Jump to content
Sampei

Coming out in stile catastrofe apocalittica

Recommended Posts

Sampei

Ciao ragazzi,

scrivo a quest'ora della notte perché non riesco a dormire. Ho appena fatto CO in famiglia, e credo di essere ancora in stato catatonico. Sono esterrefatto, sono sconvolto.

Per favore siate comprensivi se scrivo cose incomprensibili e contorte, mi tremano ancora le mani.

Ho aspettato un momento tranquillo dopo cena per poter dire ai miei e a mio fratello che volevo informarli che sono gay. Ci stavo pensando da giorni, percepivo questa impellenza di dirlo, ma non riuscivo mai a beccare il momento giusto e ogni piccola circostanza mi faceva rimandare. Ma oggi no, oggi ho preso e mi sono gettato dal dirupo. Di testa.

Ho smesso di respirare, la vista si è annebbiata, i suoni si sono attutiti, e ho semplicemente detto che volevo giusto informarli del fatto che sono gay. Dapprima erano increduli, poi è iniziato l'orrore. Mio fratello piccolo, che NON era nella stanza e NON avrebbe dovuto ricevere la notizia, ha tuttavia origliato ed è scappato via a piangere disperato e traumatizzato. Mia madre dopo il totale mutismo iniziale, ha iniziato a dire che non si sentiva più genitore, non sapeva più chi era, troppe disgrazie colpiscono la famiglia, non ce l'ha con me ma non dovevo dirlo perché non era il momento, ecc.

Mio padre ha lanciato un paio di sedie per aria minacciando di spararsi e poi gridando disperato che aveva fallito, che io soffrivo e non se n'era accorto, che con me ha sbagliato tutto, che è un padre di merda, che la vita fa schifo, ecc.

Mio fratello (grande) è stato il più tranquillo e ha detto che non giudica la mia strana "scelta".

Sono seguiti momenti confusi di disperazione generale, panico, mio padre a dire che non avevo abbastanza esperienze sessuali per poter dire cos'ero, mio fratello a dire che facevo una vita troppo riservata e asociale per poter dire cose del genere, mia madre sconvolta e allucinata cercava parole politically correct per non insultarmi, mentre mio padre non ha avuto mezzi termini.

 

E' seguita una "gita notturna" in auto durante la quale mio padre ha cercato di convincermi che sono un ragazzino ingenuo che non sa nulla della vita ed è assolutamente immaturo e troppo giovane e inesperto, e che non si possono seguire le mode o scherzare su queste cose alla leggera, che c'è tempo per riflettere, che lui è stato un padre assente e incapace, che si assume le sue responsabilità, bla bla. Inoltre gli omosessuali non esistono.

 

Ho ripetuto per mille, diecimila volte: "è tutto ok, non vi preoccupate", "io sto bene, è tutto ok" "è tutto ok il mondo non è finito" ma sembrava come se l'apocalisse fosse calata annientando l'intero universo.

 

Ho detto che io parlavo sul serio, che sono in equilibrio, che mi fidavo ciecamente di loro e non volevo mentire, volevo parlargli di me visto che non lo faccio mai, ad ogni sferzata disperata contro di me con gli argomenti più incredibili gli ho detto che è tutto ok, è tutto ok, è tutto ok, è tutto ok, è tutto ok.

 

In seguito, dopo essermi steso sul letto per riprendermi, sono stato "riconvocato" in un'assemblea notturna con i miei genitori che dicevano che non mi avrebbero giudicato male, però l'eterosessualità è bella e uno non se la può precludere per questioni di principio, e poi non era il momento giusto per parlarne, e bisognava dirlo in privato, e poi cosa penserà la gente, e poi non ci si deve calare in un ruolo, e poi il mio carattere è testardo, e poi non si può mica lottare per i diritti dei gay, ecc.

 

Io ho risposto che grazie alle loro reazioni ora so esattamente come può sentirsi un pluriomicida che apre il fuoco in un asilo o un camionista che travolge una scolaresca in gita, per il modo in cui sono stato trattato.

 

Ad un certo punto mi è sembrato di essere un mostro orribile antropofago distruttore di anime e annientatore di famiglie. Ma poi li ho guardati in faccia e gli ho ripetuto ancora e ancora: "NO! io sono nel giusto, io sono così, siete voi gli stronzi! Io non sono cattivo, io sono una persona per bene, i vostri fottuti pregiudizi vi fanno credere che io sia un prostituto-violentatore-mostro-ermafrodito-transessuale-travestito-psicopatico-disadattato-carcerato ecc ma non è vero! Io sono forte! Io lotterò sempre e comunque! Io sono forte e me ne fotto del giudizio delle persone! E voi scegliete se odiarmi o no ma io sono nel giusto! Io sono forte! E' tutto ok! E' tutto ok!

 

Loro rispondevano "ma tu ci hai sopravvalutati, siamo troppo vecchi per sentire certe cose, ecc"

Ho risposto che io ho voluto parlare loro perché credevo di avere dei genitori di mentalità aperta, di sinistra, che credono nei diritti e nell'eguaglianza, e invece mi ritrovo due schifosi fascisti cattolici inconsapevoli.

 

I toni si sono abbassati, e si è ricominciato a parlare di chi doveva prendere l'auto il giorno dopo, di chi deve andare a comprare il cibo per i gatti, di un paio di bollette da pagare.

 

La giornata più abominevole e inaudita della mia vita. Sono a pezzi. Però dentro di me non riesco a dirmi di aver fatto un errore. Io sono nel giusto.

Edited by Sampei

Share this post


Link to post
Share on other sites
faby91

Mah.. Anacrostico...

Soprattutto non capisco tuo fratello piccolo che scappa piangendo.. Mah

Presumo per i toni caldi della discussione..

 

Comunque devo dire che proprio non avevi capito una cippa dei tuoi eh!! XD

 

Su con la vita! Poteva andare peggio.. Poteva piovere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MrPicasso

Beh... Ti capisco perchè anche se in modo molto più soft e meno "affollato" (l'ho detto prima a mia madre e dopo 4 mesi a mio padre, non ho fratelli) è stata più o meno la reazione che ho ricevuto, perlomeno quella di tua madre...

 

Non dubitare di te stesso, non pensare neanche di essere lontanamente comparabile a un pluriomicida... Ci sono passato e alla fine sono andato in depressione per questo... Esci con gli amici, fai di tutto per non fossilizzarti su quello che è successo, con il tempo le cose andranno scemando...

Paradossalmente la reazione di tuo padre è stata la "più positiva", almeno ha pensato anche a te e non solo a se stesso... Lascia passare un po' di tempo e poi prova a parlare di nuovo solo con lui, magari fagli vedere qualche articolo o questo forum...

Share this post


Link to post
Share on other sites
yalen86

Più o meno come è successo anche a me.. anche se in modo meno affollato. Sono figlio unico.. e di scappare è scappato solo il gatto per le urla :asd:

Cerca di stare tranquillo. Continua con la tua vita. Questi giorni e prossimi mesi saranno sempre caldi.. da una parte vorranno studiarti.. dall'altra ti "odieranno" per questa notizia.. ma poi piano piano la cosa si calmerà. 
Non farti sopraffare dai tuoi sentimenti.. dal fatto che ti sentirai abbandonato, discriminato (anche in termini di amore) dai tuoi genitori (ebbene si.. mia madre si era buttata sul gatto nei giorni successivi al mio CO :asd: ).. fagli vedere che sei la persona di sempre. Che è tutto ok. 
Vedo inoltre che sei riuscito a tenere testa ai tuoi genitori.. elencandoli come cattolici, omofobi ecc ecc.. come dire: non si conoscono mai abbastanza le persone.. loro davano per scontato che tu fossi etero, riservato, tranquillo ecc e bum! è arrivata questa "notizia" che ha cambiato un po' la percezione su di te.. rigirandola.. tu credevi che fossero di sinistra, attenti ai diritti ecc e invece forse non era così. Parlatene magari di questo, evita di innalzare dei muri (soprattutto tu).. come feci io per 7 mesi che non parlai mai con i miei se non per si-no. 

Ti dico solo.. congratulazioni per la presa di coraggio e in bocca al lupo :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
faby91

Io non capisco cosa c'entra esser di sinistra...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Beh non mi sembra così apocalittico...

 

Cioè lo è forse rispetto ad una aspettativa tua un po' troppo

ottimistica, che ti ha portato a fare un CO collettivo con tutti

i familiari ( è chiaro che le reazioni tendono ad alimentarsi

l'una con l'altra...tipo "coro degli etero" in una tragedia greca )

 

Ma spesso si è portati a vedere le cose più "rosa" di quanto non

siano, a non voler vedere quanto l'Italia sia un paese omofobico

in tanti piccoli aspetti. E' anche un modo inconscio per darsi coraggio

 

Tuttavia è vero che hai tenuto testa bene....ti hanno "riconvocato"

il ché significa che fra di loro ne hanno riparlato e hanno capito che

la loro prima reazione istintiva era sbagliata

 

Certo han  continuato a dire scempiaggini ma direi che le parti si siano

invertite ed eri tu a giudicare loro

 

 

Io non capisco cosa c'entra esser di sinistra...

 

Suppongo sia stato il modo in cui Sampei ha colto una contraddizione

dei suoi genitori ( di mentalità aperta...in modo del tutto superficiale 

per poter ribaltare le parti: voi che dite "a-b-c-d" poi all'atto pratico...)

 

In realtà è chiaro che le idee politiche sono solo un piccolo tassello

della personalità di ognuno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Icoldibarin

Mi spiace per queste illogiche reazioni, ci vorrà del tempo per far metabolizzare ai tuoi la notizia.

Io inizierei a parlare bene col tuo fratello grande visto che mi è sembrato il più calmo e spiegarli che l'omosessualità non è proprio una 'strana scelta'.

Poi ci vorrà molta fatica per ripulire i tuoi dai pregiudizi ed è meglio se sarete in due.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rookie92

Prima di tutto: sei stato molto coraggioso, fare CO è sempre un problema, purtroppo non hai ricevuto la comprensione che speravi, ma non avvilirti, dagli tempo lascia che tuo padre lanci altre due o tre sedie per sfogarsi e come qualcuno ti ha detto ora devi appoggiarti a tuo fratello maggiore ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
gaber90

Da come scrivi davo per scontato l'avessi già fatto da tempo. Non ho fatto ancora CO con i genitori e non saprei dirti, ti siamo vicini e vedrai andrà bene i prossimi giorni!!

 

Via Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò

Dai che ce l'hai fatta...ora non dovrai più preoccuparti di fare CO :)):....

Share this post


Link to post
Share on other sites
mentecritica

Purtroppo l'appartenenza politica c'entra davvero poco...È un po' come nessuno è razzista ma se la figlia si fidanza con un nero ecco le tragedie greche...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

 

 


Però dentro di me non riesco a dirmi di aver fatto un errore. Io sono nel giusto.

 

Non possiamo aggiungere altro.

Un abbraccio :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Amor-fati

Quoto almadel, il fatto che tu abbia il distacco necessario per capire che loro hanno torto e tu ragione ti fa già onore.

 

Le madri! Si crede sempre che nei confronti di un figlio gay possano essere più benevole. Nulla di più errato, anzi, in certi casi finiscono con l'essere più castranti dei padri: credo trovino inconcepibile, a livello insconscio, l'idea che quel figlio con cui avevano instaurato un rapporto edipico possa aver in realtà preferito il padre.

La perdita di mascolinità in questo senso le fa sentire madri di un mezz'uomo, di una femmina mancata, poco protette. 

 

Lo iato che c'è tra il professarsi progressisti e il trasformare in azione tali affermazioni, rimane incolmabile fintanto che manca il coraggio per riempirlo. Per conoscere davvvero una persona, (e cito mia madre, che di cazzate ne dice tante ma questa volta ha davvero ragione) bisogna mangiarci insieme un chilo di sale. È normale che tu ti fidassi di loro; se avessero un minimo di dialogo con la propria coscienza scoprirebbero la gravità del tuo lungo silenzio: il fallimento sta nel non averlo capito da soli.

 

Sei coraggioso, hai due palle come la wrecking ball di Miley Cyrus. Potresti andare ovunque anche senza di loro; magari non ancora, dato che suppongo tu stia studiando (lettere, scommetto) all'università.

 

I genitori hanno sempre la presunzione che i figli debbano essere loro grati per qualsiasi cosa, ma davvero non capiscono che dal nostro punto di vista l'essere qui-e-ora è gratuito. Che poi abbiano fatto dei sacrifici per darci una mano è indubbio, ma nulla toglie che nessuno ha chiesto loro di farci nascere.

 

Il peggio è passato. «It's always darkest before the dawn», dice una canzone. Ed è tutto vero. Lascia che metabolizzino, il sole ci mette un po' a sorgere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Blob

Secondo me non è andata così male dai :)

Almeno non ti hanno dato del malato e non hanno cercato di picchiarti o brutture simili ;)

Fatti forza!

Share this post


Link to post
Share on other sites
prefy

Adesso ti sembra una catastrofe apocalittica ma anche io, per esperienza personale, posso dire che poi le cose si acquietano e, giocoforza, si trova sempre il modo per andare avanti tranquillamente

Forse potevi prima tastare il terreno ma è inutile piangere sul latte versato, l'importante è che ti sei tolto quello che avvertivi come un peso e sei sempre in tempo per fornire ai tuoi tutte le informazioni del caso, partendo dall ABC: dalle loro parole si capisce che ne hanno un gran bisogno

La cosa che mi stranisce di piu è il fratello minore che scappa via piangendo (?)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Icoldibarin

Ma minore quanto? Quanti anni ha?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sampei
  • Topic Author
  • Ragazzi vi ringrazio tanto, il vostro sostegno mi dà ancora più forza di quella che mi deriva dalla rabbia che ho in questi giorni!

     

    La questione "politica" è che teoricamente mio padre sarebbe un ex sessantottino simil-rivoluzionario golpista comunista antisistema, e teoricamente mia madre sarebbe una fierissima antiberlusconiana antiCL odiatrice di leghisti e pdlliani e frequntatrice di convegni su procreazione assistita, aborto, cellule staminali, ricerca.

    Da gente così magari non ti aspetti un abbraccio, ma perlomeno uno straccio di contegno.

     

    Io sapevo già che il terreno era marcio, avevo dei segnali che avrei avuto reazioni negative, ma non potevo più trattenermi. Doveva andare così e basta. Forse la mia estraniazione è dovuta al fatto che uno, per quanto subodori reazioni negative, non si aspetta di vedere scenate così miserabili e pietose e gente che si contorce disperata per motivi così assolutamente futili.

     

    Adesso ci sono state interazioni vagamente normali, sms per chiedere se ho bisogno di un passaggio quando torno a casa, discorsi organizzativi, che cosa hai mangiato oggi ecc. Ma mio padre mi sta già spingendo ad insabbiare tutto. Ha chiesto che io non tocchi più l'argomento per un po', ha chiesto di lasciargli del tempo per pensare, a lui e a tutti, dicendo che sono stato un egoista a parlare di me. Io gli ho detto che se lui vuol fare finta che non esisto faccia pure come crede: ma io esisto.

    Edited by Sampei

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    yalen86

    E' lo stesso discorso del: "Io accetto i gays, non mi danno fastidio e bla bla.. basta che siano figli degli altri".. 

    Chissà perché.. :) 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Rookie92

    OK, però ora cerca di capirli, devi dare loro tempo, una notizia simile deve essere elaborata a fondo, non biasimarli, non sanno nemmeno loro che fare di preciso...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    mentecritica

    Sampei vai avanti per la tua strada, lo so che ci sei rimasto male e ci stai male...Ma tu non sei nè sbagliato nè hai fatto niente di male...Sono i tuoi genitori, comprendili, scusali...Non ti accettano? È un loro problema non il tuo...Non vogliono che ne parli in casa? Perfetto, non parlarne...Cavoli loro se non vogliono essere partecipi della tua vita...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    cangrande

    Dagli tempo, ma non cambiare, sono loro che devono farlo. È la tua vita e devi gestirla tu non loro, anche se il supporto è sempre gradito.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Laen

    Voglio sperare che, col tempo, rettifichino la loro distorta visione delle cose... ;)

    Tu hai fatto benissimo, sei stato in gamba e cerca di non perdere mai la forza, dimostrati sempre sicuro di te, credo che la cosa aiuterà.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sampei
  • Topic Author
  • Comunque io gliel'ho detto cosa fare: assolutamente nulla.

    Ieri sera ho visto mio padre terrorizzato, come se fosse appena stato investito da un autocarro, e gli ho chiesto: senti ma cosa cazzo credi che accadrà domani? Credi che da domani prenderò il mitra e ucciderò tutti gli abitanti della casa? Credi che da domani andrò a prostituirmi o a violentare la gente? Domani mi alzerò, farò colazione e andrò a studiare, come tutti i fottuti giorni. Perché non ti entra in quella cazzo di testa? E lui mi guardava come si guarda uno squalo pronto ad ucciderti mentre nuoti, continuando con le sue folli teorie.
     

    Stasera la situazione è tranquilla. Non percepisco tensione. Sono stato volutamente fuori casa tutto il giorno per lasciarli a decantare.

    Mia madre sembra accomodante, i miei fratelli mi paiono tranquillizzati, mio padre invece è costernato. Però, dopo un nuovo piccolo alterco, adesso mi ha detto che se e quando voglio lui è disponibile a parlare.

    Io sono distrutto, ho avuto anche ansia e molto sonno, però dopo aver parlato a lungo con degli amici fidati nel pomeriggio mi sento un po' meglio, un po' più sollevato e un po' meno solo, sono stati molto gentili.

    Edited by Sampei

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    mentecritica

    Dirgli che fanno schifo però non è il massimo della vita...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Sampei
  • Topic Author
  • Gli ho detto che mi facevano schifo dopo che mi hanno vomitato una coloritissima serie di insulti che non mi è sembrato elegante postare.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Daniel1994

     

     


    "NO! io sono nel giusto, io sono così, siete voi gli stronzi! Io non sono cattivo, io sono una persona per bene, i vostri fottuti pregiudizi vi fanno credere che io sia un prostituto-violentatore-mostro-ermafrodito-transessuale-travestito-psicopatico-disadattato-carcerato ecc ma non è vero! Io sono forte! Io lotterò sempre e comunque! Io sono forte e me ne fotto del giudizio delle persone! E voi scegliete se odiarmi o no ma io sono nel giusto! Io sono forte! E' tutto ok! E' tutto ok!

     

    sei un grande!!! hai fatto bene, sei nel giusto, non vacillare! 

    anche a me hanno detto che i gay non esistono e che sono solo confusi e i bla bla che hanno detto anche a te... be' sicuro i gay esistono XD quanto al resto, non sono affari loro >.< 

    ti ammiro per il coraggio!!!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    mentecritica

    Gli ho detto che mi facevano schifo dopo che mi hanno vomitato una coloritissima serie di insulti che non mi è sembrato elegante postare.

    Ma senza insultarvi non riuscite a fare un dialogo?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ben81

    Io non capisco cosa c'entra esser di sinistra...

     

     

    C'entra che per la gente di sinistra essere omofobi è una possibilità, mentre per la gente di destra essere omofobi diventa una probabilità.

     

     

    Comunque rimango allibito nel leggere certe reazioni inconsulte oggi, nel 2014, soprattutto se penso al mio coming out avvenuto a metà anni 90... ma penso che alla fine anche chi ha reazioni teatrali se ne dovrà fare una ragione.

    Edited by ben81

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Icoldibarin

    Mi sembra che la post reazione sia positiva.

    Devi dargli tempo, mio padre sta metabolizzando dopo 7 anni.

    Tu hai fatto benissimo a parlare perché stavi esplodendo.

    Era un passo che dovevi fare, meglio farlo prima perché comunque c'è un cordone da lacerare e una maschera da togliere. È doloroso ma fa bene ad entrambi le parti.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    privateuniverse

    Hai avuto molto coraggio, congratulazioni.

     

    E' difficile dare consigli non conoscendo la situazione specifica, e avendo anche letto poco di te.

     

    Mi limito a ribadire due cose che ti sono state già dette:

    1) lascia che le cose decantino, se per loro è stato un colpo, magari perché avevano altre aspettative su di te, o perché si preoccupano per te, o per il giudizio della gente su di te o su di loro, avranno bisogno di tempo per metabolizzare il tutto;

    2) dà anche a loro il tempo di abituarsi all'idea.

     

    Comunque anch'io, come @ben81, sono stupito delle reazioni dei tuoi. Credevo che i tempi fossero cambiati. Non siamo più negli anni non dico Cinquanta, ma neanche Ottanta: di omosessuali e di omosessualità ormai si parla normalmente, nei programmi d'informazione, in televisione, al cinema, sui giornali.

    Oltretutto vivi in Lombardia, non in Belize.

    Edited by privateuniverse

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      28 members have viewed this topic:
      Lontrino96  Andrea98  Montanaro  faby91  Dragon Shiryu  coeranos  Francescoaversaxxx  WasHere  Mark998  freedog  nayoz  daydreamer  Marion2189  gianduiotto  Sampei  Sbuffo  lanz88  Newgate  Mario1944  cangrande  LuxAeterna  LocoEmotivo  marco7  Almadel  davydenkovic90  Saramandasama  Isher  Paolo91 
    ×
    ×
    • Create New...