Jump to content
Sign in to follow this  
Phylolaches

La Guerra del Dio Sognatore

Recommended Posts

Phylolaches

(Ho scritto questo breve racconto per un concorso... il limite di caratteri che mi era stato imposto mi ha un po' impedito di esternare appieno il mio stile, quindi lo ritengo poco rappresentativo della mia tecnica... ma dice molto di me, e di come la penso :))

 

“Maestro Sileno” chiese improvvisamente il giovane “Perché gli uomini si fanno la guerra?”

Il vecchio alzò lo sguardo dal pesante volume che stava leggendo assieme al suo discepolo, e sospirò.

Cinto nel colonnato di quel giardino rigoglioso, il mondo sembrava un posto tranquillo, innocuo; eppure i dolorosi echi delle guerre che stavano lacerando l’Attica, il Peloponneso e le terre tutto d’intorno salivano al cielo, tingendolo di un rosso timore. Il ragazzo doveva esser stato spaventato da un alto grido di morte che si era levato poco prima, proveniente da chissà quale campo di battaglia.

“Perché” spiegò Sileno dopo una lunga pausa “spesso gli uomini dimenticano come si fa a star bene insieme… e dunque si fanno guerra”.

I due si guardarono. Il vecchio sembrava pacatamente rassegnato; al contrario, il ragazzo pareva non poter soccombere alla mestizia di una tale idea.

“Allora” bofonchiò quest’ultimo, perso nei suoi pensieri “anch’io farò una guerra”.

“Questa è buona!” lo canzonò Sileno, arricciandosi la lunga barba bianca “Proprio tu, che odi la violenza e che brami la pace più d’ogni altra cosa!”

“Ma, maestro!” obiettò il discepolo “La mia sarà una guerra diversa da tutte le altre. Si immagini, maestro: gli uomini si ritroveranno tutti insieme, non ad un fronte ma davanti ad una tavola imbandita di ottimo cibo… e, invece di combattere, mangeranno, scherzeranno e rideranno. Non ci sarà odio, tra loro, ma si farà l’amore dall’alba al tramonto. Non ci sarà pianto e disperazione, ma felicità e risate. Non armi, ma arpe e cetre ci saranno. E, quando tutto sarà finito, si leggerà non una lista di morti, ma poesie e scherzosi sonetti. La mia guerra non dovrà disgiungere, ma unire”.

Il maestro lo guardava sornione. Le orecchie d’asino, che gli spuntavano dalla canuta capigliatura, fremevano.

“Dimentichi il sangue” rise poi “Non c’è guerra, se non si sparge del sangue”.

Sotto i suoi bei riccioli color del grano, gli occhi del ragazzo apparvero pensierosi. Poi, come fulminato da un’improvvisa e geniale idea, sorrise. Corse in un angolo del giardino, dove veniva coltivata una magnifica vite, e ne tornò portando tra le mani diversi grappoli di uva rossa; separò gli acini dai raspi, li adagiò in una coppa e cominciò a premere con le dita. Gocce rosse schizzarono dall’orlo del calice e gli sporcarono le mani, il bel volto imberbe e la corta tunica.

“Ecco!” disse poi, quand’ebbe finito, porgendo la coppa al suo maestro. Al suo interno, il vecchio vide un liquido del tutto simile al sangue, ma che emanava un profumo acre e dolciastro.

“Questo sarà il sangue che verrà sparso nel corso della mia guerra” sorrise dolcemente il ragazzo “Verrà stillato da mille e mille botti; gli uomini, assetati di vita come in guerra lo sono di morte, ne berranno calici in gran quantità… e lo spargimento di questo sangue non causerà loro dolore, ma un’ebbrezza leggera e allegra, che li farà danzare tutti insieme, al suono delle loro risate e della loro unione. Questo è sangue di gioia, maestro!”

Sileno lo guardò stupito e divertito.

“Sei un bravo ragazzo, discepolo mio” disse “E i tuoi sogni sono i sogni di un puro di cuore, di un uomo buono… ma purtroppo essi restano sogni, e tu ragazzo resti. Dovresti essere un dio perché diventino realtà”.

“Niente impedisce che lo diventi, un giorno” scherzò il ragazzo; un’ombra di tristezza, tuttavia, gli oscurava già il volto.

“Sono certo che la tua guerra avrà luogo, prima o poi” lo consolò il vecchio “Ma per essere un dio, devi prima essere un uomo. E la tua preparazione, di questo passo, non terminerà nemmeno tra dieci anni! Suvvia, non indugiamo: è l’ora di riprendere i tuoi studi di retorica, mio Dioniso”.

Share this post


Link to post
Share on other sites
purospirito

Bellissimoooooooooooooooo!!!!!

 

mi è piaciuta molto come lettura della divinità dionisiaca... non troppo spinta come di solito la si dipinge...

 

Che scrivi bene è inutile dirlo, questo lo sai già!

I complimenti li faccio per la bellezza fanciullesca del racconto, che cattura e affascina nella semplicità di un ragazzo che si appresta a diventare uomo nell'antica concezione del tempo!

 

 

Good! :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Phylolaches
  • Topic Author
  • Grazie Purospirito, sono contento che ti sia piaciuto :rotfl:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    dreamer_

    Davvero molto carino: è interessante e facile da leggere oltre che ha un bel messaggio e una buona introspezione dei personaggi per un racconto così breve. Forse, forse può essere limato togliendo alcune frasi non essenziali, ma forse è perchè tendo sempre a sintetizzare troppo; ad ogni modo mi è piaciuto.

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Johann

    molto scorrevole e diretto... piacevole seguire il filo del racconto, la trama...

    complimenti anche da parte mia  :rotfl:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel

    Non chiamare subito per nome il personaggio di Sileno,

    le persone che possono apprezzare maggiormente il racconto

    (quelle con una cultura classica o mitologica)

    capiscono il "finale a sorpresa" giusto a metà.

     

    L'effetto sarebbe un "racconto erudito" alla Borges

    come quello su Fafnir nello Zahir.

     

    Meglio ancora è il modello de "La casa di Asterione"

    che io ho usato almeno due o tre volte.

    Rendi irriconoscibile un personaggio noto a tutti.

    Io lo facevo funzionare abbastanza bene

    in dei racconti a tematica evangelica,

    in cui solo alla fine si capiva che personaggio parlasse.

     

    Inoltre manca un effetto piuttosto importante

    presente nella lezione di Borges:

    l'effetto del rovesciamento.

    Nel racconto su Fafnir solo alla fine si capisce

    che a parlare non è Sigfrido o comunque l'Eroe,

    ma proprio il Drago...

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Phylolaches
  • Topic Author
  • Grazie ragazzi :rotfl:

     

    @ Almadei: non avevo la minima intenzione di creare un racconto "erudito" :) il tema del concorso per cui l'ho scritto era il vino, quindi mi preoccupava soprattutto raccontare (in 4000 battute!) una storia che ne parlasse. Poi è ovvio, anzi voluto, che il riferimento alla mitologia sia evidente :rotfl: Comunque nulla mi vieta di scriverne una seconda versione: non raggiungo quasi mai il "buona la prima", e sono molto autocritico :rotfl:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Almadel

    Beh, un racconto "erudito" è un racconto che presuppone

    che il lettore riconosca un qualche dato e se ne compiaccia.

    Non è uno sfoggio di erudizione di chi scrive,

    diciamo che lo è di chi legge... :rotfl:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    Phylolaches
  • Topic Author
  • Ripeto: NON era mia intenzione creare un racconto erudito :rotfl: Non volevo che fosse sfoggiata nè la mia erudizione nè quella del lettore. Non ho bisogno di nessuna delle due. Chiaro stavolta?

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites
    .Gi@como.

    Ma che bello che è! è molto fresco e scorrevole! :love:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

    Sign in to follow this  

    • Who Viewed the Topic

      139 members have viewed this topic:
      Tyrael  Mario1944  paraspera  blaabaer  Mercante di Luce  clockietockie98  freedog  davydenkovic90  Nicky99  DCX4  Krad77  Century01  cloroformio  Cely McFarland  Lightdark  marco7  ius  Swan  minid92  Prince1999  Gio93  Atlantico  Blink  Gondo  latmio  Rosso  Fladimiro71  schopy  Antonio022  Icoldibarin  Lazyfox  Roxxy  marce84  Uncanny  Saramandasama  FreakyFred  Edoardo567  stefyman95  Faceless  iamtheibis  Fallofseraphs  nowhere  wwspr  Bloodstar  castello  Hinzelmann  Duma  conrad65  Almadel  Luca443  Nikolai  ste25  Paolo91  Calcifer92  Dav1de  Demò  gabry9777  DivoAugusto  Lorenzo19  d.gar88  ben81  indeciso40  Marco7812662585  Loredag  Metamorphoseon90  Sbuffo  mattky  Rigo  ALEX1  LocoEmotivo  Iron84  Paola88  Filippo1993  BarbaradURRS  MarkCaltagirone  Capricorno57  itraghsa  PiNKs  Marion2189  Badinter  LuxAeterna  Sampei  Wilde  LIVE86  mariobros2019  occhioditigre  JUST THE WAY U ARE  Bernard  gianduiotto  Steste  Messinese99  bluesky02  fireice08  Caleb  Mare19  MrGiorgio  EmmaGaia  Max1717  babytuckoo  yal  and 39 more...
    ×
    ×
    • Create New...