Jump to content
Sign in to follow this  
kuppolotto

coscienza di classe gay

Recommended Posts

kuppolotto

forse ne parlava quel filmuccio di nome stonewall,

comunque.

il paragone era tra altre minoranze.

A quando un presidente americano gay?

i simpson dicevano per il 2086,

ma chissà se ne avevano previsto uno nero,eh!

 

-il movimento dei neir degli anni sessanta,

martin luther king, malcom x.

Certo ci sono grosse differenze.

il movimento femminista!

 

-mentre un nero non si può fingere

bianco, un gay può fingersi etero,

e all'inizio ha dei vantaggi da questa mossa,

anche se ci possono essere rivolti grotteschi.

 

 

 

 

Uhm non sono stato chiaro perchè non ho delle opinioni chiare.

Apro il topic anche se non ho molto da dire

perchè sento di avere molto da ascoltare.

 

[modbreak=oldboy] non si capisce bene quale sia la domanda del topic: l' autocoscienza del movimento lgbtq? ...puoi specificare meglio [/modbreak]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Albi

Il fatto è che molta gente è convinta che l'omosessualità sia una scelta, mentre la razza non lo è, e questo fa dei gay dei pazzi che scelgono di essere in una condizione di anormalità. Conosco davvero della gente che la pensa così  :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
iknowthepain

Il fatto è che molta gente è convinta che l'omosessualità sia una scelta, mentre la razza non lo è, e questo fa dei gay dei pazzi che scelgono di essere in una condizione di anormalità. Conosco davvero della gente che la pensa così  :sisi:

 

Si si anche io! allucinante!  :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Silent

BAsta entrare in casa mia per conoscerne 2 o 3 di pazzi XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ikonos

Anche in casa mia putroppo  :awk::bah::cry: l'ignoranza è la madre di tutti i mali, è proprio vero!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Claudiano

pero'ì e' vero anche che in alcuni la componente omosessuale non e' preponderante come in altri: io onestamente mi sono avvicinato ai maschietti diciamo piu' per perversione che per spinta naturale, quindi credo che cmq molti gay/bsex in contesti di minore tolleranza e apertura mentale,vivrebbero la loro vita "normale" senza patemi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Thamus

Secondo me paragonare le varie minoranze ha poco senso..

anche i cattolici neoecumenisti in italia sono una minoranza, a quando un presidente neo-ecumentista?

 

Più che altro si può paragonare la storia dei diversi movimenti delle minoranze di reazione all'ostracizzazione (ostracizzare=essere messi in esilio, cioè resi invisibili), Martin Luther King ed i movimenti di liberazione dei neri si sono battuti molto duramente per molti anni contro l'ostracizzazione ma c'è anche da dire che ne subivano una forma molto più dura, vera e propria repressione politica, da noi proprio nessuno ha mai detto che i gay non dovrebbero votare o dovrebbero vivere in zone particolari etc. etc., dicono altre cose-

 

Secondo me non ci sono tutte queste analogie perchè noi ora ed i neri di 40 anni fa combattiamo contro nemici diversi, chi non ci accetta ha quasi sempre una motivazione che in ultima analisi ha a che fare con il sesso (come se fosse l'unica cosa che conta dell'omosessualità) ed il costume si sta evolvendo in una maniera tale che secondo me presto a nessuno importerà niente di come gli altri scopano.

 

 

Mi viene in mente un aneddoto che ho sentito in una intervista a Patrick Stewart (il capitano Picard di Star Trek The next generation)

 

Stewart è calvo e stava discutendo con Gene Roddenbery (Il creatore di sta trek) di come avrebbero potuto giustificare il fatto che nel futuro nessuno avesse trovato una cura alla calvizie, credeva che un capitano calvo avesse poca chance contro lo sciupafemmine bellone capitano kirk della serie precedente.

 

Gene Roddenbery li rispose che nel futuro probabilmente della calvizie non importerà più a nessuno!

 

 

quando verra superato quella morale pseudo cristiana che dipinde il sesso con un alone di peccato e negatività a nessuno sembrerà più che siamo cattivi e diversi per via della nostra sessualità e la gente vedrà semplicemente  le persone che ci sono dietro all'etichetta "omosex"

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

Ci sarà prima un presidente gay che un presidente ateo

alla Casa Bianca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuppolotto
  • Topic Author
  • Secondo me paragonare le varie minoranze ha poco senso..

    anche i cattolici neoecumenisti in italia sono una minoranza, a quando un presidente neo-ecumentista?

     

    Più che altro si può paragonare la storia dei diversi movimenti delle minoranze di reazione all'ostracizzazione (ostracizzare=essere messi in esilio, cioè resi invisibili), Martin Luther King ed i movimenti di liberazione dei neri si sono battuti molto duramente per molti anni contro l'ostracizzazione ma c'è anche da dire che ne subivano una forma molto più dura, vera e propria repressione politica, da noi proprio nessuno ha mai detto che i gay non dovrebbero votare o dovrebbero vivere in zone particolari etc. etc., dicono altre cose-

     

    Secondo me non ci sono tutte queste analogie perchè noi ora ed i neri di 40 anni fa combattiamo contro nemici diversi, chi non ci accetta ha quasi sempre una motivazione che in ultima analisi ha a che fare con il sesso (come se fosse l'unica cosa che conta dell'omosessualità) ed il costume si sta evolvendo in una maniera tale che secondo me presto a nessuno importerà niente di come gli altri scopano.

     

     

    Mi viene in mente un aneddoto che ho sentito in una intervista a Patrick Stewart (il capitano Picard di Star Trek The next generation)

     

    Stewart è calvo e stava discutendo con Gene Roddenbery (Il creatore di sta trek) di come avrebbero potuto giustificare il fatto che nel futuro nessuno avesse trovato una cura alla calvizie, credeva che un capitano calvo avesse poca chance contro lo sciupafemmine bellone capitano kirk della serie precedente.

     

    Gene Roddenbery li rispose che nel futuro probabilmente della calvizie non importerà più a nessuno!

     

     

    quando verra superato quella morale pseudo cristiana che dipinde il sesso con un alone di peccato e negatività a nessuno sembrerà più che siamo cattivi e diversi per via della nostra sessualità e la gente vedrà semplicemente  le persone che ci sono dietro all'etichetta "omosex"

     

    Il futuro non è necessariamente migliore del passato,

    è irragionevole (ecco bhè a volte le parolacce non funzionano) avere fiducia nel progesso come tale.

    basta vedere l'approvazione della proposta 8 in america: è un passo indietro.

    Certo la mia anlogia non è da prendere alla lettera,

    ma non sono neanche tanto stupido:

    il periodo più lungo della recherche riguarda una analogia tra omosessuali ed ebrei

    con continui riferimenti alle analogie dell'emarginazione.

    La differenza è che è facile nascondersi. ma queste cose wikipedia non le dice.

    sì ok esagero sempre,ma infatti non pensavo mica ad un partito con un arcobaleno nel suo stemma...

    ehmmm...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Guest Ickretta

    Oggi sono andata a vedere il film MILK ed in effetti si parla proprio di questo, beh si non è una scelta essere gay, lesbiche, bisessuali ed essere transgender, ed i diritti sono molto lontani, volevo mettere un link di un entry molto interessante che attiene al tema: http://www.linkontro.info/index.php?option=com_content&view=article&id=1191:this-is-italy&catid=47:il-punto-di-oggi#yvComment

     

    In maniera molto "lontana" attiene però al come si concepiscono i diritti, non ho mai pensato che diritti sociali e civili potessero essere scissi gli uni dagli altri, e riflettevo anche su questo ogfgi vedendo il film, è molto bello e senza retoriche, consiglio di vederlo.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    kuppolotto
  • Topic Author
  • Oggi sono andata a vedere il film MILK ed in effetti si parla proprio di questo, beh si non è una scelta essere gay, lesbiche, bisessuali ed essere transgender, ed i diritti sono molto lontani, volevo mettere un link di un entry molto interessante che attiene al tema: http://www.linkontro.info/index.php?option=com_content&view=article&id=1191:this-is-italy&catid=47:il-punto-di-oggi#yvComment

     

    In maniera molto "lontana" attiene però al come si concepiscono i diritti, non ho mai pensato che diritti sociali e civili potessero essere scissi gli uni dagli altri, e riflettevo anche su questo ogfgi vedendo il film, è molto bello e senza retoriche, consiglio di vederlo.

    eh eh volevo andare a vedere il film appunto per avere un'occasione di approfondire queste mie idee,

    non ho ancora avuto tempo, vedrò di rimediare il prima possibile.

    È così facile tacere  e lasciar passare che è una tentazione a cui cedo spessissimo anche io.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

    Sign in to follow this  

    ×
    ×
    • Create New...