Jump to content
freedog

Freddy Mercury, 30 anni dopo

Recommended Posts

freedog

Non apro sto post per la ricorrenza, ma perchè ho ritrovato sto reperto archeologico: ossia come i tg Rai (gli unici che c'erano all'epoca) diedero la notizia della sua morte.

  • Il democristianissimo tg1 (Diego Cimara l'autore di sto capolavoro; roba da radiazione immediata dall'albo dei giornalisti) si distinse per il livello di omofobia bakkettona e di calunnie da sciacallaggio sul morto;
  • il craxiano tg2 (a firma di Brunella Tocci) si destreggiò in un capolavoro di cazzate, dico-non dico e arrampicate sugli specchi varie. fatemi sapere se ci capite qsa...
  • il tg3.. vabbè, teleKabul si limitò a una breve in coda, senza immagini. Insomma, ok, è successa pure sta cosa, prendiamone atto e sticazzi

Per chi non c'era, questo era allora il livello dell'informazione tv quando doveva parlare di omosessualità. E di aids (era ancora l'epoca della pubblicità progresso con l'alone viola degli appestati)

Share this post


Link to post
Share on other sites
MARIO8530

Spero possa servire il riscontro nelle reti Mediaset unificate da nostro cavalier Berlu della nazione Italia, (oggi "l'altro volto" della tv italiana) però del '93: un servizio breve ed il primo documentario italiano su The Queen/Freddie Mercury: Freddie Mercury-l'ultimo immortale. 

Ovviamente riporto ciò come spunto e per completezza della figura di Freddie Mercury in tv, che dalla fine del '91 diventa uno dei più noti vip affetti da AIDS. Lungi da me parteggiare per l'uno o l'altro campanile delle faide fra aziende di comunicazione italiane.

*La The Mercury Phoenix Trust fondata nel 1992, ancora oggi combatte l'AIDS nel mondo.

Fra l'altro la conduttrice ha la spilletta.

Poi un tg5 del '95, in cui non c'è solo Freddie, e la sentita, espressiva, narrazione quasi con le "vocine".

Nel '91 non ero ancora nato. Caspita, non avevo mai visto il servizio tg1, completo addirittura di critica morale e critica musicale (sbagliatissima): "recentemente è uscito The best vol. II (introvabile... intendeva The Greatest II? Il cui predecessore, Greatest I, è l'album più venduto della storia in Inghilterra?)...una sorta di <io me ne andrò>... altre condanne moraliste". Una critica musicale strampalata, che ignora i Queen che stavano avendo successo nel mercato discografico e infrangendo record.

Almeno oggi sappiamo che la voce/personalità di Freddie Mercury è in un pantheon degli iconici (tra un* Caruso, Fitzgerald, Pavarotti, Sinatra, Callas, Elvis, Turner), e genio, talento, dissoluto, umano e inarrivabile. E il contrasto tra idolo e media conservatore che ne parla si fa ancora più controverso, essendo Mercury una delle voci umane tecnicamente ed esteticamente più straordinarie che siano esistite.

Però, forse, l'Italia del '91 era " meno villaggio globale", dunque meno sentite le influenze dall'estero poco compatibili. Meno pronta per riconoscere un Freddie Mercury.

Share this post


Link to post
Share on other sites
busdriver

devo dire che i queen non mi fanno impazzire,concordo con chi dice che ta lv e i suoi servizi fanno andare di corpo.

Avevo sentito alcune canzoni dei queen rifatte da gruppi più vicini alla mia sfera (del metal quello vero) e obbiettivamente suonavano qualcuna migliorata e qualcuna no.

Per quanto riguarda lo spot (indegno) dell'alone rosa c'era di peggio dentro visto che il ragazzo guidava una moto (strano nè con avesse un auto come un servile papà di famiglia o ragazzo per bene) che era una cagiva blues (anche qui non un cesso ciucciamanubri ma guarda caso un custom) e se non ricordo male aveva pure i capelli lunghi...

Eh,si di perbenismo e bigotteria ne deve finire ancora tanta nella stufa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
  • Topic Author
  • 4 hours ago, MARIO8530 said:

    Però, forse, l'Italia del '91 era " meno villaggio globale", dunque meno sentite le influenze dall'estero poco compatibili. Meno pronta per riconoscere un Freddie Mercury

    Sicuramente 30 anni fa c'era molto piu' perbenismo bigotto da sacrestia (e Cimara & il suo vergognoso servizio ne sono la prova).

    Guardiamola pero' pure in positivo: da allora le cose son migliorate tantissimo, e manco un tg legaiolo oggi manderebbe in onda un orrore simile

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
  • Topic Author
  • postilla: forse non tutti sanno che il direttore del tg1 in quel momento era Brunone Vespa.

    e quella era la cifra "etica" del suo tg

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Tyrael

    ieri se non sbaglio su rai uno hanno pure trasmesso il film (non l'ho visto perchè già dormivo) 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    14 hours ago, freedog said:

    democristianissimo tg1 (Diego Cimara l'autore di sto capolavoro; roba da radiazione immediata dall'albo dei giornalisti) si distinse per il livello di omofobia bakkettona e di calunnie da sciacallaggio sul morto;

    Un capolavoro italiano, nulla da aggiungere.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
  • Topic Author
  • 19 minutes ago, Tyrael said:

    ieri se non sbaglio su rai uno hanno pure trasmesso il film (non l'ho visto perchè già dormivo) 

    confermo; e addirittura non hanno nemmeno tagliato i titoli di coda.

    sempre per la serie: in 30 anni la situazione è migliorata perfino in un fossile come rai1

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...