Jump to content
simposio004

Interracial

Recommended Posts

Almadel
1 hour ago, blaabaer said:

2. un uomo bianco e un uomo nero che scopano insieme la racconterei in modo diverso dal "provare" un nero

Perché?

Hai paura che la cosa sembri razzista?

Eppure potresti provare a fare il passivo, provare ad andare con un maturo,

provare a fare una cosa a tre, provare il pissing o provare a fare sul serio con un ragazzo

e nessuno penserebbe che il verbo "provare" abbia una connotazione negativa.

Indica solo una cosa insolita.

 

Io non mi sentirei offeso se in Germania qualcuno chiedesse se avete mai provato l'esperienza di fare sesso con un Italiano.

Al massimo mi chiederei per quale motivo ci si aspetta che "con un Italiano" sia diverso che con un Bavarese.

Il colore della pelle è certo una pigmentazione molto sopravvalutata.

Dietro ogni migrante però c'è quasi sempre una storia molta interessante da scoprire.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
34 minutes ago, Almadel said:

Hai paura che la cosa sembri razzista?

No: non penso assolutamente che la cosa sia razzista. Penso che però ci siano modi diversi di esprimersi, che sottintendono diverse sfumature di pensiero.

Sono contento che tu abbia portato alcuni esempi, perché vanno a parare proprio sul problema che volevo far notare.

Se ti rileggi, infatti, non scrivi: "provare un maturo", ma bensì

34 minutes ago, Almadel said:

provare ad andare con un maturo

E non parli di "provare un italiano", ma piuttosto

34 minutes ago, Almadel said:

avete mai provato l'esperienza di fare sesso con un Italiano.

In tutti questi casi quello che provi è un'esperienza - la tua - in relazione a certe persone o situazioni: l'esperienza di fare sesso con una persona che abbia certe caratteristiche, per esempio, oppure una pratica sessuale.

Altrimenti provi un elettrodomestico e vedi se funziona.

Chiedere "hai mai provato un asiatico" mi sembra un modo molto antipatico di esprimersi - scusa se sono polemico [edit: - perché un frullatore può essere coreano, ma un coreano non è un frullatore]. E l'ho lasciata appunto sul "la racconterei in modo diverso" perché l'opener si salva in corner scrivendo "avete mai provato l'interracial? asiatici e di colore", che puoi leggere un po' in un modo e un po' in un altro.

Edited by blaabaer

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel
3 minutes ago, blaabaer said:

scusa se sono polemico

Ha detto qualcosa tipo "avete mai provato l'omosessualità" e non "avete mai provato un gay"

Mi rendo conto che sembri strano considerarla una pratica, perché a tutti gli effetti non lo è.

Cioè nessuno torna da un appuntamento galante e racconta agli amici:

"Oggi ho fatto un'oretta di interracial! Mi ci voleva proprio!"

Infatti qualche campanello d'allarme è suonato, tipo: "Ehi, non è una categoria di porno!"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
9 hours ago, Almadel said:

Mi rendo conto che sembri strano considerarla una pratica, perché a tutti gli effetti non lo è.

[...] Infatti qualche campanello d'allarme è suonato, tipo: "Ehi, non è una categoria di porno!"

Capisci perché a me suona così male? È precisamente quello che dici.

Il porno è qualcosa di cui fruisci. Una persona no.
È un uso della lingua che oggettifica le persone.

Questo vale al di là del fatto che ciascuno possa feticizzare certe caratteristiche fisiche (tra cui, per esempio, il colore della pelle o la razza/etnia/popolazione, i segni dell'età, la villosità). Non è razzista se a te la cute piace scura, come non è razzista se a me piace piena di peli e a qualcun altro piace con le rughe.
Non c'è assolutamente niente di male se ti piacciono le donne con il seno abbondante, però se parli di una donna (o delle donne) come di un paio di tette che camminano stai facendo una cosa un po' diversa dall'esprimere una preferenza. Quanto diversa sia, dipende un po' da cosa dici.

Spoiler

Guarda caso, è un modo di esprimersi molto diverso dal tuo:
come ho fatto notare, negli esempi sopra appunto parli di "provare ad andare con un maturo" e "provare a fare sesso con un italiano",
e persino quando fai il mero conteggio delle nazionalità della gente che ti sei scopato ci tieni a specificare cosa ricordi - o no! - di quelle persone, e che tipo di generalizzazioni ti puoi permettere di fare.
E se lo specifichi probabilmente non è perché hai paura che la cosa sembri razzista se scrivi "sì, mi sono scopato 5862 neri" e basta: lo fai perché stai parlando di persone e non di forni a microonde. E persino quando non ti ricordi praticamente nulla di alcuni degli uomini che ti sei scopato, questo fatto ti sembra un dettaglio rilevante da includere nella descrizione della tua esperienza con un chi (rispetto alla descrizione della tua esperienza con un cosa).

Da una parte vorrei dire che non fa differenza che si tratti di asiatici, over60 o orsi, e che quindi

« 🌸🦄🌞🌼  il razzismo non c'entra! 😺🌈🌻🌺 »

E in un certo senso, è vero: è un principio che vale per tutti.

Dall'altra, un pensiero che riduce le persone a oggetti secondo me è più facile trovarlo verso certe categorie, a riassumere certi schemi di potere, quindi a scanso di equivoci chiarisco che non mi voglio nascondere dietro a un dito: quello che mi fa storcere il naso non è la grammatica, è proprio il pensiero.

Oltre alla puzza di troll, ovviamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
4 minutes ago, blaabaer said:

un pensiero che riduce le persone a oggetti secondo me è più facile trovarlo verso certe categorie, a riassumere certi schemi di potere, quindi a scanso di equivoci chiarisco che non mi voglio nascondere dietro a un dito: quello che mi fa storcere il naso non è la grammatica, è proprio il pensiero.

:clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping::clapping:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar
10 hours ago, Almadel said:

"Oggi ho fatto un'oretta di interracial! Mi ci voleva proprio!"

Ma infatti. Che razza di concezione hai dei tuoi partner sessuali se pensi una cosa del genere?

Io avrò pure dato corso (nemmeno troppo consapevolmente) a un mio fetish, però mai mi sarei sognato di buttarlo giù in questi termini. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
3 minutes ago, Bloodstar said:

Che razza di concezione hai dei tuoi partner sessuali se pensi una cosa del genere?

molto da etero che si vanta di tutte le fighe che ha spaccato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bloodstar

Una situazione tipo film anni '80, Christian De Sica e Gerry Calà che giocano a squash e parlano di fregna. "Hai mai provato l'interracial?" "Che libidine"

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
14 minutes ago, Bloodstar said:

Una situazione tipo film anni '80, Christian De Sica e Gerry Calà che giocano a squash e parlano di fregna. "Hai mai provato l'interracial?" "Che libidine"

appunto.

passare da etero spccafighe a spaccone è un attimo...

Edited by freedog

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

Qui però il topic starter non si sta vantando di nulla:

ha solo usato un modo indelicato per riferirsi a un'esperienza.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog

no, visto anche il precedente del topic sulle trans:

è proprio una sua forma mentis. a lui ingrifano le categorie porno, non le persone che ci sono attorno.

e come atteggiamento mi pare un filo squallido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

E' possibilissimo, ma non ha detto nulla di tutto questo.

Ha solo detto che va con le escort perché non conosce trans che lo facciano gratis

e ha chiamato - indelicatamente - "interracial"  l'esperienze di fare del sesso con persone di diversa etnia.

Capisco il processo alle intenzioni, ma mi pare un po' poco.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
schopy

È anche vero che "usarsi" per il sesso è, nel 2021, quasi universalmente accettato; se parlare in termini rozzi di un'esperienza sessuale ci fa sentire in colpa solo se il partner è di etnia non caucasica non ci sarà di mezzo un po' di coda di paglia? 

25 minutes ago, Almadel said:

Capisco il processo alle intenzioni, ma mi pare un po' poco.

Anche a me pare che il topic opener sia "solo" un po' spiccio nel lessico, ma potrei sbagliarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
55 minutes ago, Bloodstar said:

Che razza di concezione hai dei tuoi partner sessuali se pensi una cosa del genere?

2 minutes ago, Almadel said:

Capisco il processo alle intenzioni

Non voglio proprio fare un processo alle intenzioni: a dire il vero tutto sto pippone l'ho scritto per rispondere a te (@Almadel) 🙂

Però a me pare giusto far notare che l'espressione è antipatica (o come dici tu, indelicata), spiegare il motivo, e magari anche cercare di capire perché è stata usata. Una cosa che appunto non si può determinare da una righetta di testo.

Dire che chi parla come parli tu probabilmente pensa in un certo modo non vuol dire accusarti di pensare anche tu in quel modo:
però magari dopo che te l'ho fatto notare ti accorgi di aver detto una cosa che non pensi e la prossima volta ti esprimi meglio, cioè in un modo che più rispecchia il tuo pensiero.

Per quanto ne sappiamo, il termine inglese da sito porno generalista magari può addirittura essere stato usato, al contrario, proprio nel tentativo di non scrivere una cosa razzista o sconveniente.

L'inglese ce lo vedo bene come schermo che ci protegge dalla nostra inadeguatezza rispetto ad un argomento percepito come tabù. Un po' come chi chiede informazioni su "anal" e "oral", o chi usa le emoji per chiedere consigli su come pulirsi il culo.

In questo caso a dire il vero condonerei l'anglicismo visto che, nell'uso, la parola "race" nei paesi anglofoni negli Stati Uniti non corrisponde proprio proprio esattamente al nostro "razza". Da noi il termine è un po' più deprecato, e si tende a fare uso di altre espressioni più precise e con una connotazione diversa; gli statunitensi, invece, sono tranquillamente censiti sia per razza (bianchi, neri, asiatici, nativi americani, eccetera) che per etnia.

Noi di solito parliamo di colore della pelle (che pure determina le categorie di "race" negli Stati Uniti) evitando la parola "razza": ovviamente è solo un dettaglio, visto che p.es. un nigeriano e un somalo non si assomiglieranno granché (vale ovviamente anche per i bianchi biondi con gli occhi azzurri, e non serve nemmeno attraversare un continente: le fisionomie tipiche olandesi sono parecchio diverse da quelle tedesche).

E se pure volessimo guardare solo alla pelle, in italiano mi pare che non abbiamo nemmeno un termine che corrisponda a "brown" - usato per indicare sia gli indiani (dell'India!) che alcuni latinoamericani.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

@schopy, purtroppo non c'è un termine analogo a "interracial"

che possiamo usare quando facciamo sesso con un ragazzo bianco.

Se io per descrivere il mio sesso con te usassi il termine: "Ho fatto dello schopying"

la gente potrebbe pensare che io sia andato il sabato pomeriggio in centro a fare compere.

4 minutes ago, blaabaer said:

E se pure volessimo guardare solo alla pelle, in italiano mi pare che non abbiamo nemmeno un termine che corrisponda a "brown" - usato per indicare sia gli indiani (dell'India!) che alcuni latinoamericani.

In una chat ho trovato un Tunisino che si definisce "mulatto".

Alcuni miei amici radical chic considerano questo termine estremamente offensivo.

D'altra parte noi non utilizziamo il termine "negro" perché non piace agli Statunitensi;

(mentre gli Ispanici lo usano senza nessun problema perché un altro termine di fatto non esiste)

ma gli Statunitensi usano il termine "razza" che qui in Europa è una mezza bestemmia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
9 minutes ago, schopy said:

se parlare in termini rozzi di un'esperienza sessuale ci fa sentire in colpa solo se il partner è di etnia non caucasica non ci sarà di mezzo un po' di coda di paglia? 

sicuramente non posso scagliare la prima pietra proprio io, con tutte le volte che ho fatto intergenerational

20 minutes ago, Almadel said:

In una chat ho trovato un Tunisino che si definisce "mulatto".

Alcuni miei amici radical chic considerano questo termine estremamente offensivo.

(Avevo visto solo la prima parte del post, scusate il flood.)

"Mulatto" e "brown" non si riferiscono alle stesse persone: nel primo caso, la pelle è "marrone sbiadito" perché il risultato dell'unione di persone di diverso colore.

Anch'io come i tuoi amici radical chic ho sempre pensato che fosse abbastanza offensivo dire alla gente "sei come l'incrocio sterile tra un asino e una cavalla", ma probabilmente sono troppo sensibile io. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
schopy
36 minutes ago, Almadel said:

Se io per descrivere il mio sesso con te usassi il termine: "Ho fatto dello schopying"

Nessuno fa dello schopying da anni, anni, anni...aiutatemi a dire anni...tutti continuano a fare compere altrove 😅

32 minutes ago, blaabaer said:

sicuramente non posso scagliare la prima pietra proprio io, con tutte le volte che ho fatto intergenerational

Anche tu hai i tuoi scheletri nell'armadio 😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
10 minutes ago, schopy said:

scheletri

dai, non erano così vecchi

Share this post


Link to post
Share on other sites
schopy
59 minutes ago, blaabaer said:

dai, non erano così vecchi

😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
castello

🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Ma che manica di intolleranti!

Sarà un etero (?)  grezzo e poco attento al modo di esprimersi? Forse.  Ma arrivare a tacciarlo di essere razzista. 

(Mentre che, implicitamente , neanche tanto, parli delle trans come tutte mignotte, va bene... 😶 )

(Mentre se si fa, semplicemente, notare che il t.o. ha -senza cmq fargliene un colpa- problemini di sessualità e specificamente di orientamento sessuale.... NOOOOO Come ti permetti! 😆 )

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
53 minutes ago, castello said:

arrivare a tacciarlo di essere razzista. 

questo è un problema enorme di comunicazione che non penso riuscirei a risolvere nemmeno in un milione di post. Ne scrivo comunque uno, consapevole dei miei limiti.

il problema, dicevo, è che molti vedono la parola "razzismo" come un marchio, un insulto, e pensano che il razzismo sia una caratteristica di alcune persone, invece di essere un sistema culturale che influenza tutti, chi più chi meno

e che a volte si pensa, si parla, si scrive, si fanno le cose col pilota automatico, senza rendersi conto se a dettare il nostro pensiero, le nostre parole o le nostre azioni sia un sistema culturale che in realtà non approveremmo, o se davvero ne siamo convinti, la accendiamo

Qui nel forum si è fatto più volte un discorso simile sulla misoginia, ma è andato sempre in malora perché a nessuna delle parti interessava davvero fare un discorso concreto e tenerlo su toni pacifici

So bene comunque che questo è un modo di vedere le cose completamente incompatibile col pensiero di molti, quindi percaritàdidio se pensi che siano cazzate ti farò la cortesia di provare ad evitare di convincerti del contrario. (Non è vero, farò questa cortesia a me stesso).

Sia quel che sia, la conseguenza concreta di questo fallimento comunicativo è che, in generale, non è nemmeno mai possibile suggerire alla lontana che un singolo comportamento sia inappropriato, perché novantanove su cento parte il
«MI STAI DANDO DEL RAZZISTA?! IO NON SONO MICA RAZZISTA!! IO SONO INNOCENTE E LE MIE INTENZIONI NON SONO RAZZISTE, SEI TU CHE VUOI TROVARE DEL RAZZISMO PER FORZA OVUNQUE!»

-- questo, o in altre declinazioni, tipo "se ci vedi del razzismo sei razzista tu". (O "hai la coda di paglia", eccetera)

Figurati che io persino ho ipotizzato che:

5 hours ago, blaabaer said:

Per quanto ne sappiamo, il termine inglese da sito porno generalista magari può addirittura essere stato usato, al contrario, proprio nel tentativo di non scrivere una cosa razzista o sconveniente.

L'inglese ce lo vedo bene come schermo che ci protegge dalla nostra inadeguatezza rispetto ad un argomento percepito come tabù. Un po' come chi chiede informazioni su "anal" e "oral", o chi usa le emoji per chiedere consigli su come pulirsi il culo.

il fatto che la toppa possa essere peggiore del buco non lo rende certo il nemico razzista da nəutralizzare, ma la toppa rimane peggiore del buco lo stesso: io glielo dico, poi veda lui cosa fare.

 

In tutto ciò ripeto che questi pipponi li scrivo in risposta a chi pone delle obiezioni specifiche, la mia risposta all'opener rimane quella breve a pagina 1 🙂

 

53 minutes ago, castello said:

Mentre che, implicitamente , neanche tanto, parli delle trans come tutte mignotte, va bene...

questo a occhio non mi pareva gliel'avessimo fatto passare così in scioltezza. Forse abbiamo letto due thread diversi.

Eviterei di tirar fuori l'argomento di nuovo però

Edited by blaabaer

Share this post


Link to post
Share on other sites
castello

Il RAZZISMO è  una ideologia politica e culturale che partendo dell'errato presupposto che esistano le RAZZE, sostiene che la (propria) razza sia biologicamente superiore alle altre. 

Non mi pare che il t.o. si ponga nei confronti di alcune etnie con un atteggiamento di superiorità; quasi il contrario! 😆

Piuttosto si esprime in modo grossolano e inadeguato. Non solo nei confronti ad es delle tailandesi, ma anche dei rapporti sessuali ("interraziali" ). Il dubbio che a me era venuto anche nell'altro topic, è che il nostro t.o., sicuramente persona degna e piacevole, abbia un approccio al sesso un poco deviato, distorto. È la sua sessualità ad essere vissuta male: come un porno, come un oggetto l'altro/a. Non a caso predilige sesso a pagamento. Io ho coinvolgimenti emotivi e mentali, oltre che strettamente erettili, anche con un ragazzo rimorchiato mezz'ora prima su Grindr. Certo con un escort non ti senti coinvolto, hai un distacco; il sesso è solo meccanica.  Ps: non volevo dirlo, ma chi ricorre abitualmente ad escort gay ? A parte vecchi ricchi ( e nn so perché il t.o. me lo immagino un bel 30-35enne) se nn omosessuali repressi che vogliono sfogarsi senza sentirsi "diversi" ?

Pps: a proposito delle trans escort, altro topic, io ricordo che solo il sottoscritto e la vecchia zietta @freedog, rimarcammo con un certo rammarico nel modo in cui si esprimeva e pensava il t.o.

Share this post


Link to post
Share on other sites
freedog
8 minutes ago, castello said:

la vecchia zietta @freedog,

io il giorno che te becco, te corco.

sallo

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer

@castello non so se si capisce: ma qui nessuno ha detto al TO che è "razzista".

Tutti hanno notato che il termine è un genere pornografico, io ho scritto che è un modo "antipatico" di esprimersi, @Almadel ha detto che è "indelicato", @Bloodstar ha suggerito che esprimersi così denota una considerazione molto bassa dei propri partner sessuali, eccetera. Almadel mi ha chiesto se il mio disappunto deriva dalla paura di sembrare razzisti nel parlare di una preferenza sessuale, io ho risposto di no, ma che comunque il linguaggio usato è comune a uno che sottintende la riduzione di certe categorie di persone a oggetti - per esempio, sì, un linguaggio razzista.

Se tu poi - il migliore di tutti - arrivi e dici che abbiamo tacciato il TO di "essere razzista" (un'espressione che probabilmente non userei, per i motivi spiegati sopra), non so davvero cosa pensare, tra le seguenti:

  • o tu e io abbiamo due modi molto diversi di capire, interpretare e intervenire sul razzismo;
  • oppure hai letto una riga sì e dieci no, nelle righe che hai letto c'era la parola "razzismo", e hai capito quello che volevi capire;
  • oppure vuoi solo far finta che si siano alzati i toni, o alzarli tu stesso, quando invece non si sono alzati per niente, giusto per il gusto di creare un flame.
39 minutes ago, castello said:

io ricordo che solo il sottoscritto e la vecchia zietta @freedog, rimarcammo con un certo rammarico nel modo in cui si esprimeva e pensava il t.o.

e invece pure io ho insistito parecchio.
L'ipotesi "legge una riga sì e dieci no" sembra sempre più probabile, dunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
castello

OK,

a parte che il dubbio che leggessi una vena razzista è venuta anche ad altri;

mi pare, ma correggimi o Eccelso, che per te il RAZZISMO

3 hours ago, blaabaer said:

il problema, dicevo, è che molti vedono la parola "razzismo" come un marchio, un insulto, e pensano che il razzismo sia una caratteristica di alcune persone, invece di essere un sistema culturale che influenza tutti, chi più chi meno

e che a volte si pensa, si parla, si scrive, si fanno le cose col pilota automatico, senza rendersi conto se a dettare il nostro pensiero, le nostre parole o le nostre azioni sia un sistema culturale che in realtà non approveremmo, o se davvero ne siamo convinti, la accendiamo

 

Nel mio modesto bagaglio culturale, uso il termine RAZZISMO per indicare una precisa ideologia, non una  eventuale qualsivoglia tipo di discriminazione. Se Tizio mi dice "sono contrario alla immigrazione selvaggia dai paesi del terzo mondo" ovvero "sono contrario allo ius soli", io non gli do del razzista; magari dell'egoista, del borghese chiuso, del classista. Diverso se mi dice" non voglio che vengano da noi sporchi negri a decontaminarci..."; questo per me è un razzista.

Neanche do del razzista ad un etero omofobo, che inveisce contro il DDL Zan: gli do semplicemente dello stronzo. Uno stronzo che gode nella DISCIMINAZIONE degli altri (della sua stessa razza. No! Non esistono le razze! :D )

 

Cmq,  @blaabaer, magari insieme a @Almadel,

dovreste provare ad avere maggiore pazienza con le persone meno intelligenti e colte di voi. Questa è discrinazione. (Non razzismo)

 

 

1 hour ago, blaabaer said:

*e invece pure io ho insistito parecchio.

L'ipotesi "legge una riga sì e dieci no" sembra sempre più probabile, dunque.

pazienza, ci vuole pazienza, o Eccelso!

Allora forse eravamo solo in 3 a darlo; mi ricordo che ero stato platealmente tacciato di esagerare una semplice, generica "oggettivazione sessuale".

Ps: sono emzionato dall'essere accomunato a Lei, Eccelso.  🤩

Edited by castello

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer

C'è un protocollo da seguire per queste perculate gratuite?

Share this post


Link to post
Share on other sites
castello

Leggo le Linee Guida, o Eccelso, e Le faccio sapere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
blaabaer
On 4/7/2021 at 10:41 PM, blaabaer said:

io sento una certa puzza di troll

era ancora lontano ma infine è arrivato

Share this post


Link to post
Share on other sites
schopy
14 hours ago, blaabaer said:

molti vedono la parola "razzismo" come un marchio, un insulto, e pensano che il razzismo sia una caratteristica di alcune persone, invece di essere un sistema culturale che influenza tutti

Se la intendi in senso così ampio ti do ragione; nessuno è completamente scevro da pregiudizi, e sbarazzarcene del tutto richiede tempo, e lo stesso si può dire della misoginia o dell'abilismo...è, come implicitamente suggerisce castello, anche un problema di lessico e di modi più che di convinzioni radicate. Inutile dire che saper parlare adeguatamente aiuterebbe tutti 😊 parlare meglio aiuta a pensare meglio, poi capisco che non tutti sanno porre attenzione a quelle che potrebbero sembrare solo "sfumature".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...