Jump to content
Almadel

La nuova generazione

Recommended Posts

Almadel
  • Topic Author
  • Posted (edited)
    10 minutes ago, freedog said:

    e stamo sempre lì.. qsi gsy "omologato", vincente eccetera a te deve sta obbligatoriamente sul cazzo, non c'è niente da fà.

    Non mi sta per nulla sul cazzo: anzi. Solo che lo citate sempre a sproposito.

    E' un bel ragazzo, bravo e coraggioso: solo che è coraggioso per i motivi OPPOSTI a quelli che dice Accolla.

     

    E poi "omologato" a cosa? Perché è sposato?

    Perché internet è pieno di foto di lui con suo marito?

    Cioè ce l'avrei con lui perché è omologato a me?

    Semmai sei tu che fai l'alternativo, non io o Tom Daley.

     

    Edited by Almadel

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Dragon Shiryu
    Posted (edited)
    11 hours ago, freedog said:

    E visto che m'hai stuzzicato, sai perche' i cari fratellini non si parlano piu' da anni?

    nessuno sa la reale risposta. la voce ufficiale dicono per divergenze artistiche (Fabri voleva continuare ad essere il vecchio rap anni 90 che insultava a destra e a manca, mente Nesli voleva evolversi con i testi e distaccarsi da quel modo di pensare), ma in realtà rimane un mistero

     

    Edited by Dragon Shiryu

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    10 minutes ago, Almadel said:

    No guarda, c'è poco da interpretare

    Non è questione di decidere se possa essere interpretabile o no. È un dato di fatto ed è sotto i nostri occhi. 

    "Qualsiasi cosa va bene purché perori la causa" quante volte l'abbiamo sentito? E spesso quel qualsiasi cosa era realmente qualsiasi cosa. 

    Che non sia logico interpretare a seconda dello stato di comodo è vero, ma all'atto pratico accade. Lo leggiamo qui, lo leggiamo fuori. 

    Che Daley faccia a maglia e venda in beneficenza i suoi prodotti è buona cosa, ma deve riguardare lui come singola persona che ha un proprio hobby. Sono quasi certo che se si mettesse a sistemare il suo motorino nel tempo libero, qualcuno avrebbe da ridire sul fatto che lo fa per essere accomodante nei confronti dei maschi eterosessuali. 

    Deve essere libero di fare ciò che vuole, e gli altri non devono vederci un simbolo. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar

    È un perverso effetto di reflusso.

    Affermare fortemente lo stereotipo (ovvero lavorare a maglia in pubbliconper un gay) diventata ribaltare gli stereotipi. 

    Perché si dà per scontato che lo stereotipo vigente sia , in realtà, conformarsi e apparire "meno gay possibile" . 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    7 minutes ago, Almadel said:

    Non mi sta per nulla sul cazzo:

    ma se è tutto il topic che lo stai a sminuì!

    7 minutes ago, Almadel said:

    è coraggioso per i motivi OPPOSTI a quelli che dice Accolla.

    sono anni che devo capire in base a quali criteri Elfobruno è diventato (anzi, si è autonominato, visto che qua ha litigato pure coi sanpietrini) il maitre à penser dei froci romani

    -il dettaglio poi che se per disgrazia ci dovesmo trovare sullo stesso marciapiede cambierei strada, è secondario. Forse-

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    1 minute ago, Ghost77 said:

    qualcuno avrebbe da ridire sul fatto che lo fa per essere accomodante nei confronti dei maschi eterosessuali. 

    Ovvio, anzi, farebbero pure peggio. Perché a un etero medio cosa frega se un tuffatore gay lavora a maglia? 

    A un certo tipo di gay, invece, vederlo lavorare sul motorino sarebbe un alto tradimento. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Oscuro

    Chi cazzo è Elfobruno ?.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    Just now, freedog said:

    ma se è tutto il topic che lo stai a sminuì!

    Vedi? Tu percepisci solo uno sminuimento e invece è solo un mettere in prospettiva. 

    Stesso identico atteggiamento che hai avuto con Mina, peraltro. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    blaabaer
    13 hours ago, Almadel said:

    Alla domanda: "Ma perché non l'hai fatto prima?"

    questa comunque è una domanda bastarda alla quale si può solo rispondere
    "perché non volevo che mi si facesse questa domanda"

     

    13 hours ago, Almadel said:

    forse non è sempre colpa degli etero.

    Ci sono davvero dei gay che vivono una doppia vita e tra gli amici etero nessuno lo sa.

    Certo che ci sono 🙂 

    e la colpa non è "degli etero" in generale, la colpa è di quelle persone che ti rendono così difficile vivere in pace una vita singola, che preferisci viverne una doppia.

    12 hours ago, prefy said:

    la formazione nelle scuole

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    17 minutes ago, Bloodstar said:

    Tu percepisci solo uno sminuimento e invece è solo un mettere in prospettiva. 

    allora ricapitoliamo:

    il discorso che stavo a fà è che un ragazzo giovane (mi pare abbia sui 25 anni, giusto?), (adesso) ricco, stradichiarato da parecchi anni, con tanto di marito & figlio può essere un modello molto positivo per i ragazzetti che capiscono di essere gay, perchè fa vedere loro che non è vero che saranno destinati ad una vita di dolore, bullismo & solitudine se usciranno dall'armadio.

    • ti pare poco?
    • son dati di fatto o punti di vista?

    poi certo, c'è anche l'approccio della Boeri -& family- che per me è stupendo: in 5 minuti ha smontato il bullismo giornalistico di 5 anni fa (le arciere cicciottelle, remember? non era un titolaccio del solito Feltri, ma del Resto del carlino; e lo spacciano per giornale moderato..) e ha fatto un CO di una naturalezza & delicatezza che avevo solo voglia di dirle "auguri per tutto"

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Colt
    Posted (edited)
    1 hour ago, Ghost77 said:

    Momento tecnico. L'autotune di Mina e di una Madame a caso non possono essere sovrapponibili. 

    Il primo, di Mina, così come della Vanoni o della Pravo o dell'ultimo Max Pezzali, è un'opera che tende a nascondere le imperfezioni (ma a un orecchio allenato ti accorgi della manipolazione poiché viene piallata la forma d'onda costringendo il pitch a rientrare in parametri molto stretti causando un effetto bizzarro). 

    Gli artisti che arrivano dalla trap, ormai praticamente morta e che si è evoluta in un più smerciabile radiopop, usano il tuning come mezzo per rendere la voce uno strumento. Il cantante è un artefatto palesemente scomposto poiché rappresenta un manichino che non è più il rapper ribelle ma una foglia che si arrende al vento e che perde ogni connotazione umana . Così come vi fu il post punk ora c'è la post trap. Il barocco diventa rococò, si modifica. 

    Ragazzi, quello è un genere. Può non piacere. A me non piace il r&b e tutta quella musica nera ma, oh, esiste. A Claudio Villa faceva cagare Ramazzotti. 

    Se non apprezzate qualcosa non per gusti ma perché "non sono bravi" seppur vendano, è solo perché state uscendo dal presente e state invecchiando. 

    si ma, giusto un piccolo appunto.

    un cantante che stona, biascica e che magari ha una dizione orribile o, peggio, non sa andare a tempo, semplicemente con quegli strumenti inganna le orecchie degli ascoltatori.

    perché imparare a cantare non è un'utopia, ci sono scuole di canto, maestri, gente che può metterti a posto la voce.

    per me persino il discorso del "vengono da quel genere X e quindi si adattano...", cioè un cantante è un cantante.

    è come se scaldassi pizze surgelate e mi definissi pizzaiolo.

    questa non è un'evoluzione o un'innovazione, questa roba è proprio una ladrata bella e buona, dal mio punto di vista.

    non si può paragonarla all'evoluzione di un periodo dell'arte ma ad un modo per aggirare le regole.

    cioè sti qua non sanno neanche cosa sia la musica, non c'è talento, non c'è preparazione, non c'è niente, solo un'industria che li prende, li mette sui palchi, spinge il bottoncino e stop. Sono artisti usa&getta, come faranno a stare sulla cresta per tanto tempo se possono essere rimpiazzati dal prossimo pupazzo autotunnato?

    Edited by Colt

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    14 minutes ago, Bloodstar said:

    Affermare fortemente lo stereotipo (ovvero lavorare a maglia in pubbliconper un gay) diventata ribaltare gli stereotipi. 

    Perché si dà per scontato che lo stereotipo vigente sia , in realtà, conformarsi e apparire "meno gay possibile" . 

    Giusto ma rischiamo di portare a galla il malcelato maschilismo proprio dei gay, che ritiene la maglia un cliché proprio perché legato al "sentirsi donna" . Le basi su cui si regge tutto sono basi che comunque relegano la donna a un ruolo di accudimento e da cui non abbiamo intenzione di staccarci. 

     

    Just now, Colt said:

    un cantante che stona, biascica e che magari ha una dizione orribile o, peggio, non sa andare a tempo, semplicemente con quegli strumenti inganna le orecchie degli ascoltatori.

    Den Harrow neanche cantava. Baltimora, buonanima, zompettava e faceva lip sync. Gli inganni sono all'ordine del giorno, esistono da sempre. Perché ossilizzarsi su quelli odierni? 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Colt
    1 hour ago, freedog said:

    è semplicemente un grande, che se ne frega di tutti i clichè

    dai, free, persino io so che è un cliché.

    gli unici che fanno la maglia sono proprio le nonne e gli atleti gay.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel
  • Topic Author
  • 12 minutes ago, Ghost77 said:

    Che Daley faccia a maglia e venda in beneficenza i suoi prodotti è buona cosa, ma deve riguardare lui come singola persona che ha un proprio hobby. Sono quasi certo che se si mettesse a sistemare il suo motorino nel tempo libero, qualcuno avrebbe da ridire sul fatto che lo fa per essere accomodante nei confronti dei maschi eterosessuali. 

    Deve essere libero di fare ciò che vuole, e gli altri non devono vederci un simbolo. 

    A me sta bene che gli altri ci vedano un simbolo, se vogliono.

    Basta che ci vedano il simbolo giusto.

     

    Tom Daley è il simbolo di un gay che se ne frega di venire giudicato se fa cose da donna:

    un esempio positivo per i gay che vogliono mettersi l'ombretto quando vanno alle feste.

    E' un esempio positivo per la militanza gay, perché non dice "Voglio essere giudicato come sportivo e non come gay"

    ma mette la sua omosessualità sul podio, invece di fare il Mahmood della situazione.

     

    Sono due cose di lui che ammiro moltissimo. E non lo trovo per nulla "omologato", anzi.

    Almeno per gli standard italiani mi sembra terribilmente avanti.

    Se i ragazzini vogliono sentirsi ispirati da lui, spero siano queste le cose che vogliono imitare:

    che vogliano eccellere in uno sport o fare un figlio con la maternità surrogata invece non me ne importa nulla

    perché per queste cose servono talento e soldi - che non tutti hanno -

    mentre il coraggio di essere orgogliosamente "checche" è una cosa che possono anche farsi venire.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    3 minutes ago, Ghost77 said:

    rischiamo di portare a galla il malcelato maschilismo proprio dei gay, che ritiene la maglia un cliché proprio perché legato al "sentirsi donna" .

    ste seghe mentali lasciamole al pessimismo cosmico di Elfobruno, su.

    se già 20 anni fa era sprannominato er gatto nero e c'era gente che faceva gli scongiuri quando lo incrociava, un motivo ci sarà.. 

    (ne avrei di aneddoti su ste situa.. lasciamo perde, sennò vado troppo off topic)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Colt
    4 minutes ago, Ghost77 said:

    Perché ossilizzarsi su quelli odierni?

    non è che il mio discorso verte solo su quelli odierni.

    che nel mondo della musica ci siano state furbate come, esempio, le esibizioni in playback, non rende meno grave quest'ultima trovata dei cantanti che cantano col bottoncino.

    per me è una cosa fuori da ogni logica ed è uno schiaffo a quei musicisti che si sono fatti davvero il culo o che hanno talento.

    Duke Ellington, Charlie Parker, Billie Holiday, Freddy Mercury, Malmsteen, tutta gente che ha fatto valere il proprio talento nel loro ramo, che sia canto o strumento.

    e questi non avevano mica il bottoncino.

     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Oscuro

    Il cantante col "bottoncino" non toglie spazio a Freddie Mercury.
    Il cantante col "bottoncino" va forte per il semplice motivo che la fuori la fila dei Freddie Mercury non c'è, se mandi a casa a suon di calci in culo il cantante col "bottoncino" non c'è nessun Freddie Mercury pronto a salire sul palco.
     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Colt
    35 minutes ago, Oscuro said:

    Il cantante col "bottoncino" non toglie spazio a Freddie Mercury.
    Il cantante col "bottoncino" va forte per il semplice motivo che la fuori la fila dei Freddie Mercury non c'è, se mandi a casa a suon di calci in culo il cantante col "bottoncino" non c'è nessun Freddie Mercury pronto a salire sul palco.
     

    come no, c'è mio cugino.

    matrimoni, feste di piazza, eventi locali.

    e quello sa cantare eh, mica è un Apollo qualsiasi.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    In Inghilterra lavorare a maglia è un'attività più "gender neutral" di quello che si potrebbe pensare.

    È un hobby diffuso, anche fra giovani e fra uomini. Con il lockdown poi è diventato ancora più popolare.

    Non è raro vedere persone di tutti i tipi sferruzzare in metropolitana e nei mezzi pubblici per ammazzare il tempo.

    È sempre stata anche un'attività comune nell'esercito, un modo per i soldati di rilassarsi nel tempo libero (vedere foto nello spoiler, risalente agli anni '60).

    Spoiler

    Knitting-23-1267x1024.thumb.jpg.7eb8fa785d36977665c26c2a3902c510.jpg

    Quindi insomma, Daley non ha fatto nulla di rivoluzionario e di rottura degli stereotipi, almeno rispetto alla propria cultura di riferimento. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Oscuro

    Il mio discorso è molto semplice.
    Se sei un cantante (non da bottoncino) che ha le qualità per salire su un palco, su quel palco ci sali indipendentemente dal fatto che vi sia in circolazione un cantante da "bottoncino" o meno.
     

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    5 minutes ago, Uncanny said:

    n Inghilterra lavorare a maglia è un'attività più "gender neutral" di quello che si potrebbe pensare.

    È un hobby diffuso, anche fra giovani e fra uomini.

    grazie x l'info.

    non lo sapevo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Bloodstar
    9 minutes ago, Colt said:

    piccolo appunto

    I tuoi appunti sono un po' petit bourgeois, scusami. 

    Io non so cantare ma bazzico i conservatori da 10 anni. Posso dirti che:

    1) il disgusto verso l'autotune è uguale a quello che è stato vissuto negli anni '60 quando è stata superata la musica leggera belcantista. Siamo tutti d' accordo che avere accannato Claudio Villa e Nilla Pizzi è stato un gran passo avanti, no? 

    2) cosa cambia a livello musicale fra un Guccini che non è buono manco ad accordare la fisarmonica ai gitani e un Lauro con l'autotune? (tu voti a destra, pardon, questa non la cogli). 

    3) farsi il culo per un musicista è una condizione neppure necessaria per poter dire qualcosa ad alti livelli.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Micioch
    3 minutes ago, freedog said:

    grazie x l'info

    Anche all'università dove vado a new york c'è il club dell'uncinetto, sembra che sia stato fatto apposta per gestire l'ansia.

    10 minutes ago, Oscuro said:

    bottoncino.
     

    Il bottoncino come effetto sulla voce aveva sgrattuggiato le palle già 20 anni fa dopo " aiembludabudidabuda". Possibile che in 20 anni a nessun artista sia venuto in mente che è un effetto di merda e che ce ne sono altre mille da usare. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    15 minutes ago, Micioch said:

    Il bottoncino come effetto sulla voce aveva sgrattuggiato le palle già 20 anni fa dopo " aiembludabudidabuda". Possibile che in 20 anni a nessun artista sia venuto in mente che è un effetto di merda e che ce ne sono altre mille da usare. 

    ❤️

     

    cmq, tornando alle olimpiadi, c'è un* atlet* trans (FtoM) SICURAMENTE A MEDAGLIA (manca solo la finale 1°-2° posto)

    https://www.cbc.ca/sports/olympics/summer/soccer/quinn-first-openly-transgender-nonbinary-athlete-medallist-1.6126845

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Ghost77
    13 minutes ago, Micioch said:

    Possibile che in 20 anni a nessun artista sia venuto in mente che è un effetto di merda e che ce ne sono altre mille da usare. 

    Se vende, perché no? 

    È come usare una chitarra elettrica col suono diretto dei pickup o aggiungere un overdrive. Che palle sti overdrive, è dagli anni 60 che si usano, perché non cambiarli?  Facile premere il pedalino, eh! 

    Ne han dette di tutti i colori a qualsiasi chitarrista, han detto che Slash fa cagare, che gli Stratovarius non si battono perché hanno tecnica, eppure c'è chi vende e chi no. 

    5 minutes ago, freedog said:

    atlet*

    Eddai, mica si dice atleto! 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Micioch
    Just now, Ghost77 said:

    Se vende, perché no? 

    È come usare una chitarra elettrica col suono diretto dei pickup o aggiungere un overdrive. Che palle sti overdrive, è dagli anni 60 che si usano, perché non cambiarli?  Facile premere il pedalino, eh! 

    Ok vende, ma tipo un po' di creatività in più non guasta, specialmente se lavori in campo artistico.

    L'overdrive effettivamente è stato straabusato. Quel rock standard con chitarra distorta e assolo senza capo né coda aveva sgrattuggiato tanto quanto l'autotune come effetto sulla voce per me. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    7 minutes ago, Ghost77 said:

    Eddai, mica si dice atleto! 

    ok, eccesso di politically correct.

    mea culpa!!!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Krad77
    Posted (edited)

    Tom Daley che fa la maglia non è un cliché o uno stereotipo. Sicuramente anche nell’esercito uk non sarà stata una pratica vista da tutti di buon occhio… credo che sia ancora un hobby contro l’eteronormatività, contro il binarismo di genere (qualcuno direbbe: contro il patriarcato)

    un cliché sarebbe un femminiello che fa la maglia su una seggiolina in strada ai quartieri spagnoli, che faccia la vita o il cabaret di sera.

    Daley ha un fisico maschile per cui i bronzi di riace sono un paragone accettabile, è uno sportivo ai massimi livelli, la competizione è una parte enorme della sua vita. Niente di tutto questo fa cliché, ed è a tutto questo che va aggiunto che fa anche lavori a maglia nel tempo libero e non se ne vergogna tanto da farlo perfino sugli spalti alle olimpiadi.

    Nessuno dei gay che conosco è esente da un qualche cliché. Il mio amico gay più virile, tutto motori e calcio, usa emoticon tipo 👩🏼💃

    si tratta di padroneggiare e rivendicare anche le proprie attitudini che corrispondono ad un cliché, trasformarle da gabbia ad autentica espressione del sé. Quello che leggo io è che a Daley piace fare uncinetto e se ne frega di quello che pensano gli altri. D’altronde quello che è già lo dimostra di continuo a chi lo segue e al mondo, se qualcuno cambia idea perché lo vede sferruzzare, forse il problema è suo non di Daley.

    Edited by Krad77

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    8 minutes ago, Krad77 said:

    a Daley piace fare uncinetto e se ne frega di quello che pensano gli altri. D’altronde quello che è già lo dimostra di continuo a chi lo segue e al mondo, se qualcuno cambia idea perché lo vede sferruzzare, forse il problema è suo non di Daley.

    amen, fratello!!!

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    schopy
    3 hours ago, Ghost77 said:

    A quest'ora avremmo il Premio Lauro e fior di musicisti impegnati si indignerebbero di Madame perché "ah sì, Lauro era un vero rivoluzionario, mica i giovani di ora con l'autotune e il porno che è finzione! 1!!1!“

    O no? 

    No dai...non mi viene alla mente un cantante o una cantante anni 60/70 divenuti celebri, cui sono stati dedicati premi, che fossero incapaci quanto Lauro. O erano bravi autori, o erano bravi interpreti, ma il vuoto pneumatico no, quello allora passava inosservato più di oggi. Nessuno canterà tra trent'anni una canzone di Lauro come si fa oggi con una di Renato Zero, perché musicalmente vale poco, perché non si comprendono i testi, non vi è nulla di rivoluzionario nel fare il manichino di Gucci a Sanremo.

    45 minutes ago, Bloodstar said:

    1) il disgusto verso l'autotune è uguale a quello che è stato vissuto negli anni '60 quando è stata superata la musica leggera belcantista. Siamo tutti d' accordo che avere accannato Claudio Villa e Nilla Pizzi è stato un gran passo avanti, no? 

    Se l'autotune (che si usa da più di vent'anni nel pop) servisse a rendere le canzoni di Lauro godibili nessuno eccepirebbe; Mina nei primi '60 era rivoluzionaria perché faceva "l'urlatrice", ma sapeva cantare eccome, ce l'ha dimostrato nei successivi 40 anni senza che la voce fosse artefatta 🙂

    50 minutes ago, Bloodstar said:

    2) cosa cambia a livello musicale fra un Guccini che non è buono manco ad accordare la fisarmonica ai gitani e un Lauro con l'autotune? (tu voti a destra, pardon, questa non la cogli). 

    Non fosse stato per i testi (alcuni molto buoni), Guccini non sarebbe diventato Guccini; d'altra parte il pubblico cui si rivolgono è molto diverso, giusto qui sul forum trovi gente che ascolti sia Lauro sia Guccini.

    52 minutes ago, Bloodstar said:

    3) farsi il culo per un musicista è una condizione neppure necessaria per poter dire qualcosa ad alti livelli.

    Certo; io poi eviterei di mettere tutto insieme, un bravo cantante non necessariamente è competente in fatto di musica e viceversa.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    • Who Viewed the Topic

      2 members have viewed this topic:
      marco7  Steste 
    ×
    ×
    • Create New...