Jump to content
gfy

Leonardo

Recommended Posts

Logo

Be se si parla di Storia del Arte penso di poter essere utile , Mela sono sempre cavata bene ,in fondo e il mio pane quindi ,

Allora sul fatto che Leonardo da Vinci fosse gay non e del tutto esatto , e piu probabile che fosse bisessuale anche se le sue tendenze puntavano molto piu sulla sessualità maschile.in questo bozzetto che ritrae salai Giacomo caprotti , fatto dalla mano di leonardo traspare prepotentemente la sessualita  aperta e non velata .

Fu caprotti  il suo grande amore ,il suo diabolico amante come lo definiva leonardo nei suoi scritti ,e bello intelligente ma anche menzoniero ladro . Melzi  fu un po un ripiego ma per quanto fosse suo allievo prediletto ,era Caprotti ad essere il favorito di Leonardo .

Trai 2 c,era una profonda relazione amorosa ,su questo non ci piove in assoluto ,ci sono anche dei rari frammenti di lettere di Giacomo che sono dei sonetti d,amore dedicati a leonardo.

 Gian Giacomo Caprotti - Wikiwand

Per certi versi quello di caprotti con leonardo era un rapporto  di amore e odio, anche se Leonardo Amava davvero giacomo ,tanto che gli perdonava ogni capriccio o malefatta.

quando arrivo da leonardo giacomo aveva 9 anni ,quindi fu cresciuto da leonardo che gli insegno i suoi segreti di fatto i suoi quadri sono sicuramente i migliori ,rispetto a quelli degli altri discepoli di leonardo .

Anche se Melzi tento di scalzarlo ,era ovvio che trai 2 non corresse buon sangue 

The men who Leonardo da Vinci loved - BBC Culture

Share this post


Link to post
Share on other sites
Krad77

Beh dici che è più probabile che fosse bisex e non accenni neanche a mezza donna nella sua vita 😄😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

In effetti sarei anche io curioso di sapere che prove ci siano che fosse bisessuale.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Logo

A dirla tutta ce qualche donna anzi per dirla tutta sono 2 le donne in questione , che entrarono nella sua vita in modo affettivo ,stesso discorso per michelangelo bonarroti che fu intimo amico come scrive la stessa vittoria colonna rappresentata nella sistina e di alcuni sonetti dove la definisce amica di intima notte amica, insomma e allusivo,

Lucrezia Crivelli , da alcuni appunti sappiamo che ebbe una relazione affettiva con lei leonardo che la definisce intima e profonda amica ,non ci sono molti dettagli anche se be dai bozzetti di prova traspare una sessualità molto aperta.la stessa che ritroviamo in giacomo

Lei era gia amante del moro e sposata ,ma si intrattenne anche con leonardo che non disnegnava le sue attenzioni. in pratica leonardo si intratteneva con lei fino a notte inoltrata come ci raccontano i cronisti, e di certo non lascia molto dubbio.della seconda non sappiamo il nome preciso perche la 2 pagina che ne parla manca dal codice personale ,

Ma leonardo la definisce mi amata amica , il tuo ricordo mi accompagna come le tue carezze di consolazione ,e il tuo caldo e intimo abbraccio ,insomma e velato ma e chiaro che non abbia avuto problemi. ma poco dopo l arrivo di Salai Giacomo caprotti , scompaiono dagli appunti ,quindi  be ebbe di che consolarsi per il resto della vita.

Se trovo le pagine dei codici tradotte che ne parlano in alcuni articoli scentifici le posto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario1944
18 hours ago, Logo said:

Allora sul fatto che Leonardo da Vinci fosse gay non e del tutto esatto , e piu probabile che fosse bisessuale

Veramente certe inquisizioni se alcun uomo celebre del passato sia stato gayo, non gayo o misto risentono dell'impostazione ideologica secondo cui ognuno nasce ineluttabilmente gayo, non gayo o misto, sì che, quando l'uomo non si sia dichiarato, s'investigano accuratamente i segni che dovrebbero dimostrare certamente l'appartenenza ad una sola delle tre "nazioni".

Inevitabilmente, tuttavia, ci si scontra con una realtà che può essere molto variegata non solo in virtù della mobilità dell'ingegno dei singoli uomini, tanto più se artisti, considerati, ma anche a causa dei tempi, dei luoghi e delle condizioni morali e culturali in cui essi siano nati e vissuti.

Così dedurre inoppugnabilmente un amore omoerotico, adducendo come prova la mera convivenza perpetua con un apprendista servitore è erroneo, dati i costumi di quei tempi:

al più può essere un indizio.

Non altrimenti, l'affettuosa cortesia verso donne d'alto lignaggio, spesso mecenati o corrispondenti intellettuali dell'artista, non implica necessariamente un vero desiderio erotico verso di loro e tanto meno una sua consumazione.

D'altronde l'ammirazione della bellezza femminile e maschile della specie umana od anche di altre specie animali, tanto più se alla bellezza esteriore s'aggiunge quella interiore, è uno dei motori primi dell'arte, seppur non l'esclusivo, ma non perciò dobbiamo pensare che tanta efficace ammirazione abbia come fomite il desiderio erotico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Who Viewed the Topic

    19 members have viewed this topic:
    Tyrael  Almadel  castello  freedog  PiNKs  SabrinaS  marcobaleno  Micio99  Lino0110  schopy  Saramandasama  Sbuffo  marce84  LuxAeterna  prefy  Dragon Shiryu  Bullfighter4  Hazel226  metalheart 
×
×
  • Create New...