Jump to content
Sign in to follow this  
Deed

Pacs: il punto della situazione

Recommended Posts

Hinzelmann

                                                                            GIUSTIZIA    (2ª)   MERCOLEDÌ 20 GIUGNO 2007                                  87ª Seduta  Presidenza del PresidenteSALVI    Il presidente SALVI annuncia la costituzione del comitato ristretto per l'esame dei disegni di legge sulle unioni civili che sarà composto, oltre che da lui stesso, dai senatori: Barbieri, Bianconi, che segue i provvedimenti in sostituzione del senatore Fazzone, Maria Luisa Boccia, Massimo Brutti, Bulgarelli, Buccico, Castelli, Del Pennino, che segue i provvedimenti in sostituzione del senatore Pistorio, D'Onofrio, e dai Vicepresidenti Manzione e Ziccone.http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=SommComm&leg=15&id=271770Quindi:1 Salvi --Sinistra democratica per il socialismo2 Barbieri--Gruppo misto ( ex Ulivo-DS )3 Bianconi -- in sostituzione Forza Italia4 Boccia-- Rifondazione Comunista5 Brutti -- Ulivo DS6 Bulgarelli -- Verdi Comunisti italiani7 Buccico -- Alleanza Nazionale8 Castelli --Lega Nord9 Del Pennino in sostituzione di Pistorio -- PRI ( sostituisce un Nuova DC )10 D'Onofrio UDC11 Manzione Ulivo--Margherita12 Ziccone Forza Italia

Share this post


Link to post
Share on other sites
zanarkand

Speriamo in bene... non che cambieranno totalmente la mia vita, ma sarebbero un mega passo avanti per la comunità GLBT :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark

Incredibile, abbiamo kiesto i PACS ke erano già un compromesso e ci hanno proposto i DiCo.Se non fosse ke servono a poco, perlomeno rappresenterebbero già un'evoluzione e un passo avanti nella società.Ora, rimandano la discussione all'infinito e fanno immaginare ke ci negheranno anke queste briciole.Ha ragione Mancuso...il matrimonio ci vuole x garantire gli stessi diritti (come obbliga la comunità europea).E pensare ke paesi generalmente definiti "meno civili" di noi come la Colombia o il Sud Africa hanno già il matrimonio X TUTTI dovrebbe farci riflettere... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Josh

Forse mi sbaglio, perché ultimamente sono stato un po’ preso dagli esami e non ho seguito molto la faccenda;ma scusate……. Che fine hanno fatto i DICO?No, perché il centro sinistra ha fatto tutta la campagna elettorale garantendo i matrimoni tra persone dello stesso sesso, poi al governo hanno fatto due mesi di litigi e dibattiti per i DICO e sembrava che li avrebbero fatti a qualsiasi costo.. .. ma poi………..Io non ne sento più parlare, e anche quando qualche, (quasi mai) giornalista chiede ad un politico un commento riguardo i DICO, le risposte sono sempre che sono necessari, ma non dicono nulla di più, ne quando si avranno, ne sono ancora realmente intenzionati a rispettare il loro stesso programma di governo!Non possibile che ci si sia fermati solamente perché la DC ha detto no, scusate ma era logico che tutto il centro destra vi si opponesse, ma il centro sinistra ha avuto la maggioranza anche perché aveva intenzione di creare i Dico, quindi non capisco perché non se ne parla più…Non vorrei che sia stata tutta un altra presa per il c..oMa forse sono solo io che non ne sento più parlare.. .e magari……..magari ne discutono senza che lo si riporti sui giornali…………………. speriamo……. Ma non credo…

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest equalmarriage
Che fine hanno fatto i DICO?
Morti e sepolti.
perché il centro sinistra ha fatto tutta la campagna elettorale garantendo i matrimoni tra persone dello stesso sesso
Il centro-sinistra francese.Quello italiano è quasi tutto contrarissimo ai matrimoni dello stesso sesso.E non appoggia nemmeno la creazione di una unione per conviventi (PACS).
Io non ne sento più parlare, e anche quando qualche, (quasi mai) giornalista chiede ad un politico un commento riguardo i DICO, le risposte sono sempre che sono necessari, ma non dicono nulla di più, ne quando si avranno, ne sono ancora realmente intenzionati a rispettare il loro stesso programma di governo!
Ora in Senato si stanno esaminando diverse proposte di legge in materia convivenze, fra cui la stessa proposta di legge dico, per elaborare una nuova proposta di legge la quale poi, se mai verrà alla luce, dovrà essere ancora dibattuta per poi forse essere approvata e passare a dibattito, ed eventuale approvazione, alla Camera.
Non possibile che ci si sia fermati solamente perché la DC ha detto no, scusate ma era logico che tutto il centro destra vi si opponesse, ma il centro sinistra ha avuto la maggioranza anche perché aveva intenzione di creare i Dico, quindi non capisco perché non se ne parla più…
E' meglio che non se ne parli più della proposta dico. Era pessima.Non prevedeva la creazione di un modo per unirsi (non era quindi nè un PACS mè un simil-PACS nè un mini-PACS), e non ci garantiva nemmeno il diritto di assistenza in ospedale, che sbolognava ai singoli ospedali, o di assistenza in carcere, cosa che la proposta nemmeno nominava.Tale proposta è stata avanzata dal governo con lo scopo di far passare l'idea che la questione che poniamo sia riducibile a un provvedimento su singole persone.-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Da "cronista parlamentare" del sito ti informo che in questo topic c'è praticamente l'intero iter legislativo, in sintesi ai DiCo è mancata la maggioranza per la dissociazione di Mastella e dei teodem ( che sono necessari al Senato ) in questo momento si sta studiando la possibilità di un testo trasversale che possa ottenere i voti dei laici del centrodestra ( sopra i nomi del comitato che dovrebbe redigere il nuovo testo unificato )Pertanto a prescindere da ogni valutazione di merito ciò che è accaduto è che siamo passati da un disegno di legge del governo, alla presa d'atto che il governo non era in grado di garantire la maggioranza sul testo da lui presentato e quindi alla necessità di formulare una Proposta di iniziativa parlamentare per raccattare altri voti.Purtroppo le sedute dei Comitati Ristretti delle Commissioni Parlamentari non sono pubbliche, quindi per poter ottenere informazioni non ci resta che aspettare indiscrezioni da Grillini o Silvestri ( che sicuramente avranno contatti con qualcuno lì dentro ) ammesso che ci vogliano riferire qualcosaNon escluderei che si perda tempo fino al 14 Ottobre, oramai l'argomento è scottante e Veltroni potrebbe voler incassare la designazione plebiscitaria alla segreteria del PD.La figura chiave ( tanto per romanzare la cosa...) dovrebbe essere Del Pennino un vecchio repubblicano che ha sempre vissuto con la mamma e che sicuramente è stato inserito al posto di un ex democristiano eletto nella lega meridionale alleata di Bossi in rappresentanza del gruppo misto, per richiesta di Alfredo Biondi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann
http://www.gaynews.it/view.php?ID=74598http://www.gaynews.it/view.php?ID=74600DISEGNO DI LEGGE CONTRATTI DI UNIONE SOLIDALEArticolo 1(Contratto di unione solidale)1. Dopo il titolo XIV del libro I del codice civile, è inserito il seguente:Titolo XVDel contratto di unione solidale455-bis. Contratto di unione solidale. L'unione solidale è un contrattoconcluso fra due persone, anche dello stesso sesso, per l'organizzazionedella vita in comune.Il contratto di unione non può essere stipulato, a pena di nullità:1) da persona minore d'età;2) da persona interdetta per infermità di mente;3) da persona non libera di stato;4) tra due persone che abbiano vincoli di parentela in linea retta ocollaterale entro il secondo grado, o che siano vincolate da adozione,affiliazione, tutela, curatela o amministrazione di sostegno;5) da persona condannata per omicidio consumato o tentato sul coniugedell'altra o sulla persona con la quale l'altra conviveva. Nel caso dipersona rinviata a giudizio o sottoposta a misura cautelare la stipula èsospesa fino a quando non è pronunciata sentenza di scioglimento.All'unione solidale si applicano le norme in materia di contratti di cui alcapo II del libro IV, ivi comprese le cause di nullità previste dall'articolo1418 e seguenti, nonché le disposizioni delle vigenti leggi speciali inmateria di contratti.455-ter. Stipulazione del contratto. Il contratto di unione solidale sistipula mediante dichiarazione congiunta davanti al giudice di pace o ad unnotaio competente per il comune di residenza di uno dei due contraenti.Qualora l'atto sia stipulato dal notaio, questi deve trasmetterlo entro diecigiorni all'ufficio del giudice di pace competente per territorio perl'iscrizione nel registro di cui all'articolo 455-quater.La volontà di modificare un contratto di unione solidale in vigore deveessere espressamente e congiuntamente dichiarata da entrambi i contraentidavanti al giudice di pace o al notaio. L'atto che porta le modifiche deveessere unito al contratto originario.455-quater. Registro dei contratti di unione solidale. I contratti diunione solidale sono trascritti in apposito registro presso l'ufficiodel giudice di pace competente a cura del cancelliere entro ilquindicesimo giorno successivo alla stipulazione del contrattostesso. Sullo stesso registro sono annotate le variazioni deicontratti di unione solidale.445-quinquies. Unione solidale del cittadino all'estero. Il cittadino èsoggetto alle disposizioni contenute nel presente titolo anche qualorasottoscriva un contratto di unione solidale in un paese straniero secondo leforme ivi stabilite.455-sexies. Unione solidale dello straniero nello stato.  Lo stranieroregolarmente soggiornante in Italia che intenda sottoscrivere un contratto diunione deve osservare le disposizioni di cui all'articolo 116, commi primo eterzo.455-septies. Diritti e doveri dei contraenti. Coloro che hanno contrattoun'unione solidale si portano aiuto reciproco e contribuiscono alle necessitàdella vita in comune in proporzione ai propri redditi, al proprio patrimonioe alle proprie capacità di lavoro professionale e casalingo. Il contratto diunione solidale può prevedere i tempi e i modi della contribuzione diciascuno.Salvo diversa volontà espressa, le parti dell'unione solidale sonosolidalmente responsabile verso i terzi per i debiti contratti da ciascuno inragione dei bisogni della vita in comune e delle spese relative all'alloggio.455-octies. Regime patrimoniale. Nel contratto di unione solidale le partidevono indicare se intendono assoggettare alle norme della comunione ingenerale i beni acquistatati a titolo oneroso successivamente allastipulazione del contratto stesso, anche quando l'acquisto sia compiuto dauna sola delle parti.455-nonies. Assistenza. Le parti contraenti hanno reciprocamente gli stessidiritti e doveri spettanti ai parenti di primo grado in relazioneall'assistenza e alle informazioni di carattere sanitario e penitenziario.455-decies. Agevolazioni e tutele in materia di lavoro. La legge e icontratti collettivi disciplinano i trasferimenti di sede di parti di unionesolidale che siano dipendenti pubblici e privati al fine di agevolare ilmantenimento della comune residenza, prevedendo tra i requisiti per l'accessoal beneficio una durata almeno triennale della convivenza.455-undecies. Malattia e decisioni successive in caso di morte. Inmancanza di una diversa volontà manifestata per iscritto, ovvero di unaprocura sanitaria, e in presenza di uno stato di incapacità di intendere edi volere anche temporaneo, fatte salve le norme in materia di misure diprotezione delle persone prive in tutto o in parte di autonomia di cui allibro I, titolo XII, capo I, tutte le decisioni relative allo stato disalute e in generale di carattere sanitario, ivi comprese quelleconcernenti la donazione degli organi, sono adottate dall'altra parte diun'unione solidale.In mancanza di una diversa volontà manifestata per iscritto, tutte lescelte relative al trattamento del corpo e alle celebrazioni funerarie,nei limiti previsti dalle disposizioni vigenti, sono adottate dall'altraparte dell'unione solidale in assenza gli ascendenti o discendenti direttimaggiorenni del soggetto interessato.455-duodecies. Diritto di successione nel contratto di locazione. 1.Qualora una delle parti dell'unione solidale sia titolare del contratto dilocazione per l'alloggio comune, si applicano in caso di morte ledisposizioni dell'articolo 1614.455-terdecies. Risoluzione del contratto di unione solidale. Il contratto di unione solidale si risolve nei seguenti casi:1) Per comune accordo delle parti2) Per decisione unilaterale di uno dei due contraenti 3) Per matrimonio di uno dei due contraenti4) Per morte di uno dei due contraenti.Nel caso in cui intendano risolvere il contratto di comune accordo le parti rendono una dichiarazione congiunta al giudice di pace presso il cui ufficio è registrata la dichiarazione iniziale o al notaio che ha ricevuto la dichiarazione iniziale. Nel caso di cui al numero 2 del comma precedente, la parte che intende porre fine al contratto manifesta la propria volontà all'altro contraente per mezzo di una dichiarazione scritta da inviare in copia al giudice di pace presso il cui ufficio è registrato il contratto di unione solidale. Nel caso di cui al numero 3 del comma precedente, la parte che ha contratto matrimonio deve darne comunicazione al giudice di pace presso il cui ufficio è registrato il contratto di unione solidale allegando il certificato di nascita sul quale è riportata menzione del matrimonio. Nel caso di cui al numero 4 del comma precedente, il superstite invia al giudice di pace presso il cui ufficio è registrato il contratto di unione solidale copia dell'atto di decesso.È fatta menzione della cessazione degli effetti del contratto a margine di quest'ultimo.455-quaterdecies. Effetti della risoluzione del contratto di unione solidale. Gli effetti della risoluzione del contratto si producono, a seconda dei casi:1) dal momento della menzione, a margine del contratto, della dichiarazione congiunta;2) dal novantesimo giorno successivo all'invio della dichiarazione unilaterale di risoluzione all'altra parte e al giudice di pace o al notaio competente;3) dalla data del matrimonio o del decesso di una delle parti.Nel contratto di unione solidale possono essere stabilite le conseguenze patrimoniali della risoluzione per cause diverse dalla morte.I contraenti procedono autonomamente alla liquidazione dei diritti e delle obbligazioni risultanti dal contratto. In mancanza di accordo il giudice decide sulle conseguenze patrimoniali della risoluzione del contratto, ivi compreso il risarcimento dei danni eventualmente subiti.Articolo 2(Diritti successori)1. L'articolo 565 del codice civile è sostituito dal seguente:565. Categorie di successibili. Nella successione legittima l'eredità si devolve al coniuge, ai discendenti legittimi naturali, agli ascendenti legittimi, ai collaterali, agli altri parenti, alla parte di unione solidale dopo nove anni dalla registrazione del contratto e allo Stato, nell'ordine e secondo le regole stabilite nel presente titolo.2. Dopo il Capo II del Titolo II del libro II del codice civile è inserito il seguente:Capo II-bisDella successione della parte di unione solidale585-bis. Concorso della parte di unione solidale con i figli, ascendenti legittimi, fratelli e sorelle. Quando la parte di unione solidale concorra con figli legittimi o naturali, con ascendenti legittimi o con fratelli e sorelle anche se unilaterali, ovvero con gli uni e con gli altri, ha diritto ad un quarto dell'eredità.583-ter. Concorso della parte di unione solidale con altri parenti. Quando la parte di unione solidale concorre con i parenti di cui all'articolo572, ha diritto a metà dell'eredità.583-quater. Successione della sola parte di unione solidale. Se alcuno muore senza lasciare parenti oltre il sesto grado, alla parte di unione solidale si devolve tutta l'eredità.Articolo 3(Modifiche all'articolo 6 della legge 27 luglio 1978, n.392)1. Al primo comma dell'articolo 6 della legge 27 luglio 1978, n.392, le parole: "ed i parenti ed affini" sono sostituite dalle altre: ", i parenti ed affini e la parte di unione solidale".Articolo 4(Disciplina  previdenziale )1. In sede di riordino della normativa previdenziale e pensionistica, la legge disciplina i trattamenti da attribuire alla parte superstite dell'unione solidale, stabilendo requisiti di durata minima dell'unione stessa e tenendo conto dei prevalenti diritti dei figli minori o non autosufficienti del defunto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Dago

Giusto oggi ne parlavo al lavoro. Non avevo ancora letto su repubblica e su gaynews, ma raccontavo tutto quello che il nostro cronista parlamentare ci aveva gia' anticipato in questo thread, ovvero che i Dico non esistevano piu', ma gia' si parlava di cus, proposti da un senatore di forza italia.Non ho ancora letto nel dettaglio, ma la conferma che i dico siano morti un po' mi tranquillizza, fermo restando che solo il matrimonio civile sarebbe la strada piu' semplice e ovvia, almeno nell'ottica di eliminare davvero la discriminazione delle coppie gay e lesbiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cambiapelle

ma se fate sto tipo di contratto che dite alla gente? ''sapete, sono cusato... mah..non era meglio chiamarlo pacs allora? ma poi tutte ste storie sul nome..ma diamo forma a sta cosa prima di scervellarsi su come chiamarlo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
funeralblues

Non posso esimermi dal rilevare alcune perplessità:1) Il costoso ricorso al Notaio 2) La possibilità di lasciare alla libera contrattazione delle parti l'esito di una eventuale separazione (il giudice sembra chiamato in causa solo in assenza di pattuizioni) che potrebbe mettere in difficoltà, all'atto della sottoscrizione, il soggetto più debole.3) Il Contratto di Unione Solidale si risolve in caso di "matrimonio di una delle parti": sarebbe stato più corretto affermare che "non è possibile sposarsi prima di aver risolto il CUS in essere". Così il matrimonio si trasforma nello strumento per realizzare la cessazione del CUS è lo mette in una posizione di sudditanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Caro funeralblues,Circa la prima obiezione pare che si possa stipulare il CUS anche davanti al Giudice di Pace.E' evidente che chi ha molte questioni patrimoniali da regolare farebbe bene a non fidarsi,ma a quel punto potrebbe permettersi il notaio. E poi esiste la possibilità di consigliarsi conil commercialista o con l'avvocato di riferimento di associazioni, prima di andare dal GdP.Speriamo semmai che non ci spostino anche da qui....perchè siamo già passati dallo stato civile all'anagrafe,all'archivio notarile ed ora a quello del giudice di pace....cadesse anche questa ipotesi rimarrebbe sololo schedario della Questura :DComplimenti comunque a chi ha avuto la botta di fantasia del giudice onorarioun vero coniglio dal cilindro!!Le altre obiezioni sono politicamente valide, ma il CUS certo non è un sostituto del matrimonioquindi la rivendicazione matrimoniale resterebbe in piedi. Non dimenticare che il CUS giuridicamentevale anche per gli etero che non vogliono sposarsi e chiedono una legalizzazione leggera, tenue.Insomma è uno strumento giuridico alternativo e non sostitutivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sugar85

Mi chiedo ora che ripercussioni avrà questa pdl a livello politico: dopo il gay pride dove eravamo nettamente superiori rispetto al family day mi chiedo se la destra ora prenderà la scusa di questo nuovo DDL per sostenere la causa delle coppie di fatto (affermando che il Cus non danneggia la famiglia al contrario dei dico) e quindi prendere voti. Dalle prime notizie mi pare che il fronte liberale della CDL sia in fermento quindi forse la fine di questa faccenda potrebbe essere positiva

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest equalmarriage
Insomma è uno strumento giuridico alternativo e non sostitutivo.
Certo Hinzelmann... E vorrei vedere!!Nulla può essere "sostitutivo" del nostro diritto al Matrimonio Civile.Siamo persone allo stesso livello di qualsiasi altra persona, non esseri degni al massimo di scimmiottare chi può sposarsi e si sposa davvero, non esseri degni al massimo della creazione di qualche ghetto, di una unione imitante.-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

caro sugarIl centrodestra si appresta alla solita levata di scudi ( UDC-Lega-AN )D'altronde parliamoci chiaro, se l'intervento legislativo si traduce in una legge organicache cioè immette nel codice civile un nuovo istituto ( il CUS ) e non singole norme sparseche attribuiscono diritti ai singoli che convivono, non è vero che il CUS sia peggiore dei DiCo.Anzi i DiCo nominalmente e tramite la certificazione della dichiarazione disgiunta del fattosimbolicamente erano un minus rispetto al CUS. Anche perchè il CUS verrà trascritto inun pubblico registro e sarà opponibile ai terzi come i DiCo ( nè vedo cosa cambi fra anagrafee giudice di pace, il primo essendo un funzionario il secondo un giudice onorario )Io credo che il Family Day sia stato un errore tattico, perchè hanno finito per spararesu una proposta che in ogni caso sarebbe stata modificata in Parlamento ( il compromessogovernativo non reggeva tecnicamente quantomeno sul punto della raccomandata...)inoltre mentre i laici del centrodestra potevano essere richiamati alla fedeltà di coalizionenel momento in cui la proposta era del governo, ora non potrà scattare il ricatto dal momento che:votare il CUS NON significa più votare per Prodi.Resta da capire quanti siano i laici di Forza Italia e NuovaDC-PRI-movimento per l'Autonomia.Biondi, Sterpa, Colli, Del Pennino, Pistorio ( forse Rotondi e Ghedini? ) ad occhio direi una decina( molti forzaitalioti sono emeriti sconosciuti...) non di piùIn ogni caso sarebbero più dei tre senatori di Mastella della Binetti, di Bobba e Fisichella.Quindi la legge può essere bocciata solo per colpa della margheritaL'ipotesi pessimistica più realistica è che cerchino di far passare un paio di emendamenti distruttivi con delleassenze strategiche nelle file della margherita. In tal caso la legge passerebbe ma dovrebbe fare la navettaSenato-Camera-Senato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann
Certo Hinzelmann... E vorrei vedere!!Nulla può essere "sostitutivo" del nostro diritto al Matrimonio Civile.
Abbiamo discusso già abbondantemente sugli istituti considerati da alcuni a torto o a ragione "equivalenti"al matrimonio. Chiaramente sappiamo entrambi che in ogni caso non si tratterebbe nè dei DiCo nè di CUSsi trattava di spiegarlo a Funeral...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest equalmarriage
Abbiamo discusso già abbondantemente sugli istituti considerati da alcuni a torto o a ragione "equivalenti"al matrimonio. Chiaramente sappiamo entrambi che in ogni caso non si tratterebbe nè dei DiCo nè di CUSsi trattava di spiegarlo a Funeral...
Già, Hinzelmann...tu eri il tipo che ragionava alla Plessy v Ferguson... credo.Spero che nel frattempo tu abbia cambiato parere  :)Lo so che stavi spiegando a Funeral...ma la tua frase indicava implicitamente che potrebbe esistere un sostitutivo del matrimonio, mentre ciò non è vero. Non può esistere alcun sostitutivo.Chi ti vuol negare il matrimonio e relegare in una unione scimmiottante il matrimonio vuol dire che ti vuol negare la specificità, l'unicità, dell'istituzione matrimonio rispetto a qualsiasi altra unione registrata... quindi le caratteristiche e le conseguenze quotidiane che solo il matrimonio ha... altrimenti non ti negherebbe il matrimonio, non gli verrebbe nemmeno in mente di negarti le nozze per relegarti in un bizantinismo scimmiottante le nozze. Vuole marchiarti di fronte all'intera collettività in quanto degno al massimo di scimmiottare gli altri, persona indegna di entrare a far parte dell'amata rispettata, istantaneamente compresa da tutti ed in ogni dove, e simbolizzata, istituzione matrimonio. Vuole continuare a trattarti da persona di seconda classe, di serie b: inferiore. E' inaccettabile.Mi sembra così ovvio... così palese... banale direi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
funeralblues

Non credo che il ragionamento di  Hinzelmann fosse indirizzato ad esprimere un giudizio di valore sul provvedimento da intendersi come il migliore dei provvedimenti possibili; credo che abbia voluto spiegare, con una ragguardevole dose di chiarezza, che si potrebbe trattare di un disegno di legge politicamente opportuno, vista la possibilità di far convergere su di esso alcuni consensi trasversali. E lo ringrazio per le gradite spiegazioni... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Prego, Funeral... :)Direi che questo topic intenda seguire l'evoluzione di provvedimenti che hanno un parametro di riferimentonel pacs francese. Distinguerei quindi i due piani: i contenuti ( diritti ) e la forma ( struttura dell'istituto ) privilegiatamente rispetto al pacs.Quanto a diritti i punti dolenti sono il rinvio previdenziale e i nove anni per la successione. Quanto alla forma ( contratto opponibile ai terzi ) realizzato uno schema simil-pacs è evidente che il parametro sarebbe un istituto molto liberale e di agile impiego in caso di separazione.Mi pare però che intanto sul piano dei diritti si segnano dei piccoli progressi ( se reggono ):1) successione nel contratto di locazione (nei DiCo ci volevano tre anni )2) trasferimenti lavorativi ( ci vogliono tre anni ma almeno non c'è l'obbligo di convivenza che teoricamenteavrebbe costretto ad un triennale pendolarismo o a mentire in sede di certificazione )3) i diritti di assistenza o morali sono formulati in modo più chiaro, meno indirettoRispetto al secondo aspetto, la struttura, alcuni esponenti di sinistra ( per lo più donne ) criticano la scarsa difesa del convivente debole. A mio avviso però non è nostro interesse chiedere un istituto troppo garantito dalla legge se vogliamo chiedere poi anche il matrimonio.In Italia le contaminazioni sono un must della politica ( per eccesso di frantumazione dei partiti e per eccesso di mediazioni ) tuttavia in genere se si crea un istituto troppo similmatrimoniale, lo si riserva aigay, perchè gli etero di fatto già hanno il matrimonio. Ripeto, così dovrebbe essere secondo logica...poiin Italia si può vedere di tutto. :look:Si crea cioè un istituto con un nome diverso ma di struttura più simile al matrimonio sostitutivo e non alternativo al matrimonio che viene riservato a chi sposarsi non possa.Se vogliamo il matrimonio non dobbiamo chiederlo, ma dobbiamo chiedere il massimo dei diritti col minimo di struttura, in attesa di poter avere poi la scelta alternativa, che ora ci viene negata tra questo e il matrimonio, . Peraltro una struttura agile secondo me sarebbe più usata dai gay, che hanno mediamente uno stile di vita più libero ed esigenze di autoregolazione della vita di coppia, che nel matrimonio non esistono.Il matrimonio per intenderci è una scatola rigida predeterminata dalla legge. La convivenza dovrebbe essere più un sacco, cioè qualcosa di plastico, adattabile.In questo sacco però devono esserci diritti ( nei confronti dei datori di lavoro, dello stato, della pubblica amministrazione ) perchè per il matrimonio se ne riparlerà fra anni.@equalio non ho affatto cambiato opinione continuo a tenere distinta l'analisi dai giudizi e dalle opinioni personalise non erro il dissenso tra noi si basava sul fatto che tu reputavi falso ciò ( l'equivalenza ) che io ritenevo solo sbagliato. :P ma non riaprirei il discorso anche perchè poi non mi pare così fondamentale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest equalmarriage

Quindi sei d'accordo con quello che ti ho appena scritto nel msg precedente...wow... :)Sì, in ogni caso ne riparleremo forse in altri thread...[Modbreak=NorwegianWood]Non quotare il post precedente, non ce n'è bisogno. Grazie :P [/Modbreak]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lfn

so che magari non centra molto, ma giovedì scorso sono andata a vedere il dibattito tra Luxuria e Mantovani, niente di risolutivo o che, ma per rieti è stata una svolta :asd:non vi dico che lellaro/gayaro era diventato ahahahahhttp://www.vocidipiazza.it/articolo.asp?id_news=4593le ho stretto la mano, è davvero una grande :)lfn :kiss:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Who Viewed the Topic

    1 member has viewed this topic:
    Bask24 
×
×
  • Create New...