Jump to content
Axel12

sesso da passivo e assenza di piacere

Recommended Posts

Axel12

Ciao a tutti!

sono da poco iscritto. So che sto per parlare di un tema che è stati trattati in svariati post. Tuttavia non ho mai trovato una problematica che rispondesse al mio problema.

Cercherò di essere breve, ho 23 anni, sono gay (ma mi sono scoperto solo da 3 anni). Ho avuto svariate frequentazioni con ragazzi ed esplorato la mia sessualità .  Ho principalmente avuto rapporti orali (molto bello, mai nessun problema) ma con i rapporti completi iniziano i problemi.


Mi sono sempre sentito un po’ passivo (ho sempre desiderato essere posseduto) e comunque non mi ha mai ispirato fare l’attivo con un ragazzo: ci ho provato svariate volte, anche con ragazzi con cui ero coinvolto sentimentalmente ma ho sempre fatto diciamo “cilecca”.  Quindi mi sono buttato a sui rapporti da passivo e qui la scoperta: non riesco a provare piacere, men che meno orgasmi Anali o prostatici:(

La penetrazione di per se avviene senza problemi particolari e mi eccita  ma non provo piacere. Ora non so che fare perché ovviamente non essendo  attivo e non provando piacere da passivo la cosa mi demoralizza molto e mi fra problemi e ansie. ora ho un ragazzo che frequento da molti mesi e ci troviamo bene.. direi innamorati, e temo questo “problema”possa rovinare tutto. 

Pensavo inizialmente  fosse un problema dì assenza di esperienza da parte mia o dei partner attivi ( e forse lo è)... poi, dopo consigli su forum ma anche da altri amici passivo,  ho provato ad “allenarmi” usando dei sex toys e vibratori per provare a stimolare appunto la prostata ma zero (ne dolore ne piacere)..... ho provato a stimolare anche il perineo ma zero.... non sento nessun piacere. Unico piacere o godimento che provo  è quando mi sego o mi fanno un pompino. Eppure la stimolazione della prostata non dovrebbe provocare sensazioni piacevoli? 

ecco promesso che ho in programma pure una visita dall’andrologo  per capire se ci sono problemi di natura fisica, vorrei sapere se a qualcuno di voi è mai capitato qualcosa di simile.... 

mi piacere confrontarmi perché ovviamente questa cosa mi rende difficile vivere in serenità la mia sessualità e anche la frequentazione.

 

grazie a tutti in anticipo 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90

Be', il "livello base" è provare a eiaculare e contemporaneamente essere penetrato, in questo caso anche con il sex toy (anzi, forse meglio). Già qui dovresti percepire una notevole differenza nell'orgasmo. (Hai provato?)

Lo step successivo (o almeno, lo fu per me) è quello di farti penetrare da qualcuno che abbia un minimo di criterio nel farlo e di esperienza. A quel punto (ripeto, così è capitato a me) se non provi dolore, dovresti tendenzialmente provare piacere nell'essere penetrato.

Domanda: quanti tentativi hai fatto? Presumo a sufficienza, ma non si sa mai... Se si tratta di una manciata di scopate, perché magari in alcuni casi ti sei concentrato più sul sesso orale o, come racconti, hai provato a fare l'attivo - ti direi solamente "ritenta, e sarai più fortunato", magari con qualcuno di un pochino più esperto.

Osservo anche che hai lo stesso problema in entrambi i ruoli, e quindi, anche se non sono un esperto in materia, mi interrogherei sul fatto che il problema non sia una sorta di ansia da prestazione (la butto lì così) o di un'aspettativa distorta di quello che dovrebbe accadere,  che ti distoglie e ti impedisce di provare piacere.

Non so, provo a fare un esempio... non vorrei che fosse un po' come se tu ti aspettassi i botti di capodanno e non ti accorgi del bolero di ravel sussurrato dall'orchestra che man mano si fa più forte.

A qualcuno la penetrazione fa male o dà fastidio ed è normale le prime volte, quando non si è esperti, o in particolari circostanze.  Così come capita di fare cilecca. Ma quello che racconti mi sembra abbastanza strano. Anche se, ripeto, tutto è soggettivo e per forza ognuno avrà un'esperienza diversa.

Certamente a me è capitato di fare sesso senza provare particolare piacere, ma era perché magari la persona non mi coinvolgeva o non mi piaceva tanto, e quindi facevo un po' finta e sbrigavo la faccenda in modo abbastanza formale. Nel tuo caso non sembrerebbe così

 

 

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo

Allora, quello del piacere anale è una realtà fottutamente infinita: in pratica, non esistono al mondo due passivi che godono alla stessa maniera.

Per ora, a parte questa considerazione abbastanza ovvia, mi limito a chiederti: hai mai provato a dare un senso alla penetrazione e a viverla, cioè, su un piano simbolico-erotico oltre che puramente meccanico? Sto pensando a giochi di ruolo, rapporti di dominazione e sottomissione, insomma situazioni in cui il piacere sia originato più nel cervello che nella zona limbica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar
8 minutes ago, LocoEmotivo said:

Per ora, a parte questa considerazione abbastanza ovvia, mi limito a chiederti: hai mai provato a dare un senso alla penetrazione e a viverla, cioè, su un piano simbolico-erotico oltre che puramente meccanico

E' giusto quello che stavo per scrivere ma mi hai preceduto con una formula più concisa.

Io, ad esempio, non trovando alcun piacere nel farmi dominare non ho mai provato alcuna attrazione nei confronti sesso anale da passivo. Magari  è una cosa che funziona anche a livello meccanico-sensoriale, però non rientrando pienamente negli orizzonti delle mie fantasie erotiche non riesce ad attrarmi fino in fondo. 

Edited by Bloodstar

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
10 hours ago, Axel12 said:

questa cosa mi rende difficile vivere in serenità la mia sessualità

mi sa che 3\4 del tuo problema sia la solita maledetta ansia da prestazione...

ragazzi, sò decenni che mi sgolo a cercà di farvi capì che non dovete avè prestazioni da pornazzi ogni volta che vi smutandate, visto che nella realtà stalloni (e giumente..) come quelli che vedete su pornhub sono pura finzione scenica.

essere terribilmente imbranati è successo a tutti, specie se alle prime armi, non vi dovete vergognà se fate cilecca o non ve la godete come vorreste; dovete farvi semplicemente entrà in quelle capoccette toste che il sesso è un bellissimo gioco da fare (almeno) in due, e se parte pure un feeling, una complicità tra di voi diventa pure parecchio divertente.

il giorno che finalmente lo capirete, vi cambierà la vita

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar
4 minutes ago, freedog said:

dovete farvi semplicemente entrà in quelle capoccette toste che il sesso è un bellissimo gioco da fare (almeno) in due

Ma ti pagano un tot al mese per ripetere 'sta cosa? Ci prendi una stecca? Perché la riproponi sempre uguale da anni.

Edited by Bloodstar

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
15 minutes ago, Bloodstar said:

Ma ti pagano un tot al mese per ripetere 'sta cosa? Ci prendi una stecca? Perché la riproponi sempre uguale da anni.

stamattina sei particolarmente più acido del solito, vedo..

tesò, smetterò di dirlo quando voi smetterete di farvi tutte ste seghe mentali da ansia da prestazione.

o c'ha da ridì pure su questo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

Se ti piace succhiare e ti piace segarti mentre lo prendi

io per il momento mi accontenterei di godere così.

Non è molto facile darti un magico consiglio che risolva tutto:

cerca di puntare a ragazzi esperti.

(Sei sicuro che ti stimoli nel punto giusto?)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Intanto non provi o non hai provato un orgasmo anale, ma ti ecciti e non provi dolore ( 2 punti a tuo favore )

Il fatto che tu dica che non provi niente fa pensare ad una sorta di "passo indietro" mentale, cioè lo desideri ti ecciti ma quando arriva il momento di "incassare il premio" è come se la tua testa delegasse il compito interamente alla stimolazione locale-sensoriale, questo da un lato genera aspettative irrealistiche sulla "prostata magica" le cui sensazioni devono pur sempre essere reinterpretate dal nostro cervello, dall'altro fa mancare il coinvolgimento emotivo ( che però c'era prima quando ti eccitavi )

Probabilmente c'entra anche l'ansia nel senso che a quel punto questa si aggiunge a complicare, ma non sembra la causa del tutto,  dovresti colmare il difetto mentale nel creare un coinvolgimento, cosa che in effetti può avvenire secondo percorsi diversi

Uno ti è stato indicato : usare delle fantasie sessuali

Ovviamente non siamo tutti uguali, ma tu quali fantasie hai lo sai perchè ti ci masturbi, si tratta di continuare ad usarle o adattarle alla pratica del sesso anale chiamiamolo "metodo a freddo" che ha però il vantaggio di poter essere utilizzato quale che sia il partner ( funziona la dominazione? funzionerà con partner diversi etc )

L'altra possibilità è bypassare provvisoriamente il deficit sensoriale con le "emozioni", mettendo una certa enfasi sul tuo partner ed è il "metodo a caldo" ( a quanto pare il tuo desiderio di essere posseduto non è del tutto pacifico ) Questo metodo consente anche psicologicamente di calarsi nel ruolo di mezzo del godimento altrui. che è una fonte autonoma di piacere ma dipende molto dalla relazione con un partner specifico ed in genere è qualcosa che si apprende in seguito ( però tu hai una relazione quindi è percorribile )

In tutti i casi si tratta di uno "step" per sbloccarti poi istintivamente accadrà con molta semplicità e potrai tranquillamente variare fra una cosa e l'altra, questo molto dipende dalla tua vocazione a sperimentarti molte persone si accontentano del m"minimo sindacale"

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
1 hour ago, freedog said:

tesò, smetterò di dirlo quando voi smetterete di farvi tutte ste seghe mentali da ansia da prestazione.

  non smettere mai ❤️

13 hours ago, Axel12 said:

Eppure la stimolazione della prostata non dovrebbe provocare sensazioni piacevoli? 

Guarda: sono sicuro che ci sarà più d'uno che prova piacere il 100% dei casi, per me non è così automatico.

Spesso sì, a volte meno, a volte la penetrazione fa proprio male e basta. Di base dipende da quanto sono infoiato, sveglio, riposato, e anche da quante volte sono stato passivo di recente. Non c'è un pulsante on-off, e soprattutto non è come farsi una sega che anche se parti svogliatissimo bene o male dopo un po' qualcosa lo senti per forza.

13 hours ago, Axel12 said:

Unico piacere o godimento che provo  è quando mi sego o mi fanno un pompino.

Se la penetrazione non ti fa male, fatti una sega mentre il tuo ragazzo ti scopa. Ti assicuro che non viene la polizia del sesso a bussare alla porta 🙂

Nel frattempo, invece di focalizzare l'attenzione su cosa (non) senti, pensa che almeno lui si sta divertendo* (perlomeno io troverei questa cosa piacevole di per sé)

 

*a meno che lui non sia uno di quelli la cui virilità subisce un trauma ogni volta che non fanno godere il/la partner nel modo che intendono loro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
1 hour ago, blaabaer said:

*a meno che lui non sia uno di quelli la cui virilità subisce un trauma ogni volta che non fanno godere il/la partner nel modo che intendono loro

Non è bellissimo che le donne considerino "maschilisti" gli uomini che non pensano a far loro avere un orgasmo

e che i gay invece considerino "maschilisti" gli uomini troppo interessati al piacere del partner?

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
7 minutes ago, Almadel said:

e che i gay invece considerino "maschilisti" gli uomini troppo interessati al piacere del partner?

c'è una linea spessa così tra il curarsi del piacere e del benessere sessuale del partner, e la propria personale gratificazione

se a me una volta succede di non venire, e magari mi passa la voglia, mio marito si preoccupa del fatto che a me vada bene così (continuiamo? ci giriamo? rimandiamo?), non lo prende come un giudizio verso la sua prestanza

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
11 minutes ago, blaabaer said:

c'è una linea spessa così tra il curarsi del piacere e del benessere sessuale del partner, e la propria personale gratificazione

se a me una volta succede di non venire, e magari mi passa la voglia, mio marito si preoccupa del fatto che a me vada bene così (continuiamo? ci giriamo? rimandiamo?), non lo prende come un giudizio verso la sua prestanza

Evidentemente lo farai sentire a suo agio.

Io ho risposto proprio ieri a una ragazza che scriveva su Facebook: "Non esistono donne frigide, solo uomini incapaci".

E in verità sia io che davidenkovic90 abbiamo ventilato la possibilità di "cercare uno più esperto",

ventilando che il problema potesse essere "l'incapacità" del partner.

In realtà - tranne che per pochi errori tecnici - è difficile capire quanto conti la bravura dell'attivo,

che è il concetto che sta alla base dell'ansia da prestazione e del concetto stesso di "virilità".

(Io ho un'esperienza lunga e spiacevole su questo tema, ma non abbastanza attinente per raccontarla).

 

Che - in generale, non conta solo per gli attivi - il mancato orgasmo del partner possa essere un problema è cosa nota.

Qui il problema non si pone in maniera così diretta: il topic starter non ha difficoltà a venire masturbandosi:

solo vorrebbe godere di più di culo, ma il suo partner potrebbe non accorgersi mai della questione.

Non ho un'idea chiarissima di quanti miei partner godessero per la penetrazione in quanto tale

e di quanti invece solo perché si segavano selvaggiamente mentre li inculavo (tranne ovviamente qualora vengano senza segarsi).

 

Io godo analmente molto di rado, quindi per me "segarmi mentre lo prendo" è - se non perdo l'erezione - un buon compromesso.

Non so se però sarei entusiasta della cosa, se prenderlo per me fosse l'eccezione e non la regola.

Magari il consiglio giusto sarebbe "Trova qualcuno con cui ti piacerebbe fare l'attivo",

ma si tratta di un consiglio che non si dà mai a chi ha fantasie da passivo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Syfy
19 hours ago, Axel12 said:

Ciao a tutti!

sono da poco iscritto. So che sto per parlare di un tema che è stati trattati in svariati post. Tuttavia non ho mai trovato una problematica che rispondesse al mio problema.

Cercherò di essere breve, ho 23 anni, sono gay (ma mi sono scoperto solo da 3 anni). Ho avuto svariate frequentazioni con ragazzi ed esplorato la mia sessualità .  Ho principalmente avuto rapporti orali (molto bello, mai nessun problema) ma con i rapporti completi iniziano i problemi.


Mi sono sempre sentito un po’ passivo (ho sempre desiderato essere posseduto) e comunque non mi ha mai ispirato fare l’attivo con un ragazzo: ci ho provato svariate volte, anche con ragazzi con cui ero coinvolto sentimentalmente ma ho sempre fatto diciamo “cilecca”.  Quindi mi sono buttato a sui rapporti da passivo e qui la scoperta: non riesco a provare piacere, men che meno orgasmi Anali o prostatici:(

La penetrazione di per se avviene senza problemi particolari e mi eccita  ma non provo piacere. Ora non so che fare perché ovviamente non essendo  attivo e non provando piacere da passivo la cosa mi demoralizza molto e mi fra problemi e ansie. ora ho un ragazzo che frequento da molti mesi e ci troviamo bene.. direi innamorati, e temo questo “problema”possa rovinare tutto. 

Pensavo inizialmente  fosse un problema dì assenza di esperienza da parte mia o dei partner attivi ( e forse lo è)... poi, dopo consigli su forum ma anche da altri amici passivo,  ho provato ad “allenarmi” usando dei sex toys e vibratori per provare a stimolare appunto la prostata ma zero (ne dolore ne piacere)..... ho provato a stimolare anche il perineo ma zero.... non sento nessun piacere. Unico piacere o godimento che provo  è quando mi sego o mi fanno un pompino. Eppure la stimolazione della prostata non dovrebbe provocare sensazioni piacevoli? 

ecco promesso che ho in programma pure una visita dall’andrologo  per capire se ci sono problemi di natura fisica, vorrei sapere se a qualcuno di voi è mai capitato qualcosa di simile.... 

mi piacere confrontarmi perché ovviamente questa cosa mi rende difficile vivere in serenità la mia sessualità e anche la frequentazione.

 

grazie a tutti in anticipo 
 

Allora il consiglio che mi sento di darti è di parlarne col tuo ragazzo e di trovare un modo di darvi piacere a vicenda.

Poi sia chiaro, non devi farti piacere il sesso anale: se non ti fa godere lascia perdere

6 hours ago, blaabaer said:

Guarda: sono sicuro che ci sarà più d'uno che prova piacere il 100% dei casi, per me non è così automatico.

Spesso sì, a volte meno, a volte la penetrazione fa proprio male e basta. Di base dipende da quanto sono infoiato, sveglio, riposato, e anche da quante volte sono stato passivo di recente. Non c'è un pulsante on-off, e soprattutto non è come farsi una sega che anche se parti svogliatissimo bene o male dopo un po' qualcosa lo senti per forza.

Se la penetrazione non ti fa male, fatti una sega mentre il tuo ragazzo ti scopa. Ti assicuro che non viene la polizia del sesso a bussare alla porta 🙂

Nel frattempo, invece di focalizzare l'attenzione su cosa (non) senti, pensa che almeno lui si sta divertendo* (perlomeno io troverei questa cosa piacevole di per sé)

 

*a meno che lui non sia uno di quelli la cui virilità subisce un trauma ogni volta che non fanno godere il/la partner nel modo che intendono loro

Concordo con quanto ti ha detto @blaabaer. Per quella che è la mia esperienza si gode nel sesso quando con l'altra persona c'è sintonia e ti senti tranquillo e sicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Axel12
  • Topic Author
  • Ragazzi grazie mille a tutti! 
    non troverò certo la risposta magica ma il confronto mi aiuta.

    credo che sicuramente ci sia un tema emotivo / psicologico nel senso che un po’ d’ansia la ho. 
    Il mio ragazzo, con cui mi trovo benissimo, ha questo piccolo difetto: per lui fare l’amore è uguale a penetrazione. Dialoghiamo molto e lui mi supporta (ma forse dovrei anche io supportare lui perché non è che sia proprii iper esperto). Purtroppo le poche esperienze come sesso anale non mi aiutano molto a capire. 

    comunque il  sesso orale tra noi è top. Anche io vorrei farlo completo ma capisco che forse causa dell’inesperienza mia e sua la cosa sia più complessa. Si forse mi aspettavo che dopo un paio di rapporti  di vedere “fuochi” ma in effetti credo serva più tempo.

    Forse sul sesso anale abbiamo bisogno di più tempo per entrare in totale sintonia. Credo.
     

    Nel frattempo martedì ho una visita andrologica che voglio fare a prescindere perché avendo sofferto di prostatite vorrei essere tranquillo anche su questo ☺️
     

    Dite che col tempo, una maggior sintonia ed esperienza comunque le cose possano migliorare? sono un po’ inesperto, non riesco mai a capire quanto conti l’esperienza nel sesso anale.
    Forse l’ho sempre considerato qualcosa di meccanico: infili e godi (se non fa male) ma immagino non si così...

     

    la cosa che per ora mi fa stare molto bene è che a lui piace ahaha però vorrei insomma piacesse anche a me 😅
     

    So che chiedo domande difficili ahaha 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
    3 hours ago, Axel12 said:

    avendo sofferto di prostatite

    Ecco, forse questo è un dettaglio che non dovevi omettere 🙂

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      1 member has viewed this topic:
      Edde 
    ×
    ×
    • Create New...