Jump to content
Syfy

[film] God's Own Country

54 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

Syfy
Posted (edited)

Ho appena recuperato per vie traverse questo bel film, pensando che non avesse distribuzione italiana quando invece dovrebbe uscire a poco a quanto ho letto.

Per chi non avesse sentito parlare di questo film, è una pellicola che ha fatto incetta di premi e che tratta la storia d'amore tra due contadini nella campagna inglese. E' sulla falsa riga di "Chiamami col tuo nome", ma laddove lì c'erano intellettuali e lo sviluppo era poetico qui ci sono contadini e c'è molto più realismo.

La trama è originale ed è anche semi-autobiografica del regista.

Cast: Josh O'Connor (che per questo ruolo ha vinto un  British Independent Film Award), Alec Secareanu, Ian Hart (è stato il professor Raptor nel primo "Harry Potter") e Gemma Jones (anch'ella nel cast della saga di "Harry Potter", era madama Chips)

Edited by Syfy

Share this post


Link to post
Share on other sites
Yukio_

Io ho preso il dvd, mi è piaciuto molto. Molti lo chiamano "il nuovo Brokeback", ma penso sia anche migliore perché non ha tutta quella parte di film americano che fa pesare la trama. 

Il personaggio del protagonista mi somiglia emotivamente, ed è stato difficile non immedesimarsi -_- 

Avrei sistemato la trama in modo differente. Però anche così è davvero un film godibilissimo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Krad77
8 hours ago, Syfy said:

E' sulla falsa riga di "Chiamami col tuo nome"

ma no ^^ semmai è proprio l'anti "Chiamami"
io l'ho visto, mi è piaciuto, infatti lo avevo citato in quali-sono-i-film-a-tematica-gay-che-vi-sono-piaciuti-di-più

Share this post


Link to post
Share on other sites
Syfy
  • Topic Author
  • 1 hour ago, Krad77 said:

     l'anti "Chiamami"

    Concordo.

    Intendevo dire che come sviluppo della storia lo ricorda molto: fattoria in campagna dove abita la famiglia del protagonista, arrivo dell'estraneo, prima conflitto e poi amore....

    Certo poi se ne distacca nella forma, questo è più realistico: è appunto l'anti "Chiamami".

    A me è piaciuto molto, quando uscirà in Italia lo andrò a rivedere al cinema

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Krad77

    Sì ma se stiamo ad elencare le opere in cui arriva dall'esterno qualcuno in una situazione famigliare o in una situazione con una sua stabilità stiamo freschi... è un meccanismo narrativo abbastanza base. Quanto al conflitto trovo che sia piuttosto blando, quasi incolore in entrambi i casi...

    non direi che GOC sia più realistico (per quanto effettivamente tutto in Chiamami trovo che sia più idealizzato), ma più proletario, vs l'alta borghesia intellettuale ovviamente

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog

    una data certa di uscita al cine non c'è ancora;

    probabile sarà verso fine primavera (metà maggio - giugno), così i cattobigotti non sbraiteranno troppo

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Syfy
  • Topic Author
  • Posted (edited)
    4 hours ago, freedog said:

    così i cattobigotti non sbraiteranno troppo

    Bhe tanto sbraitano comunque, sia in estate che in primavera. Poi immagino che riceverà il VM14 (che oramai è una moda per i film a tematica gay), quindi possono anche evitare di aprire bocca

    Edited by Syfy

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    On 4/2/2018 at 12:54 PM, freedog said:

    una data certa di uscita al cine non c'è ancora;

    probabile sarà verso fine primavera (metà maggio - giugno), così i cattobigotti non sbraiteranno troppo

    com'era facile prevedere, è uscito questo week end (fine maggio..)

    la cosa vergognosa è che lo stanno dando in soli 8 cinema IN TUTTA ITALIA

    -segue lista https://www.comingsoon.it/cinema/trovacinema/?idf=12786 -

    ---

    per dire, a Roma lo danno solo al 4 fontane, che è in pieno centro (dietro via Nazionale)

    peccato che domani il centro città sia impraticabile todo el dia causa giro d'italia e, anche se qualcuno volesse andarlo a vedere, sarà impossibile arrivarci

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Pix

    È a lieto fine?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Syfy
  • Topic Author
  • 3 minutes ago, Pix said:

    È a lieto fine?

    SPOILER ALERT

    Spoiler

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Pix
    19 minutes ago, Syfy said:

    SPOILER ALERT

      Reveal hidden contents

    Spoiler

    Grazie, allora lo vedrò. 

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Krad77
    On 5/26/2018 at 5:35 PM, freedog said:

    la cosa vergognosa è che lo stanno dando in soli 8 cinema IN TUTTA ITALIA

    -segue lista https://www.comingsoon.it/cinema/trovacinema/?idf=12786 -

    Vergognoso davvero, il film è bellissimo, essendo d'autore capisco non possa avere un pubblico gigantesco, ma qualche sala in più l'avrebbe meritata

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    On 6/3/2018 at 12:42 AM, Krad77 said:

    Vergognoso davvero, il film è bellissimo, essendo d'autore capisco non possa avere un pubblico gigantesco, ma qualche sala in più l'avrebbe meritata

    beh, visto che non è andato poi malissimo il week end passato, sta settimana cmq qualche saletta in più è scappata fuori -anche perchè, essendo ormai fine stagione, di nuove uscite ce ne son poche, polpettoni di guerre stellari a parte-;

    al mio adorato Nuovo Olimpia (sta in un vicoletto i via del corso, subito appresso al parlamento andando verso piazza del popolo) da giovedì scorso lo danno in lingua originale sottotitolato;

    che, secondo me, è il modo migliore per vederlo, anche per lo slang molto scotish che lo caraterizza

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Iron84

    Carino niente di che però.
    Notevoli gli arnesi dei protagonisti ....scusatemi in questo periodo gira così non posso guardare un uccello.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    Posted (edited)
    10 hours ago, Iron84 said:

    Notevoli gli arnesi dei protagonisti ....scusatemi in questo periodo gira così non posso guardare un uccello.

    ma è più fame o voglia di qsa di.. appetitoso???

    Edited by freedog

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Iron84

    Zia è che manco i colombi ho sul balcone

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    18 minutes ago, Iron84 said:

    Zia è che manco i colombi ho sul balcone

    ok

    è fame nera

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    L'ho visto la settimana scorsa. Mi è piaciuto, godibile.

    L'omosessualità è in un certo senso secondaria, di contorno. L'evoluzione del protagonista non ha a che vedere con essa.  Non è una storia di struggimento, di accettazione, di discriminazione, conflitto con la società e via dicendo. Il malessere, il cinismo e la concezione di sessualità "da una botta e via" del protagonista sono conseguenza della dura vita che si è trovato costretto a vivere nella fattoria del padre e della solitudine che ne è conseguita. 

    Se il protagonista e la storia d'amore fossero stati eterosessuali, la trama sarebbe potuta rimanere praticamente invariata senza perdere di senso. 

    Non lo definirei quindi un film "a tematica omosessuale". 

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    59 minutes ago, Uncanny said:

    L'omosessualità è in un certo senso secondaria, di contorno.

    mmhhh..

    nì.

    cmq il sesso gay c'è fin da subito e tutto è men che represso;

    poi sì, c'è tutto il discorso della vita dura da contadino suo malgrado, dell'aiutante rumeno che da stagionale diventerà stazionale eccetera.

    però non credo che se l'aiutante fosse stata una rumena la trama sarebbe stata la stessa

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
    23 minutes ago, freedog said:

    cmq il sesso gay c'è fin da subito e tutto è men che represso

    Certo, ma il fatto che ci sia del "sesso gay" non rende in automatico il film "a tematica omosessuale".

    23 minutes ago, freedog said:

    però non credo che se l'aiutante fosse stata una rumena la trama sarebbe stata la stessa

    SPOILER

    Spoiler

    A parte la scena con la nonna che capisce della relazione fra i due accennando qualche lacrima mentre stira, ma comunque accettando la cosa, e la scena del padre che dà il suo assenso al figlio per la sua relazione e perché vada a riprendere Gheorghe per vivere con lui nella fattoria, il resto sarebbe potuto rimanere identico. Sono comunque scene cortissime e praticamente ininfluenti ai fini della trama e dell'evoluzione psicologica del protagonista. Un po' poco per parlare di "tematica omosessuale".

    Il focus è spostato da tutt'altra parte: sulla durezza del lavoro in fattoria e la desolazione esistenziale e il mal di vivere del protagonista che ne conseguono. Mal di vivere poi "curato" dall'arrivo di Gheorghe e dall'amore che nasce per lui. Ma se invece di Gheorghe ci fosse stata Gheorghina tutto questo sarebbe potuto non cambiare di una virgola. 

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Krad77
    8 hours ago, Uncanny said:

    L'ho visto la settimana scorsa. Mi è piaciuto, godibile.

    L'omosessualità è in un certo senso secondaria, di contorno. L'evoluzione del protagonista non ha a che vedere con essa.  Non è una storia di struggimento, di accettazione, di discriminazione, conflitto con la società e via dicendo./cut/

    Se il protagonista e la storia d'amore fossero stati eterosessuali, la trama sarebbe potuta rimanere praticamente invariata senza perdere di senso. 

    Non lo definirei quindi un film "a tematica omosessuale". 

    Un’opinione rispettabile e legittima, ma discutibile.

    chi ce lo dice che la tristezza, il senso di vuoto, l’incapacità di vivere il sesso come un rapporto intimo (la prima scena spinta)non derivino da mancata accettazione del proprio orientamento... che si può facilmente legare ad una famiglia severa, poco comprensiva, all’ambiente dei contadini/allevatori, alla povertà di una vita senza interessi, senza istruzione superiore e quindi anche senza cultura.

    io lo stesso film in chiave etero non ce lo vedo proprio.

    faccio una postilla... se anche fosse come dici tu, e il film fosse “rivoltabile” in chiave etero senza perdere di significato... resterebbe un film a tema gay. Sono due uomini, si amano, c’è una relazione, il film è a tema gay.

    se poi la vivono, questa relazione, in modo privo di problemi come la vivrebbero due etero, questo rende il film molto forte e con un messaggio chiaro e sul tema gay.

    per tanti anni ho sognato che qualcuno facesse un film d’amore semplice, con due ragazzi che si incontranoe si innamorano, senza problematizzaxioni varie coming out sofferti malattie traumi ecc... qualcuno ne hanno fatto, non significa che siano film d’amore non a tema gay. Anzi trovo che il tema gay in questi film sia molto potente (ad esempio: Last summer)

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    7 hours ago, Krad77 said:

    per tanti anni ho sognato che qualcuno facesse un film d’amore semplice, con due ragazzi che si incontranoe si innamorano, senza problematizzaxioni varie coming out sofferti malattie traumi ecc... qualcuno ne hanno fatto, non significa che siano film d’amore non a tema gay. Anzi trovo che il tema gay in questi film sia molto potente (ad esempio: Last summer)

    beh, no dai, film così adesso ce ne sono.

    due a caso che mi vengono in mente al volo: il week end e Thèo et Hugo dans le mème bateau

    -ah, li straconsiglio a chi non li avesse visti-

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Krad77

    sì beh adesso

    quando scrivo per tanti anni ho sognato intendo a partire da vent’anni fa

    poi Theo et Hugo parla di un bel problemone grosso; ti concedo Weekend giusto perché sono buono va ^^

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog

    mmhhh..

     Il week end comincia ad averceli i suoi 4-5 anni..

    diciamo che negli anni 10 sta diventando una buona prassi, quella di non raccontare più la vita gaya solo come il melodrammone perenne.

    e la cosa non ci dispiace

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Syfy
  • Topic Author
  • 10 hours ago, Krad77 said:

    poi Theo et Hugo parla di un bel problemone grosso; ti concedo Weekend giusto perché sono buono va ^^

    Quotissimo. Per quanto @freedog abbia citato due film meravigliosi, Theo et Hugo ha il peso di quel problemone di cui parla @Krad77 mentre per Weekend, vale solo per la prima parte di film, poi la seconda parte, per quanto prenda in giro gli stereotipi dei film melodrammatici, risulta melodrammatica.  

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    freedog
    12 hours ago, Syfy said:

    la seconda parte, per quanto prenda in giro gli stereotipi dei film melodrammatici, risulta melodrammatica.  

    dici?

    mah..

    -parlare senza spoilerare qui è durissima..-

    io ci vedo quasi più un transfert tra i due che un melodrammone (vedi scena dell'abbraccio finale; con kraddino ne parlammo molto quando il film uscì in italia);

    nel senso che alla fine ognuno ha imparato moltissimo dall'altro, pure se in pochissimo tempo.

    --

    Se invece per melodramma intendete qsi finale che non preveda l'happy end,

    allora ok, avete ragione

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Syfy
  • Topic Author
  • 2 hours ago, freedog said:

    dici?

    Allora io non mi riferivo al finale in senso stretto, ma proprio alla seconda parte quando si fanno i discorsi legati alle loro famiglie, per così dire onde fare spoiler e ai comportamenti che loro assumono in risposta a quello (l'ossessione per le interviste di uno, l'altro che fa l'attivista lgbt all'ennesima potenza) e che poi porta a quel finale. Poi comunque a me il film è piaciuto molto, lo ribadisco, ma la seconda parte del film per me non è etichettabile come semplice, tanto meno come le leggera.

    Quando @Krad77 e @Uncanny dice che questo film è più semplice ha assolutamente ragione perché l'omosessualità emerge principalmente dai sentimenti (e dai scopaggi vari, sempre ben accetti 😅) che dalla preponderanza dei problemi psicologici collaterali, che per carità ci sono, ma l'incomunicabilità che ha quella famiglia all'inizio del film non dipende solo da quello.

    On 11/8/2018 at 5:46 PM, Uncanny said:

    Non lo definirei quindi un film "a tematica omosessuale". 

    Quest'affermazione è interessante, perché sottolinei come di fondo possa esistere un genere cinematografico gay legato ad alcuni canoni (coming out, attivismo, aids, accettazione della propria omosessualità, difficoltà dell'accettazione da parte di un genitore/entrambi i genitori, omofobia...) che non compaiono tutti insieme ma ricorrono in molti film. Nel caso esistessero tra gli addetti ai lavori dei canoni per la realizzazione di questi film, questo potrebbe essere una prima deviazione sul genere...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny
    On 11/9/2018 at 2:24 AM, Krad77 said:

    Sono due uomini, si amano, c’è una relazione, il film è a tema gay.

    Se in un film ci sono due persone, una bianca e una nera, si amano, c'è una relazione, il film è automaticamente a tematica razziale? 

    Se in un film ci sono due persone, una disabile e una no, si amano, c'è una relazione, il film è automaticamente a tema disabilità?

    Il film è tematica razziale o disabile quando queste condizioni hanno un ruolo di una certa consistenza ai fini della trama nel film. Quando si parla di discriminazione razziale o black culture nel primo caso ad esempio, quando si parla di abilismo oppure quando il film è incentrato sulla ricerca di una cura nel secondo.

    Allo stesso modo un film è a tematica omosessuale quando si parla di una o più fra omofobia, accettazione personale, attivismo lgbt, cultura e subcultura gay, etc. cioè quando l'omosessualità in quanto tale ha rilevanza ai fini della trama.

    Per questo God's Own Country non è un film a tematica omosessuale, imho. L'omosessualità ovviamente c'è, ma non fa da tematica. 

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Ciò che Uncanny intende dire è che dobbiamo aspirare alla nostra morte

    Ma non nel senso buono e necrofiliaco di chi guarda Surf nazis must die o Le Orme  o Suor Omicidi, cioè lo sguardo di chi cerca in cose morte la vita

    Qui si tratta di di vedere in cose vive la morte

    Noi siamo -come lo fu il fascismo- una parentesi necessaria della Storia nel cammino incorrotto dell'idea universale di libertà

    Per qualche anno abbiamo rappresentato un "problema filosofico" e quindi ( senza colpa di nessuno ) eravamo necessari, ora dobbiamo svaporare

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Uncanny

    Non sto intendendo un bel niente di quel che dici, evita illazioni e drammatizzazioni grottesche.

    Sto semplicemente dicendo che l'omosessualità se presente non costituisce sempre una tematica e se lo fa non sempre lo fa in modo tale da poter definire il film nel suo complesso "a tematica gay". 

    Se l'omosessualità può essere sostituita con l'eterosessualità e il film continua ad avere senso, senza che vi sia bisogno di apportare modifiche rilevanti alla trama, allora l'omosessualità non costituisce una tematica. Se accade il contrario sì. 

    Tutto qua, non sto dicendo niente di particolare. 

    Mettere un bianco al posto di un nero in un film che parla di amore interraziale ai tempi del segregazionismo gli farebbe perdere completamente di senso. Mettere un bianco al posto di un nero in una delle tantissime coppie miste che si vedono ora in particolare nei film e nelle serie tv americane no (a meno che il fatto di essere coppia mista comporti delle discriminazioni rilevanti ai fini della trama). Nel primo caso la tematica dell'amore interraziale è presente, nel secondo no. 

    O forse @Hinzelmann qualsiasi film che presenta coppie miste come protagoniste o con ruoli non marginali è a tematica razziale?

    Edited by Uncanny

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    • Who Viewed the Topic

      33 members have viewed this topic:
      Igarko89  davydenkovic90  Uncanny  metalheart  LocoEmotivo  marco7  Hinzelmann  freedog  Davis  faby91  conrad65  Mario1944  Saramandasama  nayoz  ALEX1  Demò  Capricorno57  Bloodstar  Almadel  Bad_Romance  dreamer_  prefy  MicFrequentFlyer  pianist93  Sampei  Paolo91  yalen86  OLEG  castello  CutHere  Duma  Dragon Shiryu  Marion2189 
    ×