Jump to content
enricoLH

Vi hanno mai chiesto "chi fa l'uomo" e "chi fa la donna"?

Recommended Posts

boo89

Alcune domande sembrano rivolte agli alieni...

se me lo chiedessero risponderei... siamo uomini tutti e due

 

(quello che penso dentro la testa...) ma se sono gay ho scelto di stare con un maschio.... sennò stavo con una donna.... siamo tutti e due uomini !! :azz:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Justin

Per fortuna non mi è stata posta ancora questa domanda..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fantom

@@Tarrou letto sul web, quando si parla di omosessualità, ultimamente leggo un po' troppi riferimenti di questo tipo!

 

se me lo chiedessero risponderei... siamo uomini tutti e due

è la risposta più adatta, ma probabilmente vista la domanda, non si capirà la risposta.

 

@@Justin per fortuna neanche a me :D

Edited by Fantom

Share this post


Link to post
Share on other sites
dreamer_

Sì, è una domanda che capita spesso, perché gli etero spesso intendono con "donna" il ruolo ricettivo del passivo e "uomo" il ruolo attivo.

La risposta che do normalmente è

"Noi siamo due ragazzi, quindi non c'è un uomo e una donna, esistono i ruoli sessuali ma è considerato poco cortese chiedere in modo così diretto delle abitudini sessuali altrui"

E' un modo un po' freddo ma piuttosto educativo di spiegare come stanno le cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcozzz

No non me l'hanno mai chiesto... cmq non concordo pienamente col primo topic, magari a volte la gente chiede "chi è uomo e chi donna" solo per chiedere chi dei due è (in genere) l'attivo sessualmente e chi il "passivo" (anche se cmq questa terminologia è erronea secondo me). Certo, non è bella come domanda, però boh, comprendo la curiosità di un etero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max Dorian

Sì, me lo hanno chiesto .-. data l'omofobia della domanda, il mio amico immaginava che io facessi l'uomo e che fosse scontata la risposta. Io gli ho spiegato brevemente che in una coppia gay non esistono uomo o donna, altrimenti non sarebbe una coppia gay. Gli ho poi chiesto di non dire più cazzate perché era profondamente offensivo. Devo dire che in seguito si è astenuto, per fortuna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ainelif

Chiedere chi fa l'uomo e chi fa la donna in una relazione gay è come chiedere quale sia la forchetta e quale sia il coltello tra due bacchette cinesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lfn

sì certo , ho risposto: " a turno a giorni alterni"

 

Lfn B)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Kobol

Non avevo mai pensato al fatto di chi fa cosa in casa o a chi paga, solo a quello sessuale....hahahhaah ho il chiodo fisso :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
dragromes

E' una domanda abbastanza invadente che puo' dare molto fastidio. D'altra parte quelle stesse persone che ti fanno questa domanda non andranno mai a chiedere dettagli intimi alle coppie etero...perche' a quelle omo si'?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Quando un etero dice - riferendosi ad una coppia etero : beh ma poi è Maria

che porta in casa i pantaloni, non Marco...

 

Si sottintendono due cose:

1) che fuori casa Maria deve far finta che comandi Marco, per corrispondere ad un ruolo sociale ( anche se non è del tutto vero )

2) che in casa Maria porterà pure i pantaloni, ma il maschio è pur sempre Marco ( il chè implicitamente significa: voi donne potete

pure avere carattere, temperamento, intelligenza, ma a letto comanda il maschio...)

 

 

Ovviamente questo schema si applica poi alla coppia gay,

Share this post


Link to post
Share on other sites
wasabi

Per questo la versatilità spiazza un po' gli etero ...

Hanno bisogno di stabilire i ruoli e il fatto di non riuscire ad inquadrare come stanno le cose secondo il loro schema, nel quale il comportamento a letto è parte fondamentale, li confonde.

Edited by wasabi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Sì, ma non solo...in diversi topic in Sesso ho cercato

di spiegare la differenza fra pratiche, sensazioni,

fantasie...cioè le varie componenti -mentali e fisiche

-di un rapporto sessuale ed in genere incontro resistenza.

 

E spesso vien fuori che anche i maschi gay - e parlo

di coloro che so che hanno esperienza - hanno delle

visioni molto semplificate ed identificate nel termine "ruolo"

( questo termine di per sé evoca identità, dà sicurezza )

Share this post


Link to post
Share on other sites
wasabi

Cioè, tu dici che anche a noi gay piace riconoscerci in un ruolo ...

Ci fa incazzare il riferimento alla donna, ma comunque ci piace ricreare qualcosa di simile allo schema della coppia etero?

 

Può darsi, soprattutto da giovanissimi credo ci sia bisogno di costruirsi un'identità, quindi un ruolo (in tutti i sensi, nella coppia, nella società ...)

ma credo sia comunque più facile per noi, almeno col passare degli anni, ammettere e apprezzare le sfumature.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Kador88

Beh si quando ho fatto CO coi miei amici poi l'argomento è saltato fuori quasi subito! :D La mia famiglia ha almeno avuto la decenza di non farmi certe domande...

Edited by Kador88

Share this post


Link to post
Share on other sites
enricoLH
  • Topic Author
  • soprattutto da giovanissimi credo ci sia bisogno di costruirsi un'identità, quindi un ruolo (in tutti i sensi, nella coppia, nella società ...)

    Scusate l'OT, ma bisogna chiarire una cosa: l'identità è in continua formazione, dal giorno 1 all'anno 100. Ci sono fasi in cui la costruzione di essa appare più difficile (adolescenza, per antonomasia) e altre in cui il mantenimento (di quanto conseguito) risulta difficoltoso (penso in particolar modo all'ingresso nella Terza Età, intorno ai 55/60 anni..), se non si accetta la transizione (in altre parole: non puoi pensare di avere 40 anni se ne hai 60. O 20 se ne hai 50..). In ogni caso, l'identità è in continua ristrutturazione, seppur il senso comune e la psicologia ingenua credono che arrivati ai 30 anni sia quasi automatico avere un'identità definita, certa, stabile, più o meno per il resto della vita. Se così non fosse, le "crisi di mezza età" non sarebbero così traumatiche, e non sarebbe mai fiorita una così lussureggiante letteratura in merito..

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    wasabi

    @@enricoLH certo, ci mancherebbe, chi ha mai negato questo?

     

    Io dicevo che la frase di @Hinzelmann

     

    E spesso vien fuori che anche i maschi gay - e parlo

    di coloro che so che hanno esperienza - hanno delle

    visioni molto semplificate ed identificate nel termine "ruolo"

    ( questo termine di per sé evoca identità, dà sicurezza )

     

    mi sembrava più adatta ad un adolescente, o comunque, ad un under 30.

    Ma è possibilissimo che il bisogno di sicurezza, ricercato anche attraverso la semplificazione, ci sia a tutte le età.

     

    Non vorrei andare OT, ma questo discorso mi fa venire in mente un paio di discussioni qui sul forum, dove alcuni utenti, in effetti non proprio giovanissimi, cercavano di affermare alcune eccessive semplificazioni relative ai ruoli nella coppia. Può darsi che la necessità di "schematizzare" e "incasellare" permetta di sentirsi più sicuri, di trovare chiavi di lettura non troppo faticose e di affermare un'identità riconoscibile e riconosciuta.

    Edited by wasabi

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    enricoLH
  • Topic Author
  • Ok, intesi!

    Può darsi che la necessità di "schematizzare" e "incasellare" permetta di sentirsi più sicuri, di trovare chiavi di lettura non troppo faticose e di affermare un'identità riconoscibile e riconosciuta.

    Per questo che funziona così tanto, e si è arrivati a radicalizzare "schematizzando" tutti e tutto. Non che non lo si debba fare (non è possibile non schematizzare) ma serve più elasticità mentale.. anche riguardo i ruoli, ovvio..

    Edited by enricoLH

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ben81

    Me lo hanno chiesto in tanti, pure mia madre, probabilmente destabilizzati dal fatto che, essendo entrambi maschili, non riuscivano ad individuare quelli che secondo loro sono ruoli fissi.

    La risposta è stata sempre la stessa, ovvero "non funziona cosi', non ci sono schemi fissi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Lucky.Walker

    No, non mi è mai capitato! Anche dalle persone che consideravo (simpaticamente) più "grezze" ho notato una sensibilità e una strana conoscenza dei ruoli uomo/uomo e donna/donna come non limitati per forza ad un ambito di sottomissione-dominio, o comunque sapevano che l'essere passivo/attivo non aveva nulla a che vedere con l'atteggiamento nella propria vita pubblica. Ciò mi ha fatto molto piacere :D

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ulisse62

    A me lo hanno chiesto altri gay, ma solo per scherzo, come battuta durante una festa. Fortunatamente da amici etero non l'ho mai sentita, un po' perchè ciò che succede nell'intimità è una cosa privata, un po' per intelligenza.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    ben81

    Beh, gli Amici parlano anche di cose intime e private...comunque in certe domande non ci vedo mancanza di intelligenza o volontà offensiva, ma soltanto curiosità, data dal fatto che, mentre noi sappiamo tutto delle dinamiche etero, essendo cresciuti in una società eteronormativa, per un etero le dinamiche gay sono solitamente sconosciute.

     

    p.s. una persona non aperta e/o razzista non ci chiederebbe mai dettagli del genere, perchè, in base ai propri pregiudizi, non sarebbe nostra amica, e ci eviterebbe direttamente.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Akcent

    A me per fortuna non l'hanno mai chiesto ma se me lo chiedessero risponderei che nessuno fa la donna, perchè non potrei mai stare insieme a un partner che fa/si sente donna.

    Se siamo due uomini entrambi devono essere tali, per come immagino personalmente il rapporto gay (proiettato su di me ovviamente, non voglio estenderlo a tutti).

    Edited by Akcent

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Yken

    Ma personalemnte la domanda non mi è stata mai posta.. una volta sola pensandoci bene ci fu posta e la risposta fu secca: ti cambierebbe qualcosa sapere chi di noi due lo prende o lo dà? La risposta fu un no, seguito da un ma, che zittii personalemtne con un 'senza ma'. La risposta non la diedi perchè non volevo che etichettassero uno dei due come l'attivo e l'altro come il passivo .... quello era il mio moroso e lo era perchè era un uomo ..nei modi di fare, nella voce , nel pensare ... nnel comportarsi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    PiNKs

    Sì, una volta con il mio ex e lui ha risposto di fare lui la donna ma se dovesse succedere col mio compagno di ora direi che sono io la donna.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marco7
    26 minutes ago, PiNKs said:

    ... ma se dovesse succedere col mio compagno di ora direi che sono io la donna.

    Perche' diresti cosi' ? 

    non puoi semplicemente dirgli di farsi i cazzi loro ?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    PiNKs
    15 hours ago, marco7 said:

    Perche' diresti cosi' ? 

    non puoi semplicemente dirgli di farsi i cazzi loro ?

    Perchè per me sarebbe come prenderli in giro per la loro stessa domanda.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Pix

    Ho sempre pensato che questa domanda alludesse ai ruoli sessuali adottati a letto. Nessuno me l'ha chiesto, per fortuna, perché risponderei con un sopracciglio alzato. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    marce84
    1 hour ago, Pix said:

    Ho sempre pensato che questa domanda alludesse ai ruoli sessuali adottati a letto. Nessuno me l'ha chiesto, per fortuna, perché risponderei con un sopracciglio alzato. 

    E' tremendamente stupido e maleducato chiederlo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel

    Una volta credo di aver risposto: "E la tua ragazza ti mette un dito in culo?"

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...