Jump to content
Sign in to follow this  
stefan

Lingue straniere

Recommended Posts

Lorenzo

Vabè, quello è un altro discorso... :sorriso:

 

Parlavano di come apprendere una lingua e tradizionalmente viene data parecchia importanza alla grammatica. Per me esagerata. Ovviamente se uno vuole imparare una lingua, deve sapere abbastanza bene la grammatica, è la base, ma soprattutto le forme più utilizzate nella vita comune.

 

Anche a scuola mi sembra venga data una rilevanza esagerata alla parte grammaticale, quando quello che conta per poter dire di sapere una lingua sono la padronanza del lessico e la capacità di colloquiare.

Queste cose le impari leggendo tanto, traducendo testi, canzoni... e per me riveste un ruolo fondamentale anche guardare film-telefilm, dove vedi il linguaggio della quotidianità, che è quello che conta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dreamer88

Pienamente d'accordo, ma sinceramente dipende dal motivo/obiettivo per cui si impara una lingua. Se la si vuole utilizzare anche in un contesto potenzialmente lavorativo o di studio è molto importante la padronanza grammaticale, oltre alla capacità di colloquiare. Poi logico che se si vuole semplicemente parlare con gente straniera non tramite una lingua veicolare, la padronanza sintattica della lingua poco conta... Dico questo perchè, dalla mia esperienza, ho visto che molto spesso la grammatica viene insegnata un po' alla ca**o..

Share this post


Link to post
Share on other sites
ForbiddenLove

tra alcuni mesi mi laureerò in mediazione linguistica e comunicazione interculturale. studio inglese e spagnolo. per la laurea specialistica vorrei fare il test di ammissione per Forlì nel ramo dei traduttori solo che, da come me ne hanno parlato, Forlì è un mortorio ed io nn vorrei fare una vita casa-uni uni-casa :(... vedrò

Share this post


Link to post
Share on other sites
Shamrock

Ho appena iniziato il mio percorso di studi in lingue, studio francese e cinese. L'anno prossimo riprenderò l'inglese ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites
Kain_89

Io studio giapponese all'università. E' da un 3 anni quasi che non parlo più inglese anche se capita che scriva qualche post in inglese su qualche forum. Adesso che è estate mi piacerebbe imparare un po' lo spagnolo da autodidatta per un forse futuro erasmus a Barcellona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Shamrock

Per yamatologi e sinologi:

 

vi devo rendere partecipi di questo video:

 

 

 

Per chi ha sostenuto almeno 2 crediti si Storia Orientale... sarà uno spasso asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Kain_89

Ma cos'è 'sta roba ??? XD

 

Cmq peccato che non abbia fatto nulla di storia cinese ma solo giapponese, altrimenti sarebbe stato anche più bello:D

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
angoloinstanza

io sto all'ultimo anno di giapponese all'università, non lo parlo male, ma non come vorrei ovviamente :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Karamazov

Ragazzi io ho quasi terminato la triennale in lingue, ma vorrei fare una specialistica più legata all'editoria. Che mi dite di Roma? Cosa scegliere: sapienza, roma3, torvergata?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ladymoondust

Io studio inglese e spagnolo all' università, conosco un pochino di svedese, perchè la mia migliore amica è svedese, lo vorrei imparare meglio ma purtroppo non trovo mai il tempo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Justin

All'università studio per ora solo inglese...anni fa per passione mi ero comprato un libro di grammatica francese, perchè come lingua mi affascina moltissimo *-*...tra due anni avrò un altro corso di lingua all'università e mi sa proprio che sceglierò il francese ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
swimmer90

mi hanno sempre attratto le lingue straniere,ora sto approfondendo l'inglese e studiando le basi del tedesco...trovo che il problema sia superare il livello scolastico della lingua..un conto è la lingua sui libri un altro è viverla o meglio parlarla , e la cosa migliore secondo me sarebbe quella di andare all'estero

Share this post


Link to post
Share on other sites
ForbiddenLove

concordo con te Swimmer30 e ritengo che per uno studente di lingue esperienze come L'Erasmus Studio, l'Erasmus Placement, il Leonardo e via dicendo siano un must

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sneg84

A me piacerebbe iniziare a studiiare nederlandese :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcolino2

Sto studiando inglese C1 ma vorrei iniziare con lo spagnolo...è una lingua che mi ha sempre affascinato :)

Purtroppo dovrei studiare da autodidatta visto che in zona non ci sono corsi di spagnolo :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
spottiesvirus7

Allora io in questo campo sono abbastanza avvantaggiato perchè nonostante sia nato in Italia i miei nonni materni parlano solo inglese(britannico) e i miei nonni paterni parlano solo francese. Io quindi da quando ero piccolo sono cresciuto in 3 lingue(italiano,francese,inglese) sia mia madre che mio padre sono bilingue. Non ho mai avuto accento italiano nelle altre lingue ne accenti francesi o inglesi in italiano.

Da tre anni studio cinese.

Share this post


Link to post
Share on other sites
privateuniverse
A me piacerebbe iniziare a studiiare nederlandese :)

 

"L'olandese non è una lingua, ma una malattia della gola."

 

(M. Twain)

 

:D

 

http://www.dutch-flashcards.com/

 

 

@Marcolino2

 

Strano che nella tua zona non ci siano corsi di spagnolo, neanche per principianti. Il problema, se si vive in provincia e si ha la passione per le lingue, è trovare corsi per livelli più avanzati (dall'intermedio in su), almeno se si vogliono imparare lingue diverse dall'inglese; ma, per le altre lingue, almeno per francese, spagnolo, e forse anche tedesco, almeno un corso per principianti si trova.

 

Fra l'altro, nell'ambito dei corsi di lingue per adulti, lo spagnolo è ormai forse più popolare del francese, anche perché è più facile (si presta anche a cominciarlo da autodidatta ma, in questo caso, ci vuole un buon libro di testo e, da questo punto di vista, ti sconsiglio "Adelante" della Zanichelli).

Edited by privateuniverse

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcolino2

Ciao @@privateuniverse il fatto che ci sono scuole di spagnolo ma in tutte quelle in cui sono andato quest'anno non organizzano corsi per adulti di livello elementare (che sfiga) ma solo intermedio. Sinceramente non mi va di frequentare un corso con ragazzini di 14 anni. Invece, per fortuna, sono riusciti ad organizzare un corso di inglese livello C1, anche se l'esame del CAE non lo darò quest'anno perché troppo impegnativo. Già a giugno ho dato il B2 ed ho dovuto studiare parecchio.

Purtroppo il C1 ha un sacco di vocaboli e soprattutto quei maledetti phrasal verbs che hanno tantissimi significati. Ho comprato il dizionario dei p.v. della Zanichelli che è ottimo.

Lo spagnolo però mi ha sempre affascinato. Mi sa che lo comincerò a studiare da autodidatta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
privateuniverse

Pensa che, per lo spagnolo (ma anche per il tedesco) io ho il problema opposto, e cioè trovare corsi di livello intermedio e avanzato.

 

La grammatica dell'inglese è piuttosto semplice; i problemi riguardano soprattutto il vocabolario (te ne sei accorto anche tu), l'uso delle preposizioni (una volta vidi un cartello con su scritto "thank you to exist", mentre in inglese si direbbe "thank you for existing"); insomma, ci sono una serie di piccole difficoltà che, sommate insieme, fanno sì che, in inglese, sia facile acquisire un livello elementare, ma abbastanza difficile acquisire un livello avanzato.

 

Il vantaggio dell'inglese è che è una lingua che, essendo molto appresa (e insegnata), per di più da persone che hanno un retroterra linguistico estremamente ampio e diversificato, esiste una vasta gamma di strumenti pensati proprio per facilitarne l'apprendimento, perché gli insegnanti spesso hanno molta familiarità con le difficoltà dei discenti.

 

Eccoti una serie di testi che consentono un approccio modulare alle difficoltà e che si prestano a colmare lacune su singoli aspetti, ideali per chi deve affinare la propria preparazione.

 

Il migliore è Advanced English Usage di Michael Swan. L'ho regalato a un mio amico un annetto fa, credo, e ho visto che, rispetto all'edizione che ho io, che risale al 1988, è stato molto ampliato (forse troppo). E' ottimo perché non spiega soltanto la grammatica, a diversi livelli di difficoltà, ma permette anche di evitare una serie di trappole (per esempio, la differenza fra "trip", "journey" e "travel"); molti paragrafi si aprono con una serie di errori tipici, che tendono a stampartisi in testa (così, dopo aver arrossito quanto ti rendi conto di quante volte li hai fatti, è più facile evitare errori).

 

Altri che conosco sono A Practical English Grammar (che ha anche degli eserciziari), di Thomson e Martinet, ottimo come testo di riferimento, che ha un'esposizione sistematica e, a un livello più basso, English Grammar in Use.

 

Per i verbi fraseologici mi ricordo un testo americano, ma non mi ricordo il titolo (devo averne le fotocopie ormai ammuffite in qualche scatolone).

 

Almeno, questi sono i testi che trovavo utili quando ho imparato l'inglese io, cioè negli anni Ottanta; forse ora c'è anche di meglio.

 

Se ti servono consulenze, chiedi pure; a suo tempo al TOEFL presi 653 su un massimo di 667 e, anche se mi sono un po' arrugginito, qualche utile dritta forse posso ancora darla.

Edited by privateuniverse

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcolino2

Ciao @privateuniverse, grazie per i suggerimenti e per i consigli.

In effetti quei phrasal verbs sono davvero tanti anche perchè compaiono sempre quelli di uso poco frequente o utilizzati in contesti piuttosto ricercati. Vabbè, il C1 è comunque un livello alto e va bene così. Spero di poter dare l'esame a dicembre.

Ho come dizionario bilingue quello della Oxford Paravia che è molto buono, vorrei comprare un monolingua. Che mi consigli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
privateuniverse

Io ho il Cobuild della Collins, comprato vent'anni e passa orsono, e mi ci sono sempre trovato bene.

 

Non andare in fissa con i verbi fraseologici.

 

Come e più della matematica, le lingue vanno assimilate. I verbi fraseologici non sono tutti ugualmente importanti.

 

La cosa migliore che tu possa fare è leggere in una lingua straniera, magari qualcosa che t'interessa comunque.

 

Se poi ti trovi un amante anglofono è il massimo. ;)

Edited by privateuniverse

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcolino2

@@privateuniverse Grazie per le dritte :) sei molto gentile! Diciamo che l'opzione amante anglofono sarebbe l'ideale, per adesso purtroppo mi devo accontentare di leggere testi in lingua straniera :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
marcCA

@@privateuniverse l'amante anglofono deve essere dotato di molta paziena o tu devi essere uno strafico, altrimenti si scassa le palle alla terza uscita. Per quanto sia ormai padrone della lingua inglese tuttora mi sento un po lento nel fare umorismo, lo trovo sempre un po un handicap in una relazione

 

la risoluzione del 2013 e' imparare lo spagnolo, visto che vivo in una terra popolata di messicani, so gia dire "lasciare i primi posti ai disabili" sia in spagnolo e mandarino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lum

@@Marcolino2 perché non provi a cercare qualcuno che ti faccia tandem via Skype? L'italiano rimane sempre una lingua piuttosto studiata, non dovrebbe essere troppo complicato. Prova a proporti in qualche sito/forum per chi impara italiano, vedrai che qualcosa trovi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcolino2

Ottima idea! Grazie per la dritta @@Lum :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
privateuniverse

Beh, l'ebraico (così come l'arabo) non è esattamente la lingua dal suono più gradevole del mondo. ;)

 

@Lum: il tandem via Skype è una possibilità, ma nei siti che conosco io ho combinato poco.

 

Possono essere utili per la conversazione, ma non è detto che una persona, solo perchè di madrelingua, sia anche in grado di capire le difficoltà di una persona nell'apprendere una lingua straniera e di aiutarla a superarle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Who Viewed the Topic

    38 members have viewed this topic:
    MicFrequentFlyer  n1c0l4  castello  conrad65  FreakyFred  Mario1944  Almadel  Saramandasama  freedog  marco7  Hinzelmann  AndrejMolov89  Pix  camillomago  Layer  Rotwang  Fabius81  Sbuffo  d.gar88  Bloodstar  coeranos  schopy  Alen  Tex  Icoldibarin  Demò  Uncanny  Orfeo87  agis  Silverselfer  nayoz  lux  Finrod  Shell  Laen  Syfy  mirtillamirtilla  paperino 
×
×
  • Create New...