende a prendere in giro quello con cui ci sei andato magari.. (''Ma dai, era proprio una sfranta comunque!'')

Ma tutto questo non con cattiveria, con qualche persona ho veramente un rapporto speciale, ma l'invidia e la competizione ci sono sempre, almeno nel mio piccolo mondo, ed è una cosa comune che noto sempre, seppur con entità molto differenti, ma le mie paranoie mi fanno vedere questa competizione ovunque.

 

'Se facessi la zoccola': non hai chiaro il tipo, non mi trucco il viso (potrei iniziare però, le occhiaie sono antiestetiche), né mi vesto in modo femminile, né sculetto ballando Lady Gaga,semmai canticchio De Andrè in macchina, quindi sei fuori luogo.

 

Paura di invecchiare si, ma non per l'aspetto, ma perché sono paranoico ed ossessionato dal diventare una persona che non voglio e che ho ben chiaro in mente, dato che certe cose nella mia vita mi hanno un po' influenzato negativamente (come a tutti del resto)

 

Accasarti e smetterla di agghindarti: commento coi puntini di sospensione, boh?

 

Ho le aspettative troppo alte in tutto e quindi poi rimango sempre deluso, su questo hai raigone, sono affari miei lo so e devo cambiare atteggiamento.

 

I luoghi sono i luoghi di riferimento gay, chat, locali e soprattutto conoscenze di 'amici di amici' che per ora hanno fruttato qualcosina in più.

Link to comment
Share on other sites

Il problema quindi è effettivamente il non riuscire a trovare l'uomo perfetto?

Sul fatto delle amicizie, non commento un po' perché penso che "il miglior modo di conoscere una persona è conoscere i suoi amici", un po' perché se tu li critichi per i loro comportamenti ma continui a starci insieme, c'è decisamente qualcosa che non va

Link to comment
Share on other sites

No è che sembra che non mi interessi, mentre in realtà è ovvio che vorrei qualcuno, ma esco con la gente ma poi me ne allontano perché sono sempre insoddisfatto, ci sta che non sia felice per conto mio e che quindi non riesca a stare con qualcuno eh (intendo in rapporti più che amichevoli ovviamente), ma ad esempio il sesso funziona bene, ma dopo un po' che frequento qualcuno mi sento annoiato e frustrato, come se stessi perdendo tempo.

 

Le amicizie di cui ti parlo ammetto di sfruttarle un po' solo per andare nei locali o frequentare gente/posti gay, ma ovviamente con qualcuno (uno in particolare) sono proprio molto molto legato.

Il mio giro di amicizie gay è ristretto eh dico la verità, non ho tutta questa voglia di coltivarne di nuove (e si torna lì..)... Le ho più in ambito non-gay, e più appaganti.

Link to comment
Share on other sites

Allora forse il problema è davvero quello di frequentare il giro sbagliato, non pensi?
Immagino che se le persone ti annoiano, è perché o ti credi superiore a chiunque (e in quel caso ti direi di ridimensionarti) o perché non condividi molti interessi con questi (e allora dovresti semplicemente cambiare giro)

Link to comment
Share on other sites

Bah, uno che punta tutto sull'aspetto è naturale che abbia tutti questi timori..

cmq la bellezza non dipende da quanto ti curi, basta non essere zozzi..

direi che l'eccessiva cura ci può persino rendere poco apprezzabili..

col tempo la tua presunta bellezza sparirà e ti ritroverai col nulla in mano..

e poi è colpa tua se i vecchi bavosi ti vengono dietro..

conosco  ragazzi molto intelligenti e belli, ma che non vengono mai importunati da nessuno..

vedi un po' tu.. Cerca di capire le tue priorità e prova ad essere felice..

il mondo non gira intorno a te..

ciao

Edited by Mak
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Unfortunately, your content contains terms that we do not allow. Please edit your content to remove the highlighted words below.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...