Jump to content
Binlove

Innamorarsi della migliore amica, essendo etero?

Recommended Posts

Binlove

Salve a tutti,

per ora non mi presento, perché credo di farlo in seguito nella sezione apposita. Sono finita sul vostro forum per caso, cercando di storie che potessero essere simili alla mia, e qualcosa ho pure trovato ma niente che somigliasse davvero all'esperienza che ho vissuto, anzi vivo, e da un bel po' di anni. Ci terrei a raccontarvela perché ora come ora è qualcosa che occupa costantemente i miei pensieri e non mi fa vivere bene al cento per cento, siccome mi riduce in una situazione di stallo da anni, alternando momenti di benessere a profonda infelicità... Magari voi che siete estranei alla faccenda potete darmi un consiglio, dal momento che per ragioni che comprenderete non posso parlarne con nessuno a me vicino, ed è comunque una situazione che va al di là del semplice innamoramento della migliore amica, ma tocca anche altri campi, come quello della mia sessualità ad esempio. Prima di tutto mi scuso per quella che credo sarà l'eccessiva lunghezza di questo post, e spero che ci sia chi tra voi vorrà andare fino in fondo.

Partiamo dal presupposto che sono una ragazza e ho quasi 27 anni e non ho avuto alcun tipo di esperienza. Di ragazzi ne ho baciati (pochi) ma fisicamente non sono mai stata né con ragazzi né con ragazze. Il motivo, e forse dopo capirete il perché, è perché agli occhi di tutti sono l'incarnazione della single per scelta, felice della sua vita e disinteressata verso alcun tipo di relazione, impegno eccetera. Ma non è proprio così, questa è una favoletta che è stata costruita negli anni per giustificare il fatto che io non fossi stimolata nell'uscire con nessuno. La strana situazione è anche da collegare al fatto che fino a qualche anno fa ero molto diversa fisicamente, sono un ex obesa, e questo mi ha portato ad essere (credo) indesiderabile agli occhi dei ragazzi per gran parte dell'adolescenza. Non ho avuto molti corteggiatori, intendiamoci. E io a mia volta mi sono convinta dell'idea di non piacere ai ragazzi; anche oggi che sono dimagrita, non sono sensuale, sono molto semplice e non sono per niente una donna fisicamente, sembro ancora una ragazzina per certi versi, quindi forse questo fa sì di non attrarre i ragazzi della mia età verso di me. Io, a mia volta, forse per l'insicurezza del mio aspetto nutrivo una sorta di soggezione verso i ragazzi e questo mi ha portato a conoscerne pochi. Oggi sono più estroversa nei loro confronti, ma mi rendo conto che la maggior parte di loro non mi interessa, sarà forse perché la realtà della mia città (Napoli) mi offre un modello di maschio etero abbastanza stereotipato che trovo abbastanza superficiale e poco interessante. Ad oggi questa è la mia situazione sentimentale nei confronti dell'altro sesso. Eppure, ora come ora, sono sempre più convinta che, se in tutti questi anni non mi sono mai interessata a nessuno, (nel senso che mai nessuno mi è piaciuto a tal punto) e non ho mai dimostrato l'interesse di una relazione con chicchessia non era perché sono asessuata, o immatura, o infantile, come molti credono ma, perché il mio cuore è già impegnato e per questo non vedo nient'altro. E ora... credo sia giunto il momento di parlarvi di lei, e farvi capire come questo rapporto mi ha bloccato e ancora mi blocca e mi tiene intrappolata, senza far sì che io faccia la mia vita e le mie esperienze. Ci siamo conosciute più di 10 anni fa, a scuola, quindi è un rapporto nato in piena adolescenza. Sebbene io non sia stata piena di drammi d'amore adolescenziali, non mancavo di amicizie, e fu proprio tramite amiche in comune che ci conoscemmo. Non saprei nemmeno dire come, ma a poco a poco il rapporto si è evoluto superando tutti gli altri (mietendo non poche vittime e gelosie varie), ma ne siamo uscite vincitrici noi. Di amiche ne avevo avute sì, ma con nessuno mai si era instaurato un rapporto del genere. Io ero un po' l'adolescente oscura e anticonformista della situazione, lei l'esatto opposto: solare, travolgente, dolce, espansiva e anche molto affettuosa, perfino fisicamente. E quindi con lei si instaurò questo legame molto profondo, che crebbe velocemente nel giro di poco tempo e in un paio d'anni lei già era per me sopra tutti. Anche lei era circondata di amicizie, che considerava tutte allo stesso livello, diciamo che non credeva nemmeno tanto all'esistenza di una migliore amica, ma con me è diventata "monogama" in questo senso, e ha riservato per me quello che negli anni è diventato un rapporto esclusivo. Prima di passarvi a descrivere il rapporto in sé, voglio spiegarvi perché per me lei è stata tanto importante. Prima di tutto, posso dire con certezza che è il rapporto più importante che io abbia mai avuto. Non ho avuto una situazione famigliare facile, né tanto meno sono stata coccolata e cresciuta nell'amore dei miei cari. Ho sempre cercato l'amore all'esterno delle mura di casa, tra gli amici, e lei è stata la persona che ha sopperito a queste mie mancanze, mi ha dato più amore di quanto non abbiano fatto i miei stessi famigliari, accogliendomi in casa sua, manifestandomi il suo affetto incondizionato, trattandomi come una sorella, sostenendomi (a volte anche economicamente) quando ero in difficoltà e senza pretendere nulla in cambio; mi ha preso per mano e mi ha fatto vivere quelli che sono sicuramente i ricordi più belli della mia adolescenza e anche della prima età adulta. Io dico sempre che lei mi ha salvato, perché ha tirato fuori il sole che era in me, e con lei ho iniziato a vivere. Mi ha trasmesso il bello delle cose e mi ha insegnato a vedere le cose da un'altra prospettiva con il suo carattere e modo di fare, a me che come avete capito ero una persona dall'indole un po' grigia e pessimista. Ad ogni modo, negli anni questo rapporto è andato evolvendosi, e oggi posso dire che è la cosa più vicina ad una relazione che io abbia mai avuto. Ci siamo "esclusivizzate" a vicenda, nel senso che oggi sappiamo per certo che non ci potrebbe mai essere nessun'altra e siamo anime gemelle in questo senso, ma aldilà della bellissima amicizia che ci possa essere tra due migliori amiche così affezionate, ci sono anche tante altre cose che sembrano somigliare più a una relazione tra fidanzate. Prima di tutto, il sentirsi continuamente. Non c'è un solo attimo che non ci aggiorniamo costantemente su quello che ci accade rispettivamente, che tra amiche di questo calibro, può essere anche abbastanza normale, ma non quando scatta la dipendenza. E siamo davvero dipendenti l'una dall'altra, se non ci sentiamo per troppe ore, stiamo male o comunque sembra strano. Questo ha fatto scattare un meccanismo di "dovere" anche. Tipo, è di rito il messaggio del buongiorno, e se una non lo manda all'altra, l'altra si sente anche nella posizione di arrabbiarsi e farlo notare. Stessa cosa con la buonanotte, è difficile per noi che ci sentiamo continuamente non sentirci per troppo tempo la sera, ma anche se capita che non stiamo parlando da un po' perché magari una è impegnata e l'altra va a dormire, la buonanotte ci sta. La dipendenza ovviamente è anche fisica, non possiamo stare per troppo tempo senza vederci. Capita che per qualche giorno l'una è fuori città, ma diventa una sofferenza stare lontane. Ma è dipendenza fisica anche in altro senso, cioè nel vero senso, se stiamo insieme, non possiamo fare a meno di abbracciarci, accarezzarci, prenderci per mano, baciarci, dobbiamo sempre stabilire un contatto. A questo, devo dire la verità, mi ha un po' portata lei che, come dicevo prima, è una persona molto fisica anche in amicizia; io di base sono più fredda, più che altro mi adeguo alla persona con cui ho a che fare, e se prima ero abbastanza "passiva" in questo senso anche con lei, con gli anni si può dire che sono diventata molto più sciolta di lei. Insomma si è creata un'intimità tale per la quale la serata a casa tra amiche diventa una serata di coccole, grattini e effusioni varie. Poi giochiamo molto fisicamente, entrambe abbiamo una parte preferita fisica dell'altra che diciamo essere solo nostra. Insomma, la situazione è questa. Oggi so con certezza di essere perdutamente innamorata di lei e credo di esserlo davvero da anni. La cosa strana è che non provo attrazione per altre ragazze. Solitamente guardo i ragazzi, anche per strada, o nel mondo dello spettacolo, mi sento attratta dal corpo maschile e non mi dispiacerebbe l'idea di stare fisicamente con un ragazzo. Ma il blocco sta nel cuore e nella mente, perché se mi chiedete se vorrei stare fisicamente con la mia amica, beh non posso negare di non averci pensato, sono attratta da lei perché ne sono innamorata. C'è chi mi ha detto che il fatto che possa piacerti una ragazza non voglia dire che debbano piacerti per forza le ragazze in generale. Non è importante chi ti attrae, in sostanza, ma di chi ti innamori. E qui siamo di fronte ad un palese esempio di amicizia che sfocia in amore superando la sessualità.

Ma veniamo alla parte più triste e cupa di tutto il racconto, perché fin qui tutto bene. Si potrebbe anche dire che lei mi corrisponda (e credetemi, per come giochiamo e ci provochiamo a volte sembrerebbe quasi così), ma la realtà è un'altra. Perché lei, a differenza della sottoscritta, di esperienze ne ha avute e tante anche. Tutti ragazzi, ovviamente. E sono proprio quei ragazzi che mi fanno vivere male. Perché fin quando ero gelosa delle altre amiche era tutto normale, ma quando poi una volta che mi sono stabilita sul trono della best friend e ho cominciato a provare gelosia per i suoi ragazzi, allora lì, ho capito che qualcosa non andava. Per anni diciamo che ho represso l'idea di provare queste cose, non potevo accettare che davvero ne fossi innamorata, e lasciavo che la cosa scivolasse via, ma da circa tre anni c'è stata la lenta accettazione e infine consapevolezza che i miei sentimenti erano proprio quelli e da quando l'ho tirato fuori ammettendolo è stato tutto più difficile. Sono ossessivamente gelosa di lei. L'ironia vuole che poi i suoi fidanzati (parlo al plurale perché se ne sono susseguiti vari), mi adorino e stringano rapporti di amicizia con me. Ovviamente per me è diventato insostenibile, stare lì a guardarla baciarsi, essere accarezzata e baciata in pubblico da qualcun'altro, e da migliore amica essere poi colei che sa TUTTO, ogni minimo dettaglio della sua vita amorosa, anche sessuale, e la cosa mi fa arrovellare. Questa situazione mi sta davvero consumando e lacerando. 

Per anni non ne ho parlato con nessuno, solo un mese fa ho avuto il coraggio di dirlo al mio migliore amico che ne è rimasto sconvolto. Ad altri non me la sento di dirlo perché è una cosa troppo delicata e se verrebbe fuori sarebbe la fine. Ho pensato addirittura di parlarne con qualche psicologo affinché possa aiutarmi a superarlo. Di parlarne con lei, credo che allo stato attuale delle cose, sia fuori questione. Prima di tutto, rovinerei un'amicizia così forte e stabile (so che lei ha bisogno di me e mi crede una certezza, così come io ho bisogno di lei: non posso perdere il rapporto (forse l'unico) più importante della mia vita). So che lei non mi lascerebbe mai ma sicuramente questa cosa la destabilizzerebbe e soprattutto cambierebbe il tipo di rapporto: ovviamente a me le coccole e le effusioni e tutta quella fisicità fanno piacere, perché la sento in parte mia. Quindi, davvero, non so che fare. Innamorarmi di qualcun'altro al momento  credo sia proprio difficile perché lei occupa troppo il mio cuore e la mia mente e da troppi anni, e poi la vivo tutti i giorni quindi mi sembra davvero impossibile. Consideriamo pure che sono abbastanza dipendente da lei anche per una questione sociale. Non ho molte amicizie al di fuori, sono stata diciamo inglobata nel suo mondo, e non guido neanche quindi pur volendo crearmi un giro mio a prescindere da lei, non potrei...

In tutto ciò lei sostiene che siamo come sorelle, ma intanto io non credo che con una sorella ci sia tutta quella fisicità. Ai suoi occhi, sarà sicuramente un qualcosa di davvero innocente, ma la realtà è che è un rapporto abbastanza ambiguo, anche per due migliori amiche, e può sembrare palesemente altro dall'esterno. 

Con questo chiudo, mi scuso per avervi appioppato sto romanzo in piena serata. Spero che qualcuno abbia avuto la pazienza di leggerlo tutto. Voi cosa mi consigliate? Cosa ne pensate prima di tutto? E soprattutto, vi siete mai trovati in circostanze simili? Come ne siete usciti?

Edited by Binlove

Share this post


Link to post
Share on other sites
tipnick

Ho letto solo il titolo, ma di una cosa sono sicuro, se ti sei innamorata della tua migliore amica non sei etero u.u

Share this post


Link to post
Share on other sites
Binlove
  • Topic Author
  • Ho letto solo il titolo, ma di una cosa sono sicuro, se ti sei innamorata della tua migliore amica non sei etero u.u

    Prova a leggere tutto :) 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Oscuro

    Che risposta ti aspetti ? un incitamento a dichiararti con lei ? una supposizione sull'orientamento sessuale della tua amica? un consigliarti di lasciar stare o di provare esperienza con altri/altre?.

    Perchè le risposte già le conosci, ma sono i dubbi a bloccarti, come è normale che sia, come hai detto tu noi siamo estranei alla faccenda, e quindi più che darti consigli altro non possiamo fare, hai già detto tutto tu, dipende da te.

    Esperienze simili ? arriva un nuovo ragazzo nel palazzo, facciamo amicizia in fretta e diventiamo migliori amici in poco tempo, giriamo sempre insieme, dormiamo insieme, giochiamo insieme, guardiamo la tv insieme, andiamo a scuola insieme, passiamo tutto il giorno insieme.

    Eravamo adolescenti, prima iniziamo col farci le pippe ognuno in un lato nella stanza a luce spenta, fino ad arrivare a letto insieme per sua iniziativa.

    Tagliando corto, lui ha deciso di reprimere il tutto vista la sua famiglia, migliore amicizia stroncata, siamo passati dal vederci ogni giorno al non vederci più.

    Edited by Oscuro

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • No indubbiamente, sono abbastanza grande ormai da sapere che lei ha il suo preciso orientamento sessuale. Siamo ambigue è vero e so per certo che per lei è una sorte di "innamoramento" mentale, platonico, ma non sfocia nel romantico, cosa che è successa a me. Che lei mi ricambi credo sia fuori questione e ne sono ben consapevole. Dichiararmi ovviamente è la risposta che più aspetto ma come ho spiegato, anche se sarebbe per me veramente liberatorio e un punto di partenza per ricominciare, sto cercando un modo per superare questa cosa senza rovinare per forza un'amicizia così duratura. Dipende da me, è vero, ma credimi è difficile. La "soluzione" migliore che mi venga in mente per ora è quella di rimanere esattamente dove sono, ma è abbastanza masochistico. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Oscuro

     

     

    sono abbastanza grande ormai da sapere che lei ha il suo preciso orientamento sessuale

    Come fai ad affermare questo con cosi tanta sicurezza quando tu ci hai messo anni per capire il tuo ?.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Wof! Ce l'ho fatta, letta.

    Allora, parto col dirti che non ho mai sperimentato "l'essere innamorata", essendo ancora giovane. Non so come ci senta a star male per amore, o a doverlo confessare, soprattutto nel nostro caso, che è un po' difficilotto. L'esperienza più simile alla tua che mi sia capitata è stata tre anni fa. Avevo 13 anni e ho preso la mia prima cotta per una ragazza che...ehm, sì...era bigotta al massimo xD ovviamente non le ho mai detto nulla.

    Ma qui non si parla di una cotta, a quanto pare, il vostro rapporto è a pochi centimetri dall'essere quasi una relazione e il fatto che tu vada al di là dell'aspetto sessuale della faccenda (nel senso, mi pare di capire che il tuo desiderio sarebbe principalmente quello di confessarle il tuo amore ed essere ricambiata, non di portartela a letto xD) dimostra quanto i tuoi sentimenti siano autentici e puri, è davvero dolce.

    Ora...tu vuoi risolvere il tuo problema...ma non vuoi dire niente alla tua amica..ma la soluzione a questo tipo di situazioni è proprio quella! Parlare! Non credo di riuscire a fare supposizioni se la tua amica potrebbe provare anche lei qualcosa o meno per te, ma tu non lo saprai mai se non le parli. Posso immaginare la tua gelosia nel vederla con altri, deve essere orribile...ma vuoi che sia così per sempre? Non credo. Pensa invece se ricambiasse, se uscisse con altri ragazzi per lo stesso motivo per cui tu sei perennemente single, perché potrebbe provare qualcosa per te e aver paura di non essere ricambiata. Se glielo dici, non peggiorerai la situazione, penso:

    Se ricambiasse i tuoi sentimenti saresti la persona più felice della terra e vivreste per sempre felici e contente.

    Se invece no, non credo che una cosa del genere possa rovinare il vostro rapporto! Da come parli di lei non credo che sia una persona che taglierebbe i ponti con te per una cosa del genere. Se andrà così ci starai malissimo, è normale, ma almeno saprai per certo che con lei non c'è niente da fare e ti metteresti l'anima in pace (più o meno) e potresti iniziare a conoscere altri ragazzi o ragazze. L'amore lo si può anche RItrovare :)

    Ho, comunque, qualche domanda: tralasciando le vostre effusioni/coccole (che già mi sembrano un segno positivo :D ) lei ha mai mostrato qualche altra particolare attenzione verso di te? Qualche frase un po' ambigua? Gesti, battute, sguardi, insomma, qualsiasi cosa. Fa' attenzione a questi particolari.

    Tienimi aggiornata, questa storia s'ha dda concludere per il meglio.

    Byee

    P.S. Quei due mignoli intrecciati sono di chi penso che siano?

    Edited by KrarayanDasH999

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Come fai ad affermare questo con cosi tanta sicurezza quando tu ci hai messo anni per capire il tuo ?.

    Infatti io continuo a pensare di essere etero ^^"

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Wof! Ce l'ho fatta, letta.

    Allora, parto col dirti che non ho mai sperimentato "l'essere innamorata", essendo ancora giovane. Non so come ci senta a star male per amore, o a doverlo confessare, soprattutto nel nostro caso, che è un po' difficilotto. L'esperienza più simile alla tua che mi sia capitata è stata tre anni fa. Avevo 13 anni e ho preso la mia prima cotta per una ragazza che...ehm, sì...era bigotta al massimo xD ovviamente non le ho mai detto nulla.

    Ma qui non si parla di una cotta, a quanto pare, il vostro rapporto è a pochi centimetri dall'essere quasi una relazione e il fatto che tu vada al di là dell'aspetto sessuale della faccenda (nel senso, mi pare di capire che il tuo desiderio sarebbe principalmente quello di confessarle il tuo amore ed essere ricambiata, non di portartela a letto xD) dimostra quanto i tuoi sentimenti siano autentici e puri, è davvero dolce.

    Ora...tu vuoi risolvere il tuo problema...ma non vuoi dire niente alla tua amica..ma la soluzione a questo tipo di situazioni è proprio quella! Parlare! Non credo di riuscire a fare supposizioni se la tua amica potrebbe provare anche lei qualcosa o meno per te, ma tu non lo saprai mai se non le parli. Posso immaginare la tua gelosia nel vederla con altri, deve essere orribile...ma vuoi che sia così per sempre? Non credo. Pensa invece se ricambiasse, se uscisse con altri ragazzi per lo stesso motivo per cui tu sei perennemente single, perché potrebbe provare qualcosa per te e aver paura di non essere ricambiata. Se glielo dici, non peggiorerai la situazione, penso:

    Se ricambiasse i tuoi sentimenti saresti la persona più felice della terra e vivreste per sempre felici e contente.

    Se invece no, non credo che una cosa del genere possa rovinare il vostro rapporto! Da come parli di lei non credo che sia una persona che taglierebbe i ponti con te per una cosa del genere. Se andrà così ci starai malissimo, è normale, ma almeno saprai per certo che con lei non c'è niente da fare e ti metteresti l'anima in pace (più o meno) e potresti iniziare a conoscere altri ragazzi o ragazze. L'amore lo si può anche RItrovare :)

    Ho, comunque, qualche domanda: tralasciando le vostre effusioni/coccole (che già mi sembrano un segno positivo :D ) lei ha mai mostrato qualche altra particolare attenzione verso di te? Qualche frase un po' ambigua? Gesti, battute, sguardi, insomma, qualsiasi cosa. Fa' attenzione a questi particolari.

    Tienimi aggiornata, questa storia s'ha dda concludere per il meglio.

    Byee

    P.S. Quei due mignoli intrecciati sono di chi penso che siano?

    Ti rispondo subito dicendoti che i mignolini sono di Brittany e Santana :P Mi sto un po' facendo del male con queste storie di Best che si mettono insieme (vabbè XD)

    Hai centrato perfettamente il punto comunque, sì, non voglio portarmela a letto, ovviamente. L'attrazione nei suo confronti è venuta in secondo momento, penso trascinata dal sentimento, anche perché non mi sento attratta da altre ragazze quindi non è un discorso che parte da un'attrazione, ma da un sentimento. E' un'amicizia che si è tramutata in qualcos'altro. Sicuramente è anche il modo in cui lei si è comportata con me negli anni che mi ha portato ad amarla, se avessi avuto una figura maschile che si fosse posta con me in egual modo e mi avrebbe fatta sentire così importante, magari mi sarei innamorata di lui, non di lei. Ma il fatto di non aver avuto profondi legami con i ragazzi e il fatto che lei mi abbia dato davvero tanto più amore si possa immaginare, e come semplice amica, mi ha portata a provare questi sentimenti. Comunque sì, lei è davvero ambigua con me, ma resta tutto sotto forma di gioco e scherzo. Io mi rendo conto che non tutte le amiche giocano in questo modo. Tipo, dice di avere una relazione con il mio naso (lo adora e dice che è solo suo XD) e lo bacia e lo morde in continuazione. Io faccio lo stesso con la sua pancia (ma io sono consapevole di provare un sentimento, per lei invece è tutto normale e per niente ambiguo). A volte invece fa la scema e fa finta di sedurmi. Di battute ce ne sono a bizzeffe, appunto l'ultima volta mi ha detto proprio "amore, ma io devo sedurti ogni tanto" mentre lo stava facendo. Oppure, nell'osannare all'amore per me disse "ma quello è troppo un amore fisico e mentale". Per questo dico, a vederci dall'esterno è davvero un rapporto ambiguo, anche se lei sostiene il contrario, io me ne rendo conto. Ma comunque non sono sicura che lei possa provare quello che provo io, sicuramente mi vuole un gran bene e forse è innamorata a livello inconscio e non se ne rende nemmeno conto, ma nel pratico, ci sono cose che mi frenano. Più volte ci è capitato di sentire storie di ragazze che hanno ricevuto dichiarazioni da parte delle amiche e lei nel sentirle diceva che se mai capitasse a lei, sarebbe tremendo. Ha sempre rinnegato il pensiero di stare fisicamente con una donna, non la sfiora nemmeno, e anche io vedo dei controsensi in questo perché con me poi ha questo tipo di relazione sentimentale che davvero ricorda l'amore ma che lei continua a definire un rapporto tra sorelle. A volte, il suo rimarcare fortemente quest'aspetto, del considerarmi sangue del suo stesso sangue, mi fa pensare quasi che sia un blocco che lei mette quando intuisce qualcosa. Poi lei quasi rinnega l'idea dell'amore nato dall'amicizia. Lei è di tutt'altro avviso. Per me è l'esatto opposto, nel senso che credo che l'amore nasca lentamente prima da una conoscenza, mentre lei ha sempre dato molta importanza all'impatto fisico, all'attrazione e solitamente le sue storie si sono formate così, da una forte attrazione (ovviamente hanno fatto tutte una brutta fine). Ma quando le è capitato il contrario, ovvero di amici che si sono dichiarati, a lei quasi inorridiva il pensiero. Insomma, lei è la classica ragazza che ti relega nella friend zone e da lì non puoi passare oltre. Ovviamente, so che con me è diverso perché di certo l'affetto che la lega a me non è quello che poteva legarla agli altri amici che le si sono poi dichiarati, ma comunque in generale lei si è sempre comportata così, se ti vede come amico, sei quello e basta. E poi c'è il suo grande desiderio, quello della famiglia, lei sogna molto il matrimonio e l'essere madre (so che sono cose a cui si può rimediare anche in una relazione omosessuale, ma lei non è di mentalità così aperta al momento credo e penso che uno dei suoi primi limiti sarebbe proprio questo).

    Comunque anche io mi sono raccontata questa storia a volte sai? Quando vedevo che tutte le sue relazioni duravano poco e niente o che comunque lei si innamorava (forse con trappa facilità) sempre ma non costruiva una relazione duratura. La sua difficoltà nel trovare l'uomo giusto e parallelamente il consolidarsi di un unico rapporto forte e stabile (e anche romantico alla lontana) con me, mi faceva pensare che forse il suo vero amore ero io. Insomma, dolce sognar...

    Ovviamente no, non voglio che sia così per sempre. Io mi sono sempre immaginata di dichiararmi un giorno quando l'avrei finalmente superato e anche lei avesse finalmente trovato l'amore della vita, raccontandole quello che ho provato per lei per anni, amandola dietro le quinte... Ma non so che direzione prenderà questa situazione. Il momento mi sembra quella più sbagliato ora come ora, e penso che davvero potrebbe sconvolgerla parecchio una dichiarazione del genere da parte mia. La cosa veramente straziante è che vorrei tanto parlargliene, perché a lei dico davvero tutto, ma purtroppo per ora devo tacere :(

    Grazie comunque per la risposta <3 è incoraggiante leggere commenti così positivi e che fanno il tifo per me *_*

    Edited by Binlove

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Ti rispondo subito dicendoti che i mignolini sono di Brittany e Santana Mi sto un po' facendo del male con queste storie di Best che si mettono insieme (vabbè XD)

    Hai centrato perfettamente il punto comunque, sì, non voglio portarmela a letto, ovviamente. L'attrazione nei suo confronti è venuta in secondo momento, penso trascinata dal sentimento, anche perché non mi sento attratta da altre ragazze quindi non è un discorso che parte da un'attrazione, ma da un sentimento. E' un'amicizia che si è tramutata in qualcos'altro. Sicuramente è anche il modo in cui lei si è comportata con me negli anni che mi ha portato ad amarla, se avessi avuto una figura maschile che si fosse posta con me in egual modo e mi avrebbe fatta sentire così importante, magari mi sarei innamorata di lui, non di lei. Ma il fatto di non aver avuto profondi legami con i ragazzi e il fatto che lei mi abbia dato davvero tanto più amore si possa immaginare, e come semplice amica, mi ha portata a provare questi sentimenti. Comunque sì, lei è davvero ambigua con me, ma resta tutto sotto forma di gioco e scherzo. Io mi rendo conto che non tutte le amiche giocano in questo modo. Tipo, dice di avere una relazione con il mio naso (lo adora e dice che è solo suo XD) e lo bacia e lo morde in continuazione. Io faccio lo stesso con la sua pancia (ma io sono consapevole di provare un sentimento, per lei invece è tutto normale e per niente ambiguo). A volte invece fa la scema e fa finta di sedurmi. Di battute ce ne sono a bizzeffe, appunto l'ultima volta mi ha detto proprio "amore, ma io devo sedurti ogni tanto" mentre lo stava facendo. Oppure, nell'osannare all'amore per me disse "ma quello è troppo un amore fisico e mentale". Per questo dico, a vederci dall'esterno è davvero un rapporto ambiguo, anche se lei sostiene il contrario, io me ne rendo conto. Ma comunque non sono sicura che lei possa provare quello che provo io, sicuramente mi vuole un gran bene e forse è innamorata a livello inconscio e non se ne rende nemmeno conto, ma nel pratico, ci sono cose che mi frenano. Più volte ci è capitato di sentire storie di ragazze che hanno ricevuto dichiarazioni da parte delle amiche e lei nel sentirle diceva che se mai capitasse a lei, sarebbe tremendo. Ha sempre rinnegato il pensiero di stare fisicamente con una donna, non la sfiora nemmeno, e anche io vedo dei controsensi in questo perché con me poi ha questo tipo di relazione sentimentale che davvero ricorda l'amore ma che lei continua a definire un rapporto tra sorelle. A volte, il suo rimarcare fortemente quest'aspetto, del considerarmi sangue del suo stesso sangue, mi fa pensare quasi che sia un blocco che lei mette quando intuisce qualcosa. Poi lei quasi rinnega l'idea dell'amore nato dall'amicizia. Lei è di tutt'altro avviso. Per me è l'esatto opposto, nel senso che credo che l'amore nasca lentamente prima da una conoscenza, mentre lei ha sempre dato molta importanza all'impatto fisico, all'attrazione e solitamente le sue storie si sono formate così, da una forte attrazione (ovviamente hanno fatto tutte una brutta fine). Ma quando le è capitato il contrario, ovvero di amici che si sono dichiarati, a lei quasi inorridiva il pensiero. Insomma, lei è la classica ragazza che ti relega nella friend zone e da lì non puoi passare oltre. Ovviamente, so che con me è diverso perché di certo l'affetto che la lega a me non è quello che poteva legarla agli altri amici che le si sono poi dichiarati, ma comunque in generale lei si è sempre comportata così, se ti vede come amico, sei quello e basta. E poi c'è il suo grande desiderio, quello della famiglia, lei sogna molto il matrimonio e l'essere madre (so che sono cose a cui si può rimediare anche in una relazione omosessuale, ma lei non è di mentalità così aperta al momento credo e penso che uno dei suoi primi limiti sarebbe proprio questo).

    Comunque anche io mi sono raccontata questa storia a volte sai? Quando vedevo che tutte le sue relazioni duravano poco e niente o che comunque lei si innamorava (forse con trappa facilità) sempre ma non costruiva una relazione duratura. La sua difficoltà nel trovare l'uomo giusto e parallelamente il consolidarsi di un unico rapporto forte e stabile (e anche romantico alla lontana) con me, mi faceva pensare che forse il suo vero amore ero io. Insomma, dolce sognar...

    Ovviamente no, non voglio che sia così per sempre. Io mi sono sempre immaginata di dichiararmi un giorno quando l'avrei finalmente superato e anche lei avesse finalmente trovato l'amore della vita, raccontandole quello che ho provato per lei per anni, amandola dietro le quinte... Ma non so che direzione prenderà questa situazione. Il momento mi sembra quella più sbagliato ora come ora, e penso che davvero potrebbe sconvolgerla parecchio una dichiarazione del genere da parte mia. La cosa veramente straziante è che vorrei tanto parlargliene, perché a lei dico davvero tutto, ma purtroppo per ora devo tacere :(

    Grazie comunque per la risposta <3 è incoraggiante leggere commenti così positivi e che fanno il tifo per me *_*

    Giusto per restare in tema Brittana, ricordi come Brittany cominciò quella semi-dichiarazione d'amore per Santana, che in quattro stagioni si sarebbe evoluta nientepopodimeno che in un matrimonio? "San, a me...piace quando ci facciamo le coccole" e ho detto tutto!

    Lo so, la vita non è un telefilm, ma quasi xD e spero che ricordarti questo particolare ti dia un piccolo barlume di speranza.

    In ogni caso, credo che quel definirvi sorelle con insistenza sia, come dici tu, per lei, come alzare una barriera ed impedirvi di entrare in quella che sarebbe una vera e propria relazione. Può darsi che abbia paura di uscir fuori anche lei, come può darsi che tu abbia frainteso le sue intenzioni (anche se mi sembra improbabile considerate quelle che appaiono come delle avance, dannazione!) oppure che non si sia accorta di essere innamorata di te xD

    Ti posso assicurare che il vostro non può essere definito un rapporto fraterno: con mia sorella maggiore è un continuo coccole e baci, anche sulle labbra, con la differenza che tra noi non c'è un minimo di tensione sessuale, per fortuna xD, non siamo dipendenti l'una dall'altra, non sentiamo questo bisogno quasi ossessivo di stare sempre insieme. Invece la vostra chimica è ...palpabile! Si sente da come ne parli. Ma sei comunque tu a dover decidere se e quando sarà possibile parlarle di questa cosa, noi che siamo estranei alla vicenda, come hai detto tu, possiamo solo darti qualche consiglio, e il mio è chiaro e semplice: anche se sarà fra due, tre, quattro anni, glielo dovrai dire, o il fatto di poterle stare vicino, ma non abbastanza come vorresti, ti farà male.

    Ci sarà pure un momento buono per farlo!

    Se non lo farai tu, quando raggiungerò la maggiore età (quindi hai un bel po' di tempo) e prenderò la patente, vi cercherò per tutta Napoli e glielo dirò io!

    Caldi abbracci. u.u

    Edited by KrarayanDasH999

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    tipnick

    A mente lucida, ho letto tutto il testo. Voi ragazze siete proprio complicate ah...Innanzi tutto così come hai accettato di essere innamorata di lei devi accettare il fatto di essere bisex a questo punto. Io riguardo a voi ragazze, penso che in realtà lo siate un po' tutte :asd: .

    Poi la tua situazione è moolto, moolto complicata. Io fossi in te a questo punto lnizierei a giocare un po': mi inizierei a frequentare con qualche ragazzo per vedere lei come reagisce. E poi dopo che ti sei iniziata a frequentare con questo ragazzo le confessi quello che provi per lei. Se ti dice che lei non prova niente, allora sei uscita da questa situazione bloccante e comunque non sei sola dato il ragazzo con qui ti stavi frequentando, se ti dice che anche lei è innamorata follemente di te, allora convincila a lasciare il suo ragazzo, lascia perdere il ragazzo che stavi frequentando come seconda opzione, mettiti con lei e vivete per sempre felici e contenti. Se ti dice che prova qualcosa per te, ma è repressa e vuole continuare ad avere ragazzi, allora, puoi decidere se, lasciarla perdere oppure continuare a frequentarti col ragazzo e continuare allo stesso tempo la vostra coccolo-amicizia ( non so in che altro modo definirla, dato che non mi sembra dal topic che avete fatto sesso vero e proprio)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    A mente lucida, ho letto tutto il testo. Voi ragazze siete proprio complicate ah...Innanzi tutto così come hai accettato di essere innamorata di lei devi accettare il fatto di essere bisex a questo punto. Io riguardo a voi ragazze, penso che in realtà lo siate un po' tutte :asd: .

    Poi la tua situazione è moolto, moolto complicata. Io fossi in te a questo punto lnizierei a giocare un po': mi inizierei a frequentare con qualche ragazzo per vedere lei come reagisce. E poi dopo che ti sei iniziata a frequentare con questo ragazzo le confessi quello che provi per lei. Se ti dice che lei non prova niente, allora sei uscita da questa situazione bloccante e comunque non sei sola dato il ragazzo con qui ti stavi frequentando, se ti dice che anche lei è innamorata follemente di te, allora convincila a lasciare il suo ragazzo, lascia perdere il ragazzo che stavi frequentando come seconda opzione, mettiti con lei e vivete per sempre felici e contenti. Se ti dice che prova qualcosa per te, ma è repressa e vuole continuare ad avere ragazzi, allora, puoi decidere se, lasciarla perdere oppure continuare a frequentarti col ragazzo e continuare allo stesso tempo la vostra coccolo-amicizia ( non so in che altro modo definirla, dato che non mi sembra dal topic che avete fatto sesso vero e proprio)

    Il fascino delle ragazze, caro Nick...si devono sempre far desiderare, che preziose che sono u.u

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    LocoEmotivo

    La cosa strana è che non provo attrazione per altre ragazze. Solitamente guardo i ragazzi, anche per strada, o nel mondo dello spettacolo, mi sento attratta dal corpo maschile e non mi dispiacerebbe l'idea di stare fisicamente con un ragazzo. Ma il blocco sta nel cuore e nella mente, perché se mi chiedete se vorrei stare fisicamente con la mia amica, beh non posso negare di non averci pensato, sono attratta da lei perché ne sono innamorata. C'è chi mi ha detto che il fatto che possa piacerti una ragazza non voglia dire che debbano piacerti per forza le ragazze in generale. Non è importante chi ti attrae, in sostanza, ma di chi ti innamori. E qui siamo di fronte ad un palese esempio di amicizia che sfocia in amore superando la sessualità.

    Questo è generalmente il concetto di base della bisessualità: ti innamori prima della persona, più che del suo involucro.

    Quindi, forse forse sei iscritta anche tu al club ;)

     

    No indubbiamente, sono abbastanza grande ormai da sapere che lei ha il suo preciso orientamento sessuale.

    No, no. Non è vero.

    Coccole? Grattini? Parti preferite?

    Siamo sempre innamorati dei nostri amici, ma è un amore più platonico che fisico: ecco perché generalmente non ci andiamo a letto insieme, e perché un abbraccio è la cosa più intima che ci si possa scambiare. Voi due, però, da quel che scrivi siete parecchio oltre: a parte la lingua in bocca, avete già fatto tutto.

    Forse, su qualche altro forum, lei sta scrivendo un post simile a questo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    tipnick

    Il fascino delle ragazze, caro Nick...si devono sempre far desiderare, che preziose che sono u.u

    Hai proprio ragione e per questo vi adoro  :maninlove:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sampei
    in tutto ciò lei sostiene che siamo come sorelle, ma intanto io non credo che con una sorella ci sia tutta quella fisicità. Ai suoi occhi, sarà sicuramente un qualcosa di davvero innocente, ma la realtà è che è un rapporto abbastanza ambiguo, anche per due migliori amiche, e può sembrare palesemente altro dall'esterno.

     

    a vederci dall'esterno è davvero un rapporto ambiguo, anche se lei sostiene il contrario, io me ne rendo conto

     

    Ci sono due punti di vista su questi casini.

     

    Nessun eterosessuale si sognerebbe di pensare/dire/considerare che il proprio rapporto con un amico sia ambiguo. Infatti la tua amica non lo pensa affatto. Tu invece sì.

     

    L'orientamento sessuale non è solo "mi piacciono il sorriso, il labbro inferiore e la tetta sinistra della mia amica ma non mi piace la coscia di belen o il culo di J-Lo". L'orientamento sessuale - anche e soprattutto per le persone che sono meno capaci di distinguere attrazione sessuale e affettività - è presa di consapevolezza, è onestà intellettuale verso se stessi, è identità. Non è tutto questo necessariamente, ovvio, eppure capita che, ad un certo punto, le circostanze esigano giocoforza da una persona che essa faccia chiarezza con se stessa, perché non si può vivere senza identità. Ci si priva di troppe cose e si vive nell'ombra di qualcun altro, aspettando Godot.

    Edited by Sampei

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Tyrael

    Innanzitutto benvenuta compaesana :D 

    Prima di rispondere alle tue domande ho da porti io delle domande, un po per curiosità un po per capire meglio, sta a te ovviamente rispondere o meno eh xD

    - nel periodo in cui ti sentivi bloccata in un corpo che non era il tuo, ti masturbavi sui ragazzi o sulle ragazze? penso sia difficile reprimere quello che si è e nell'intimità qualcosa viene fuori. 

    - durante il periodo di cambiamento o "evoluzione" hai preso coscienza che il tuo star male è dipeso dal tuo aspetto? 

    - Il tuo vedere lei come "amore" non è forse dipeso da una realtà falsata che ti sei costruita?

     

    Penso che lei sia etero e che tu vuoi forzare l'amicizia solo per soddisfare questo tuo bisogno di vederla come ragazza, ti ha aiutato,ti ha dato l'affetto negato in famiglia, ti è stata vicina, ti ha fatto i grattini, le coccole ma non si è mai spinta oltre non si è fermata sul tuo velano. Ahimè il castello sta crollando... ma fai bene a salvaguardare la sua amicizia a discapito delle tue emozioni, bisogna sacrificare qualcosa per un sentimento.

     

     

     

    Voi cosa mi consigliate?

    certo continuare con queste effusioni bene non ti fai, il distacco farebbe male a te e a lei, quindi ti consiglio di metabolizzare la cosa, di vederla come amica, tanto il mare è pieno di lesbiche (fortunatamente).

     

     

    Cosa ne pensate prima di tutto?

    che è un classico che chi più chi meno ha vissuto. Tu probabilmente sei lesbica, lei etero, incompatibilità e sofferenze più di delitto e castigo xD

     

     

    E soprattutto, vi siete mai trovati in circostanze simili?
     

    Si, con un mio caro amico che conosco da quando ero un pulcino, lui mi indirizzo al sesso (ero giovane e ingenuo, ora le cose son ben diverse :D) e ci stavo male, lo vedevo e lo volevo, non in senso amoroso ma forse più sessuale e ciò mi faceva stare male. Ora, dopo molti anni, siamo ancora amici, lui è felicemente fidanzato con una ragazza (e già mi ha detto che vorrebbe sposarsi), di base nutro ancora affetto ma ci convivo, anche perchè ora frequento un ragazzo LoL 

     

     

     

    Come ne siete usciti?
     

    conoscendo ragazzi gay :P

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Hai proprio ragione e per questo vi adoro :maninlove:

    Anche se non mi trovo nella categoria "ragazze", ehm...grazie u.u

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Oddeo. Vedo che le diamo tutti consigli diversi, così la confondiamo, povera D: io me sto zitta.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    tipnick

    Anche se non mi trovo nella categoria "ragazze", ehm...grazie u.u

    Ahahah ok allora ti devo inserire nella categoria: bro?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Perfetto, trattami come se fossi un ragazzino. O un essere asessuato... No, va be la categoria bro va più che ok! XD

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    dogriver

    Anche a me in passato è capitato di pensare: "mah.... non so se sono veramente gay.... Ok, di LUI, sono innamorato, ma penso potrebbe essere un unicum".... (* in passato avevo sempre avuto storie etero....). Beh, non era affatto così.... alla storia del "caso particolare", non credo (più).... Ergo, per me etero non lo sei.... Poi potresti anche non innamorarti di nessun'altra ragazza in vita tua, ma non cambia nulla, per me etero non lo saresti comunque.... Poi magari potresti essere attratta ANCHE dagli uomini.... le sfumature esistono.... :-)

     

    Secondo me il tuo orientamento in tutto ciò è secondario.... il punto principale è che questa storia non può andare avanti in questa maniera.... Tu al momento preferisci lasciare le cose come stanno, ovvio, temi le ripercussioni, ma prova a pensare a questa situazione: Lei nel breve/medio termine conosce un uomo, decide che è quello giusto, mette su famiglia, figli, etc etc.... Certo, resterai sempre la sua grande amica, ma il rapporto cambierà, eccome se cambierà!! E tu ne usciresti con le ossa rotte.... rosichi adesso che continui ad essere il suo centro dell'universo, figurati se poi messa in secondo, terzo o quarto piano....!! Non si può andare avanti così, qualcosa devi fare.... Tu adesso sei innamorata, ovvio che non riesci a provare attrazione per altri/e.... il suo punto di vista della faccenda non lo conosciamo, ed è impossibile fare previsioni, forse lei prova davvero qualcosa di molto intenso per te, ma cosa cambia se poi è decisa a mantenere in certi confini 'sta storia propendendo per il trovarsi un uomo e mettere su una famiglia tradizionale?!

    Edited by dogriver

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Giusto per restare in tema Brittana, ricordi come Brittany cominciò quella semi-dichiarazione d'amore per Santana, che in quattro stagioni si sarebbe evoluta nientepopodimeno che in un matrimonio? "San, a me...piace quando ci facciamo le coccole" e ho detto tutto!

    Lo so, la vita non è un telefilm, ma quasi xD e spero che ricordarti questo particolare ti dia un piccolo barlume di speranza.

    In ogni caso, credo che quel definirvi sorelle con insistenza sia, come dici tu, per lei, come alzare una barriera ed impedirvi di entrare in quella che sarebbe una vera e propria relazione. Può darsi che abbia paura di uscir fuori anche lei, come può darsi che tu abbia frainteso le sue intenzioni (anche se mi sembra improbabile considerate quelle che appaiono come delle avance, dannazione!) oppure che non si sia accorta di essere innamorata di te xD

    Ti posso assicurare che il vostro non può essere definito un rapporto fraterno: con mia sorella maggiore è un continuo coccole e baci, anche sulle labbra, con la differenza che tra noi non c'è un minimo di tensione sessuale, per fortuna xD, non siamo dipendenti l'una dall'altra, non sentiamo questo bisogno quasi ossessivo di stare sempre insieme. Invece la vostra chimica è ...palpabile! Si sente da come ne parli. Ma sei comunque tu a dover decidere se e quando sarà possibile parlarle di questa cosa, noi che siamo estranei alla vicenda, come hai detto tu, possiamo solo darti qualche consiglio, e il mio è chiaro e semplice: anche se sarà fra due, tre, quattro anni, glielo dovrai dire, o il fatto di poterle stare vicino, ma non abbastanza come vorresti, ti farà male.

    Ci sarà pure un momento buono per farlo!

    Se non lo farai tu, quando raggiungerò la maggiore età (quindi hai un bel po' di tempo) e prenderò la patente, vi cercherò per tutta Napoli e glielo dirò io!

    Caldi abbracci. u.u

    ahahah sei fantastica XD Dai ti aspetto allora, così mi dai una mano :P Infatti ho provveduto ad informare il mio migliore amico (l'unico che l'ha saputo) di rivelarle tutto se ci fosse qualche imprevisto. Comunque guarda... tra le tante ipotesi che mi ha dato, forse quella a cui credo di più è l'ultima, nel senso, non si è accorta di essere innamorata, probabile. Io credo che il suo sia "innamoramento" in un certo senso, ma che non sfocia nel sensuale. Sono abbastanza convinta del fatto che lei, per i motivi che ti spiegavo anche prima, non vedrebbe mai qualcosa di romantico tra noi (anche se romantiche lo siamo già abbastanza). Per lei credo che davvero sia qualcosa di molto innocente, anche se non si può di certo accostare ad un rapporto fraterno come continua a fare lei. A volte è capitato che lei apparisse più innamorata di me che di qualche ennesimo suo fidanzato, e questo la dice lunga,  ma penso che aldilà di tutto sia davvero etero senza alcun margine di errore. Anche se sentimentalmente può provare queste cose per me, è comunque molto attratta dai ragazzi, dei quali finisce abbastanza sotto continuamente. Mi fa morire quando se ne esce con cose tipo "vabbè i ragazzi passano, tu mai" oppure "no ma con loro è una cosa fisica". Ovviamente tutto buttato sullo scherzo :P

    Come ho detto prima lei è molto affettuosa e fisica anche con gli amici, e credo che con me si lasci andare di più proprio perché non penserebbe mai ci fosse qualcosa di malizioso sotto, penso che con un amico maschio etero non lo farebbe, non a questi livelli, proprio perché ci sarebbe il rischio di fraintendimenti. 

    Ah comunque ho dimenticato di dire che tra le varie battutine varie ci diciamo anche che siamo "irresistibili" a vicenda (col tono di bimbe di due anni soprattutto XD)... Poi tipo come ho detto io le accarezzo sempre la pancia, se capita che dormiamo insieme, la posizione è quasi sempre quella del cucchiaio (io faccio quello grande) e le accarezzo la pancia. Una volta in viaggio è capitato che una sera non mi avvicinai e rimasi nella mia parte del letto, lei subito mi attirò prendendo la mia mano e mettendola sulla sua pancia.

    Di cose ambigue ce ne sono, ma io penso veramente che per lei il rapporto è semplicemente impostato così e non ci sia niente di male.

    Comunque concordo con una cosa, e cioè, che prima o poi io debba dirglielo. Non so come né quando, ma più che per avere una risposta da parte sua (non è quello che mi preme davvero), è condividere con quella che resta la mia migliore questa parte importante di me. E' assurdo che proprio la persona alla quale dico tutto e che sa tutto di me, non conosca una cosa tanto importante, e neanche lo immagina. E riguardo a questo: non è neanche tanto sveglia perché io credo che se uno è oggetto di un amore così grande se ne accorga prima o poi. Ci sono tante persone che si illudono di cose che non esistono, e lei non sente queste cose? Eppure non credo di essere tanto discreta, anzi, negli ultimi anni sono diventata sempre più palese. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Scusami se te lo dico Ciccia, ma la tua amica è un po' tonta allora! Ci è o ci fa? Perché fa l'ambigua, ma continuando a insistere sulla cosa delle sorelle e a uscire con altri ragazzi?? Renditi conto che me la sto prendendo sul personale, eh. Hai ragione a dire che è poco sveglia xD come può, appunto, uno essere così amato e non accorgersene?? Va be, non proprio accorgersene...ma un pizzico di dubbio, almeno!

    In ogni caso, se lei dovesse essere anche inconsciamente innamorata di te, non puoi dire che sia del tutto etero, eh.

    Ora ho finito le parole. Non mi ricordo più come si pensa, ehm...allora, ricorda ciò che ti ho detto-anche se non mi ricordo neanch'io cos'era- e parla il prima possibile, o resterai con quel macigno sullo stomaco per chi sa quanto tempo!

    Se la situazione si mette male dovrò partire per Napoli prima di quanto pensassi! Guarda caso il 15 e il 16 marzo sarò a Isernia praticamente a due passi! Ti terrò d'occhio.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    faby91

    Esci con qualche ragazza lella. Punto.

    Senza se e senza ma.

    E staccati un po' da lei

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Questo è generalmente il concetto di base della bisessualità: ti innamori prima della persona, più che del suo involucro.

    Quindi, forse forse sei iscritta anche tu al club ;)

     

    No, no. Non è vero.

    Coccole? Grattini? Parti preferite?

    Siamo sempre innamorati dei nostri amici, ma è un amore più platonico che fisico: ecco perché generalmente non ci andiamo a letto insieme, e perché un abbraccio è la cosa più intima che ci si possa scambiare. Voi due, però, da quel che scrivi siete parecchio oltre: a parte la lingua in bocca, avete già fatto tutto.

    Forse, su qualche altro forum, lei sta scrivendo un post simile a questo.

     

    Sì anche io ho pensato alla bisessualità perché è l'unica risposta che si possa dare anche se in effetti continuo a non spiegarmi perché fisicamente mi piacciano i ragazzi e le ragazze non le ho mai neanche guardate. Vabbè come dicevo prima, è un po' come se mi sentissi impegnata. Quando si è completamente innamorati di una persona, non si guarda agli altri. E' un po' quello che succede a me forse. Per questo nemmeno guardo le altre ragazze, quindi nemmeno mi posso rendere conto che mi piacciano o meno. Ma se ti devo dire che mi sentirei più a mio agio a starci insieme fisicamente, questo no non te lo posso assicurare. E' una situazione strana sì, e il fatto che io non abbia provato né quello né quell'altro complica ancora di più le cose.

    Sull'amore platonico, mah, io credo che fondamentalmente sia quello che lei provi. E' vero a parte baci a stampo, non ci siamo mai baciate, ma restiamo ad un livello di coccole e tenerezza, non sono mai cose abbastanza travisabili, eccetto un solo singolo episodio in cui forse lei più si è lasciata andare e in un momento di tenerezza ha cominciato a darmi una serie di baci alla base del collo (ti lascio immaginare la mia sensazione), e poi si è fermata, come se si fosse resa che era troppo e se ne uscì con un battuta "tu non subisci il mio fascino"... ma tutt'altro XD ma infatti a me uscì un'esclamazione sul momento a caldo perché era troppo ridicola come affermazione. Ma questo sempre tutto sul gioco e sullo scherzo, infatti non colse nemmeno la mia risposta, credo che anche un po' di proposito non l'abbia fatto o perché non lo crede neanche lontanamente immaginabile.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Ci sono due punti di vista su questi casini.

     

    Nessun eterosessuale si sognerebbe di pensare/dire/considerare che il proprio rapporto con un amico sia ambiguo. Infatti la tua amica non lo pensa affatto. Tu invece sì.

     

    L'orientamento sessuale non è solo "mi piacciono il sorriso, il labbro inferiore e la tetta sinistra della mia amica ma non mi piace la coscia di belen o il culo di J-Lo". L'orientamento sessuale - anche e soprattutto per le persone che sono meno capaci di distinguere attrazione sessuale e affettività - è presa di consapevolezza, è onestà intellettuale verso se stessi, è identità. Non è tutto questo necessariamente, ovvio, eppure capita che, ad un certo punto, le circostanze esigano giocoforza da una persona che essa faccia chiarezza con se stessa, perché non si può vivere senza identità. Ci si priva di troppe cose e si vive nell'ombra di qualcun altro, aspettando Godot.

    Mi è piaciuto il tuo intervento. Anche per tu hai centrato uno dei punti per me fondamentali e cioè "cosa sono?". 

    Credo che prima di tutto io debba lavorare molto su me stessa.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    KrarayanDasH999

    Esci con qualche ragazza lella. Punto.

    Senza se e senza ma.

    E staccati un po' da lei

    Tu regali sempre un raggio di sole

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Innanzitutto benvenuta compaesana :D

    Prima di rispondere alle tue domande ho da porti io delle domande, un po per curiosità un po per capire meglio, sta a te ovviamente rispondere o meno eh xD

    - nel periodo in cui ti sentivi bloccata in un corpo che non era il tuo, ti masturbavi sui ragazzi o sulle ragazze? penso sia difficile reprimere quello che si è e nell'intimità qualcosa viene fuori. 

    - durante il periodo di cambiamento o "evoluzione" hai preso coscienza che il tuo star male è dipeso dal tuo aspetto? 

    - Il tuo vedere lei come "amore" non è forse dipeso da una realtà falsata che ti sei costruita?

     

    Penso che lei sia etero e che tu vuoi forzare l'amicizia solo per soddisfare questo tuo bisogno di vederla come ragazza, ti ha aiutato,ti ha dato l'affetto negato in famiglia, ti è stata vicina, ti ha fatto i grattini, le coccole ma non si è mai spinta oltre non si è fermata sul tuo velano. Ahimè il castello sta crollando... ma fai bene a salvaguardare la sua amicizia a discapito delle tue emozioni, bisogna sacrificare qualcosa per un sentimento.

     

     

     

    certo continuare con queste effusioni bene non ti fai, il distacco farebbe male a te e a lei, quindi ti consiglio di metabolizzare la cosa, di vederla come amica, tanto il mare è pieno di lesbiche (fortunatamente).

     

    Con periodo in cui mi sentivo bloccata intendi quando ero obesa? Beh mi masturbavo sicuramente poco, e comunque senza un'immagine prefissata, pensavo al fatto in sè. Durante il cambiamento fisico, no non era il mio aspetto fisico che mi faceva stare male, credevo semplicemente che cambiando fisicamente potessi essere più desiderata ma alla fine non è successo. I miei problemi e io sono rimasti gli stessi. Non sono più obesa, ma è come se mi ci sentissi. Non ho mai acquisito quella sicurezza e fierezza di me che il mio cambiamento fisico poteva legittimarmi, anzi, sono di base rimasta profondamente insicura. 

    Concordo con te su tutta la questione del mio innamoramento per lei. Io la penso esattamente come te, è stato un sommarsi di cose, e sì, lei è giusto che resti un'amica e per la solida amicizia che ho che voglio lottare. Non voglio avere una storia con lei o illudermi che ci sia speranza di qualcosa, voglio riuscire a superarlo e andarlo avanti e fare comunque la mia vita senza mietere vittime! Spero di riuscirci. Ci vuole una grande forza per sopportare tutto questo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Binlove
  • Topic Author
  • Anche a me in passato è capitato di pensare: "mah.... non so se sono veramente gay.... Ok, di LUI, sono innamorato, ma penso potrebbe essere un unicum".... (* in passato avevo sempre avuto storie etero....). Beh, non era affatto così.... alla storia del "caso particolare", non credo (più).... Ergo, per me etero non lo sei.... Poi potresti anche non innamorarti di nessun'altra ragazza in vita tua, ma non cambia nulla, per me etero non lo saresti comunque.... Poi magari potresti essere attratta ANCHE dagli uomini.... le sfumature esistono.... :-)

     

    Secondo me il tuo orientamento in tutto ciò è secondario.... il punto principale è che questa storia non può andare avanti in questa maniera.... Tu al momento preferisci lasciare le cose come stanno, ovvio, temi le ripercussioni, ma prova a pensare a questa situazione: Lei nel breve/medio termine conosce un uomo, decide che è quello giusto, mette su famiglia, figli, etc etc.... Certo, resterai sempre la sua grande amica, ma il rapporto cambierà, eccome se cambierà!! E tu ne usciresti con le ossa rotte.... rosichi adesso che continui ad essere il suo centro dell'universo, figurati se poi messa in secondo, terzo o quarto piano....!! Non si può andare avanti così, qualcosa devi fare.... Tu adesso sei innamorata, ovvio che non riesci a provare attrazione per altri/e.... il suo punto di vista della faccenda non lo conosciamo, ed è impossibile fare previsioni, forse lei prova davvero qualcosa di molto intenso per te, ma cosa cambia se poi è decisa a mantenere in certi confini 'sta storia propendendo per il trovarsi un uomo e mettere su una famiglia tradizionale?!

    Ma infatti io non la voglio frenare in queste cose, prima di esserne innamorata resto la sua migliore amica ed è normale che voglio lei si costruisca il futuro che desidera. Io so che sono relegata ad essere l'amica e forse lo sarò per tutta la vita. Infatti per questo sono restia a dirglielo, perché questo sarebbe semplicemente una bomba a mano sul nostro rapporto, e non cambierebbe comunque le cose, quindi tanto vale tenersi l'amicizia così com'è. Sono consapevole che il rapporto prima o poi cambierà, è inevitabile, si prevedono anche trasferimenti in altre città, e infatti è proprio quando il rapporto si allenterà un po' che secondo me sarebbe più giusto dirglielo, ma giusto per metterla al corrente, tanto le basi ci saranno, non credo ci sarà una rottura definitiva, ma almeno saprà la verità.

    Per quanto riguarda me sì, ti do ragione sul fatto che non me ne piacciano altre ora come ora perché sono presa da lei, e che molto probabilmente provo attrazione anche per gli uomini. Magari chissà quando mi disinnamorerò di lei vedrò che mi interessano anche altre... Bisogna vedere...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...