Jump to content
marco7

Quanto durano circa le vostre visite mediche ?

21 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

marco7

Quando io vado dal medico di base normalmente riservo quando do l’appuntamento 30 o 60 minuti per la visita.

sono sbigottito dal fatto che ci siano paesi con una visita media dalla durata di 5 minuti. Mah.

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/11/09/visite-medico-base-troppo-veloci-per-meta-popolazione-mondo_95062b92-20c2-4a7b-b6b9-60857acd8746.html

domani vado dal veterinario con due cani e al telefono hanno riservato due ore totali per la visita dal veterinario (non e’ stata questa una mia richiesta ma la tipa al telefono mi ha detto cosi’ lei spontaneamente).

Share this post


Link to post
Share on other sites
faby91

Beh dipende cosa devi fare. Una visita dal medico di base per me dura poco perché se la visita deve essere accurata indirizza verso l ospedale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davydenkovic90

Dipende da cosa devi fare. Solite risposte retoriche alle domande di marco7. Che noia. In due ore faranno un check up completo ai cani, mi auguro. 

Non molti giorni fa sono stato dal medico di base perché avevo un fastidio a un orecchio. Ci sarò stato 3 minuti, il tempo di guardarmi e di dirmi che era una stupidaggine da curare con delle stupide gocce. Perché sarei dovuto starci 30 minuti?

Edited by davydenkovic90

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7
  • Topic Author
  • E’ chiaro che dipende da cosa devi fare. Ma la gente va dai medici solo per cazzate tipo un brufolo o un orecchio col cerume o anche per cose piu’ serie ? Alla vostra eta’ anche io stavo dal medico pochi minuti ma quando gli acciacchi aumentano serve piu’ tempo.

    per i miei cani ad esempio devo analizzare il motivo per cui un cane ha i valori delle analisi del fegato molto alti e l’altro cane quelli del pancreas molto alti. La veterinaria che ha fatto le analisi del sangue dice di fare una ecografia da 300 euro l’una a ogni cane ma a questo punto preferisco andare da un veterinario veramente bravo per valutare i cani globalmente rispetto a quelle analisi fatte che fare due ecografie cosi’.

    quella stessa veterinaria vedendo due noduli vicino alle mammelle di una cagna ha cosigliato di operarli via perche’ potrebbero diventare maligni o potrebbero gia’ esserlo. Dopo averle chiesto l’indirizzo di una specialista, la ginecologa veterinaria specialista che mi ha consigliato mi ha detto che non vanno operate. Se si ingrossano devo farglierle vedere di nuovo. Mi ha detto che chi consiglia di operarle lo fa solo per guadagnare dei soldi.

    Edited by marco7

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    paperino

    In Friuli la sanità è di eccellente livello e c'è un medico di base ogni cinque abitanti laici, così quando prenoti la visita ti dedica tutto il giorno, ti porta in ospedale a fare tutti gli esami personalmente e, se ti senti solo, ti accompagna pure a fare shopping o a bere un aperitivo (analcolico e salutare) insieme.

    Purtroppo per gli animali invece la situazione è un po' carente e un veterinario medio riesce a dedicarti solo 4-6 ore ad animale per un controllo di routine.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
  • Topic Author
  • Il friuli e’ una regione a statuto speciale ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    14 minutes ago, marco7 said:

    Ma la gente va dai medici solo per cazzate tipo un brufolo o un orecchio col cerume o anche per cose piu’ serie ?

    Ho smesso ormai da qualche anno di sostituire medici di base e posso dire che la maggior parte degli accessi sono cazzate inutili al cui confronto il dolore all'orecchio di @davydenkovic90 è cosa grave .  Le visite utili, della serie "ho mal di gola, ho tosse, ho dolore, ho affanno" sono molto rare; la maggior parte sono "passavo di qui, mi prende la pressione?"  o una presentazione di sintomi lievi ed inutili di cui il paziente (anziano) è pure consapevole, ma vuole avere una parola di conforto ("mi prude la testa... ma non sempre... una volta al mese..e gratto....e prude... sarà lo shampo alla jojoba che mi hanno dato in farmacia? no, perchè è buono, lo conosce? e poi sento dei pizzicori come una zanzara... quando fa freddo... sulla coscia...proprio come una zanzara.....e poi passa.... mi è capitato l'anno scorso.....".

    Il discorso è : moltiplica per 10 quei pazienti in cerca di conforto e le tue 3 ore di ambulatorio te le mangi, sottraendole a chi ha realmente necessità .

    Comprendo la necessità del rapporto umano ma non è, lo studio del medico di base, il luogo adatto per questo tipo di supporto poichè semplicemente non c'è abbastanza tempo, la medicalizzazione di ogni capello che tira è giunta a livelli inimmaginabili, le facce che vedi son sempre le stesse poichè alcuni soggetti passano 3 giorni alla settimana con nuovi problemi ogni volta, che ti chiedi perchè non te ne parlano in un'unica tornata . E finito lo studio il lavoro non termina: ci sono le visite domiciliari, che diventano inutili se mal gestite dal titolare (brutte abitudini di andare a casa della signora X perchè è amica della madre o "eh io ho visto la dottoressa crescere, lei passa sempre!" . Metti conto anche tutte le pratiche burocratiche che si devono svolgere, tra moduli per invalidità (tanti tanti), apertura di cure domiciliari e via dicendo, che la giornata vola .

    Tutto ciò per arrivare a dire che la conclusione di tutto ciò è che finisci a fare certe visite in 5 minuti poichè devi dare spazio a chi ha maggior bisogno o semplicemente a tutti . E impari a non dare mai nulla "di cuore" . Mai fare favori umani, prima regola . E' raro trovare riconoscimento, molto più facile trovare chi se ne approfitta . Porti a casa a un paziente le ricette un giorno, si aspettera' che lo fai per tutta la vita . Gli permetti di chiamarti una volta fuori orario, ti chiamerà alle sei di mattina , magari per chiederti solo a che ora apri .

     Tutti i colleghi che conosco che hanno fatto il concorso per medico di base 10 giorni fa, lo han fatto come seconda scelta, è rarotrovare qualcuno con il piacere di svolgere quella professione oggi .

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
  • Topic Author
  • Ci sono troppo pochi medici di base in italia e la politica non vuole aumentarne il numero ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    7 minutes ago, marco7 said:

    Ci sono troppo pochi medici di base

    Non penso sia quello il problema, il tetto di un massimalista è sempre di 1500 pazienti massimi come sempre . Il problema è l'aumento delle richieste non consone, allo stesso modo dei Pronto Soccorso . Un amico che lavora al Pronto Soccorso Pediatrico qui a Torino mi presenta un quadro disastroso, codici bianchi gestibili dal pediatra di famiglia, altri legati a situazioni che non necessiterebbero neppure un medico, fino a raggiungere a casi come "sono qui al pronto perchè ho gia' sentito due pediatri per mio figlio che mi han detto che e' solo mal di pancia ma non mi fido".

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Dragon Shiryu

    dipende da cosa. ma è più l'attesa che tutto il resto, eh XD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    paperino

    Per fortuna che esistono anche bravissimi medici, professionali ed etici, che rispettano alla lettera il Giuramento di Ippocrate, e che dedicano a ogni singolo paziente il giusto tempo che merita e che sono ben attenti a curare il problema reale e non il sintomo. Eccoli:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
  • Topic Author
  • Le cagne sono state assieme dal veterinario per un’ora e un quarto col risultato che le ecografie non serve farle. Una cagnetta ha probabilmente una malattia ma se non diventa piu’ grave non va curata per quello.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    smile93

    Beh per le visite specialistiche dipende da cosa devo fare, poi con l'appuntamento non si dovrebbe aspettare tanto, anche se gli orari non vengono mai rispettati. Mentre quando vado dal medico di base so quando vado e non quando torno :D a causa sia dell'attesa per le molte persone che ci sono, quasi sempre persone anziane che arrivano a prendere il posto con largo anticipo , ma anche perché la dottoressa si intrattiene con noi pazienti a chiacchierare mentre siamo dentro lo studio.... Normalmente o la mattinata o il pomeriggio vanno via per l'attesa. Però quando c'è il medico che la sostituisce non c'è mai nessuno e in 5/10 minuti si è fuori.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Considerato il pagamento per quote capitarie di assistiti conviene spingersi verso il massimo a discapito del tempo disponibile per ognuno, ma sarebbe erroneo attribuire la colpa di questo sistema alla "cupidigia" dei medici di base, perchè le quote capitarie sono decrescenti e quindi il 1300° o il 1500° paziente costano alla Regione di meno.

    In conseguenza di ciò al netto dei consueti e noti problemi di controllo/compressione della spesa pubblica alcune regioni hanno cercato di elevare il numero degli assistiti ( fra cui credo il Friuli certo la Toscana ) a 1.200-1.300 rispetto al rapporto statale ottimale di 1.000  riducendone anche il numero complessivo

    C'è quindi un input politico a ridurre il numero dei medici di base ( attraverso l'aumento dei pazienti da seguire e la riduzione della scelta del medico ) ed anche a "funzionalizzare" il libero professionista, in modo da contenere la spesa sanitaria regionale e guidarlo a "pratiche virtuose"

    Questa "sovietizzazione" del libero professionista si giustifica nel quadro di una politica delle vacche magre e dell'austerity europea

    Mentre il problema dell'eccesso di visite e delle code è certamente attribuibile all'utenza

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    1 hour ago, Hinzelmann said:

    C'è quindi un input politico a ridurre il numero dei medici di base ( attraverso l'aumento dei pazienti da seguire e la riduzione della scelta del medico ) ed anche a "funzionalizzare" il libero professionista, in modo da contenere la spesa sanitaria regionale e guidarlo a "pratiche virtuose"

    a Roma c'è la tendenza di molti medici di base a unirsi in un unico studio medico funzionante anche nei week end da posti di primo intervento,

    anche per decongestionare i pronto soccorsi  da tutti quelli che ci andrebbero anche solo per una nocchietta slogata

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    castello
    5 hours ago, Hinzelmann said:

    Considerato il pagamento per quote capitarie di assistiti conviene spingersi verso il massimo a discapito del tempo disponibile per ognuno, ma sarebbe erroneo attribuire la colpa di questo sistema alla "cupidigia" dei medici di base, perchè le quote capitarie sono decrescenti e quindi il 1300° o il 1500° paziente costano alla Regione di meno.

    In conseguenza di ciò al netto dei consueti e noti problemi di controllo/compressione della spesa pubblica alcune regioni hanno cercato di elevare il numero degli assistiti ( fra cui credo il Friuli certo la Toscana ) a 1.200-1.300 rispetto al rapporto statale ottimale di 1.000  riducendone anche il numero complessivo

    C'è quindi un input politico a ridurre il numero dei medici di base ( attraverso l'aumento dei pazienti da seguire e la riduzione della scelta del medico ) ed anche a "funzionalizzare" il libero professionista, in modo da contenere la spesa sanitaria regionale e guidarlo a "pratiche virtuose"

    Questa "sovietizzazione" del libero professionista si giustifica nel quadro di una politica delle vacche magre e dell'austerity europea

    Mentre il problema dell'eccesso di visite e delle code è certamente attribuibile all'utenza

    cioè, per dire,  da 0 a 1000 pagano al medico che so 80 euro  a paziente e da 1001 a 1500  60 euro?????  davvero?????   :o

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Il medico di base deve coprire una serie di costi per l'esercizio della sua professione, che vengono ammortizzati da un certo numero di assistiti

    Quindi partendo dal presupposto che devi garantire il servizio tanto a Firenze o Roma che a Sant'Ellero...ha un suo senso

    E' vero che per altre professioni è un problema del libero professionista e lo stato se ne disinteressa, ma è anche vero che parliamo di una professionalità peculiare  di fatto sei un professionista "convenzionato" funzionalizzato alla garanzia di valori costituzionalmente tutelati in modo universale e gratuito etc

    Esistono altri modelli in cui il medico di base è un dipendente del servizio pubblico ed altri ancora in cui è un libero professionista non a tariffa. D'altronde la formazione del prezzo in sistemi socialisti non di mercato avveniva così attraverso un complesso meccanismo di ammortamenti costi etc

    Si potrà poi discutere se guadagnano tanto o poco ( ovviamente si devono versare i contributi, tutte le spese di produzione del reddito  e le tasse come un avvocato o un geometra...per cui il netto in busta è la metà circa del ricavato )

    Si può anche discutere se sia più conveniente passare ad un modello diverso, in effetti oramai in una società individualista come la nostra svolgere una funzione sociale è percepito come qualcosa di intrinsecamente dequalificante, quindi il medico di base è una mosca bianca

    Edited by Hinzelmann

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    nayoz

    wow... per me non è un problema visto che vado dal medico circa 1 volta ogni 5 anni :P

    cmq di solito visite da 5min se non c'è nulla... quindi stampare documenti per ottenere medicine a prezzo scontato... altrimenti 30min per fare cose come: trascrivere l'esito degli esami del sangue.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Davis

    Non so neanche se arrivo ad andarci una volta all'anno, ma comunque quando ci vado dopo una lunga attesa le visite durano abbastanza, forse 30 min... ma perchè il medico inizia a parlare di cose a caso e di episodi della vita sua, deve rispondere alle telefonate, prende e esce dalla stanza e va a parlare con la segretaria, poi altri pazienti lo fermano... una rottura di palle. Fortunatamente fino ad ora non mi è servito spesso e spero che sarà così ancora per molto.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    MicFrequentFlyer

    In UK propongono diagnosi telefoniche, auto-diagnosi, e consegne di responsi senza connessa visita medica. Non c'è limite al peggio (e ringrazio di essere cittadino italiano con una tessera sanitaria italiana).

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    • Who Viewed the Topic

      41 members have viewed this topic:
      Uncanny  metalheart  Salamandro  paperino  castello  Bloodstar  camillomago  Gigiskan  Bask24  Hinzelmann  nayoz  marco7  coccinella84  Davis  DoctorNievski  MicFrequentFlyer  Rotwang  Beppe_89  Xenon  Sbuffo  Almadel  Skerd  Capricorno57  cangrande  ben81  Carota  Efestione7  marcusss  stefa  davydenkovic90  conrad65  smile93  wwspr  Bullfighter4  OLEG  Fabius81  Leon94  Giacmar  d.gar88  yalen86  lecosechenondici 
    ×