Jump to content
Sign in to follow this  
Yzel

Tesine di maturità

Recommended Posts

Isher

Beh, siete tutti dei mezzi geni!  :D

La mia voglia di leggervi cresce

Share this post


Link to post
Share on other sites
Silent

La mia era su Alice nel Paese delle Meraviglie!

 

Giura, anche un'amica lo porta insieme a peter pan, però per fisica in modo da applicare le leggi della fisica alle fiabe...

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89

Ah, io posso darvi il piano ideale della mia tesina, me l'hanno totalmente censurata

 

Sessualità come componente fondamentale della vita umana

 

-Agostino di Moravia, Ernesto di Saba

-Storia della sessualità di Michel Focault

-Schiele

- la sessualità durante l'epoca vittoriana: George Eliott.

 

 

Ora, come ora, saprei come ampliarla

 

Mi hanno tagliato Ernesto di Saba e Michel Focault  ho dovuto ripiegare su Moravia, e nella fatis specie negli Indifferenti.

Ho voluto procedere per la mia strada, senza ascoltare gli insegnati. Piuttosto di portare la dicotomia tra realtà e apparenza mi sarei sparato nelle palle.

 

Ogni tanto ripenso a come avrei potuto gestire la tesina, mi ha deluso l'argomento, però, visti i miei studi geologici e la mia passione per il dinamismo, se potessi tornare indietro, porterei Dinamismo come punto di svolta, ovvero il concetto di cambiamento in relazione al mondo

 

però  sono solo fantasie di uno troppo legato col passato x.x

Share this post


Link to post
Share on other sites
everlook

La mia tesina aveva un titolo a mio parere più che pertinente all'atmosfera d'esame: "L'inquietudine"   :sbav:

 

Filosofia: Kierkegaard e il sentimento dell'angoscia

Arte: "Incubo Notturno" di Fussli, "Campo di grano con corvi" di Van Gogh e ovviamente "L'urlo" di Munch

Letteratura: Svevo e "La Coscienza di Zeno"  (che poi è uscita anche come prima prova d'esame  :D)

Storia: Il periodo appena antecedente della Seconda Guerra Mondiale e relative cause

Geografia Astronomica: Terra, un pianeta inquieto: movimenti tettonici della crosta e convettivi del mantello

Fisica: Relazione tra campo magnetico e campo elettrico (e conseguente origine del campo magnetico terrestre)

 

Incredibile, sono stato uno dei pochi che sono riusciti a finire l'esposizione della tesina  :sbav: (e ho preso pure il massimo all'orale)  mi stupisco ancora di come mi esca un'insolita parlantina quando sono sotto pressione  :sbav:  

Cmq non so voi, ma o ho impiegato un intero giorno a realizzare che quei cinque anni di liceo erano improvvisamente finiti  xD

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89

Scusa, piccolo appunto, cosa c'entrava la dinamica del mantello con l'inquietudine? o.o

Share this post


Link to post
Share on other sites
Undertaker

Scusa, piccolo appunto, cosa c'entrava la dinamica del mantello con l'inquietudine? o.o

 

Provo a buttarla lì: il mantello, o almeno una parte di esso, è lo strato più "inquieto" della Terra, in quanto la sua zona esterna è interessata dal continuo saliscendi di materiale. Quando è caldo sale verso l'alto, si raffredda e di conseguenza diviene più pesante e torna a scendere. Abbastanza "inquietante", soprattutto considerando i tempi biblici che questo processo impiega a realizzarsi e l'enormità delle dimensioni del mantello (e dire che la Terra è un puntino). E poi dà l'idea di un pianeta in continua ebollizione.

Allora, ho indovinato?  :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuppolotto

io devo fare la maturità quest'anno,

leggendo per la terza volta gli scritti corsari di pasolini ho avuto l'illuminazione

(per poter parlare di pasolini):

discussione dell "entropia borghese":

chiaramente, l'entropìa, pasolini, e come marx giudica questo fenomeno.

(e tutto il resto). Spero che il risultato non sia quello degli esami di ecce bombo in cui mi ritroverò

a parlare di 30 anni di malgoverno democristiano,

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89

Cioè, dubito fortemente che i movimenti del mantello possano essere vagamente inquietanti, sono divertentissimi,parlo io da geologo. u.u

cioè, che han fatto di male , io avrei messo: qualcosa di più epico, tipo una faglia... il mantello è onesto, in fondo x.x

Share this post


Link to post
Share on other sites
FireSpirit

Hmm se volete vi dico alcune tesine di altri compagni, magari vi possono essere utili :muro:

 

Una mia compagna ha fatto una tesina sui 7 peccati capitali, scegliendo per ogni materia un autore o un argomento che avesse a che fare con uno dei 7 peccati (non ricordo però gli argomenti ^^").

Un'altra l'ha fatta sulla storia del cinema, parlando di Chaplin, Pasolini, Fellini e via dicendo.

Un'altra ancora l'ha fatta sulla cromologia  :muro:

 

Comunque, vi dico quello che hanno detto a me: non scegliete cose banali che la commissione si annoia! Seconda Guerra Mondiale, l'Olocausto, il Tempo ecc. ecc., sono argomenti interessantissimi ma triti e ritriti. Se scegliete un argomento interessante avete più probabilità che vi facciano parlare di più della tesina. E non ammazzatevi a fare cose troppo elaborate. Va bene fare le cose per bene, ma badate che la tesina è solo il 10% del vostro colloquio orale. Almeno così è stato per me XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
HaNKy87PaNKY

Il mio consiglio è di evitare di scegliere un argomento che piaccia a voi e che non c'entri NULLA con quanto studiato a scuola.

Dev'essere un percorso multidisciplinare, scegliete gli argomenti che vi è piaciuto di più studiare durante l'ultimo anno e trovateci (a costo di inventarlo) un filo logico che li colleghi. Non è indispensabile trovare a tutti i costi collegamenti con tutte le materie, alcune è ovvio che vengano omesse (ti pare che parlando dei sentimenti delle donne mi debba mettere a parlare di geografia astronomica?!?!?!?).

E preparate BENE i programmi che verranno chiesti all'esame perché non si tratterà di discutere solo la tesina, che può anche essere eccellente, ma ci saranno anche domande sui programmi.

Nella mia classe, i primi interrogati avevano ricevuto fino a una domanda per materia dopo aver discusso la tesina. A me (complice l'ottima tesina) avevano fatto solo una domanda di storia perché era OVVIAMENTE omessa sia dalla mia tesina che (fortunatamente) dalla terza prova di maturità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Isher

E' giusta l'osservazione di Hanky, anche se per un ragazzo con forti interessi o passioni, e soprattutto per il tipico/fissato/gay/che sa tutto di 

quella tal cosa, è irresistibile l'idea di farla su tutt'altro portando nella Scuola proprio quegli interessi che ne sono esclusi.

 

Io per esempio feci il mio tema di maturità, che mi fruttò in buona parte il mio 59/60 (nel tema ebbi 10) parlando della

Filosofa della musica moderna di Adorno, un libro che nessuno dei miei esaminatori aveva mai letto né di cui aveva sentito

parlare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
HaNKy87PaNKY

Si beh anche io nella mia tesina ho inserito Martha Graham, che probabilmente nessuno in commissione conosceva...

Però il mio consiglio è riferito a chi pretende che il proprio lavoro venga riconosciuto e apprezzato... Alla fine, rende più una tesina organica e che riesce a coinvolgere le materie studiate che una sugli aborigeni australiani o sulla Pimpa che ha richiesto anni di lavoro ma che non c'entra nulla con il liceo classico in cui viene discussa :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenz

Quoto. :muro: Non bisogna ammazzarsi di lavoro, tanto insomma... la tesina alla fine serve solo per rompere il ghiaccio!! ^^

Io la maturità l'ho fatta l'anno scorso quindi mi ricordo mooolto bene!! Come argomento avevo scelto il terrorismo in Italia negli anni '70 e quello internazionale degli anni 2000...

 

Bisogna scegliere un argomento che piaccia ma non troppo distante dal piano di studi... non vi dico le facce dei prof quando scoprirono che una mia compagna aveva scelto "le fate".  :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
HaNKy87PaNKY

Ah e aggiungo: non è una tesi di laurea, quindi non c'è bisogno di scrivere 70 pagine come aveva fatto una mia compagna (COPIA/INCOLLA puro). La mia era di 5 pagine, e quasi tutto ciò che ho scritto era lì per essere detto durante il colloquio orale. Non ha senso scrivere un poema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everlook

Cioè, dubito fortemente che i movimenti del mantello possano essere vagamente inquietanti, sono divertentissimi,parlo io da geologo. u.u

cioè, che han fatto di male , io avrei messo: qualcosa di più epico, tipo una faglia... il mantello è onesto, in fondo x.x

 

Si, allora qui c'è, se vogliamo, una forzatura del significato di "inquietudine": quando parlo della Terra come pianeta inquieto lo intendo come "non-quieto", cioè non in quiete, anzi in costante dinamismo ed evoluzione (che è tra l'altro ciò che lo rende un pianeta veramente vivo).

Insomma, non trovo i moti del mantello inquietanti, affatto, anche se, a volerci trovare qualcosa di inquietante, in fondo stanno all'origine anche dei terremoti, giusto?  :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
NightWisher

Giura, anche un'amica lo porta insieme a peter pan, però per fisica in modo da applicare le leggi della fisica alle fiabe...

Il bello di Alice è che partendo da lì puoi parlare di quello che vuoi, si trovano spunti per tutto!

Beh, siete tutti dei mezzi geni!  :muro:

La mia voglia di leggervi cresce

Allora io non trovo il mio file pdf e ovviamente di riscriverla non se ne parla  :muro:

Però ho ancora un .swf della mia tesina multimediale le animazioni ci sono tutte ma mancano i testi (sono finti) volendo potrei upparla  :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Isher

Ma io sono d'accordo con te Hanky, e trovo anzi che la tesina dovrebbe essere concepita proprio come dici tu, cioè come

un lavoro organico al corso di studi seguito che mostri come il ragazzo sia in grado di tracciare un percorso conoscitivo

originale all'interno del panorama disciplinare che gli è noto. Diciamo che giustifico e apprezzo anche chi esce fuori dal

seminato se questo corrisponde a una sua passione.

 

Interessante, nella tua, la Graham e Virginia. Solo non credere che nel VII secolo fossero tanto più misogini di oggi...

La misoginia è funzione dell'eterosessualità, mentre una cultura fortemente omosessuale come quella Greca lo era in

proporzione forse assai meno di quella eterosessuale contemporanea...

 

Bella quella di Greed. Guarda caso ti hanno tagliato gli autori omosessuali, o la narrativa omosessuale, Foucault e Saba,

e ti hanno lasciato l'autore più eterosessuale che esista, Moravia!

Molto interessante anche quella di Everlook, molto strutturata e compatta, su un gran bel tema. Che si intende per

«entropia borghese», Kuppolotto?

 

Che peccato che tu non trovi il tuo pdf, NightWiser. Se esce fuori (la tua Scuola dovrebbe averlo, o qualcuno cui l'hai

inviato) mandamelo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89

Beh il discorso dei terremoti è al quanto complesso....

non mi pronuncio ...

.-.

@isher: mi volevano obbligare a portare le cose fatte quell'anno, io ho lottato per Moravia e sputato sangue per poterlo mettere! Non mi volevano concedere nulla di più del programma fatto, io, alla fine, sono riuscito ad evitare di portare Pascoli e il gelsomino poeta e poesia che detesto con tutto me stesso!

Share this post


Link to post
Share on other sites
HaNKy87PaNKY

Ma io sono d'accordo con te Hanky, e trovo anzi che la tesina dovrebbe essere concepita proprio come dici tu, cioè come

un lavoro organico al corso di studi seguito che mostri come il ragazzo sia in grado di tracciare un percorso conoscitivo

originale all'interno del panorama disciplinare che gli è noto. Diciamo che giustifico e apprezzo anche chi esce fuori dal

seminato se questo corrisponde a una sua passione.

 

Interessante, nella tua, la Graham e Virginia. Solo non credere che nel VII secolo fossero tanto più misogini di oggi...

La misoginia è funzione dell'eterosessualità, mentre una cultura fortemente omosessuale come quella Greca lo era in

proporzione forse assai meno di quella eterosessuale contemporanea...

 

La mia scelta dei misogini antichi era tutta una tattica: il mio prof di latino e greco era tanto competente quanto cretino e sapevo che non mi avrebbe degnato della minima attenzione durante il mio discorso sulla tesina (come infatti è accaduto). Per questo come argomento di chiusura avevo messo la misoginia perché sapevo che a lui piacevano le critiche che Semonide di Samo e Giovenale facevano alle donne (probabilmente ci si trovava pure d'accordo, dato che quando ce le aveva spiegate era tutto entusiasta) e quindi definendo la donna scrofa e fanatica ho attirato anche la sua attenzione e ricevuto da lui un feedback positivo... Poi però hocapovolto la situazione e chiuso con Montale che elogia la donna in "L'anguilla" perché la commissione era costituita al 90% da donne e dovevo comunque concludere positivamente dicendo che le donne sono creature bellissime.  :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Isher

E' assurdo, e negatorio della cultura, che non ti volessero concedere, Greed,  di portare altri autori oltre quelli fatti quell'anno.

Il Programma ministeriale è una (utile) cosa, la cultura un'altra.

Forse i docenti non conoscevano quegli autori? Niente di male: se li potevano studiare.

 

Quando a mio tempo feci la maturità classica, la Commissaria di Greco, che veniva dalla Sicilia, si avvicinò a noi ragazzi

e ci chiese quale Tragedia portassimo. Noi rispondemmo: L'Agamennone di Eschilo. Lei, quasi rassicurata, sospirò, ah meno male.

Io conosco (e conoscere significava che era in grado di tradurle all'impronta) 13 tragedie classiche. Naturalmente, soggiunse, se la

vostra fosse ricaduta tra quelle che non conosco, in questi giorni me la sarei preparata.

 

Direi che come onestà intellettuale, come rigore, e anche come sincerità, siamo ai massimi...

 

 

Hanky, sei un demonio!

Meglio, un demonietto  :muro:

Ma ti devo dare ragione sul fatto che il vecchio pazzo del tuo professore sicuramente andava in brodo di giuggiole per la misoginia

antica (ne ho fatto recente esperienza con etero di ultra/sinistra), e sicuramente ci hai colto con le femmes.

 

:muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Silent

Allora, ho pensato di svolgere la mia tesina sull'omosessualità, qualche collegamento lo ho, anche se alcuni (praticamente tutti) alquanto scontati.

Mi chiedo però se sono disposto a rischiare di portare un argomento tanto delicato, voi cosa ne pensate?

 

Come argomenti avrei pensato:

1- Latino: Petronio con il Satyricon (logico :muro:)

2- Scienze: Genetica (se riesco ad accedere alle nuove ricerche in modo un po' più approfondito)

3- Filosofia: Sigmund Freud con il complesso di Edipo

5- Storia: Sono indeciso se grandi personaggi storici omosessuali o il trattamento degli omosessuali agli antipodi, cioè società greca e campi di concentramento.

4- Arte: Non ho ancora deciso

5- Lettere: Dante con il suo canto dei sodomiti e magari un collegamento con il Levitico della Bibbia

6- Inglese: il "De Profundis" di Wilde

7- Matematica: boh

8- Fisica: L'attrito durante la penetrazione anale, può andare? XD

 

Cosa ne pensate? Vi prego aiutooooo XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
Isher

Scusa, ma che tesi vuoi sostenere sull'omosessualità? quale posizione su di essa vuoi esprimere? Oppure cosa dell'omosessualità vuoi

far risaltare, mettere in evidenza, o anche più semplicemente che cosa vuoi dire su di essa?

 

Prima di tutto devi capire e decidere questo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrejMolov89

@ Isher i miei professori erano così. Quello d'italiano mi odiava perché lo mettevo in difficoltà con i miei interventi. Tant'è che mi ha dato dell'analfabeta e mi ha consigliato di non fare nulla di speciale e di attenermi praticamente alla traccia del saggio senza dare un impronta personale, quella di astronomia non  mi aveva nel registro, s' accorta tipo a metà del primo quadrimeste che esistevo XD . Cosa ci potevo fare? XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
orodeglistupidi

"IL CAOS"

 

01.ALLE ORIGINI DEL CAOS

Esiodo - "Teogonia"

(Greco)

 

02.IL CAOS GENERA IL MONDO

Il Big Bang e l’universo inflazionario

(Astronomia)

 

03.IL CAOS NEL COSMO

Caos Deterministico

(Fisica)

 

04.IL CAOS VIVE NELL’UOMO

Gustav Klimt – “Giurisprudenza”

(Arte)

 

05.LA RAGIONE RIFUTA IL CAOS

Euripide – “Baccanti”

(Greco)

 

06.ACCETTARE IL CAOS

Il pensiero di Nietzsche

(Filosofia)

 

07.PIEGARE IL CAOS AL SERVIZIO DELL’UOMO

Edoardo Sanguineti – “Laborintus”

(Italiano)

 

08.IL CAOS PER REDIMERE LA SOCIETA’

Anarchia; la Comune di Parigi

(Storia)

 

09.LA SOCIETA’ DEL CAOS

T.S. Eliot – “The Waste Land”

(Inglese)

 

10.CAOS E PROVVIDENZA

Milano e la peste ne “I Promessi Sposi”

(Italiano)

 

11.IL CAOS E’ IL DESTINO DEL COSMO?

Lucano – “Farsaglia”

(Italiano)

 

12.IL CAOS, MORTE DEL COSMO

Entropia e morte termica dell’universo

(Fisica)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Isher

Dio che disgusto, Greed. E' la negazione dell'insegnamento, della funzione docente. Se uno studente pone domande al quale

un professore non sa rispondere questi gli deve rispondere: "Non so risponderle. Ci devo pensare, mi devo documentare, e la

lezione prossima le risponderò". La colpa non è solo di questi disgraziati, ma della Scuola e forse soprattutto dell'Università

italiana che da 25 anni produce persone impreparate, e da 10 anni veri e propri somari incapaci. Purtroppo bisognerebbe

fare una riforma severissima che né i sindacati e la sinistra permetterebbero, né alla destra viene in mente. Tuttavia anche

in questo mare di niente un ragazzo può formarsi molto bene se sta attento e capisce quale direzione deve prendere.

 

Non ci potevi fare niente, allora XD

 

 

Bellissima, la tua tesina, FreakQuency! E' la tesi dei 18 anni, in cui pulsione, eros, e conoscenza, marciano ancora tutti insieme.

 

Anche in Esiodo, anche in Euripide, c'è la dialettica chaos/kosmos, in cui nessuno dei due può stare senza l'altro.

Su Nietzsche, che credo tu ami, ti consiglio di leggere, se sai il francese, il recente libro di Monique Dixsaut, Nietzsche.

Au delà des antinomies, Paris, Editions de la transparence, 2006, che restituisce un Nietzsche molto più limpido e meno caotico

del consueto e mette in luce come Nietzsche ricerchi un pensiero che isituisca gerarchie e come la volontà di potenza altro

non sia (nel livello più alto ed evoluto) che "ermeneutica". Bellissimi tutti i testi e gli autori che hai messo insieme.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sweet

la mia tesina era sull'Irlanda, al di là di quello mi ricordo poco (10 ANNI FA SONO VECCHIA BRRRRRRR!!!). Si ricollegava principalmente con Storia e Inglese, e credo di averci fatto entrare anche Italiano in maniera molto tirata. Però ho fatto la figa perché all'epoca ancora saper fare siti era una cosa rara e non la sapeva fare anche una scimmia ammaestrata, quindi ho stupito tutti portando un mini-sito con musica incorporata e la mia prof di Inglese mi imbarazzò abbastanza mettendosi a cantare a voce alta Sunday Bloody Sunday.

Dal momento che si collegava poco mi ricordo di aver avuto domande di matematica, fisica e geologia (cciloro a entrambe, erano esterne). Poi però mi hanno tipo fatto una domanda in inglese e a parte la prof di inglese mi sono trovata davanti 10 facce così O___________O e sta cosa immagino mi abbia guadagnato il massimo dei punti bonus.

Citazione della prof di italiano post esame "è l'unica di cui non sono riuscita a capire una parola di quello che diceva" uhm forse perché pronunciavo le parole correttamente cara :muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizzass

La mia era su Alice nel Paese delle Meraviglie!

Era curata più sul lato estetico che sul contenuto [che era una volgare operazione di taglia&cuci da wikipedia e poche altre fonti (che però ho dovuto tradurre dall'inglese quindi doppia fatica!)]

Italiano: con Calvino e i Nostri Antenati, collegamento davvero molto flebile che si reggeva sul fatto che tutte le opere sono considerate libri per bambini nonostante i messaggi siano fruibili solo da lettori più maturi.

Storia: l'età vittoriana il contesto in cui si sviluppa il romanzo, in particolare ho estrapolato le poesie stravolte di Alice e con un paragone con le originali ho analizzato il messaggio potenzialmente sovversivo che lanciavano  :muro:

Inglese: Ho analizzato alcuni temi presenti nel romanzo  :muro: non ho mai capito se avesse senso boh...

Storia dell'Arte: qua la prof mi aveva consigliato di collegarla con il surrealismo (BANALE!) io avevo pensato a collegarlo con Redon (per il suo interesse verso l'infinitamente piccolo e l'infinitamente grande :muro: ) ma alla fine dopo aver visto una mostra su Bruno Munari ho deciso di fare un collegamento con quest'ultimo perchè mi sembrava uno spirito affine a quello di Carroll.

Psicologia: L'ho collegato con la sindrome di Alice  :bah: e con analisi di alcuni personaggi del romanzo... Humpty Dumpty ha la propagnosia! (aehm... così mi pare di ricordare)

Fotografia: Beh... facile Carroll era un fotografo

 

ehi sono moltoo interessata alla tua tesina..puoi darmi qualke altra informazione ? per esempio di storia..come mai hai scelto l'età vittoriana?

Io avevo intenzione di basarla sul rapporto realtà immaginazione e non volevo fare una digressione sul romanzo..hai qualke consiglio?

scusa il disturbooo

e grazie in anticipo! (:    :bah: :bah:

Share this post


Link to post
Share on other sites
GlassOnion

Io avrei intenzione di improntare la mia tesina sul tema dell'ironia e del paradosso - ovviamente restingerò poi il campo dell'argomento e i collegamenti, ma avrei intenzione di articolarla così:

 

Filosofia: brevi riferimenti a Zenone, all'eironéia di Socrate e ai paradossi mostrati come veri dalla retorica dei sofisti; ironia romantica e Kierkegaard.

Inglese: L. Carroll, Alice in Wonderland, O. Wilde, The importance of Being Earnest e cenni ai paradossali aforismi di Lord Henry/Wilde in The picture of Dorian Gray --->tra l'altro, questi due autori si collocano nell'età vittoriana, epoca di grande ipocrisia.

Italiano: Pirandello e l'umorismo, (Svevo?)

Arte: il pittore caricaturista Daumier; Dadaismo (Grosz), illusioni ottiche (Escher?)

Latino: Petronio, Satyricon, Marziale e gli epigrammi (venenum in cauda), Seneca, Apokolokyntosis

Greco: Luciano, La storia vera, Aristofane (Le nuvole?)

 

:muro:

Share this post


Link to post
Share on other sites
HaNKy87PaNKY

GoWithTheFlow, la tua idea mi piace molto! Se riesci a sviluppare non solo gli argomenti per ogni materia ma anche i collegamenti tra tutte le materie, uscirebbe proprio un bel lavoro (anche in presentazione powerpoint, visto che ci metti storia dell'arte)!

Una tesi con Carroll, Escher, Dada, Wilde, Kierkegaar e Aristofane (io preferisco Le rane però!) per me sarebbe la tesi perfetta, ha tutto ciò che mi piace! <3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...