Jump to content
Uncanny

Espatriare

26 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

Uncanny

Chi su questo forum è andato a vivere temporaneamente o permanentemente all'estero? Raccontate le vostre esperienze. 

Io ho sempre avuto fin da adolescente questo pallino, mi piacerebbe l'idea di vivere quasi da nomade, un periodo da una parte e quello dopo dall'altra in giro per il mondo. Poi c'è sempre tempo in futuro per mettere le radici da qualche parte. Non è propriamente nomadismo digitale, che sarebbe ancora più "estremo" e che però non mi attira particolarmente come modalità lavorativa. 

Fra pochi mesi, a luglio massimo settembre mi laureerò e mi piacerebbe espatriare immediatamente, quindi sto cominciando a valutare seriamente la cosa. Non tanto per una questione di opportunità, alla fine di lavoro nel mio settore ce n'è e gli stipendi pur se bassini non sono così tremendi come per altre categorie. E' proprio perché mi piace come idea. 

Rimarrei limitato al continente europeo almeno per la prima esperienza, anche per una questione di finanze. Se avete consigli su quali siano i posti, le città migliori, sono ben accetti. Per adesso stavo pensando a Dublino, anche perché conosco l'inglese, dove il costo della vita e degli affitti è alto ma parallelamente anche gli stipendi lo sono. Escluderei Londra dove sono stato una settimana in vacanza e che trovo poco vivibile e la Germania che non mi attira per niente. La Scozia invece mi ispira. Altrove non saprei, dipende più che altro se viene usato l'inglese oppure la lingua nazionale sul posto di lavoro, ma in ogni caso dovrei comunque imparare la lingua per vivere pienamente il paese fuori dal lavoro (anche solo per situazioni di socialità) e sarebbe una difficoltà in più. 

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

Il bel @Beppe_89 ando' in sudafrica dove parla pure inglese sul lavoro e coi locali suppongo.

gli usa non ti interesserebbero ?

il problema costi per conto mio e' relativo nel senso che dove la vita costa di piu' si guadagna anche di piu'.

Non e' che scappi all'estero per evitare un CO in famiglia ?

Hai pensato alla bella islanda ? I locali sono molto gentili e gayfriendly e sanno piu' o meno tutti l'inglese.

Edited by marco7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beppe_89
8 hours ago, Uncanny said:

mi piacerebbe l'idea di vivere quasi da nomade, un periodo da una parte e quello dopo dall'altra in giro per il mondo

Welcome to the club

8 hours ago, Uncanny said:

La Scozia invece mi ispira. 

Ho vissuto per qualche tempo a Glasgow... ma non faceva per me..

Se vuoi restare in Europa le possibilità le hai elencate tutte... sta a te decidere. 

8 hours ago, Uncanny said:

Rimarrei limitato al continente europeo almeno per la prima esperienza, anche per una questione di finanze.

In realtà andare in Sudafrica (perchè ci ho vissuto io tre anni) ti costerebbe meno che restare qua in Europa XD  (il volo costa di più.. certo..ma è ampiamento compensato da affitto e spese correnti).

Edited by Beppe_89

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

Tu @Beppe_89 ora dopo i 3 anni di sudafrica hai amici di laggiu' con cui sei restato in contatto o chi s'e' visto s'e' visto ?

la vita da nomade presuppone una vita da single altrimenti e' un nomadismo che si fa in due ed e' difficile cambiare paese in due (se entrambi lavorano) ogni paio d'anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beppe_89
4 minutes ago, marco7 said:

hai amici di laggiu' con cui sei restato in contatto o chi s'e' visto s'e' visto ?

sì certo.. non escludo di tornare infatti.. Se a Londra non trovo qualcosa di super interessante ( e ben pagato) torno a Cape  Town. 

Il clima inglese e il ritmo londinese sono disposto a sopportarli solo se posso fare un salto avanti in termini professionali. Altrimenti me ne torno al caldo e al sole. 

6 minutes ago, marco7 said:

la vita da nomade presuppone una vita da single

forever XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saramandasama

L’espatriare è un fallimento. Va’ a Milano e bona. Dublino va bene per trascorrere un uikend.   A parte follettini e follettine  e Guinness Non c’è un cazzo e  in più poca fauna gay al top.

Altrimenti in Svizzera dal bel Marco. Au pair, dovresti accudire le sue cagne però. Sono pure andate in menopausa, credo...

Edited by Saramandasama

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
10 hours ago, Uncanny said:

Chi su questo forum è andato a vivere temporaneamente o permanentemente all'estero?

6 mesi da stagista a Bruxelles (redazione Euronews) 

a scadenza mi proposero pure un contratto a tempo indeterminato, ma io non vedevo l'ora di scappare da quella città grigia & piovosa dal clima umido & fetente; anche se la vita gaya era molto vivace e noi mediterranei molto ambiti & contesi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
  • Topic Author
  • 6 hours ago, marco7 said:

    gli usa non ti interesserebbero ?

    Gli USA no, mi interesserebbero molto Canada e Australia. Ma come prima esperienza non so se sia la scelta migliore da fare anche per una questione di soldi, visti, etc. Prima sarei più incline a fare dell'esperienza in Europa per poi andare oltreoceano in un secondo momento. 

    6 hours ago, marco7 said:

    Non e' che scappi all'estero per evitare un CO in famiglia ?

    Non c'entra proprio niente, è l'ultimo dei miei problemi. E' vero che voglio scappare da dove vivo, anche si trattasse di prendermi una casa in affitto a Torino, ma semplicemente perché non ne posso più di vivere in un buco di provincia fuori dal mondo. 

    6 hours ago, marco7 said:

    Hai pensato alla bella islanda ?

    Per una vacanza la metà ideale, per viverci no. Non credo ci siano poi molte opportunità lavorative per gli stranieri che non siano nell'industria ittica e simili. Se dovessi andare in un paese nordico mi orienterei piuttosto sulla Norvegia o la Danimarca.

    2 hours ago, Beppe_89 said:

    Ho vissuto per qualche tempo a Glasgow... ma non faceva per me..

    Per quale motivo? Clima, costo della vita o cosa? Io pensavo più ad Edimburgo, ma immagino che per te valga lo stesso che per Glasgow. Sul clima non avrei grandi problemi comunque, anzi amo il freddo. 

    2 hours ago, Beppe_89 said:

    In realtà andare in Sudafrica (perchè ci ho vissuto io tre anni) ti costerebbe meno che restare qua in Europa XD  (il volo costa di più.. certo..ma è ampiamento compensato da affitto e spese correnti).

    Il Sudafrica mi attira ben poco, poi da quanto ho capito non è un posto granché sicuro anche se su questo puoi smentirmi. Mi orienterei come detto sul Canada o l'Australia fuori dall'Europa.

    2 hours ago, marco7 said:

    la vita da nomade presuppone una vita da single

    Tanto ho un cuore che definire di pietra è dire poco, quindi da questo punto di vista non ci sarebbero problemi XD poi caso mai arrivasse l'amore potrei sempre valutare di stabilirmi in modo più fisso.

    1 hour ago, Saramandasama said:

    follettini e follettine

    30 minutes ago, freedog said:

    6 mesi da stagista a Bruxelles (redazione Euronews) 

    a scadenza mi proposero pure un contratto a tempo indeterminato, ma io non vedevo l'ora di scappare da quella città grigia & piovosa dal clima umido & fetente; anche se la vita gaya era molto vivace e noi mediterranei molto ambiti & contesi

    Bruxelles infatti è un'altra città che mi non mi attira per nulla, a differenza di Londra neanche per turismo. La trovo proprio brutta.

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    37 minutes ago, freedog said:

    6 mesi da stagista a Bruxelles (redazione Euronews)

    Lo avrai fatto al tempo di re Leopoldo, non fai assolutamente testo.

    Io anche sto cercando di capire se e come passare un periodo all'estero dopo la laurea. Non ho il pallino del nomadismo né sono nelle condizioni di tentare un espatrio radicale e definitivo, però mi piacerebbe vivere per un po' (diciamo 6-12 mesi) in un altro paese europeo per sentire che aria tira. Dovessi scegliere andrei sicuramente in un paese francofono, onde coniugare il mio feticcio per la lingua francese con ipotetiche ragioni di studio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    2 minutes ago, Bloodstar said:

    Lo avrai fatto al tempo di re Leopoldo, non fai assolutamente testo.

    20 anni fa precisi, per la cronaca

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89
    57 minutes ago, Uncanny said:

    Per quale motivo? Clima, costo della vita o cosa? Io pensavo più ad Edimburgo, ma immagino che per te valga lo stesso che per Glasgow. Sul clima non avrei grandi problemi comunque, anzi amo il freddo. 

    Sì il clima è veramente pessimo. Ora mi chiedi di tornare indietro a quei momenti... dunque... ricordo periferie anonime e grigie, ricordo una vita sociale piuttosto piatta e una città che offre opportunità comunque limitate in ambito lavorativo.  Edimburgo l'ho visitata quando ero lì ed è senza dubbio più affascinante. Il costo della vita è migliore che a Londra, per ovvie ragioni. 

    Poi per carità.. le highlands sono suggestive, con una mezz'oretta di bus puoi andare a farti una passeggiata sull'oceano (alla foce del Clyde)... ma non ho un buon ricordo di quella città. 

    57 minutes ago, Uncanny said:

    Il Sudafrica mi attira ben poco, poi da quanto ho capito non è un posto granché sicuro anche se su questo puoi smentirmi. Mi orienterei come detto sul Canada o l'Australia fuori dall'Europa.

    No il Sudafrica non è sicuro.. su questo non c'è tanto margine di discussione XD  però è qualcosa a cui ti abitui e che diventa parte del tuo modo di vivere, della tua ruotine (poi dipende anche da dove vivi). Negli ultimi sei mesi prima di tornare in Italia mi ero trasferito in una zona decentrata per avvicinarmi all'ufficio ed era una zona molto sicura.. quanto lo potrebbe essere un qualsiasi sobborgo reidenziale in Italia direi.  Dovresti essere disposto ad adattari ad uno stile di vita che definirei semi-occidentale... perchè il trasporto pubblico è pessimo, i servizi pubblici in generale idem. Insomma..te devi adatta' al fatto che stai in Africa. 

    In compenso puoi affittare una stanza in centro in una casa condivisa con 250/300 euro al mese (a Londra le topaie più luride costano almeno 600 pounds) e affrontare le altre spese con altri 200/300 euro al mese in modo ultra easy.  Quindi con 600/700 euro al mese vivi bene.  E gli stipendi medi sono intorno agli 800/1000 euro.

    Anzi a dire il vero puoi anche fare lo splendido girando in città con Uber o taxify quando vuoi (la tariffa è ridicolamente bassa), ordinare cibo d'asporto ultra spesso XD ecc... ma magari a te questi aspetti non interessano. 

    Questo è quello che so dirti.. anche se non sei interessato al Sudafrica,, XD  Di Australia e Canada non so nulla. 

    Nei paesi del Nord Europa puoi trovare lavori internazionali in cui parli in inglese in ufficio.. però poi fai la vita da perenne turista...perchè le persone non parlano inglese nella quitidianità ma svedese, norvegese, danese, finlandese ecc..  Che per carità non è nemmeno un dramma... se hai un lavoro e nel tempo libero ti fai degli amici expat come te.. direi che è okay. Se vuoi rimanere e cimentarti con la lingua hai tempo.

    A Cape Town alla fine non funziona molto diversamente.. è vero che l'inglese è parlato da tutti anche nella quotidianità.. però di gente che preferisce parlare in afrikaans tra loro ce n'è a volonta (soprattutto tra i coloured) e idem i neri che parlano xhosa tra loro. Quindi ti senti sempre un po' turista anche se sei di Londra e non di Torino. 

    Edited by Beppe_89

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
  • Topic Author
  • 26 minutes ago, Beppe_89 said:

    Sì il clima è veramente pessimo. Ora mi chiedi di tornare indietro a quei momenti... dunque... ricordo periferie anonime e grigie, ricordo una vita sociale piuttosto piatta e una città che offre opportunità comunque limitate in ambito lavorativo.  Edimburgo l'ho visitata quando ero lì ed è senza dubbio più affascinante. Il costo della vita è migliore che a Londra, per ovvie ragioni. 

    Poi per carità.. le highlands sono suggestive, con una mezz'oretta di bus puoi andare a farti una passeggiata sull'oceano (alla foce del Clyde)... ma non ho un buon ricordo di quella città. 

    La vita sociale per me non è uno dei primi fattori di scelta, anzi, preferisco avere vicino la natura selvaggia - che amo - rispetto che a vivere in grandi metropoli piene di gente. Preferisco in generale città più a misura d'uomo e tranquille, anche per questo preferisco posti come Dublino ed Edimburgo rispetto a Londra. Poi comunque in quanto a vita sociale qualsiasi cosa sarebbe meglio rispetto al buco in cui vivo ora XD la vita notturna torinese non sono mai riuscito a viverla granché. 

    Grazie per la descrizione del Sudafrica comunque e confermo che non mi ci trasferirei. A proposito di vita da turista, gli scozzesi almeno nelle città sono comprensibili o finirei per vivere come se vivessi in un posto dove non si parla in inglese? XD Ho un amico londinese nato e cresciuto in Inghilterra che mi ha detto che spesso neanche lui riesce a capirli.

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89
    6 minutes ago, Uncanny said:

    qualsiasi cosa sarebbe meglio rispetto al buco in cui vivo ora XD

    posso chiederti dove?  XD  da come lo descrivi sembra che vivi in alta val chisone XD 

    7 minutes ago, Uncanny said:

    A proposito di vita da turista, gli scozzesi almeno nelle città sono comprensibili o finirei per vivere come se vivessi in un posto dove non si parla in inglese? XD

    No dai, hanno un accento marcato e all'inizio farai un po' di fatica ma sempre inglese è.. i londinesi dicono così solo per fare gli snob. 

    Poi dipende dalla tua predisposizione e anche dall'intensità dei contatti (se stai sempre a parlare con spagnoli e francesi e mai con i locals ci metti più tempo ad abituarti al loro accento)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
  • Topic Author
  • 16 minutes ago, Beppe_89 said:

    posso chiederti dove?  XD  da come lo descrivi sembra che vivi in alta val chisone XD 

    In un paesino con meno di 4000 abitanti ai piedi delle Valli di Lanzo, circa 30 km a nord-ovest di Torino. Considera che quando apro Grindr di base (senza espansioni particolari) riesco a vedere persone fino oltre 25 km di distanza e che le più vicine, comunque poche, sono a 5 km di distanza. La desolazione proprio. XD

    16 minutes ago, Beppe_89 said:

    No dai, hanno un accento marcato e all'inizio farai un po' di fatica ma sempre inglese è.. i londinesi dicono così solo per fare gli snob. 

    Poi dipende dalla tua predisposizione e anche dall'intensità dei contatti (se stai sempre a parlare con spagnoli e francesi e mai con i locals ci metti più tempo ad abituarti al loro accento)

    Meno male allora. Comunque se c'è una cosa che voglio evitare come la peste sono le comunità di italiani espatriati, più riesco ad integrarmi coi locali meglio è. Poi se capita per caso uno spagnolo, francese, italiano, etc. di certo non lo caccio. 

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89
    5 minutes ago, Uncanny said:

    In un paesino con meno di 4000 abitanti ai piedi delle Valli di Lanzo, circa 30 km a nord-ovest di Torino.

    okay, got it. 

    6 minutes ago, Uncanny said:

    voglio evitare come la peste sono le comunità di italiani espatriati, più riesco ad integrarmi coi locali meglio è.

    questo direi che è l'atteggiamento giusto. 

     🙋‍♂️

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Dubai o Singapore

    Vi vedrei bene lì

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89
    6 minutes ago, Hinzelmann said:

    Dubai o Singapore

    Vi vedrei bene lì

    vi?

    a me non piacerebbe vivere in nessuna di quelle due città.. non mi conosci abbastanza : P 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sampei

    Ho vissuto nella provincia française del profondo ovest subatlantico da studentello, mi ci sono ambientato non con facilità ma alla fine piuttosto bene, massì passabile dai

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
    22 hours ago, Beppe_89 said:

    sì certo.. non escludo di tornare infatti..

    i tuoi amici in sudafrica sono prevalentemente bianchi, meticci o neri ?

    una delle tre categorie non comprende tuoi amici in sudafrica ? se si quale ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89
    i tuoi amici in sudafrica sono prevalentemente bianchi, meticci o neri ?
    una delle tre categorie non comprende tuoi amici in sudafrica ? se si quale ?
    Sei un sondaggista del Censis?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    si.

    allora non mi dici che colore della pelle hanno i tuoi amici in sudafrica ?

    la scena gaya sudafricana è mista o quella bianca è separata da quella nera ?

    se sono separate tu quale frequentavi ?

    Edited by marco7

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Beppe_89

    Ho amici sia bianchi che coloured marco. 

    Amici neri ad essere sincero no... ho avuto colleghi neri, coinquilini neri ma non nel gruppo di amici.. (a parte persone a caso che spuntavano una sera ma che non conoscevo nè rivedevo più)

    La scena gaya a Cape Town non è enorme (i gay frequentano in gran parte locali etero).. quindi non c'è molto da dividere XD eh sì c'è un locale che è maggiormente frequentato da coloured (ma credo dipenda solo dalla zona in cui è ubicato)

    Soddisfatto?

    Per qualche tempo sparirò.. quindi non potrai più farmi interrogatori 🙆‍♂️

    ahahah 

    Edited by Beppe_89

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7

    Mi mancherai bel @Beppe_89 se sparisci.

    sono soddisfatto solo in modo parziale in quanto vorrei capire immotivi per cui non frequenti gente nera.

    e' forse perche' i neri sono piu' poveri dei bianchi e per questo alla fine si frequenta in sudafrica posti e amici diversi (perche' loro per esempio possono spendere meno e dunque escono forse meno ?).

    io credevo che tu beppe ci tenevi ora a stare qualche anno in GB ma sembra che invece non sia propio cosi', visto che ti detti delle condizioni elevate per restarci.

    Edited by marco7

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    MicFrequentFlyer

    Espatriare è molto dura, passato il momento di euforia iniziale (quando ci si scontra con ciò che si è lasciato e si hanno i veri clash culturali... che non sono né il meteo, né il cibo, né queste cavolate). Io comunque sono attualmente nomade, vissuto in UK e USA. Viaggio continuamente per lavoro. Se hai bisogno di consigli, volentieri. 

    On 1/14/2019 at 1:14 PM, Uncanny said:

    Comunque se c'è una cosa che voglio evitare come la peste sono le comunità di italiani espatriati, più riesco ad integrarmi coi locali meglio è.

    Questo effetto durerà un anno (forse). Dopo, avere comunità di persone che capiscono i tuoi disagi farà la differenza. Conta che gli italiani che vivono all'estero sono persone che come te hanno cercato (o hanno dovuto cercare) opportunità fuori. E hanno più esperienza di te sul paese di destinazione (e più esperienza dei locali sulla tua cultura e le cose di cui potresti avere bisogno).

    PS: per essere chiaro, non voglio essere negativo... e più tempo passo in Italia, più capisco che ormai farei fatica a re-integrarmi nel mio stesso paese. Rimango quindi molto esterofilo. Ma espatriare non è fare l'Erasmus... Ci sono tante difficoltà e ogni paese ha notevoli problemi con cui poi si fanno i conti (e non sempre quelli italiani, che ci si lascia alle spalle, sono peggio).

    PPS: prima di espatriare verso un paese GB aspetta di vedere cosa ne sarà della Brexit, visto che influirà non poco sulla tua burocrazia (e sull'economia dei paesi). Altri paesi in Europa potrebbero essere un'alternativa valida in questo momento (Germania?).

    Edited by MicFrequentFlyer

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    LocoEmotivo
    6 hours ago, MicFrequentFlyer said:

    Questo effetto durerà un anno (forse). Dopo, avere comunità di persone che capiscono i tuoi disagi farà la differenza.

    Questo è un punto di vista molto, molto interessante.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    MicFrequentFlyer
    On 1/27/2019 at 8:55 AM, LocoEmotivo said:

    Questo è un punto di vista molto, molto interessante.

    Vedo che è successo a me, come a molti colleghi (italiani e non). Anche perchè tendenzialmente le compagnie non sono mai chiuse e tendono a coinvolgere altre nazionalità. Quindi avere tanti italiani attorno non esclude avere tanti locali e altri nazionali nella propria vita. Però appunto, sono cose che scattano in un secondo momento di solito..

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    • Who Viewed the Topic

      4 members have viewed this topic:
      Oscuro  LocoEmotivo  Sbuffo  Bloodstar 
    ×