Jump to content
Logo

Un segreto per la vita ,letteralmente.

Recommended Posts

Logo

Non so come altro dirlo quindi spero di essere chiaro. Qualcuno di voi mantiene il segreto sul proprio orientamento da tutta la vita ?.perche questo rovinerebbe rapporti familiari e lavorativi in modo permanente ?. o semplicemente si preferisce tenerselo per se stessi ?-

Almeno nel mio caso ce 1 sola persona al mondo che sa di me , e vive a 800 kl da me e anche lui vive in anonimato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar

Tutti noi prima di aver fatto CO con qualcuno eravamo in questa condizione.

Una condizione che è normale per qualsiasi omosessuale perché uno, di base, viene sempre considerato etero, no? 

Il segreto rovina i rapporti perché prr mantenerlo strenuamente si devono necessariamente accavallare un sacco di cazzate. Tutto qui. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Logo
  • Topic Author
  • Bloodstar -lo penso anche io  ma il guaio e che non sempre e possibile VUOTARE IL SACCO. ho sempre voluto URLARLO COL MEGAFONO , E sinceramente un giorno spero di avere le palle per farlo sul serio.per almeno 1 ora no stop . SAREBBE LIBERATORIO .

    Ma da me e anche non solo una questione familiare ,Ma una questione di vita o di morte .LETTERALMENTE  da me chi lo dice spesso e diciamo invitato a sparire o lo fanno sparire .cacciandoli o minacciandoli e nessuno dice nulla-e le denunce cadono nel dimenticatoio siamo in italia ,perche  be le solite CAZZATE  PERVERSI malati schifosi ,come se fossi appestato  e sentir dire ad esempio non avvicinatevi a quei malati ,o vedere 2 che si baciano  rischiano il linciaggio .o peggio e questo lo visto in centro sotto i miei occhi mentre andavo a far la spesa per i miei  . se devono fare quelle cose perche non lo fanno a casa loro . penso vediate il tg e non e manco possibile intervenire se non chiamando la polizia . e purtroppo in tanti approvano la cosa e fa paura dico sul serio ho paura. perche  diciamola tutta io non vedo chi sa che apertura ,e sentir dire e colpa loro che si espongono o se la cercano fa capire che la giustizia ,o semplicemente la parità e una enorme palla .La differenza tra il medio evo e adesso sta solo che non ci brucino sul rogo. 

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    56 minutes ago, Logo said:

    Qualcuno di voi mantiene il segreto sul proprio orientamento da tutta la vita ?.perche questo rovinerebbe rapporti familiari e lavorativi in modo permanente ?. o semplicemente si preferisce tenerselo per se stessi ?-

    1. sono dichiarato da 30 anni. Siccome ne ho 46, a 16 anni tutti (ed intendo dire LETTERALMENTE tutti) lo sapevano.
    2. ciò non mi ha MAI creato problemi, nè in famiglia, nè al lavoro
    3. come ti ha già detto @Bloodstar a tenerti per te troppo a lungo tutto sto maloppo, finirai con l'esplodere. Ossia di fare il botto. Grosso
    32 minutes ago, Logo said:

    non sempre e possibile VUOTARE IL SACCO

    l'unico "alibi" plausibile che puoi avere per continuare a restare velato in eterno (come se poi il resto del mondo non se ne accorgesse o non lo sospettasse..) è che sei un prete. E che quindi uscendo dall'armadio perderesti il posto di lavoro. Con tutti i benefit annessi & connessi

    -nel forum è notorio cosa ne pensi io dei preti, ma non mi va di andare off topic-

    35 minutes ago, Logo said:

    da me e anche non solo una questione familiare ,Ma una questione di vita o di morte .LETTERALMENTE

    visto che non ci vuoi dire di dove sei (non dico indirizzo, numero civico e codice postale, ma almeno regione e/o provincia potresti farcele sapere, da come parli del tuo paesello), mi permetti di prendere con le molle queste tue parole?

    somigliano tanto a un tentativo di trovare scuse patetiche (ed anche poco credibili) al tuo terrore di ammettere sia con gli altri che a te stesso che ti piace il cazzo e tutto il pezzo di carne umana che ci sta attorno.

    Prendilo come un consiglio non richiesto: se continui così, oltre ad avvelenarti la vita in eterno, ti togli qsi possibilità di trovare il Principe Azzurro (o viola, o fucsia, o del colore che ti pare), condannandoti ad una vita da zitellaccio acido ed incazzato col mondo intero. Ah, ed ovviamente avrai pure il culo super chiacchierato (specie se vivi in un paesello piccino picciò), visto che nessuno ti vedrà mai appolipato ad una ragazza/donna.

    Insomma, se vuoi rovinarti l'esistenza 4ever & ever, continua così. Ma non te la prendere col mondo brutto & cattivo, chè non saresti minimamente credibile

    49 minutes ago, Logo said:

    da me chi lo dice spesso e diciamo invitato a sparire o lo fanno sparire .cacciandoli o minacciandoli

    se però DAVVERO la situazione da te fosse questa (na roba che manco in russia,  in arabia o in ungheria, insomma) , prendi, fai fagotto, viviti la tua vita lontano e taglia tutti i ponti con loro. Dicono che funziona

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    blaabaer

    Seriamente, dove abiti? Così, giusto per inquadrare, che so, la provincia.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar

    Shahrestan di Tabriz, direi così a naso. 

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Logo
  • Topic Author
  • Freedog-lo gia detto Roma ricordi  e in piu di un occasione ,col mio fare cafonaccio.ogni città e paese purtroppo specie in italia poi, e nelle periferie le cose non funzionano allo stesso modo.anche al centro ho visto queste tristi espressioni di inciviltà . tutti si girano dal altra parte , e diciamo che il covid non aiuta minimamente le cose. se mai le ha rese ancora piu tese ,Magari fossi un prete la vita sarebbe MOLTO PIU SEMPLICE. con tutte quelle agevolazioni ci farei un pensierino.casto sono casto la mia ultima donna e stata bo 2 anni fa, e non ti dico il casino perche non ti sei sposato e bla bla , e  avevo 21 anni .ora ne ho 23 .

    Quindi direi che acido uf ormai sono stra riciclato.

    Almeno credo poi non so se i preti siano cosi agevolati, ma vedendoli li tutto il giorno a parlottare non penso sia particolarmente faticoso.Sai Freedog pensavo avessi la mia età m ,sapere che sei un generale mi da sicurezza. a te e andata bene ma nel mio caso non so cosa accadrebbe.e non ci tengo a scoprirlo per adesso-

    Nella mia famiglia a cui sono dovuto tornare per forza- non funziona cosi  malauguratamente non in tutte le famiglie dove si accetta un figlio per cio che e, tutto cio che e diverso va corretto pensa che i miei non mi hanno permesso di dargli il tu fino ai 18 anni.e non ti dico il mangiare con la sinistra corretto anche quello .anche perche il giorno che so andato via e stata dura erano contrari ma io volevo realizzarmi, e cosi sono andato solo senza un soldo lavorando vitto alloggio e studiando il pomeriggio  , se fosse per me non sarei mai tornato.ma il covid dopo 4 anni di libertà mi ha costretto a regredire . altrimenti con il mio luogo di lavoro chiuso e il master fermo  non potrei andare lontano.

    E senza il corso di inglese che pensavo di cominciare dopo aver finito ,era troppo caro non potevo star dietro anche a quel impegno . sai dovevo pur dormire e seguire tutti i corsi 

    dando 13 , 14 esami al anno . Per fare prima ho praticamente ridotto la vita sociale al minimo.anche se qualche squinzia ce stata. 

    Secondo te perche non volevo tornare in questa schifosa periferia romana ,da bambino e adolescente non mene sono mai reso conto ,vivevo tra chiesa pizzeria parco giochi e scuola ,lavoretti e amici  e solo dopo aver visto con la mente di adesso come e che be  sono evaporato,ogni città ha il suo lato buio ne conosco di amici che hanno situazioni simili ,veneto Toscana ,ecc tutto il mondo e paese tutti si bello e poi dicono ,NO NON SIA MAI CAPITASSE A ME . no un figlio cosi meglio morto ,e ce chi li vorrebbe in ogni modo i figli .

    Parliamo di donne giovani di 23 21 anni con figli che parlano cosi , non di donne anziane .e sono tante 

    Da me sarei cacciato di casa ,  in città e successo a tanti  ne ho incontrati alcuni alla caritas mentre aiutavo in parrocchia , e altri nei centri sempre la stessa storia . non voglio finire cosi .non dico che accade a tutti ma a molti . e si preferisce star zitti , o di nel mio caso se mai lo faccio sganciare la bomba quando mi sistemo . a cose fatte piu di qualche urlo

    non ricevo . al massimo ci si vede durante le feste comandate .e avrei la mia vita sperando di non aver bisogno come adesso.

    Un amico Fiorentino Angelo ha subito la stessa sorte, era intelligente e anche uno dei migliori del suo corso ,appena ha portato il fidanzato a casa lo hanno cacciato via . 

    Parliamo di firenze , Altri genitori invece sentito con le mie orecchie ,le schifezze che fai fuori non le porti in casa mia . e altri epiteti poco gentili-

    Scoppiare se potessi ,e di certo non rinuncio al amore di un principe solo perche dopo sarei considerato un poco di buono.

     

     

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ldvrsp

    Caro @Logo, non so in quale realtà tu viva, ma le reazioni esterne che immagini ad un eventuale c o mi sembrano un tantino gravi... probabilmente dovresti cercare, col tempo, di allontanartene e di inserirti in un contesto un po' più civilizzato e meno violento.

    Leggendo nel forum, scoprirai che il 90% degli iscritti riferisce che il c o è stato un momento bellissimo, in cui gli ascoltatori della novella hanno manifestato accoglienza, gioia, felicità, i rapporti sono migliorati, e vissero per sempre felici e contenti.

    Non voglio sembrare voler mettere in dubbio quanto ho letto, non ho motivo di dubitare, ma la realtà che ho toccato con mano tende ad essere un pizzico diversa. 

    Fra le persone con cui sono uscito nel corso di quest'anno (ragazzi assolutamente normali), uno era dichiarato solo con gli amici, uno con tutti, uno si era dichiarato solo con la sorella e alcuni colleghi, due con la sola madre, uno non era affatto dichiarato, un altro è praticamente scappato dalla cittadina di origine con la valigia di cartone, sapendo di non poter assolutamente fare coming out, e si è ricostruito la vita qui a Roma per poter vivere liberamente la propria sessualità.

    I gay della palestra che frequentavo prima della pandemia (quartiere di censo medio-alto) erano tutti velatissimi, i più espliciti venivano anche talvolta irrisi, con mia grande tristezza.

    Nel mio corso universitario, c'è una coppia che ho scoperto per caso, ed è totalmente dissimulata. Una mia amica lesbica è out con tre quattro colleghi, non coi genitori.

    Venendo ad un caso personale, ho appreso dell'aggressione a Valle Aurelia del 21/03 u. s. da mio cugino, che talvolta mi sbomballa mandando articoli con temi simili, oltre a immigrati, negri, nostalgie di fascismo, viva Putin e santa madre Russia, e roba del genere. Il commento era "Finalmente qualcuno ha il coraggio di intervenire contro quelle cose pervertite fatte in pubblico", e io rispondo "Mi spiace solo che l'abbiano filmato, temo che lo denunceranno, questi maledetti". Il giorno dopo ho messo nella sezione che canzone state ascoltando di questo forum un pezzo scelto ad hoc per l'occasione.

    Quindi in sostanza sì, molti gay, alla prova dei fatti almeno la metà, manterranno il segreto almeno con un parente, inevitabilmente allontanandosi da questo, per tutta la vita. A parente non affianco amico perché uno a cui non puoi dire che sei LGBT+ non è un amico.

    Da questo a vivere velati con tutti c'è una notevole differenza, perché, vieppiù in contesti omofobi, esiste (in questo tempo e luogo) sempre la possibilità di "migrare" (al di fuori di lavoro e sedicente famiglia) verso frequentazioni di piacere che siano in grado di accettarci per quello che siamo realmente; ovvero, con più tempo, di escludere progressivamente dalla nostra confidenza la gente che sarebbe disposta a volerci male per l'orientamento. Di certo così si vive assai meglio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Renton
    25 minutes ago, Bloodstar said:

    Shahrestan di Tabriz, direi così a naso. 

    Un mio ex veniva da lì, quello che io pensavo fosse gay 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ldvrsp

    * con quest'anno intendevo l'annata dall'estate ad oggi, non nel solo 2021, non ho i superpoteri o la superbellezza.

    Edited by ldvrsp

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    9 minutes ago, Logo said:

    Da me sarei cacciato di casa ,  in città e successo a tanti  ne ho incontrati alcuni alla caritas mentre aiutavo in parrocchia , e altri nei centri sempre la stessa storia . non voglio finire cosi .non dico che accade a tutti ma a molti . e si preferisce star zitti , o di nel mio caso se mai lo faccio sganciare la bomba quando mi sistemo . a cose fatte piu di qualche urlo

    non ricevo . al massimo ci si vede durante le feste comandate .e avrei la mia vita sperando di non aver bisogno come adesso.

    Un amico Fiorentino Angelo ha subito la stessa sorte, era intelligente e anche uno dei migliori del suo corso ,appena ha portato il fidanzato a casa lo hanno cacciato via . 

    guarda, situazioni così le conosco da vicino: da quasi 16 anni non parliamo coi miei suoceri (marsicani), manco per farci gli auguri per natale, compleanni eccetera.

    quindi so MOLTO bene cosa vorresti dire; ma nemmeno loro han mai minimamente pensato ad omicidi o violenza varia; si sono limitati ad eliminarci dalla loro vita, cordialmente ricambiati.  Forse ti sembrerà strano,ma ti assicuro che si può andare avanti benisismo lo stesso

    14 minutes ago, Logo said:

    Secondo te perche non volevo tornare in questa schifosa periferia romana

    mah.. per come li conosco, i borgatari hanno miliardi di difetti, però a parte psicopazzi tipo quello di valle aurelia del video dell'altro giorno, si fanno i cazzi loro e non gliene può fregà di meno con chi scopi o con chi stai. Basta che non calpesti il loro orticello.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Logo
  • Topic Author
  • Idvrsp-Gia  di persone positive cene sono ,ma altrettante negative ho gia tenuto a distanza tanti per via di certi atteggiamenti negativi .e devo dire che ho cominciato a vivere abbastanza bene ,almeno lo ero fino alla pandemia che ha sconquassato un po tutto mettendomi a soqquadro l esistenza , ma sono a buon punto . vorrei che tutti fossero comprensivi ma il mondo non funziona sempre cosi.

    Be Freedog - i miei genitori li amo e non potrei sopportare di vederli soffire cosi ,e non sopporterei di vederli con quello sguardo dove abbiamo sbagliato, se mai lo scoprissero  specie mia madre soffrirebbe a morte di cio. e non voglio che soffra mio padre poi UF non ne parliamo ,il primo genito di  6 figli che deve portare avanti il cognome eccetera .conosco una coppia sposata che vivono in casa come fossero Parenti ,e le loro famiglie non sanno niente ,

    Li incontrai su di un forum , tutti li credono 2 vecchi acidi che sono zitelli da 39 anni , se sapessero il vero ahahaha.

    No credimi i Romani so piu bellicosi de come appaiono stamme a senti. se qualcosa glie fregola spaccano e rompono , se qualcosa la ritengono sbagliata per loro ,oppure offensiva parte la rappresaglia se poi gli tocchi le cose loro ,o dai solo l ombra de fastidio partono mazzate a cecata.

    Edited by Logo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    castello

    Logo,

    Smettila di fare il pavido e la vittima.

    Roma e i romani non sono così omofobi come li descrivi tu. Dovresti vergognarti di descrivere la realtà sociale in cui vivi, e che è anche la mia, come quella di un paesino del Pakistan! Lì si che i gay/lesbiche temono perfino della propria vita. Il tuo problema è che scegli, hai scelto (aldilà della contingenza covid) la famiglia e la parrocchietta. 

    SVEGLIATI E COMINCIA A VIVERE CON DIGNITÀ LA TUA VITA.

     

    7 hours ago, Bloodstar said:

    Tutti noi prima di aver fatto CO con qualcuno eravamo in questa condizione.

    Una condizione che è normale per qualsiasi omosessuale perché uno, di base, viene sempre considerato etero, no? 

    Il segreto rovina i rapporti perché prr mantenerlo strenuamente si devono necessariamente accavallare un sacco di cazzate. Tutto qui. 

    NO.

    ahahahahah 

    Questa ridicola idea che chi è velato, chi non fa CO , venga normalmente percepito come etero... 😆

    Un gay è spesso effeminato, se non nei modi nei vestiti ecc ecc  E viene così percepito dagli altri, anche senza rivelarsi.

    Ma poi... Credi, credete che non essere visti mai in dolce compagnia femminile non faccia venire dubbi?? 😆

    Quasi sempre il CO è semplicemente un atto che serve semplicemente solo alla propria autostima, confermando quello che gli altri già sanno....

    Edited by castello

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    21 minutes ago, castello said:

    Questa ridicola idea che chi è velato, chi non fa CO , venga normalmente percepito come etero

    Non si viene percepiti come etero, ma si è considerati etero. Perché è la cosa più probabile e facilmente gestibile. 

    Poi è ovvio che se non hai mai portato a casa la ragazza TUTTI sanno che sei gay e avrai il culo chiacchierato. 

    Però nessuna zia rompipalle ti chiederà mai di portare a casa un ragazzO se tu non hai fatto co. O sorvolerà sull'argomento o continuerà a chiederti della ragazza. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
    5 hours ago, Logo said:

    Be Freedog - i miei genitori li amo e non potrei sopportare di vederli soffire cosi ,e non sopporterei di vederli con quello sguardo dove abbiamo sbagliato, se mai lo scoprissero  specie mia madre soffrirebbe a morte di cio. e non voglio che soffra mio padre poi UF non ne parliamo ,il primo genito di  6 figli che deve portare avanti il cognome eccetera .

    E' piu' corretto se soffri tu a vivere da velato o se soffrono loro causa tuo CO e della loro ristrettezza nel non capire di avere un figlio frocio ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90

    Credo che si possano anche esplorare e prendere in considerazione tutte le sfumature che ci sono tra l'appendere i manifesti in giro e il non dirlo a nessuno neanche sotto torture.

    In genere si procede per gradi. 

    Io alle superiori vivevo col timore che qualcuno se ne accorgesse. A causa di questo annullai completamente la mia vita sociale. Una volta uscito da quell'ambiente, dopo la maturità, iniziai a fare le prime esperienze, ad accettarmi e infine a dichiararmi nel tempo ad alcune persone e di volta in volta alle nuove che conoscevo. Molti l'hanno saputo da altri. Non è che sono stato lì a dirlo a tutti quelli che avevo in rubrica, giusto quelli che frequentavo di più e a cui presentavo il mio ragazzo.

    Però il CO mi sembrava inevitabile, anche perché avevo delle relazioni, sia amicali che sentimentali, e se può andar bene nascondere una sessualità (magari nemmeno vissuta), perché alla fine alla gente (genitori, colleghi, ecc.) non importa un ciufolo di quello che succede nelle tue mutande, di certo nascondere delle persone è abbastanza grottesco e ingiusto.

     

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    castello
    40 minutes ago, Bloodstar said:

    Non si viene percepiti come etero, ma si è considerati etero. Perché è la cosa più probabile e facilmente gestibile. 

    Poi è ovvio che se non hai mai portato a casa la ragazza TUTTI sanno che sei gay e avrai il culo chiacchierato. 

    Però nessuna zia rompipalle ti chiederà mai di portare a casa un ragazzO se tu non hai fatto co. O sorvolerà sull'argomento o continuerà a chiederti della ragazza. 

    Bah

    A parte zie rompipalle, o genitrici irriducibili,

    Se hai il culo chiacchierato, amici o conoscenti non ti chiederanno più di fidanzate né,  soprattutto, ti "considereranno" etero. Quello che faranno, sarà sorvolare sulle questioni, sulle tue questioni, amorose proprio perché non in grado di gestirle. Per il tuo silenzio.

    E cmq difficile che anche se dichiarato, una zia ti chieda quando le porterai a casa un ragazzO, da conoscere. Magari i tuoi amici ti chiederanno delle tue frequentazioni,  e saranno interessati a incontrarli.

    5 minutes ago, marco7 said:

    E' piu' corretto se soffri tu a vivere da velato o se soffrono loro causa tuo CO e della loro ristrettezza nel non capire di avere un figlio frocio ?

    Soffrono tutti !!  😆🤣

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Logo
  • Topic Author
  • Castello -fidati e cosi e come  vergogna di che  di dire il vero ,non faccio la vittima e facile sparare a 0 senza vivere in un certo contesto ,lo vedo sotto gli occhi tutti i giorni . se no mica andavo via di casa cosi presto no ,

    Fidati tu parli cosi perche a te e andata bene , ma non tutti vivono in un ambiente sano , la maggioranza e quel che dico io e se non avessi avuto donne lo avrebbero gia capito in molti.

    E non solo a Roma ma In veneto toscana ,ecc ho visitato e aiutato in molti luoghi ,e tanti sono stati cacciati e rifiutati  , non tutti sono disposti ad accettare la cosa tranne se non ce redenzione , e cosi che funziona  ti ricordo in che paese viviamo . La parola accettazione e solo un contentino , Sono d accordo con Davy spesso bisogna andare altrove per farsi una vita

    e cosi che ho fatto se no non avrei dato manco il primo bacio ,anche Freedog ha ascoltato e visto cose simili a me di gente mandata via , non so tu dove viva ma non tutti sono ragionevoli ,e pronti ad accettare gli altri come sono.

    Altrimenti la caritas o i centri aiuto non sarebbero pieni cosi tanto da collassare ,io devo per forza di cose come tanti indossare una maschera in un certo ambiente , e arrivera il momento di toglierla , e il quando il problema e se devo finire sotto un ponte mi spiace ma preferisco indossarla ,almeno fin che mi serve .nel mio caso lo sa 1 persona sola,

    Ma e gia qualcosa e mi accetta , 

    E soprattutto non voglio far del male per il mio egoismo a chi ho intorno, non hai visto la gente scansare i figli  o sentirsi dire non guardarlo sta male ,io si  a chi era disperato perche se trovato in strada da un giorno al altro.

    Bisogna anche pensare agli altri non solo a noi stessi , si ok soffro come non mai ma non voglio trascinare gli altri nella mia stessa situazione ,sai che significa per una famiglia cambiare citta per poter vivere  sereni come prima ,solo per le scelte di figli la cui sola colpa e quello di essere se stessi , Marco  il ragazzo che lavorava con me e cosi che andata anche a Salvatore Gennaro ,sono tanti e tutte situazioni analoghe  , che colpa avevano nessuna ma se avessero saputo non avrebbero trascinato la famiglia con loro .

    I Casi sono tanti e tutti diversi ,il bigottismo ce e non si puo sradicare cosi facilmente. anche veder menare la gente e non poter intervenire  ,spero che nessuno debba mai vedere cio che ho visto io. Non tutti sono ragionevoli e ce di peggio l indifferenza , chi lo sa e ti evita o ti serve alla fine o manda un altro a servirti ,ho visto forte razzismo anche mentre lavoravo come cameriere,appena scoprirono che uno del team era gay ,be  tutti ad evitarlo  una carognata assurda ma e cosi.

    Poi  e ovvio ce chi comprende e dice e be che problema ce , che ci frega lavora   come un mio ex capo che lo capi da come salutavo una persona ,melo disse in faccia mi stavo gia preparando al peggio. ma ando bene ma specifico non dirlo in giro se no passamo i guai ,e aveva ragione  il ragazzo cameriere di cui ti parlavo  , solo per essersi baciato il fidanzato prima di andare a lavoro,lo hanno cacciato via. e un compromesso di merda ma e meglio che essere scartati- fai di necessità virtu 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Mercante di Luce
    44 minutes ago, Logo said:

    E non solo a Roma ma In veneto toscana ,ecc ho visitato e aiutato in molti luoghi ,e tanti sono stati cacciati e rifiutati

    Visto che citi la mia terra, o sei una calamita per gente dalla famiglia fascistissima o qualcosa non quadra, perché siamo ben lontani dagli standard iraniani che dipingi

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    1 hour ago, Mercante di Luce said:

    qualcosa non quadra,

    Anche a me qualcosa non quadra. O @Logosi riferisce a fare il cameriere in baretti della periferia romana terra di nessuno, e allora lì non è il problema di essere o non essere gay il fulcro, ma una micro società in degrado, oppure realmente è una calamita.

    Caritas piene di giovani gay sotto i ponti è una realtà che credo attualmente qui nessuno abbia sentito, vorrei capirne di più. 

    2 hours ago, Logo said:

    Marco  il ragazzo che lavorava con me e cosi che andata anche a Salvatore Gennaro

    Anche qui... Fammi capire. 

    Da come descrivi la situazione sembri circondato da gay, ovunque. Tonnellate alla Caritas, al lavoro, che a quanto pare si confidano con te (altrimenti come lo sai?). 

    Hai 23 anni, mi aspettavo vivessi nell'entroterra calabro e invece sei di Roma. Hai un PC, una connessione e sei qui sul forum. A parte ora, non hai mai considerato il fatto che se prendi una metro e vai a Roma centro puoi iniziare a vivere anche solo per un pomeriggio ? 

    Parliamo di Roma, non è che incontri i cugini malevoli dietro l'angolo. 

    E se la stessa situazione ti capita in Toscana fermati un attimo, ascolta bene le nostre parole che ti dicono che la situazione fuori non è così. 

    Qui facciamo i raduni, 20 gay per strada a Firenze, Bologna, Roma, e nessuno ha mai detto mezza parola, né per strada né per i ristoranti. Abbiamo i lavori più disparati, ovunque, da nord a sud, e i casi di bullismo sono davvero rari e fanno immediata notizia. 

    Sul discorso genitori, purtroppo lì c'è da imparare che sono solo persone. Il sentimento per uno che fino ai 18 anni ti impone il Lei (che non è sano) può essere giusto compassione, pena. Al limite comprensione dei limiti culturali del proprio genitore. Ma amore al punto di annichilirsi è ai livelli della dipendenza affettiva. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    2 hours ago, Logo said:

    non voglio far del male per il mio egoismo a chi ho intorno

    NON E' EGOISMO, PORK DI UN PORK!!!

    se tu sei così non hai nulla di sbagliato o di "tarato"!!!!!!!!!!!

    ti vuoi mettere in testa una volta per tutte che vai bene così come sei e farla finita con tutti sti sensi di colpa bigotti, cazzarola????

    sulla descrizione di roma succursale del vatikanistan nemmeno rispondo, tanto è assurda & irreale (se fosse così, come te la spieghi la fiumana di gente che sfila ai pride? ti svelo un segreto: non ci vengono solo i gay, ma pure tantissimi etero frociaroli!)

    9 minutes ago, Ghost77 said:

    O @Logosi riferisce a fare il cameriere in baretti della periferia romana terra di nessuno, e allora lì non è il problema di essere o non essere gay il fulcro, ma una micro società in degrado

    ti do per certo che ste situazioni non capitano manco a Corviale, Laurentino 38 o a Torbellamonaca, che non sono esattamente considerati posti "salubri".

    se tutta roma fosse DAVVERO come dice @Logo, com'è che la gay street è tranquillamente frequentata da frotte di ricchioni senza che nessuno li vada a gonfiare di botte una sera sì e l'altra pure?

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar

    La visione di Logo è irreale e poco lucida. 

    Per rispondergli veramente dovremmo capire perché lui percepisca questo stato di catastrofe attorno a lui. 

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Tyrael
    18 hours ago, Logo said:

    Qualcuno di voi mantiene il segreto sul proprio orientamento da tutta la vita ?.perche questo rovinerebbe rapporti familiari e lavorativi in modo permanente ?. o semplicemente si preferisce tenerselo per se stessi ?-

    comprendo la paura :sisi: ma è abbastanza effimera rispetto alla gaia gioia di vivere sereni. Ogni caso però fa storia a se quindi prenditi i tuoi tempi :aha:

    avverto le stesse perplessità esposte dagli altri su quei punti che vedi in maniera eccessivamente tragica 🤔 

    ho un ricordo di roma e dei romani abbastanza open (ovviamente circoscritta alla capitale) ma forse fuori fuori è come il far west

     

    Edited by Tyrael

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    1 hour ago, Ghost77 said:

    O @Logosi riferisce a fare il cameriere in baretti della periferia romana terra di nessuno, e allora lì non è il problema di essere o non essere gay il fulcro

    Nemmeno i posti più derelitti fra Casilina e Prenestina assomigliano lontanamente al mondo che descrive lui. E come dici te, se hai la sventura di abitare da quelle parti l'essere gay non sarebbe comunque un problema di per sé.

    1 minute ago, Tyrael said:

    eccessivamente tragica

    Aspetta Tyrael, un conto è eccessivamente tragico, un conto è del tutto irrealistico. 

     

    Non viviamo nel migliore dei mondi possibili, ci mancherebbe, ma affermazioni tipo: 

    18 hours ago, Logo said:

    La differenza tra il medio evo e adesso sta solo che non ci brucino sul rogo. 

    testimoniano che c'è un problema abbastanza grosso da risolvere a monte.

    Io spero che sia solo una (tutto sommato comprensibile) paura a offuscargli così tanto il giudizio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Tyrael
    19 minutes ago, Bloodstar said:

    Io spero che sia solo una (tutto sommato comprensibile) paura a offuscargli così tanto il giudizio.

    ecco credo che sia questo il nocciolo :aha: una paura cosi radicata che ti fa vedere il peggio ovunque. e chi soffre di omofobia interiorizzata amplifica le distorsioni della realtà.  però mi fa abbastanza strano leggere e citare centri e caritas :boh:

    io ne sono un caso, pensavo al co con i miei genitori come qualcosa di arduo e distruttivo quando poi non è stato cosi (ma ripeto sarò stato fortunato e bacio la terra dove cammino) 

    Edited by Tyrael

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    15 minutes ago, Tyrael said:

    ho un ricordo di roma e dei romani abbastanza open (ovviamente circoscritta alla capitale) ma forse fuori fuori è come il far west

    guarda, manco Lallo lo zoppo (personaggio del romanzo Il più grosso criminale di Roma è amico mio, o qsa del genere; l'autore è Picca) ti farebbe un quadro così fosco del peggio posto sotto la buca della magliana o di nuova ostia

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ldvrsp

    Logo, comprendo il tuo disagio, ma ci sono dei problemi da superare.

    Questo non va bene:

    5 hours ago, Logo said:

    E soprattutto non voglio far del male per il mio egoismo a chi ho intorno

    Non ti sei ancora accettato tu stesso. Hai ancora un bel po' di omofobia interiorizzata, e la supererai.

    Ci sei TU, gay. E ci sono LORO, i tuoi genitori, i tuoi conoscenti, omofobi.

    TU non hai scelto di essere gay. Lo sei e basta, non per tua scelta.

    LORO possono scegliere, se essere omofobi o no. LORO possono scegliere, TU no.

    Non sei gay per egoismo, sei gay perché lo sei, come uno è biondo perché è nato biondo, uno è riccio di capelli perché è nato riccio, uno è nero perché è nato nero di pelle. Rifletti su questa cosa! L'egoismo è il loro!!

    Gli omofobi esistono, in tutti gli strati sociali. Gli ambienti dove è meglio non dichiararsi ci sono. Lascia perdere quelli che lo negano, bisogna vedere ogni quanto escono di casa. 

    Ma esistono anche tanti ambienti dove essere LGBT+ non è un problema né un vantaggio, importa solo se sei simpatico. Devi avvicinarti a quegli ambienti. E non ti devi costruire intorno una bolla di vittimismo, perché peggiorerà la persona che sei. Non siamo pochi. Prendi la Metro B verso Colosseo il sabato sera e guarda chi c'è in treno nelle ultime fermate prima del Colosseo. Tranquilli e sereni. Tu puoi essere uno di loro.

    Ai tuoi familiari non devi per forza fare subito c o , se credi che questo peggiorerà la qualità della tua vita. Trovati prima l'opzione exit, e se non ti accettano per come sei, non meritano te come figlio, e vattene. LORO possono scegliere, TU no. Hai diritto a cercare la tua felicità. La via per la tua felicità è solo in una direzione, LORO possono scegliere.

    Non ti crogiolare nel vittimismo. Un'altra strada c'è, anche in periferia.

     

    1 hour ago, Bloodstar said:

    Nemmeno i posti più derelitti fra Casilina e Prenestina assomigliano lontanamente al mondo che descrive lui.

    Sbagliato quello che afferma logo, ma falso anche questo.

    Edited by ldvrsp

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    7 minutes ago, ldvrsp said:

    Sbagliato quello che afferma logo, ma falso anche questo

    non stiamo dicendo che viviamo nel magico mondo degli unicorni rainbow, ma che il bigottame è trasversale: non c'è un problema di zone ricche - radical chic contro periferie abitate dai trogloditi di casaClown o adipolfiani vari, su!

     a valle aurelia stessa (dov'è successo l'ultimo caso di aggressione omofoba finito sui giornali) conosco 5 o 6 coppie cirinnate che ci vivono e che sono tranquillamente inserite nel quartiere; anzi, una aveva pure postato sui social (oltre alla solidarietà agli aggrediti)  un commento del tipo "valle aurelia non è questo, ci viviamo da decenni e ci troviamo benissimo qua"

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ldvrsp

    Giusto perché mi aspettavo questa risposta.

    33 minutes ago, ldvrsp said:

    Gli omofobi esistono, in tutti gli strati sociali.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Tyrael

    Direi di alleggerire un po' questo topic :devil: 

     Così anche da sviare un po' la pressione a cui è sottoposto logo :ninja: 

    Ripensando al titolo del topic credo che l'essere gay non può (e non deve) essere relegato  a un segreto che uno debba portarsi nella tomba :aha: anche perché per forza di cose prima o poi si saprà, si vedrà. Un conto è fare co con le persone che uno ama, un altro è nascondersi ad altri per una sorta di paura sociale. 

    Come insegna il video che sto per linkare i segreti sono altri :aha: 

     

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      1 member has viewed this topic:
      castello 
    ×
    ×
    • Create New...