Jump to content
Aarwangen

Perché amiamo le persone irraggiungibili?

Recommended Posts

Aarwangen

Cosa pensano quelli che hanno trovato subito l'amore dagli albori di quelli che non l'hanno mai avuto? Coloro – quanti sono?- dalla vita sentimentale piatta e prevedibile, che hanno conosciuto una persona speciale, magari ai tempi del liceo o addirittura delle medie, con la quale hanno condiviso da subito qualcosa di speciale, e sono ancora insieme in modo speciale. Oppure hanno annoverato nel tempo storie facili, comode, si sono in ogni caso sentiti dire "Sì, mi piaci, ti aspetto, ti voglio". Gente "scontata e insignificante" (si fa per dire, è privilegiata e basta), ignara degli stravaganti meccanismi del cuore e della reale complicanza dei rapporti umani, resi tali però sempre dall'(S)oggetto del desiderio.
 
C'è chi invece è stato perseguitato da amori irrisolti, impegnato a pensare a chi non ci pensa, a immaginare cosa fare, cosa dire, a cercare significati profondi alla casualità. Chi ha sperimentato gli amori non corrisposti ha visto subito le bandiere nere ma si è intestardito, ostaggio di una passione totalizzante della quale, tutto sommato, non si può fare a meno.

Desiderare qualcuno che non ci desidera è l'inizio di un bel trambusto, di un dramma personale. Ma anche l'antidoto perfetto alla noia. Senza, in effetti, cosa saremmo? Ci assalirebbe il vuoto, finiremmo in un'esistenza banale. Saremmo costrette a confrontarci con noi stessi. Volete mettere invece giostrare la vita su qualcuno che non ci vuole, per il quale non rientriamo nemmeno nella top ten degli interessi, aspettare in eterno il momento di vederlo, ripassare i suoi messaggi per decifrarne chissà quale significato, Ti va di vedermi? E sentir rispondere "Non penso", collezionare disdette perché sceglie qualcun altro o, meglio ancora, preferisce stare solo. E poi inseguimenti, attese, ripensamenti. C'è un gran daffare.
La scienza dice che il rifiuto porta ad una sorta di dipendenza, sviluppiamo assuefazione a quello che immaginiamo potrebbe essere, ma che invece non è. Sempre per confortarci, insistiamo con persone che non ci vogliono quando il nostro stile di attaccamento è di tipo dipendente ed essere respinti è una sensazione familiare, rievoca rifiuti emotivi precoci, forse sindrome di Stoccolma? Oppure ripetiamo certe esperienze dolorose, sperando di trovarvi un finale diverso, un po' come nei film quando tornano indietro nel tempo per cambiare il proprio passato, quasi sempre vanamente.
 
Allora dov'è l'uscita di emergenza? Probabilmente non ci interessa saperlo. Perché pur soffrendo così siamo al sicuro, protetti dalla possibilità di un vero coinvolgimento, riparati inoltre dalla possibilità che altri si avvicinino troppo, indaffarati come siamo con la nostra storia impossibile. Un amore non sperimentato è virtualmente senza limiti, senza confini proprio perché mai iniziato, mai realizzato veramente. Un oggetto idealizzato e indefinito, egocentrico e ingombrante.

Questo strazio però alla fine serve a qualcosa. Non gli interessiamo abbastanza, non possiamo convincerlo ad amarci, non esistono incantesimi, trucchi, miracoli e a nulla servono i consigli del Gay-Forum. Tuttavia, l'amore non corrisposto ha un grande potere trasformativo (anche perché le cotte durano di solito 18 mesi). Ci aiuta a stare in compagnia del dolore, ad accettarlo, a capire cosa ci sta dicendo, cosa vogliamo veramente e come possiamo ottenerlo, quali modi esistono per raggiungere quello di cui abbiamo bisogno. Ci segna, è vero, con un solco profondo ma ci fa capire quanto siamo resistenti, nella nostra fragilità. La persona desiderata non ci ha curato, ci ha ferito e deluso, ma sopravviviamo. Riusciremo a sistemarci da soli. Abbiamo i nostri tempi ossessivi da rispettare, ma spazzeremo via la nostra illusione e saremo liberi. Rimaniamo in attesa del momento della rottura, quando sentiremo che, tutto sommato, abbiamo amato abbastanza. Un amore non sperimentato è virtualmente senza limiti, senza confini proprio perché mai iniziato, mai realizzato veramente. Un oggetto idealizzato e indefinito, egocentrico e ingombrante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
1 hour ago, Aarwangen said:

Perché pur soffrendo così siamo al sicuro, protetti dalla possibilità di un vero coinvolgimento, riparati inoltre dalla possibilità che altri si avvicinino troppo, indaffarati come siamo con la nostra storia impossibile.

Purtroppo a volte la penso così, ma mi pare un discorso un po' da stronzi.

In genere lo applico solo a quelli fissati con gli etero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Catilina

immagino che alcuni di noi abbiano questa caratteristica, me compreso. Ho spesso avuto la sensazione che fra tante donne e ragazze intorno a me fossero proprio quelle più incompatibili con me a sviluppare nei miei confronti un'attrazione maggiore. Questa incompatibilità poteva essere di vario genere: caratteriale o sociale. In un modo o nell'altro la sensazione di ulteriore irraggiungibilità finiva per sovra stimolare quella parte di me che quotidianamente mi urla dentro la propria rabbia e sofferenza e insieme la necessità di provare almeno una volta nella vita emozioni travolgenti e soprattutto "felicità"; un'autentica chimera per me. 

immagino che in un forum come questo quando si parla di amori impossibili ci si riferisca spesso a passioni non corrisposte verso persone etero. Posso dire da outsider che ci sono passato anch'io: almeno 3 delle ragazze che mi piacevano erano quanto-eno bisessuali

una di loro fu proprio quella che 11 anni fa mi spezzò il cuore, il ché fu un trauma anche per la prospettiva di poter avere come rivali persone di ambo i sessi

per un'altra di loro avevo preso una bella sbandata e fu uno choc scoprire che proprio mentre avevo meditato la possibilità di tentare un approccio nei uoi confronti ero venuto a sapere che nel frattempo si stava "intrettenendo" con un'altra ragazza

la terza non era incompatibile tanto (o solamente) per le sue preferenze sessuali, ma per il fatto di essere stata alcuni mesi una mia psicoterapeuta e c'era pertanto un conflitto d'interessi. Non è stato nemmeno l'unico transfert che ho avuto con una terapista 

in parole povere sono un caso disperato 

  

 

Edited by Catilina

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aarwangen
  • Topic Author
  • 14 minutes ago, Krad77 said:

    Rottino ma tu non studiavi storia? Non te l'hanno insegnata l'importanza di riportare le fonti? 
    Per comodità altrui, questo è un articolo di Brunella Gasperini
    https://d.repubblica.it/life/guida/cosa_fare_se_si_ama_una_persona_irragiungibile_psicologia_dipendenza_affettiva-4084973/

    Anziché usare il forum solo per linkare, dai un contributo: rispondi nel merito!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
    25 minutes ago, Krad77 said:

    Rottino ma tu non studiavi storia? Non te l'hanno insegnata l'importanza di riportare le fonti? 
    Per comodità altrui, questo è un articolo di Brunella Gasperini
    https://d.repubblica.it/life/guida/cosa_fare_se_si_ama_una_persona_irragiungibile_psicologia_dipendenza_affettiva-4084973/

    Dai almeno questa volta ha aggiunto la parola "gay-forum" per fingere che l'articolo fosse originale 🙂

    Sarebbe da denuncia anche se non avesse studiato Storia :D

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Catilina

    non capisco perché mi ha dato del Rottino: qualunque cosa significhi 

    non penso che su questo tema ci siano opinioni vincolanti, nemmeno fra i luminari della psicologia o della neurologia

    inoltre, dopo anni e anni di depressione persistente, ho sviluppato una certa diffidenza nei confronti degli psicologi: sono stato in terapia da molti e nessuno è stato in grado di aiutarmi 

     

     

    Edited by Catilina

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90

    Riflettevo intorno a questo tema qualche tempo fa con un amico. E gli dicevo che è molto più divertente essere brutti, perché quando rimorchi ti devi aspettare l'inaspettato. Invece i belli me li immagino averle sempre tutte vinte, oppure stare lì a fare i casting. E poi hanno molte più rotture di noi brutti. Io odierei essere molto corteggiato, per esempio.

    Essere rifiutati fa malissimo, non ci vedo nulla di buono se non che in genere dopo un rifiuto uno torna alla riscossa (con un'altra persona) e forse è proprio a quel punto lì che fa l'incontro più interessante.

    Non trovo che un amore corrisposto sia banale, specie se ti succede con Layer a 26 anni. Non scendo nei dettagli: se lo preferite, pensateci noiosi.

    3 hours ago, Krad77 said:

    Rottino ma tu non studiavi storia? Non te l'hanno insegnata l'importanza di riportare le fonti? 
    Per comodità altrui, questo è un articolo di Brunella Gasperini
    https://d.repubblica.it/life/guida/cosa_fare_se_si_ama_una_persona_irragiungibile_psicologia_dipendenza_affettiva-4084973/

    :azz:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Catilina

    non credo ci sia alcunché di spassoso nell'essere brutti

    certo è che se un uomo ha carattere le sue eventuali limitazioni estetiche hanno molto meno peso, ma per tutti gli altri brutti non è affatto così

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    5 minutes ago, Catilina said:

    non credo ci sia alcunché di spassoso nell'essere brutti

    certo è che se un uomo ha carattere le sue eventuali limitazioni estetiche hanno molto meno peso, ma per tutti gli altri brutti non è affatto così

     

    Be', nel caso del rimorchio è un po' come fare un gioco in modalità "difficile". E ti può capitare un po' di tutto.

    Sarà che ho una mia forma mentis data da certe esperienze che ho fatto nella vita, ma mi sono sempre divertito molto di più a giocare secondo le regole (quindi secondo certe limitazioni poste dall'alto) piuttosto che vincere sempre, oppure vincere quando decido di vincere... credo sia un po' noioso.

    Oltre al fatto che, ripeto, i belli sono sottoposti a pressioni continue, corteggiamenti e cose di questo tipo, che io in genere non gradisco, mi imbarazzano molto

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    L'amore e' una cosa strana. Racconto la storia della badante di mia madre.

    e' rumena di nascita, ha fatto in romania il liceo e due (?) anni di medicina all'uni. Poi non so bene i dettagli e' rimasta incinta in italia credo e ha sposato il padre italiano della figlia. E' una bella donna che ora ha circa 50 anni ed e' sempre stata una bella donna. Per questa sua bellezza e' stata spesso molestata e gli uomini (e anche donne) le fanno spesso delle proposte.

    in seguito il marito italiano l'ha tradita e l'amante del marito e' rimasta appositamente incinta di lui per causare il divorzio tra lui e la badante.

    ha tirato su la figlia da sola lavorando come badante e in case per anziani in italia, la figlia ora ha una trentina d'anni.

    e' venuta in svizzera per fare la badante di mia madre in svizzera circa sei anni fa.

    circa 2.5 anni fa via facebook ha contattato (o lui l'ha contattata, non ricordo i dettagli) un suo compagno di liceo che lavora a londra come camionista. Lui ha pure figli adulti ed e' pure divorziato.Si sono sentiti spesso via fb, poi skype e ogni tanto si sono visti in varie localita' col risultato che un po' di mesi fa si sono sposati e ora lui sta organizzandosi per venire ad abitare e lavorare in svizzera dove vogliono vivere assieme.

    questo appunto per dire che l'amore e' strano e ogni tanto imprevedibile.

    3 hours ago, Catilina said:

    non capisco perché mi ha dato del Rottino: qualunque cosa significhi 

    Rottino non era per te ma per Aarwangen perche' Aarwangen prima in questo forum usava il nome Rotwang.

    Aggiunta al racconto sopra:

    fino a quando il marito l'ha tradita la loro era una relazione molto armoniosa, secondo quel che mi ha raccontato e la figlia aveva sugli 8 - 10 anni quando hanno divorziato.

    Sulla domanda della discussione:

    si aspira a persone irraggiungibili perche' si hanno aspettative alte. Semplice.

    Edited by marco7

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    13 hours ago, Aarwangen said:

    Un oggetto idealizzato e indefinito, egocentrico e ingombrante.

    Qualche volta fantasticare in effetti è molto facile e consolatorio; io da alcuni anni ho smesso di aspettarmi molto in ambito sentimentale, un po' perché deluso, un po' perché ho fatto pace con la mia sostanziale inefficacia con i ragazzi gay che mi piacciono. Perciò ora non sono più uno spirito tormentato. Le frequentazioni vere poi richiedono tempo, pazienza, costanza...valori di cui mi sento paurosamente sprovvisto😁

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann
    1 hour ago, schopy said:

    ho fatto pace con la mia sostanziale inefficacia con i ragazzi gay che mi piacciono

    Il concetto - banalotto ne convengo - dovrebbe essere quello di riuscire a far pace con se stessi in modo tale che ti piacciano poi i ragazzi "giusti"

    Non fare pace con "l'inefficacia"

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    5 minutes ago, Hinzelmann said:

    Il concetto - banalotto ne convengo - dovrebbe essere quello di riuscire a far pace con se stessi in modo tale che ti piacciano poi i ragazzi "giusti"

    Non fare pace con "l'inefficacia"

    Prima o poi ci arriverò😉 Sennò pazienza, l'amore romantico a volte è sopravvalutato, si possono fare tante altre buone cose. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Aarwangen
  • Topic Author
  • Madò quanto la fanno lunga per non aver incollato il link, semplice dimenticanza, lo faccio sempre. Rispondete nel merito o vi denuncio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog

    vecchio discorso: le favole disney ci hanno rovinato da piccoli!!

    ricordatevi che pure il Principe Azzurro più perfettissimo che potrete incontrare come minimo avrà i calzini spaiati!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Blink
    On 11/24/2019 at 6:56 PM, Aarwangen said:

    Allora dov'è l'uscita di emergenza?

    non esiste un'uscita di emergenza.

    vivi il momento, vivi la delusione e buttala alle spalle; negli amori non corrisposti la soluzione più giusta è non fare "nulla"

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    4 hours ago, Blink said:

    negli amori non corrisposti la soluzione più giusta è non fare "nulla"

    Vero. Quello che trovo molto "tossico" (parola che piace tanto su queste pagine) è la reazione piccata al rifiuto, che talvolta può anche spingere a conseguenze estreme (vedi casi di violenza sessuale, o femminicidio, ad esempio) ma che anche in casi molto banali e standard sottopone il rifiutato a ulteriori e inutili stress (altri messaggi, chiedere spiegazioni in modo imbarazzante e ricevere risposte imbarazzate, le scuse, le teorie, i messaggi fintamente amichevoli che mal celano la volontà di recriminare, ecc. ecc.)

    Insomma, tutti ci siamo passati, siamo stati rifiutati e qualche volta, forse, abbiamo reagito anche così. Però dopo le prime batoste capisci che non serve a nulla e impari a incassare il "no" in modo maturo, dirigendoti altrove senza fiatare.

    Tornando al titolo del topic, 'sta cosa di amare persone irraggiungibili io proprio non so che voglia dire. Non mi è mai successo, non mi sono mai innamorato neanche di un etero, per esempio. Forse ho un approccio fin troppo pragmatico a questo genere di cose, e quando ho iniziato a pensare a costruire un certo tipo di relazioni ero già abbastanza grandicello per prendere la porta di casa e agire, senza perdere ulteriore tempo prezioso davanti a Instagram (che manco esisteva). Per me era: ok, sono gay, non conosco nessun gay, come faccio a trovarne uno? bene, ne ho trovato uno su Romeo, è carino, gli chiedo di uscire, ci provo, e metto in piedi la relazione decennale. Vedo però certe ragazzine giovani di 15 o 16 anni che, a volte, hanno le mani legatissime, per non parlare di cosa infilano loro in testa i genitori, oltre che i social, e alla fine l'unico loro sfogo sono i boni di instagram. Cioè, vedo un'analogia tra certe ragazzine giovanissime (o ragazzini) e Mario 1944. :D

    Va da sé che certi rapporti concreti dovrebbero far dimenticare le idealizzazioni. 

    Ho osservato anche un'altra cosa: queste ragazzine spendano tempo ed energie nervose (e anche soldi) per cose assolutamente superflue, a quell'età, come vagonate di vestiti, accessori, cellulari, trucchi di ogni ordine e grado... 

    Lo diceva anche Liz Taylor nella gatta sul tetto che scotta... "si può essere giovani e poveri". Da intendersi come: se sei giovanissima, non hai bisogno di 3kg di fondotinta per andare a scuola ed essere carina, come non hai bisogno di un cellulare da 1200 euro o di una borsa da 3000, o di un hotel extralusso dove fare le vacanze, perché dovresti ben altri interessi e possibilità. Ma se a questi ragazzi manca una piazza, un ritrovo, un teppistello col motorino che ti rapisce da scuola (ecco perché fece tanto successo 3 metri sopra il cielo) come cacchio fai a divertirti in modi più concreti e reali che non idealizzando sul primo bono che youtube, instagram, facebook, twitter ti vendono? 

    Io monitoro certe di queste ragazzine, nate nei primi anni duemila, facendo loro ripetizioni (Cerco di parlarci e capire che disagi hanno). Di alcune  sono molto preccupato, perché le vedo candidate numero uno, ad esempio, all'anoressia, visto che passanao le giornate a passare in rassegna supermodelle su instagram facendo confronti impropri 

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    3 hours ago, davydenkovic90 said:

    vedo un'analogia tra certe ragazzine giovanissime (o ragazzini) e Mario 1944.

    sta alle regressioni infantili in età senile, dici?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    6 hours ago, freedog said:

    sta alle regressioni infantili in età senile, dici?

    Eh be', sì. Perché non potendo concretizzare, per motivi diversi, sguazzano nei vari social pieni di immagini adatte a questo scopo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Gondo

    Solo dopo averci provato si realizza che un amore non può concretizzarsi. Prima c'è il corteggiamento e la speranza che l'altro possa accogliere il nostro sentimento. Se il tentativo fallisce allora non rimane che scappare a gambe levate.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Blink
    17 hours ago, davydenkovic90 said:

    Vero. Quello che trovo molto "tossico" (parola che piace tanto su queste pagine) è la reazione piccata al rifiuto, che talvolta può anche spingere a conseguenze estreme (vedi casi di violenza sessuale, o femminicidio, ad esempio) ma che anche in casi molto banali e standard sottopone il rifiutato a ulteriori e inutili stress (altri messaggi, chiedere spiegazioni in modo imbarazzante e ricevere risposte imbarazzate, le scuse, le teorie, i messaggi fintamente amichevoli che mal celano la volontà di recriminare, ecc. ecc.)

    hai detto tossico ma io userei anche un altro termine, Patetico.

    Ci siamo trovati tutti in questa situazione, all'inizio probabilmente potrebbere essere il comportamento più istintivo. Restare amici, vedersi spesso e provarci costantemente, oppure scriversi tantissimo travisando quelle risposte secche e quei silenzi che celano un milanesissimo "sta sù de dòss"; mettetevi nella situazione del destinatario di queste attenzioni, e fatevi due domande su cosa potrete sembrare.

    Credo si debba essere un po' catgorici e accettare il NO, quella persona non ci vuole. punto. E non dipende da come siamo, da chi siamo, da cosa facciamo e da quanto gudagniamo, non siamo inferiori.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Catilina

    Da quanto guadagnamo temo che conti, mi sono reso conto di quanto sia diffusa l'avidità fra le donne

    quando vedo i profili nei siti di dating ce ne sono tante che pretendono (oltre al fisico palestrato e alla statura notevole) partener danarosi, specificandone a volte anche il reddito minimo.  

     

    Edited by Catilina

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90

    Credo che Blink intendesse dire che un rifiuto non dovrebbe metterci l'autostima sotto i piedi

    Io conosco gente correttissima che rifiuta secondo tutte le regole di bon ton esistenti sulla faccia della terra, rispondendo e assecondando in tutto e per tutto il rifiutato, eppure viene comunque pesantemente infamata oppure è vittima di solite recriminazioni infantili.

    In particolare conosco una persona che risponde sempre su grindr e romeo a tutti i messaggi che riceve, in modo educato, "scusa ma non sei il mio tipo", "no, in questo momento non mi va", "non sono interessato alla tua proposta" e frasi del genere. Riceve risposte allucinanti.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    grindr e romeo non sono il posto dove bisogna aspettarsi cortesia da ogni utente.

    per me chi non sa accettare un rifiuto non ha tutte le rotelle a posto.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Beh si spera che i gay o i giovani gay, sperimentino sempre meno il rifiuto o la paura del rifiuto durante la loro infanzia e prima adolescenza

    Io ritengo che che al diminuire di questo sentimento di inferiorità, dovrebbe corrispondere una minore performatività nel superamento dell'esperienza del rifiuto in età giovanile

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    LocoEmotivo
    On 11/24/2019 at 6:56 PM, Aarwangen said:

    Desiderare qualcuno che non ci desidera è [...] l'antidoto perfetto alla noia

    Ma che è, 'sta cazzata?
    Hanno riaperto la posta del cuore di Cioè?

    Complimenti per le tue scelte di riflessione sempre più discutibili, Rot.

    On 11/24/2019 at 11:18 PM, Krad77 said:

    questo è un articolo di Brunella Gasperini

    E quando mai un suo intervento senza insulti personali è farina del suo sacco?

    On 11/25/2019 at 7:13 PM, freedog said:

    vecchio discorso: le favole disney ci hanno rovinato da piccoli!

    Più che altro, viviamo ancora in una società fortemente ottocentesca, tutti imbevuti di positivismo e romanticismo.
    Entrambi stantii, va detto.

    On 11/26/2019 at 1:34 AM, Blink said:

    non esiste un'uscita di emergenza

    In realtà, più che un'uscita d'emergenza, serve cambiare approccio.
    Non bisogna pensare a come scappare ma a come impostare la cosa in maniera completamente diversa.
    Ed è lì che la qualità della propria vita s'impenna.

    Edited by LocoEmotivo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Aarwangen
  • Topic Author
  • 8 hours ago, LocoEmotivo said:

    Complimenti per le tue scelte di riflessione sempre più discutibili, Rot.

    Fottimi, burino.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    1 hour ago, Aarwangen said:

    Fottimi, burino.

    Ma quando tu scrivi queste cose ci godi? Perché ti va dato atto che spesso apri dei topic con dei link ad articoli anche ben scritti, magari su temi che non mi appassionano, e sui quali però tu non riesci mai ad esplicitare una tua riflessione che sia un po' argomentata, e regredisci a questo stadio infantile...perché? Poi sembri stupido e diventa difficile parlarti

    Edited by schopy

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Aarwangen
  • Topic Author
  • 1 minute ago, schopy said:

    Ma quando tu scrivi queste cose ci godi? Perché ti va dato atto che spesso apri dei topic con dei link ad articoli anche ben scritti, magari su temi che non mi appassionano, e sui quali però tu non riesci mai ad esplicitare una tua riflessione che sia un po' argomentata, e regredisci a questo stadio infantile...perché? Poi sembri stupido e diventa difficile parlarti

    Non ho alcun interesse ad argomentare, anche perché quando lo faccio è dimenticato o ignorato, come in questo caso. Preferisco prendervi per il culo per sempre, a meno che non iniziate a pensarla come me, in quel caso vi rispetterò.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      61 members have viewed this topic:
      schopy  Roxas97  Tyrael  LocoEmotivo  wwspr  nowhere  freedog  Hinzelmann  Iron84  castello  FreakyFred  Mario1944  davydenkovic90  Duma  Almadel  lollone  Bullfighter4  coeranos  Pix  Orfeo87  Icoldibarin  Krad77  AndrejMolov89  Bloodstar  Aarwangen  Paolo91  marco7  conrad65  Dav1de  Saramandasama  Demò  Uncanny  DivoAugusto  Sbuffo  Oscuro  Marion2189  Liam  Sampei  ALEX1  BeeFree  Gondo  Isher  LuxAeterna  Faceless  Edoardo567  gianduiotto  Mind58  Metamorphoseon90  Tex  Mercante di Luce  Skerd  Lor24  JohnDoo  Efestione7  Blink  Paradigma  Dragon Shiryu  prefy  nayoz  Fred  Capricorno57 
    ×
    ×
    • Create New...