Jump to content
Lorenzo03

Non riesco a capirmi

11 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

Lorenzo03
Non riesco a capirmi

Ciao a tutti! Intanto mi vorrei scusare se per qualche motivo dovessi aver sbagliato categoria in cui iniziare questo argomento , ma non sapevo proprio dove metterlo. Premetto che sono un tipo abbastanza insicuro, timido e con poca autostima (anzi direi pochissima); molte volte , anche se ricevo complimenti , penso che si stia scherzando o cose del genere proprio per la bassa stima di me stesso. Oltretutto in questo periodo non so proprio cosa mi stia succedendo: delle volte parlo con una ragazza (purtroppo non so perché ma ne attraggo fin troppe ) e penso di essere attratto da lei e che il periodo in cui pensavo fossi gay fosse solo una fase ( il bello è che avevo pure accettato sta cosa) e certe volte il contrario. Non so proprio dove mettere mano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
LocoEmotivo
3 hours ago, Lorenzo03 said:

Non so proprio dove mettere mano...

A parte gli ovvi suggerimenti, intendi? :lol:

Tanto per cominciare, io ti proporrei di spendere qualche parola in più, di essere un pochino più specifico: hai detto tante cose in poco spazio e non si capisce se sono un'unica onda emotiva o gli anelli di una catena di pensieri.
Prova a dare più voce a quello che senti dentro ;) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7

La mia impressione e' che l'autostima e la sicurezza in se stessi sono cose che maturano negli anni. Quando si e' giovani credo sia abbastanza normale averne poche e poi col passare degli anni maturano.

riguardo il tuo orientamento sessuale forse ti sara' piu' chiaro quando farai piu' esperienza relazionale sul campo.... se molte ragazze sono attratte da te significa che tanto male non sei anche se tu non percepisci di essere abbastanza figo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
11 hours ago, Lorenzo03 said:

Premetto che sono un tipo abbastanza insicuro, timido e con poca autostima

insomma, sei il prototipo di ogni 15enne sulla faccia della terra; e la cosa è peggiorata dal sentirti "diverso" dalla mandria di bufali etero perchè sei gay, nevvero?

Rilassati: ci siamo passati tutti (o quasi) per sto momento; tra qualche tempo, quando ci ripenserai, sorriderai di te stesso.

Lo so, a te servirebbero risposte/certezze ORA; e però le troverai soltanto dentro di te, chè un manuale di istruzioni per il frocio moderno che non deve chiedere mai (un manuale valido per tutti, intendo) ancora non l'hanno scritto.

E non credo lo faranno mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

Sì, "starci con una ragazza" perché ti fa piacere sentirti desiderato

potrebbe essere una pessima idea (almeno lo è stato per me).

Darti però un consiglio più specifico mi sembra difficile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Io direi che essere attratto da qualcuno o da qualcuna, significa provare in primo luogo delle sensazioni a livello fisico ed emotivo

Mentre pensare di essere attratti, significa formulare un "desiderio" attraverso un'attività mentale

Essere attratti e pensare di essere attratti sono quindi due cose estremamente diverse tra loro

L'attrazione non deve essere pensata senza prima essere provata/avvertita e -a partire da questo "avvertimento"- si possono costruire dei desideri per persone specifiche, altrimenti c'è il rischio di formulare desideri artificiali.

Come tu hai detto hai una bassa autostima, quindi l'idea di essere "considerato" ed il piacere di sentirti "desiderato" ( come dice qui sopra almadel ) tendono a creare un mix del tutto fisiologico alla tua età, che può confondere. Per certi versi ci siamo passati tutti ed anche tu riuscirai ad andare oltre.

Altro discorso ( per te del tutto prematuro ) è come l'attraversamento di questa fase "maledetta" della seconda adolescenza, con tutto il suo carico di desideri vani, artificiali o impossibili, possa inceppare il meccanismo della formazione di desideri autentici, che pure sarebbe fondamentale per costruire una felicità individuale a partire dalla terza adolescenza. Questo è uno spunto di riflessione generale, che lascio a chi legge il topic.

Edited by Hinzelmann

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90

Saprai come definirti una volta che avrai fatto delle "sensate esperienze", per citare Galileo. Alla tua età è normale porsi dei dubbi, è molto più facile rimuginare su di sé e sui propri desideri o fantasie che non fare esperienze diverse. Ti relazioni quotidianamente sempre alle stesse persone (i compagni di classe, ad es.) e non puoi scegliere più di tanto.

Sul discorso "ragazze", sfondi una porta aperta, nel senso che io mi sono fatto 5 anni in un liceo dove al 95% erano ragazze e io non ero accettato / dichiarato. Naturalmente, anche per una questione di proporzioni, ricevevo spesso delle avance o profferte amorose. Tutte da me ignorate, naturalmente. E pure all'università non è che sia molto migliorata la cosa, nel senso che ho subito conosciuto una ragazza che dopo qualche giorno mi metteva la mano sulla coscia mentre eravamo a lezione e dopo qualche settimana mi trattava non da fidanzato, ma direttamente da marito. 

Io semplicemente facevo finta di nulla, facevo "il vago".

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tyrael
22 hours ago, Lorenzo03 said:

Non so proprio dove mettere mano...

lul non so se sia voluta o meno sta frase ma quando metti la mano lì (eheheh) sai bene cosa ti attrae e cosa ti fa venire. la capoccia spesso entra in contrasto con i pensieri, le idee ma il corpo (il piffero) sa bene dove andare 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
n1c0l4
23 hours ago, Lorenzo03 said:

penso di essere attratto da lei e che il periodo in cui pensavo fossi gay fosse solo una fase

Non avendo ancora avuta grande esperienza, come hanno già scritto altri sopra di me, è capitato spesso anche a me, ma mi rendo conto che sono sempre delle scuse che mi creo, perché non sono ancora riuscito ad accettare completamente il fatto di non essere esattamente come una persona si aspetti che sia, e uscire dalla zona di comfort per la mia piccola esperienza è ancora molto difficile, anche se bisogna(e dovrei) capire che la zona di comfort è tutto tranne che confortevole, viste le costrizioni poste da se stessi e le occasioni perse nel voler rimanere in questa situazione. 

Non credo esista una soluzione subitanea per la tua questione, sicuramente il passare del tempo ti aiuterà. Io quando ho questi pensieri penso alle cose a cui presto attenzione e alle persone che mi colpiscono quando sono in giro, e beh, diciamo che i dubbi spariscono abbastanza velocemente 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7
10 hours ago, Tyrael said:

lul non so se sia voluta o meno sta frase ma quando metti la mano lì (eheheh) sai bene cosa ti attrae e cosa ti fa venire. la capoccia spesso entra in contrasto con i pensieri, le idee ma il corpo (il piffero) sa bene dove andare 😎

Ma non eri tu quello che anni fa si spacciava sul forum per bisex e poi ha cambiato idea ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
CutHere

ne limoni un paio di qui

assaggi due ciolle di la... probabilmente la paura passa

la sicurezza si acquista con un po' di esperienza

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Who Viewed the Topic

    38 members have viewed this topic:
    Icoldibarin  davydenkovic90  Newgate  LuxAeterna  Mi98797  Hinzelmann  Cocito  n1c0l4  freedog  CutHere  Mercante di Luce  Marion2189  nayoz  Syfy  LocoEmotivo  Gaston  Quiescent93  Bloodstar  Almadel  Saramandasama  marco7  faby91  Duma  smily96  pianist93  Stilisnky  Tyrael  Lorenzo03  Aristotele00  Davis  coeranos  Oscuro  Sampei  Cassius Hueffer  Dragon Shiryu  Mario1944  Skerd  conrad65 
×