Jump to content
Paedicator1987

Gay, etero e complicità maschile.

Recommended Posts

Ilromantico

Misoginia portami via... Scusate la franchezza, ma trovo assurdo che il discorso uomo/donna sia fatto dai gay. È come un pescivendolo che si improvvisa critico d'arte xD (sì, ovviamente ci sono anche pescivendoli esperti d'arte...era un esempio..). Non so, lo trovo un discorso un po' da comari acide o da quinta elementare. Probabilmente a volte è pure naturale voler stare qualche momento soli tra uomini, ma da qui a vedere superiorità o differenze abissali uomo/donna ce ne passa. È se la complicità/stare insieme 24hsu24 è un plus, lo è pure l'esatto contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

 

 


Probabilmente a volte è pure naturale voler stare qualche momento soli tra uomini, ma da qui a vedere superiorità o differenze abissali uomo/donna ce ne passa.

 

Ma qui nessuno, mi sembra, ha parlato di superiorità o inferiorità e nemmeno di differenze abissali tra uomini e donne, tra cui comunque è difficile negare ci siano differenze psicologiche e comportamentali che ai miei tempi potevano essere rapportate e derivate dalle differenze tradizionali d'educazione e di predestinata funzione nella vita sociale, ma che oggi, venute meno quelle tradizioni, sembrano proprio dipendere dalla diversa indole dei due sessi.

 

Piuttosto la connotazione rilevante che credo di cogliere nel ragionamento di Paedicator e su cui, in base alla mia esperienza, sono d'accordo, è che, quando l'omofobia non gli acceca il giudizio, un uomo riconosce di avere, a parità di altre condizioni, più affinità con un altro uomo, anche se gay, che con una donna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

Non è che questo gruppo è un po' settario? Insomma è chiuso, ha un capo carismatico...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ilromantico

Ma è indubbio che un uomo con un uomo possa condividere più momenti e più cose (poiché dello stesso sesso), ma non è detto che faccia aumentare l'affinità e/o che quest'ultima sia davvero così importante. Effettivamente in coppia gay posso andare nello stesso spogliatoio in palestra, abbiamo la stessa anatomia, possiamo andare alle uscite di soli maschii e farlo come coppia, ci si intende e si ci tollera meglio perché la nostra natura è simile, insomma cose che da bisex è logico che abbia notato e aprezzato, ma NON credo che ciò possa essere un plus oggettivo. E' un plus solo se la coppia funziona e se quel tipo di affinità piace, a me sta benissimo, ma posso anche pensare che per altri un'affinità troppo eccessiva può persino essere stressante o noiosa, per chi soprattutto vuole avere i suoi spazi e non trovarsi a vivere in simbiosi col suo partner. La coppia uomo/donna funziona anche per il contrasto e "rivalità" che rende tutto meno prevedibile e più 'misterioso', come prima può essere un plus o non esserlo affatto. E comunque non è certo caso se le donne fuggano dai "bravi ragazzi"(che offrono e annoiano con eccessiva affinità) e gli uomini fuggono dalle donne eccessivamente 'compatibiliì' o che 'non danno problemi'. Il rapporto uomo/donna è un po' masochista e no-sense, ma penso stia proprio lì parte della sua forza. Il punto è che a volte si esagera fin troppo con queste meccaniche e molti si stancano della donna eccessivamente 'principessa' e l'uomo eccessivamente 'don giovanni'. Una delle più autentiche motivazioni per cui sono passato a un partner gay, almeno ci si dicono le cose senza giri di parole e 'traduzioni da fare' e la "manutenzione" della coppia è infinitamente più facile. Ma ripeto, dipende pur sempre da con chi stai che dal sesso in sé.

 

@Pix in effetti xD

Edited by Ilromantico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

 

 


Effettivamente in coppia gay posso andare nello stesso spogliatoio in palestra, abbiamo la stessa anatomia, possiamo andare alle uscite di soli maschii e farlo come coppia, ci si intende e si ci tollera meglio perché la nostra natura è simile,

 

In sostanza si parlava appunto di questo, non mica di altro:

tra uomini ci s'intende meglio perché si è simili e, se non c'è un pregiudizio omofobico, l'essere gay non è un problema.

 

D'altronde le differenze tra uomo e donna, perché sono fisiche, è inevitabile siano anche psicologiche:

difficilmente un uomo può mettersi perfettamente nella prospettiva psicologica d'una donna il cui corpo è fatto per contenere, nutrire, partorire e poi allattare un figlio e difficilmente, credo, una donna può mettersi perfettamente nella prospettiva psicologica d'un uomo, il cui corpo invece non è soggetto a questo gravame, che ovviamente può anche essere considerato un beneficio.

 

 

 


Una delle più autentiche motivazioni per cui sono passato a un partner gay, almeno ci si dicono le cose senza giri di parole e 'traduzioni da fare' e la "manutenzione" della coppia è infinitamente più facile.

 

Questo però pare confermare l'assunto del Paedicator e del suo "capo":

tra uomini ci s'intende meglio e, se si è gay, si può aggiungere all'amicizia l'amore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

 

 


Non è che questo gruppo è un po' settario? Insomma è chiuso, ha un capo carismatico...

 

Be' forse, ma l'essere chiuso e l'avere un capo carismatico in sé non spiega la ripulsa di moglie e fidanzate, anzi! (ammesso e non concesso che poi le stesse fossero disposte a parteciparvi.....).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Beh è positivo che abbiate superato un po' questo schermo che vi frenava dal compiere

gesti affettivi - in teoria perché partecipate come single, anche se in realtà 4 erano dei gay

in coppia.

 

Perché di fatto era una censura all'espressione della vostra omosessualità

 

Quindi questo è un fatto positivo

 

Per il resto dubito fortemente che quell'etero abbia tutta questa voglia di trascinarsi

dietro moglie e figlio nelle uniche tre-quattro occasioni, in cui può finalmente stare per

conto suo e non essere né padre, né marito

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

Be' forse, ma l'essere chiuso e l'avere un capo carismatico in sé non spiega la ripulsa di moglie e fidanzate, anzi! (ammesso e non concesso che poi le stesse fossero disposte a parteciparvi.....).

Invece secondo me sì. È un gruppo di maschi, tribale direi, che non accetta esterni, in questo caso le donne.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

È un gruppo di maschi, tribale direi, che non accetta esterni, in questo caso le donne.

 

Un gruppo tribale non esclude necessariamente le donne, altrimenti come potrebbe riprodursi?;   semmai le include in posizione subordinata.

Comunque il fatto singolare è che un gruppo di maschi etero, tribale o no, accetti come pari altri maschi gay ma non accetti o comunque sia diffidente verso le donne anche se si tratta di donne mogli e fidanzate:

sarebbe infatti interessante sapere quale sarebbe la posizione se non si trattasse di donne mogli o fidanzate di qualcuno del gruppo.....

Edited by Mario1944

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

@Mario1944 non parlo di tribù, parlo di gruppo tribale. E poi, in genere nelle tribù gli uomini escono e le donne restano a casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AirTotem

Mi paiono privi di senso questi ultimi ragionamenti e paragoni.

@Paedicator1987 parla di un gruppo maschile di escursionisti, di cui alcuni sono gay, i cui compagni si trovano all'interno del gruppo stesso (eccetto un caso, se ho capito bene).

Non mi sembra il caso di parare di misoginia… credo sia indiscutibile che un ragazzo possa (non debba, possa) trovare maggiore affinità in un gruppo maschile… anche una sorta di cameratismo, se vogliamo, cosa che se entrassero ragazze nel gruppo sarebbe decisamente improbabile.

Per non parlare degli interessi…

Share this post


Link to post
Share on other sites
bastian

a me, più che la figura di un capotribù, mi è parso quasi che il filosofo ammogliato, almeno nelle intenzioni di Paedicator, voglia incarnare una sorta di socrate de' noantri.

fossi la donna di uno qualsiasi dei cinque apostoli etero o, anche, un'amica degli altri cinque che si amano tra loro, ad eccezione dell'unico "cane sciolto" - al quale va almeno, d'istinto, la mia solidarietà, li manderei in ogni caso ugualmente a cagare.

discorsi simili tra uomini contro donne sono penosi, almeno quanto il bla-bla tra uomini e donne che intrattiene l'inamovibile platea di mariadefilippi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

Secondo me questi qui hanno rapporti tra loro o ne avranno. :|

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

li manderei in ogni caso ugualmente a cagare.

 

Probabilmente le mogli hanno un loro gruppo in cui dicono cose simili XD

 

Però trovo tutto ciò anche eccessivo

 

Io al posto del marito etero avrei detto: oh finalmente vi vedo abbracciarvi

dopo tutti questi anni che mi dite di essere in coppia....

 

Ovviamente poteva diventare imbarazzante...e quindi ha tirato fuori la moglie

magari la moglie fa lo stesso con le amiche nei momenti di imbarazzo: "beata te

ti invidio....sapessi invece mio marito che disastro"

Share this post


Link to post
Share on other sites
AirTotem

Probabilmente le mogli hanno un loro gruppo in cui dicono cose simili XD

Mi hai tolto le parole di bocca… sarà anche probabile xD

 

Mi sembra più che ragionevole che una coppia gay possa fare determinate cose che invece una coppia etero non possa fare, perché relegate al gruppo degli amici di lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

 

 


Non mi sembra il caso di parare di misoginia… credo sia indiscutibile che un ragazzo possa (non debba, possa) trovare maggiore affinità in un gruppo maschile… anche una sorta di cameratismo, se vogliamo, cosa che se entrassero ragazze nel gruppo sarebbe decisamente improbabile.

 

Sono d'accordo sulla maggior affinità che porta al cameratismo tra persone dello stesso genere e quindi non solo tra uomini ma anche tra donne:

è una cosa che ho sempre notata anche se pensavo valesse soprattutto per persone della mia età o poco meno e quindi legate ad un retaggio culturale in cui le differenze tra uomo e donna erano accentuate e forse esasperate, mentre ora mi accorgo che la stessa cosa vale per i ragazzi d'oggi, nonostante la comune percezione di parità almeno sul piano del diritto tra i due sessi.

 

Però credo che la questione, stando almeno ai fatti presentati da Paedicator, non implichi tanto il rifiuto della presenza femminile in sé, quanto della presenza di mogli e fidanzate:

forse le conclusioni possono essere le stesse, ma le premesse sono diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

 

 


Però credo che la questione, stando almeno ai fatti presentati da Paedicator, non implichi tanto il rifiuto della presenza femminile in sé, quanto della presenza di mogli e fidanzate:

 

sarebbe interessante sapere se il gruppo è composto casualmente da uomini o se la cosa era voluta (per la "minore" resistenza fisica delle donne in montagna o per altri motivi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Capisco Marco7 che sei gay...e quindi non fai nessuna attività sportiva

ma è abbastanza normale, giocare a tennis fra maschi, giocare a golf tra

maschi etc

 

Cioè non c'è bisogno di volerlo...la cultura sportiva è già connotata nel genere

semmai si può decidere di voler fare il contrario

 

Il punto sarebbe un altro: siccome è una attività maschile, è anche eterosessuale

e quindi l'omosessualità dei partecipanti va tenuta in un angolo, non espressa per

non turbare i maschi etero, che partecipano al gruppo.

 

Poi, inutile dire, che se avessero fatto gruppo con le lesbiche...gli etero sarebbero

stati "castrati" alla prima strada ferrata XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

@Hinzelmann

 

statisticamente in un gruppo di 10 maschi ce n'è uno gay, in questo caso però sono la metà e il tuo ragionamento che quei 5 gay si trovano in quel gruppo per caso in quanto gruppo sportivo credo faccia acqua.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Io ho scritto che è normale che i maschi facciano sport fra di loro...l'idea che siccome le donne hanno

meno resistenza fisica allora si reclutano volutamente 5 gay in loro sostituzione, direi che sia...quantomeno

"bizzarra".

 

Non può essere semplicemente che un gay tira l'altro? Cioè non che l'interrogativo mi appassioni

particolarmente, ma forse i due fidanzati han coinvolto i loro partner ed un terzo amico, esattamente

come han fatto gli etero, per la parte loro

 

Mi ricordo che quando facevo l'Università gli studenti nerd di facoltà scientifiche facevano trekking

ed amavano queste cose, ovviamente io non ho mai partecipato perché avevo una vita sessuale

ma visto nell'ottica di persone per cui il massimo della vita sociale è giocare a Scarabeo e fidanzarsi

il prima possibile con la prima o il primo che ci sta...non lo trovo così strano

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

 

 


ovviamente io non ho mai partecipato perché avevo una vita sessuale

 

che c'entra la vita sessuale col fatto che non puoi fare trekking ? mah. 

 

chi faceva trekking doveva non avere la ragazza per farlo ? mah.

 

io non ho mai insinuato che i gay stavano nel gruppo per permettere pure alle donne di partecipare in quanto due gruppi gracili che si sostengono.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Ah marco7....ma ce sei, o ce fai? :azz:

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

@Hinzelmann

 

a me molte cose che tu scrivi sembrano assurde, non so se sia un problema di comunicazione tra quel che tu scrivi e quel che io capisco ma molti tuoi interventi mi sembrano fuori di testa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

Sinceramente credo che questa discussione sia degenerata in discorsi sessisti. Non c'è nessun motivo per cui le donne non dovrebbero stare in un gruppo con i maschi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

@Hinzelmann

 

a me molte cose che tu scrivi sembrano assurde, non so se sia un problema di comunicazione tra quel che tu scrivi e quel che io capisco ma molti tuoi interventi mi sembrano fuori di testa.

 

Ti assicuro che la cosa è assolutamente reciproca...per me quello fuori di testa sei tu

solo che mi è venuto il dubbio che tu lo faccia, così, per divertimento XD

 

Tornando IT

 

E' del tutto normale che i maschi facciano attività sportive fra di loro

essendo distinti per genere fin dalle ore di ginnastica

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pix

Da me non c'è mai stata separazione tra maschi e femmine nelle ore di ginnastica. :/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

 

 


Sinceramente credo che questa discussione sia degenerata in discorsi sessisti. Non c'è nessun motivo per cui le donne non dovrebbero stare in un gruppo con i maschi.

 

Le motivazioni possono non essere condivisibili, ma sono state dette.

Del resto sono motivazioni per forza di cose riferite alle donne conosciute dai cinque etero del gruppo, quindi logicamente non se ne può azzardare sic et simpliciter l'estensione a tutte le donne di tutte le coppie e tanto meno a tutte le donne in sé considerate.

Starà poi alla nostra esperienza, per quanto la gayezza possa permetterla, riconoscere o no quelle donne nelle donne che conosciamo noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

E quindi? Cioè contesti il fatto che negli sport ci si divide in maschi

e femmine?

 

Cioè, in alcuni casi avviene fin dalle ore di ginnastica a scuola, in altri

fin dai tornei dilettantistici...ma mi pare veramente impossibile negarlo XD

 

La peculiarità - semmai - è che mentre una lesbica ha più facilità

a fare CO in uno spogliatoio, per un maschio è più difficile

 

Cioè ma vogliamo anche dover spiegare l'ovvio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944

Da me non c'è mai stata separazione tra maschi e femmine nelle ore di ginnastica. :/

 

Mi risulta che ci sia in tutte le scuole.....

Comunque è normale che ci sia: guarda le Olimpiadi, che non nascono certo all'insegna della misoginia o comunque dell'esclusione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Per me - se volete - potete pure contestare questo stato di fatto

ma non negarne l'esistenza

 

Non c'è bisogno di essere dei "maschi tribali" per fare qualcosa che

è assolutamente nella norma

 

Ciò che è fuori norma non è l'assenza di donne è semmai il CO dei gay

e la possibilità di esprimere gesti affettivi in presenza di etero

 

Ma questo stesso fatto esclude in radice la possibilità che si tratti di maschi

tribali...perché se così fosse col cavolo che un gay fa CO...figuriamoci se

un etero misogino non è anche omofobo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Who Viewed the Topic

    1 member has viewed this topic:
    cranfan 
×
×
  • Create New...