Jump to content
Rotwang

Roma sprofonda, Milano splende

1541 posts in this topic Last Reply

Recommended Posts

freedog
2 minutes ago, Hinzelmann said:

Non ci vedo una grossa differenza, tu hai specificato che hanno avuto paura dei tifosi della Roma ma in larga parte io lo sottintendevo

La differenza semmai è che secondo me faceva schifo anche il progetto di prima, quello di Marino, che già aveva ceduto per primo ad una idea intrinsecamente sbagliata : costruire dove i privati vogliono e possiedono i terreni, per fare uno stadio come il presidente della Roma lo vuole...cioè brutto e infantile e farlo circondato di edifici che niente c'entrano con lo stadio, in cambio di infrastrutture risibili etc

ma com'è rimodulato ora, manco quelle infrastrutture farebbero più...

insomma, ogni volta che ci sarà una partita, da quelle parti sarà il delirio

-e c'abita qualche centinaio di migliaia di persone lì attorno-

29 minutes ago, Hinzelmann said:

Non ci vedo una grossa differenza, tu hai specificato che hanno avuto paura dei tifosi della Roma ma in larga parte io lo sottintendevo

La differenza semmai è che secondo me faceva schifo anche il progetto di prima, quello di Marino, che già aveva ceduto per primo ad una idea intrinsecamente sbagliata : costruire dove i privati vogliono e possiedono i terreni, per fare uno stadio come il presidente della Roma lo vuole...cioè brutto e infantile e farlo circondato di edifici che niente c'entrano con lo stadio, in cambio di infrastrutture risibili etc

spiego meglio cosa comporterà aver tagliato le infrastrutture (che significa, strade, viadotti, ponti, potenziamento della metro eccetera): ogni volta che ci sarà una partita, sarà il caos, e chi abita lì intorno subirà gravi ripercussioni. Ostia e dintorni è collegata a Roma da 2 strade: la via del Mare e la Cristoforo Colombo. Sulla Colombo, causa buche, già ora ci sono limiti di velocità assurdi, dai 30 ai 50 km h, la via del Mare con i lavori che ci saranno diventerà impraticabile.

spostarsi da lì verso il centro sarà un incubo

Edited by freedog

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hinzelmann

Io non ho detto ( all'epoca ) né dico ora che il M5S ha migliorato il progetto

Ho detto che lo ha ridimensionato, mentre avrebbe dovuto bocciarlo punto e chiuso.

E chiaro che se ti metti nelle mani di un privato che ci mette i terreni, di un altro privato che dispiega la tifoseria della Roma ( ma vale qualunque altra tifoseria di calcio beninteso...anche un tifoso della Fiorentina prende lucciole per lanterne se si parla della sua squadra ) e le infrastrutture sono condizionate non allo stadio ( come dovrebbe essere, altrimenti tu Comune scegli terreni DIVERSI e MIGLIORI ) ma alle cubature aggiuntive, il progetto non è migliorabile e va solo cassato

Aggiungo l'orrore sul piano estetico, Roma avrebbe meritato dei progetti originali e non delle scopiazzature di cose già fatte e viste

Ci sono cose che essendo partite male, vanno solo bloccate non sono migliorabili e questo è il caso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò

milanesi tangetari come pochi, solo zitti

comunque poche balle, i responsabili sono del pd, ancora una volta

comodo dar la colpa all'm5s per non aver abrogato un progetto mentre venivano cannonnegiati dalla stampa di regime (la stessa che oggi sbatte in prima pagina la notizia)

e dunque uno pensa: ma cane di quella divinità egizia psicopompa, anubi chiaramente, ma viviamo in corea del nord forse? Tra un po' importeremo lei:

Edited by Demò

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rotwang
  • Topic Author
  • Roma è crollata, Milano splende. Da un lato il M5S fascistoide e mafioso, dall'altro un centrosinistra europeista e progressista. Milano Capitale, navigli aperti e fine del porno.

    Edited by Rotwang

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Demò

    non navigli ma fossi di 4 metri non navigabili, per 400 e più milioni da investire sul centro storico  in barba ai borghi ed alle aree agricole recuperabili nelle periferie 

    e ringrazia che ligresti è morto, con tutte le palazzine che ha realizzato e sono vuote dalla data di ultimazione dei cantieri

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Rotwang
  • Topic Author
  • 3 hours ago, Demò said:

    non navigli ma fossi di 4 metri non navigabili, per 400 e più milioni da investire sul centro storico  in barba ai borghi ed alle aree agricole recuperabili nelle periferie 

    e ringrazia che ligresti è morto, con tutte le palazzine che ha realizzato e sono vuote dalla data di ultimazione dei cantieri

    I navigli torneranno a splendere e saranno navigabili, Milano sarà capitale,  la Lombardia investe già nelle sue aree agricole e nei suoi borghi, invece Roma è da musealizzare e abbandonare, per sempre, non è una città. Sala è innocente e un buon sindaco, la Raggi un'inetta incapace al soldo dei fasciomafiosi e corrotti.

    L'immagine può contenere: 2 persone

    La foto più bella, baluardo del progresso illuminato, in un'Italia oscurata dal fasciopentaleghismo, dalla mafia e dai gay sessisti.

    Edited by Rotwang

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Rotwang
  • Topic Author
  • Beppe Sala (sindaco di Milano)

    Leggo sul Fatto Quotidiano un articolo del bravo giornalista Marco Lillo a proposito della questione “Parnasi”. Vorrei dire la mia.

    1- Campagna Elettorale. 
    Nella mia “milanesità” non avevo mai nemmeno saputo dell’esistenza della famiglia Parnasi. In campagna elettorale, come ovvio, mi sono rivolto a persone fisiche e aziende che intendevano sostenere la nostra campagna e, altrettanto ovviamente, ho chiesto anche un contributo al principale partito della mia coalizione, ovvero il Partito Democratico. Il PD nazionale mi ha in parte finanziato direttamente e in parte ha veicolato alcuni suoi finanziatori. Tra questi c’era anche la signora Maria Luisa Mangoni, moglie di Sandro Parnasi, per la somma di 50mila euro. Il finanziamento è avvenuto con modalità tracciabili e nel rispetto delle regole ed è stato inserito, come previsto dalle norme, nel rendiconto già depositato presso la Corte d’Appello e reso pubblico nel settembre 2016, a conclusione della campagna. Tutto dunque nella massima trasparenza.

    2- I miei rapporti con Luca Parnasi. 
    Il signor Parnasi, da quanto si legge, afferma che “Se alzo la cornetta lui mi risponde, dice che mi è grato: ora siamo i primi per lo stadio del Milan”.
    Sono una persona educata e, di norma, rispondo alle telefonate che ricevo. Ma rimane il fatto che non ricordo di una conversazione telefonica con Parnasi (credo che la cosa sia facilmente verificabile). Oltretutto è emerso che per incontrarmi ha avuto bisogno di passare attraverso un mio conoscente...

    3- L’interesse di Parnasi. 
    È più che documentabile che Parnasi fosse interessato, su incarico del Milan, alla realizzazione dello stadio nello scalo Farini. A questo proposito sia io che l’assessore Maran abbiamo incontrato lui e il suo team. E tutti hanno visto come è andata a finire: proposta respinta.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Hinzelmann

    Parnasi però aveva una lista di tutti i politici. Cognomi e cifre vengono fatti durante una riunione con il suo staff, anche se non è chiara la natura di questi finanziamenti. Siamo alla vigilia delle elezioni politiche e alle contestuali regionali e il costruttore si prepara a dare un contributo a diversi esponenti. La lista dettata alla segretaria: Andrea Ferro (Pd), 5.000 euro; Emiliano Minnucci (Pd), 5.000 euro; Roberta Agostini (Leu), 15.000 euro; Giulio Mancini (Pd), 5.000 euro; Renata Polverini (Fi), 10.000 euro. E ancora: Francesco Giro (Fi), 5.000 euro; Luciano Ciocchetti (Nci), 10.000 euro; Roberto Buonasorte (Lista Pirozzi), 5.000 euro. E poi ci sono i 25.000 euro alla Pixie Social Media di Adriano Palozzi. E ancora: “Con Forza Italia c’hai parlato? Sì… Fratelli d’Italia?” e l’interlocutore che risponde: “Già fatto, è arrivato all’amministratore, io l’ho controllato”. Poi riparte Parnasi: “Il Pd lo incontro domani”. A parte Palozzi (arrestato), va specificato che gli altri esponenti politici finanziati presenti in lista non sono indagati.

    Che Parnasi abbia finanziato in qualche modo la campagna elettorale in Regione di Roberta Lombardi era già emerso nell’ordinanza fatta eseguire dal gip. Dall’informativa però spuntano ulteriori dettagli. Giulio Mengosi, in qualità di responsabile comunicazione di Eurnova, dice a tale Fabio che il capogruppo capitolino Paolo Ferrara e il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito (non risulta indagato) “mi hanno chiesto di aiutare la Lombardi, non lei direttamente perché neanche la conosco, ma con tutti i miei contatti sono a disposizione di tutti, sono un professionista”. Insomma, come la definiscono i militari, “un’attività di promozione in favore del candidato attivando canali da lui conosciuti”. Mangosi entra così in contatto con giornalisti romani (e non solo) ai quali prova a proporre interviste a Roberta Lombardi, aiutando di fatto il suo ufficio stampa. L’attuale consigliera pentastellata non è indagata.

    fonte : Il Fatto quotidiano

    Non è una novità il fatto che la corruzione ambientale sia sistemica, cioè allargata all'intero spettro politico

    Però l'esiguità delle somme - se vera - è desolante...ci si vende letteralmente per un tozzo di pane

    Edited by Hinzelmann

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    • Who Viewed the Topic

      4 members have viewed this topic:
      Sorgesana  Zafkiel  Saramandasama  Rotwang 
    ×