Jump to content
GianniDecameron1300

Disavventure in chat, confessioni e nuovo inizio 2.0

Recommended Posts

GianniDecameron1300
Posted (edited)

Per chi avesse letto il topic di presentazione, questo è quello in cui racconto (spero di non dilungarmi troppo ahahahah), la mia breve esperienza riguardo la scoperta della mia sessualità, chi vorrà commentare o dare consigli in merito, nei limiti del rispetto mi auguro, è libero di farlo

Da sempre forse ho avuto qualche sguardo di troppo nei confronti dei ragazzi, ma l'ho sempre frainteso come una sorta di "invidia perché mi sentivo brutto e loro erano più carini", al giorno d'oggi mi sa che invece poteva significare anche altro, specialmente alla luce di certi flash mentali in "momenti intimi"

Comunque, col tempo non do importanza a questi flash, se vogliamo chiamarli così, e continuo la mia normale vita sessuale da etero. Ammetto in passato di aver avuto un po' di omofobia, forse dovuta alla società più che alla famiglia (che mi è sembrata abbastanza aperta e tranquilla a riguardo), specialmente grazie all'ambiente scolastico molto rigido e all'idea di "femmina mancata" (probabilmente molti mi uccideranno per questo) dei gay/bisex che mi ero fatto tramite la televisione e affini. Mentalmente però mi sono aperto facendo amicizia a scuola con un ragazzo gay e dichiarato, esattamente il tipo di persona che non solo non mi piace a livello sessuale ma che fino a prima non condividevo molto.

Qualche mese fa, in pieno periodo da single, la curiosità ha il sopravvento, e finisco per conoscere l'esistenza di Grindr.

Passiamo direttamente alla prima esperienza con un ragazzo, dato che le numerose chat precedenti non hanno portato a nulla se non più confusione.

Questo era un turista, più grande di me, che mi ospita nella camera in cui dormiva. Sapeva che in caso era il primo maschio con cui avevo qualcosa, ed è stato molto gentile e disponibile (era inglese). Mi fa fare pure un giro di perlustrazione nella casa per rassicurarmi, finché non mi porta in camera e mi bacia. È stato quasi come un nuovo primo bacio, infatti i primi istanti ero molto imbarazzato, ma poi tra me e lui c'è stata abbastanza chimica, e siamo finiti a letto a fare soft ahahahahahha. Ho un bellissimo ricordo di quest'esperienza, anche perché essendo un turista nemmeno mi ero posto il problema della riservatezza o del sesso occasionale, in fondo ci si è divertiti un pomeriggio, nulla di brutto.

Successivamente, inizio a dirmi "dai, questa è l'ultima volta, mi sono levato lo sfizio, torno a cercare solo ragazze", ma niente, alla fine finisco nuovamente per reinstallare Grindr, in quel periodo non avevo espanso il giro di conoscenze e nemmeno avevo detto la cosa al mio amico gay, che sicuramente mi avrebbe aiutato ad evitare confusioni ulteriori.

Le esperienze successive, che possiamo contare sulle dita di una mano, non sono nulla di entusiasmante, tutte riservate, nessuna con un coetaneo, più guidate dall'euforia del momento che altro. Difatti, una volta finito il "momento", inizio ogni volta a sentirmi sempre più in colpa, come se stessi sbagliando l'approccio con questa mia nuova sessualità, in parte perché convinto che "tanto è solo una botta e via, non resta nulla".

Passano i mesi, la confusione non cessa, e arriviamo a questo ragazzo, che chiamerò per semplificare Giacomo (nome uscito per caso ora).

Giacomo non era mio coetaneo, ma era under 30, quindi penso che comunque poteva andare per una scopamicizia. In quel periodo infatti mi ero messo a cercare uno scopamico con cui sfogare le mie voglie occasionali (oggi ripudio quest'idea, ma forse ci si deve passare per capire meglio).

Giacomo esteticamente era abbastanza il mio tipo, occhi azzurri, barba vichinga, capelli castani, fisico in forma. Per incontrarci decidiamo di vederci nel suo garage nel pomeriggio, peccato che le cose sono finite per durare più del previsto causa troppa attrazione fisica, e ritardo a un'uscita con amici. Finito tutto, loro si chiedono come mai non mi fossi fatto sentire, e, dato che mi conoscono bene, fanno 2+2 e si rendono conto che sto nascondendo qualcosa con una persona che non è sicuramente una ragazza, dato che ci diciamo tutto senza problemi. Tra implorazioni e pianti, alla fine arrivo a confessare. Ero molto agitato e spaventato all'idea, anche perché avrebbe significato la fine della riservatezza totale, ma per fortuna loro mi tranquillizzano dicendo che non cambia assolutamente nulla, e che vogliono ugualmente sapere anche se mi sento con un ragazzo. Peccato che con Giacomo le cose non vanno come previsto...

La seconda volta in cui ci vediamo, la mia prima seconda volta con lo stesso ragazzo, inizio a sentire qualcosa di più della semplice attrazione fisica, che già era molta ricordo dato che era il mio tipo ideale (anche le ragazze mi piacciono molto chiare occhi chiari, per capirci). Nel frattempo da Grindr ci eravamo spostati su Telegram, con l'idea di sentirci come faremmo su WhatsApp con la differenza di non scambiarci subito i numeri, dato che eravamo entrambi riservati. Peccato che non risponde anche per giorni. Io mi rendo conto che inizio a vederlo come uno pseudo-ragazzo, non come uno scopamico occasionale, dato che sempre più nella mia mente pensavo a me a lui insieme, a parlare del più e del meno, guardandoci negli occhi, non solo sesso insomma. Ma, alla fine, ho conferma dell'ovvio quando torno su Grindr e lo trovo bellamente connesso, e per giunta risponde subito, mentre su Telegram era scomparso. Lui ammette che non cerca relazione, io mi rendo conto di essere stato troppo frettoloso e che sbagliavo a escludere a priori una relazione, e chiudo tutto.

Le poche volte successive a Giacomo, credo tre in totale, non sono nulla di che, sempre con gente più grande, non coetanei, e finiscono tutte facendomi sentire in colpa. Gli amici che ormai sanno mi consigliano di lasciar perdere la chat, giustamente, dato che mi fa solo confondere di più e non mi porta a nulla, tra incontri e chat squallide, perciò decido, con molta ansia, di dire tutto al mio amico gay.

Ovviamente lui ascolta e accetta tutto tranquillamente (sarebbe stato paradossale se non l'avesse fatto), così inizio a dirgli un po' che tipo mi piace, che ruolo ho, ecc...

Premetto che con lui è rimasta una sana amicizia pulita, non siamo il tipo dell'altro ahahahahah

Nel discorso app (la usa e conosce) lui mi conferma che comunque la maggior parte cerca solo divertimento, e che molti nemmeno la usano per quel motivo. Parlandogli del mio tipo ideale, mi rivela che un amico di un nostro conoscente è gay (anche dichiarato a quanto pare, dato che il mio amico ha semplicemente chiesto al nostro conoscente se lo fosse e lui ha risposto senza problemi), me lo fa vedere, e mi crolla un mondo ahahahahah

A parte il fatto che è coetaneo, e oltre il mio amico non conosco altri gay/bisex della nostra età, se non un conoscente che però oltre a non sapere di me studia fuori, mi rendo conto che CASUALMENTE (vi giuro) è lo stesso tipo che avevo visto da una storia di Instagram di questo nostro conoscente dicendo fra me e me "cavoli, carino, sarebbe il mio tipo, ma sicuramente è etero"...

Alla faccia delle coincidenze... Comunque, oltre a questo non è successo altro

Aver parlato con il mio amico gay e il mio cerchio stretto di amicizie mi ha tranquillizzato molto, e ho perso l'abitudine di andare su Grindr. Ora come ora sono abbastanza aperto alle possibilità, se m'innamoro di una ragazza o di un ragazzo non m'interessa più di tanto, non nascondo che la curiosità di vivere una relazione con un ragazzo coetaneo l'ho, ma non ho idea di come conoscere possibili tipi compatibili, quindi penso più che "se arriverà, arriverà quando meno me l'aspetto"

Nel mentre ho la forte tentazione di seguire quel tipo su Instagram, ma oltre al fatto che non essendo apertamente dichiarato mi metterei in mostra, è probabile che non ricambierebbe e farei una brutta figura, che mi fa stare male sia con ragazzi che con ragazze ahahahahahah

Edited by GianniDecameron1300

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel

Posso chiederti di preciso come pensi di conoscere ragazzi gay

se non usi Grindr, né locali gay, né associazioni?

Il tuo amico ha una cmpagnia di ragazzi gay da presentarti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianniDecameron1300
  • Topic Author
  • Scusa se te lo chiedo ma rispondi al terzo topic ahahahaha

    Questo era uscito male alla fine

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


    ×
    ×
    • Create New...