Jump to content
Lor24

Possibile fine del rapporto, che posso fare?

36 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

freedog
7 hours ago, Lor24 said:

ancora si vede che gli piaccio e ci tiene

messa così, dovresti friendzonarlo:

come amico sarebbe perfetto,

7 hours ago, Lor24 said:

per quanto comunque mi sia vicino quando sono giù, per quanto comunque desideri vedermi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sampei

Io continuerei a sottolineare con turbato sgomento e vivace preoccupazione che qui si parla di promesse eterne, fusione di anime e giuramenti cristallini, cerimonie reverenziali e catarsi espiative, però non avete ancora pucciato il biscotto dopo tre mesi.

Lo dico scherzandoci su, ma in realtà non sto scherzando. C'è da considerare che questo freno a mano tiratissimo può essere causa latente del modo rigorosamente ritualistico in cui vi state comportando. Il "colpevole" masochista, che si predispone all'espiazione dei peccati e chiede affetto e perdono tormentandosi in attesa di una dolce concessione, e l' "innocente" sado-controllante, che si fregia d'inusitata purezza ed elargisce voluttuose promesse, circondandosi di irraggiungibile gelo ricattatorio e taglienti fruste inquisitorie alla bisogna.

Che poi i ruoli siano totalmente inconsapevoli e involontari, e attivati dalle reciproce estreme insicurezze, può benissimo darsi, ma le insicurezze si deve cercare di affrontarle con un percorso di crescita, non certo calandosi in un intrigante patto manipolatorio.

E' proprio la negazione del sesso il principale strumento di manipolazione, e qui secondo me potrebbe essere adoperato in maniera molto chiara per reggere le fila della situazione. Il sesso non si promette, si offre e basta. La promessa di sesso è viceversa lo strumento universalmente noto per soggiogare valorosi gentiluomini, illustri imperatori e indomabili condottieri d'ogni schiatta o provenienza. Con la promessa di sesso interi regni sono crollati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Ci sono tanto modi per essere ossessivi e sadico-controllanti, di per suo non è neanche necessario negare il sesso, si può fare un sesso in cui il partner viene privato del piacere sessuale, in genere l'ossessivo impone al partner la totale immobilità o una forma di non partecipazione al rapporto che è il presupposto per cui possa esserci il sesso...tipico il caso del maschio etero che accusa la donna di provocargli l'eiaculazione precoce, imponendole una non partecipazione al rapporto sessuale cioè di essere un mero oggetto sessuale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lor24
  • Topic Author
  • Abbiamo parlato, ha riconosciuto di avermi reso la vita impossibile, di aver fatto anche lui diversi errori che avrebbero portato in poco tempo alla fine del rapporto. Mi ha chiesto di continuare a stare con lui, adesso sembra tutto andare per il meglio: nessun test, nessun guadagnarsi la fiducia e tutto è più rilassante. 
    Resta qualche dubbio da parte sua, dato che non conosce i miei amici e molti di loro non sanno nemmeno di lui.  Lui inoltre ha manifestato più volte una perplessità legata ai diversi ceti economici di appartenenza: i suoi genitori sono disoccupati e hanno un reddito quasi nullo, invece la mia famiglia si potrebbe definire una famiglia "borghese". Però sinceramente non vedo problemi da questo punto di vista.

    Da parte mia c'è invece qualche altro dubbio di cui non gli ho parlato, ma di altra natura: le nostre affinità. Con lui sto davvero benissimo, è un ragazzo divertente e  intelligente però risulta spesso testardo. E abbiamo interessi completamente diversi. Non ha mai letto un libro, non segue la politica, ascolta musica un po' usa e getta, guarda film blockbuster molto brutti e guarda programmi trash. Da poco volevo andare a una conferenza di un filosofo, ma non gliel'ho nemmeno proposto perché so che non gli piacerebbe e si annoierebbe.

    Normalmente non uscirei nemmeno con un ragazzo così diverso da me, perché di solito necessito di una persona più affine, di cui poter parlare di tutto. Però in questo caso è diverso: con lui mi trovo benissimo lo stesso, entro volentieri nel suo mondo e trovo che abbia le attenzioni nei miei confronti di cui necessito. E capisce bene i miei problemi, fornendomi buone soluzioni.  La cultura è utile se usata intelligentemente come strumento per comprendere meglio la realtà, godere della forza di linguaggi diversi da quello più comune e vivere dunque meglio. Ma mi rendo conto che non è affatto essenziale e che, anzi, spesso è più una posa che effettivamente qualcosa di utile. Forse anche nel mio caso.

    Però nel lungo termine funzionerà come adesso? Mi peseranno le nostre differenze? Come potrà essere trovarsi bene con molti dei miei più cari amici coi quali si parla solo di politica, libri e argomenti di cui lui non si interessa affatto?

    On 1/11/2019 at 5:55 PM, Sampei said:

    Io continuerei a sottolineare con turbato sgomento e vivace preoccupazione che qui si parla di promesse eterne, fusione di anime e giuramenti cristallini, cerimonie reverenziali e catarsi espiative, però non avete ancora pucciato il biscotto dopo tre mesi.

     Lo dico scherzandoci su, ma in realtà non sto scherzando. C'è da considerare che questo freno a mano tiratissimo può essere causa latente del modo rigorosamente ritualistico in cui vi state comportando. Il "colpevole" masochista, che si predispone all'espiazione dei peccati e chiede affetto e perdono tormentandosi in attesa di una dolce concessione, e l' "innocente" sado-controllante, che si fregia d'inusitata purezza ed elargisce voluttuose promesse, circondandosi di irraggiungibile gelo ricattatorio e taglienti fruste inquisitorie alla bisogna.

     Che poi i ruoli siano totalmente inconsapevoli e involontari, e attivati dalle reciproce estreme insicurezze, può benissimo darsi, ma le insicurezze si deve cercare di affrontarle con un percorso di crescita, non certo calandosi in un intrigante patto manipolatorio.

     E' proprio la negazione del sesso il principale strumento di manipolazione, e qui secondo me potrebbe essere adoperato in maniera molto chiara per reggere le fila della situazione. Il sesso non si promette, si offre e basta. La promessa di sesso è viceversa lo strumento universalmente noto per soggiogare valorosi gentiluomini, illustri imperatori e indomabili condottieri d'ogni schiatta o provenienza. Con la promessa di sesso interi regni sono crollati.

    Be', la dinamica è stata esattamente questa che tu hai descritto, per quanto non così tanto consapevole.

    Il sesso  tuttavia non è stato una promessa ricattatoria. 

    Per me, ad esempio, il sesso anale (per essere espliciti) non è fondamentale e nemmeno per lui. Facciamo comunque "preliminari" a gogo, dove entrambi siamo molto focalizzati sul piacere dell'altro... se stiamo insieme a casa li facciamo anche tre o quattro volte in un solo giorno e a breve immagino lo faremo.  Forse è più lui a non vedere l'ora di me, ecco ahah

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    davydenkovic90
    52 minutes ago, Lor24 said:

     i suoi genitori sono disoccupati e hanno un reddito quasi nullo,

    Posso dire una cosa che non c'entra niente?

    Io capisco il bisogno di sfogarsi su una piattaforma virtuale di una situazione incerta e che ci crea ansia. Capisco anche il flusso di coscienza che viene fuori, si parte da un dato aspetto e si finisce per fare un poema che coinvolge tutti gli ambiti dell'esistenza (benché non ritengo che questo modo di procedere sia utile a qualcosa nella risoluzione concreta dei singoli problemi).

    Ma, per favore, rispolveriamo anche qualche piccola vecchia virtù, ormai dimenticata: un minimo di buon gusto, discrezione e pudore, non gustano, specialmente nel raccontare situazioni altrui.

    Se non ti piace la sua famiglia o non ti piace di cosa parla, prendi la decisione di mollarlo e assumiti tutta la responsabilità della decisione. Non dire "eh ma eravamo diversi, la sua famiglia e così, la mia è colà, i miei amici parlano di politica e lui no". Sei tu che hai scelto di non stare con lui perché, evidentemente, stai meglio senza di lui, da solo, con qualcun altro, punto. Se invece al contrario scegli di starci, allora ti conviene fare di queste differenze dei punti di forza del vostro rapporto.

    Saluti.

    Edited by davydenkovic90

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    Se vi trovate bene assieme continuate la vostra relazione a prescindere dalle vostre famiglie, amici e interessi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    • Who Viewed the Topic

      41 members have viewed this topic:
      Blob  Fladimiro71  LocoEmotivo  freedog  Hinzelmann  marco7  n1c0l4  Saramandasama  Bloodstar  Uncanny  Sam87  Loredag  pianist93  Paradigma  Almadel  faby91  BerryJuice  Krad77  Sampei  Rotwang  LuxAeterna  prefy  Fred  Oscuro  davydenkovic90  Andrea98  Minamimoto  Syfy  Duma  Royfer90  Fergus  Iron84  nayoz  Wings  conrad65  Paolo91  Dragon Shiryu  Cassius Hueffer  pasquale19it  Indice  yalen86 
    ×