Jump to content
Serpente

Gli "instagay"

Recommended Posts

metalheart
10 hours ago, Isher said:

È tutta una illusione.

Il contenitore è troppo più grande dei contenuti, l’insieme rende trascurabili i singoli attori. Questo vale per molti altri siti anche completamente diversi.

Non sono d’accordo, spesso possono essere i singoli attori a essere troppo grandi per il contenitore. Come Chiara Ferragni (per inciso non ho ancora capito bene cosa faccia ora nella sua vita) ce ne saranno a centinaia con milioni di seguaci che, per quanto i sistemi tendano all’inerzia e a conservare la propria forma, hanno una forza spaventosa sul mezzo e su chiunque altro ci stia - chiunque altro che (investimenti permettendo) ha tecnicamente la possibilità di giungere al livello della Ferragni perché Instagram è un mezzo, sempre tecnicamente, democratico. Non è per niente un’illusione, la gente su quel sito ci vive, ci lavora, la gente in effetti è based in instagram, ogni follower in più potrebbe essere convertibile in soldi, autostima, amico/a, ecc 

parlando di altri siti, non so se c’entra, ma Twitter ha un fortissimo bias liberal/dem, dieci anni fa non era certo così, si è evoluto per stare al passo con un numero neanche così enorme di utenti per lo più giornalisti liberal che avevano un seguito enorme

e a proposito di “Based in”, parlare in inglese ecc, non è nulla di nuovo, 13 anni fa mi ricordo che su Windows Live Spaces e Netlog era praticamente lo stesso

image.jpeg.65fd42a3dbbf21cede47e03d749cf1c9.jpeg

Edited by metalheart

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny
Posted (edited)
On 4/30/2020 at 9:52 PM, Uncanny said:

Dal lato propositivo per limitare il fenomeno mi muoverei in due sensi: 

1) Leggi che impongano che le foto ritoccate su Instagram e altri social abbiano vicino segnalato che sono ritoccate.

A quanto pare la mia non era una proposta così peregrina, una norma simile è stata appena approvata in modo bipartisan in Norvegia :D

Gli unici contrari i parlamentari dell'estrema destra libertaria e liberista 

Gli emendamenti al Marketing Act del 2009 rendono illegale per gli influencer condividere foto ritoccate del proprio corpo in post promozionali sui social media, senza comunicare che l'immagine è stata modificata

"Le leggi proposte arrivano nel mezzo di una conversazione culturale in Norvegia che circonda il concetto di kroppspress, che letteralmente si traduce in "pressione corporea", e il suo effetto sulla salute mentale dei giovani nel paese. "La pressione del corpo è sempre presente, spesso impercettibile, ed è difficile da combattere", ha affermato il ministero in una nota. "Si spera che il provvedimento dia un contributo utile e significativo per arginare l'impatto negativo che tale pubblicità ha, soprattutto sui bambini e sui giovani".

https://www.elle.com/it/magazine/women-in-society/a36910980/foto-sociale-ritoccate-illegali-norvegia/

Il testo degli emendamenti approvati: https://www.stortinget.no/no/Saker-og-publikasjoner/Vedtak/Beslutninger/Lovvedtak/2020-2021/vedtak-202021-146/ 

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...