Jump to content
Sign in to follow this  
Kubilend91

Cosa ne pensate di chi dice che il coming out è un dovere?

Recommended Posts

Bloodstar
16 hours ago, Sorgesana said:

Dovrebbero dare un sussidio a tutti i gay per andare a vivere a Roma?

A Milano piuttosto, così Rotwang è contento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
18 hours ago, Drrusso said:

Ma...io più che ‘velati’ li chiamo ‘persone con amor proprio ‘.

I velati sono chi non si accetta più che altro, magari andando con i maschi per poi autoflagellarsi!

ma stai facendo l'elogio delle ipocrisie tipo "vizi privati e pubbliche virtù"??

sul serio???

ancora così stiamo??? Oh, il barocco (anche se @Bloodstar finora non si è capacitato di ciò) è finito 3 secoli fa, sallo!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
6 hours ago, freedog said:

ma stai facendo l'elogio delle ipocrisie tipo "vizi privati e pubbliche virtù"??

sul serio???

ancora così stiamo??? Oh, il barocco (anche se @Bloodstar finora non si è capacitato di ciò) è finito 3 secoli fa, sallo!!!!

Ok, rispetto le tue idee.

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
6 hours ago, freedog said:

Oh, il barocco (anche se @Bloodstar finora non si è capacitato di ciò) è finito 3 secoli fa, sallo!!!!

Ehm...

Veramente, non c'è nulla di più barocco del nostro mondo post-moderno.

Ma tanto per dire, eh ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90
On 7/3/2018 at 6:47 PM, Drrusso said:

Ma...io più che ‘velati’ li chiamo ‘persone con amor proprio ‘.

I velati sono chi non si accetta più che altro, magari andando con i maschi per poi autoflagellarsi!

Un co del genere aumenta solo la possibilità di essere repressi.

Per questo è solo un bene tutto ciò!(la vita notturna)

Per velati si intende coloro che non sono dichiarati.

Comunque è certamente un bene liberarsi inizialmente su un fronte, vale a dire con amici fidati o in contesti particolari, tipo in università o associazioni, perché, oltre che alleggerire molto la vita, è anche propedeutico all'obiettivo finale, che dev'essere per forza di cose quello di fare coming out anche con la famiglia e, in generale, con chiunque abbiamo di fronte. 

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar
12 hours ago, LocoEmotivo said:

Veramente, non c'è nulla di più barocco del nostro mondo post-moderno.

Una cosa che non si riesce a capire. Ancora stiamo a pensare al progresso e alla fine delle età buie...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
16 hours ago, davydenkovic90 said:

Per velati si intende coloro che non sono dichiarati.

Comunque è certamente un bene liberarsi inizialmente su un fronte, vale a dire con amici fidati o in contesti particolari, tipo in università o associazioni, perché, oltre che alleggerire molto la vita, è anche propedeutico all'obiettivo finale, che dev'essere per forza di cose quello di fare coming out anche con la famiglia e, in generale, con chiunque abbiamo di fronte. 

Appunto, ma se non lo si dice ai genitori non muore nessuno.

Se hai una tua vita autonoma i genitori sono superflui!(davo per scontato che gli amici lo sapessero)

Edited by Drrusso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

@Drrusso, ti immagini una situazioni in cui i tuoi lo sanno e fanno finta di non sapere

o in cui ti chiedono ogni settimana quando presenti loro una ragazza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90
30 minutes ago, Drrusso said:

Appunto, ma se non lo si dice ai genitori non muore nessuno.

Se hai una tua vita autonoma i genitori sono superflui!(davo per scontato che gli amici lo sapessero)

Mah, mi sembra un po' stupido dire che i genitori o servono a qualcosa economicamente, oppure sono superflui. I genitori esistono sempre e vale la pena investire energie in un rapporto più maturo che non nascondere a vita un segreto di pulcinella. Che non mi sembra proprio un comportamento così maturo né proficuo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sorgesana

I genitori omofobi e ricchi vanno spennati come un tacchino fino all'ultimo centesimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
2 hours ago, Drrusso said:

Appunto, ma se non lo si dice ai genitori non muore nessuno.

Se hai una tua vita autonoma i genitori sono superflui!(davo per scontato che gli amici lo sapessero)

Guarda, io sono un convinto sostenitore dell'utilità quasi necessaria del CO.
Non sono un fanatico, credo: capisco che le persone hanno tempistiche interiori che sono invisibili ai miei occhi e, per questo motivo, sono speranzosamente convinto di non aver mai spinto nessun mio conoscente a fare questo passo se quando era lui il primo a riconoscerne l'inevitabilità.
Eppure, ti assicuro che leggendo le tue risposte mi sale il nazismo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
5 minutes ago, LocoEmotivo said:

Guarda, io sono un convinto sostenitore dell'utilità quasi necessaria del CO.
Non sono un fanatico, credo: capisco che le persone hanno tempistiche interiori che sono invisibili ai miei occhi e, per questo motivo, sono speranzosamente convinto di non aver mai spinto nessun mio conoscente a fare questo passo se quando era lui il primo a riconoscerne l'inevitabilità.
Eppure, ti assicuro che leggendo le tue risposte mi sale il nazismo.

Sarà, ma io continuo a non capire questo fanatismo.

Alla fin fine chi ci perde sono i genitori !

2 hours ago, davydenkovic90 said:

Mah, mi sembra un po' stupido dire che i genitori o servono a qualcosa economicamente, oppure sono superflui. I genitori esistono sempre e vale la pena investire energie in un rapporto più maturo che non nascondere a vita un segreto di pulcinella. Che non mi sembra proprio un comportamento così maturo né proficuo

Trovo molto meno proficuo rovinarsi la vita per colpa loro.

Non dico ‘non farlo’ per carità!

Ma farlo tranquillamente e senza il “devo proprio”...devi vivere, non vivere per i tuoi genitori.

2 hours ago, Almadel said:

@Drrusso, ti immagini una situazioni in cui i tuoi lo sanno e fanno finta di non sapere

o in cui ti chiedono ogni settimana quando presenti loro una ragazza?

Personalmente vedo peggiore la situazione in cui non ti parlano e/o ti insultano!

Cristo...ma la vita è nostra, no?!

La vita è scissa da quella dei genitori!

Finche darete peso alle opinioni altrui vivrete male!

Crescere è, soprattutto, dare minor valore alle opinioni altrui.

Arrivando a DIRGLIELO(non coming out) fregandovene delle loro relazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
15 minutes ago, Drrusso said:

Cristo...ma la vita è nostra, no?!

La vita è scissa da quella dei genitori!

Finche darete peso alle opinioni altrui vivrete male!

Crescere è, soprattutto, dare minor valore alle opinioni altrui.

Arrivando a DIRGLIELO(non coming out) fregandovene delle loro relazioni.

E finché non darai peso alle opinioni altrui e non capirai che un CO è un atto di rispetto verso te stesso e la comunità che ha compiuto così tante battaglie anche solo per essere visibile, rimarrai una velata.

Senza "h" finale, ché non te la meriti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
Just now, LocoEmotivo said:

E finché non darai peso alle opinioni altrui e non capirai che un CO è un atto di rispetto verso te stesso e la comunità che ha compiuto così tante battaglie anche solo per essere visibile, rimarrai una velata.

Senza "h" finale, ché non te la meriti.

Ma in cosa ho insultato? Credo ci sia diritto di opinione giusto?!

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
2 minutes ago, Drrusso said:

Credo ci sia diritto di opinione giusto?!

No, non c'è.

C'è la libertà di pensiero, non di opinione: usala.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
26 minutes ago, LocoEmotivo said:

No, non c'è.

C'è la libertà di pensiero, non di opinione: usala.

Quote

Si chiama dittatura...

ah, se ti consola, pure a me sale il nazismo a sentire i mammone! ? solo che credo ancora nella educazione e nel non offendere!

ho ripudiato mio padre anni fa, non credere che non sappia di che parlo!

Lo spiega meglio e senza essere di parte(link).

Edited by Drrusso

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
5 minutes ago, Drrusso said:

ho ripudiato mio padre anni fa, non credere che non sappia di che parlo!

Se è una gara, ti invito a considerare l'eventuale che tu possa non reggere il confronto (e senza citarti l'immancabile frammento da Troppo bello).

Non credere di essere l'unico. Mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
27 minutes ago, LocoEmotivo said:

E finché non darai peso alle opinioni altrui e non capirai che un CO è un atto di rispetto verso te stesso e la comunità che ha compiuto così tante battaglie anche solo per essere visibile, rimarrai una velata.

Senza "h" finale, ché non te la meriti.

quanto sei esageratah...

----

cmq, @drrusso , continui a non capire (forse perchè non te ne è capitata finora l'occasione) quanto sia importante PER TE STESSO avere la libertà di andare a pranzo dai tuoi e dirgli "mamma, papà, lui è X, è il mio ragazzo e stiamo seriamente pensando di sposarci".

Qsi essere umano, quando è innamorato, vuole gridare al mondo che è felice; perchè ti vuoi autocastrare, impedendoti di farlo?

15 minutes ago, Drrusso said:

ha ragionissima quando dice Il coming out non porta all’accettazione, è l’accettazione che porta al coming out.

poi però si incarta un attimo nel tentativo di giustificare chi non lo fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
8 minutes ago, freedog said:

quanto sei esageratah...

----

cmq, @drrusso , continui a non capire (forse perchè non te ne è capitata finora l'occasione) quanto sia importante PER TE STESSO avere la libertà di andare a pranzo dai tuoi e dirgli "mamma, papà, lui è X, è il mio ragazzo e stiamo seriamente pensando di sposarci".

Qsi essere umano, quando è innamorato, vuole gridare al mondo che è felice; perchè ti vuoi autocastrare, impedendoti di farlo?

ha ragionissima quando dice Il coming out non porta all’accettazione, è l’accettazione che porta al coming out.

poi però si incarta un attimo nel tentativo di giustificare chi non lo fa.

Quello che ho inteso fin dall’inizio!

Io RISPETTO al 100% il vostro sentimento, anzi!

Ma da outsider trovo giusto allarmare, da AMICO, che non sempre andrà così! Anzi, spesso finisce in stile Flash Delirium degli MGMT!

Io , da estraneo, mi sento in dovere di creare una società più civile ed in grado di aiutare chi si sente così!(va bene amare la famiglia, ma la vita te la crei...e questo solo uno estraneo te lo può far notare)

E lo so che ci odierete, ma gli amici servono a QUESTO!

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
19 minutes ago, Drrusso said:

Ma da outsider trovo giusto allarmare, da AMICO, che non sempre andrà così! Anzi, spesso finisce in stile Flash Delirium degli MGMT!

stai svicolando però: ribadisco, sono situazioni che devi provare sulla tua pelle per poter dire come TU le hai affrontate (io & Coniuge siamo la dimostrazione vivente che se ne può uscire in modi esattamente opposti, tra l'altro).

Di solito sono molto allergico alle ricette universali, perchè cmq ognuno di noi fa storia a sè, e però qualche minimo comun denominatore valido per tutti -o quasi- in tanti decenni di militanza gaya penso di averlo trovato. 

Il primo è proprio non vergognarsi MAI di essere se stessi, e che è indispensabile cominciare a farlo in famiglia. Poi su tempi, modi, situazioni in cui sia meglio sganciare sta bomba, se ne può discutere -credo- all'infinito.

Ma se non hai mai sentito l'urgenza di urlare al mondo il tuo amore per X, in tutto sto thread stai solo facendo un mero esercizio di masturbazione cerebrale, discretamente sterile peraltro

Edited by freedog

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
8 minutes ago, freedog said:

stai svicolando però: ribadisco, sono situazioni che devi provare sulla tua pelle per poter dire come TU le hai affrontate (io & Coniuge siamo la dimostrazione vivente che se ne può uscire in modi esattamente opposti, tra l'altro).

Di solito sono molto allergico alle ricette universali, perchè cmq ognuno di noi fa storia a sè, e però qualche minimo comun denominatore valido per tutti -o quasi- in tanti decenni di militanza gaya penso di averlo trovato. 

Il primo è proprio non vergognarsi MAI di essere se stessi, e che è indispensabile cominciare a farlo in famiglia. Poi su tempi, modi, situazioni in cui sia meglio sganciare sta bomba, se ne può discutere -credo- all'infinito.

Ma se non hai mai sentito l'urgenza di urlare al mondo il tuo amore per X, in tutto sto thread stai solo facendo un mero esercizio di masturbazione cerebrale, discretamente sterile peraltro

Ok mea culpa, ma da qui a ‘bisogna ‘ boh!

Dopo, per carattere, sono cinico ed insensibile lo ammetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog

piccolo corto, con esempio concreto sul perchè farlo, finanche nel caso di poliamorosi

(ovviamente non c'è sottotitolato italiano, spero riusciate a comprenderlo anche con quelli in inglese)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
8 minutes ago, freedog said:

piccolo corto, con esempio concreto sul perchè farlo, finanche nel caso di poliamorosi

(ovviamente non c'è sottotitolato italiano, spero riusciate a comprenderlo anche con quelli in inglese)

Ripeto, sarà perché non ho avuto una ‘famiglia Mulino Bianco’ alle spalle, ma il coming out ha senso SOLO se ne hai il bisogno dentro!

Se ne senti il bisogno ti appoggio, ma PER TE, qui stiamo confondendo se stessi con il ‘volersi far accettare ‘ e qui è stupido.

E lo dico da persona che ha passato dalle elementari alle superiori bullizzata...il tuo caso è “lo faccio per me”.

Ma se parliamo della società no, non serve...la società è fatta di attivismo.

Non serve urlare cose private come ‘con chi vado a letto’.

Se guardo qualcuno ‘sexy’ distolgo lo sguardo per pudore, eccetto in certi posti, quindi neppure mi pongo il problema.

Qui si che sono deciso...in Olanda le leggi ‘pro gay’ sono fatte a prescindere!

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
  1. le teorie in tema non servono a niente
  2. hai bisogno di pratica: quando (e spero per te accada presto) troverai quello giusto -o cmq qualcuno di cui sarai innamorato & ricambiato- voglio vedere se poi davvero continuerai a dire "fregacazzo dei parenti"..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Drrusso
5 minutes ago, freedog said:
  1. le teorie in tema non servono a niente
  2. hai bisogno di pratica: quando (e spero per te accada presto) troverai quello giusto -o cmq qualcuno di cui sarai innamorato & ricambiato- voglio vedere se poi davvero continuerai a dire "fregacazzo dei parenti"..

Purtroppo non ho mai sviluppato un gran affetto per loro! ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Io non ci ho capito molto...stai cercando di dire che hai fatto CO ma resta una grande distanza coi tuoi e quindi avresti anche potuto non farlo, mentre lo hai fatto con persone con cui ti senti vicino nella tua vita distante da loro  ;  o stai dicendo che hai fatto CO con loro che in teoria avrebbero dovuto starti vicino e non lo sono stati ed il risultato è stato che hai creato una distanza con tutti, per paura di essere nuovamente deluso?

Perchè se è vera la seconda, ovviamente mi dispiace ma stai consentendo all'opinione dei tuoi di guastarti la vita anche a distanza e quindi hai bisogno più di chiunque altro di trasformare il tuo CO in atto politico per riscattarti da una situazione psicologica infelice

Se è vera la prima e cioè il CO coi tuoi è stato inutile, ma ti ha aperto la strada a crearti una tua rete di relazioni ed una tua famiglia, è stato invece solo apparentemente inutile ma in realtà hai reagito bene tipo il fidanzato di @freedog

Edited by Hinzelmann

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
2 hours ago, Drrusso said:

Ma da outsider trovo giusto allarmare, da AMICO, che non sempre andrà così!

La cosa che mi manda veramente in bestia del tuo ragionamento è questo concetto, ribadito in più interventi, in cui dài mostra di un determinismo fideisticamente votato al peggio.:: 
Per quanto sia innegabile che un ragazzo in sentore di scomunica famigliare circa le tematiche LGBT si trovi effettivamente a doversi dare ragione dopo il CO, c'è anche la piccola ma non inesistente percentuale di persone che reagiscono bene. Anche se non subito. Magari dopo aver pianto tutte le lacrime del mondo.
Ecco perché ho sempre trovato il carro dell'AGEDO il più bello di tutti i Pride, perché là sopra ci trovi persone che magari si sono sentite morire dentro e che poi hanno abbracciato una causa che non è la loro. Mi segui? Se non nasci da una madre come quella di @freedog, potresti aver comunque visto la luce da una donna che imparerà ad amarti anche se la tua vita non sarà mai come l'ha immaginata per te.
Il CO non è obbligatorio: è doveroso accettarsi, torno a ripetermi. E il CO ha un importante valore politico, alla faccia degli attivismi, perché tu IMPONI la tua presenza in quanto finocchio A TUTTI, dai genitori al prete ai ragazzi che ti bullizzavano: il CO è raddrizzare le spalle, gonfiare il petto e andare in giro per il mondo a testa alta, perché LORO vogliono vederti diverso e TU gli dimostri che è vero!
Perché chi mi porto a letto sono affari miei, assolutamente, ma io passeggio mano nella mano col mio ragazzo e me lo slinguo in ogni posto pubblico perché altri possano vedere, possano pensare, possano sorriderci, possano anche prendere esempio da noi e decidere di essere froci alla luce del sole.
Perché, molto spesso, LORO attaccano la paura e la debolezza, non la finocchieria (esiste, 'sto termine? No? Peccato).
E il CO è il termine di un processo in cui scopri di non avere più paura. Cioè, fermati: magari ne hai ancora tanta, magari ne hai ancora più di prima, però decidi di fottertene e di fottere lei (Marsellus Wallace docet). Ecco perché è un passo che non si può imporre, ecco perché è un passo auspicabilmente perseguibile da tutti.


Spero che emerga chiaro, dalle mie parole, che non ho niente contro @Drrusso e che la mia sfuriata di oggi pomeriggio, bene o male, sottintendeva questa roba qui.
Non voglio convincere nessuno a fare CO o a farlo diventare un attivista, però chiedo (e forse pretendo) che un gesto così importante venga colto e discusso nella giusta luce.
Perdonatemi tutto se sono stato prolisso e perdonatemi, ancor più, se sono stato violento. Quasi come un maschio alpha.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90
4 hours ago, Drrusso said:

Crescere è, soprattutto, dare minor valore alle opinioni altrui.

E in questa frase si sintetizza lo squarcio dell'Italia più nera

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944
8 hours ago, Drrusso said:

Crescere è, soprattutto, dare minor valore alle opinioni altrui.

Hai pur ragione, ma conviene sempre tener conto dell'antica massima "nulla troppo":

non puoi trascurare del tutto le opinioni del mondo ambiente in cui vivi, se non al prezzo di vivere da eremita nel deserto e forse neppur lì sarebbe pienamente possibile....

Per il resto vale il petroniano "longe fugit, qui suos fugit", cioè "lontano fugge, chi fugge i suoi":

può essere una fuga obbligata talvolta, ma raramente è una fuga piacevole e quasi mai pienamente possibile, se non al prezzo "desertificante" di cui sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90
2 minutes ago, Mario1944 said:

non puoi trascurare del tutto le opinioni del mondo ambiente in cui vivi, se non al prezzo di vivere da eremita nel deserto e forse neppur lì sarebbe pienamente possibile....

La sessualità è insindacabile, così come la scelta del partner e tutte le altre scelte individuali che non ricadono su altri. Su queste cose l'opinione altrui conta meno di zero.

Quello che è un po' malato e retrogrado è pensare di rendersi indipendenti, scappare, ecc. al fine di aggirare il problema di rivelare ai propri genitori il proprio orientamento. Questa è una cosa che si faceva negli anni settanta e non rispecchia affatto la mentalità dei gay più giovani. Essere indipendenti e prendere la propria strada va benissimo, esattamente come va benissimo per gli eterosessuali.

Non capisco perché se per un etero è la prassi presentare la propria fidanzata ai genitori, per un gay la prassi debba essere ripudiare il padre e avere una vita top secret (o segreto di pulcinella). 

Chiaramente nessuno sta dicendo che arrivare a presentare il ragazzo (o anche solo a dichiararsi) sia qualcosa di naturale sempre e comunque, anzi, sono sempre cose molto lunghe e sofferte. Tuttavia fra i millenial si nota molto di più una tendenza a dichiararsi molto prima di aver raggiunto la completa indipendenza, anche perché l'ambiente un po' lo favorisce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...