Jump to content
Gay-Forum.It
Sign in to follow this  
Rotwang

Cosa ne pensate di questa immagine?

Recommended Posts

marco7   
marco7

Immagine senza senso in una regione senza senso senso dove da 70 (?) anni si combatte una guerra senza senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò   
Demò

1 I queer per la palestina sono idioti

2 La seconda foto non so neppure cosa rappresenta, pur essendo la scritta suggestiva

3 Tu sei fuori dal mondo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dukes84   
Dukes84

1 I queer per la palestina sono idioti

2 La seconda foto non so neppure cosa rappresenta, pur essendo la scritta suggestiva

3 Tu sei fuori dal mondo

la seconda foto dovrebbe essere uno dei tanti gay/infedeli lanciati dai tetti dai militanti dell isis.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Olorin   
Olorin

l'ISIS non è la Palestina, però...
è vero che son musulmani e quant'altro, ma non è proprio proprio la stessissima cosa. E comunque non apriamo il dibattito Israele-Palestina che ce ne sarebbero di cose da dire...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giuca   
Giuca

vuoi dirmi che ISIS =palestina  ?

Anch'io non capisco se il messaggio che l'immagine vuole far passare è questo...

 

Somiglia ad una di quelle numerose immagini che si trovano su facebook, fatta da persone ignoranti per un pubblico ancora più ignorante, per ricevere mi piace e creare indignazione nei cuori delle persone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel   
Almadel

Propaganda israeliana rivolta agli Occidentali gay-friendly e filo-palestinesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

OT

 

A me l'astensione di obama all'onu sulle colonie israeliane e' piaciuta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Almadel   
Almadel

Purtroppo Trump su questo tornerà di certo indietro.

 

Nella stessa giornata Trump è intervenuto sul tema. «Non possiamo continuare a far sì che Israele sia trattata con totale disprezzo e mancanza di rispetto», ha detto Trump su Twitter. Israele «aveva negli Usa un grande amico, ora non più. L’inizio della fine è stato l’orribile accordo con l’Iran, e ora con l’Onu» aggiunge, invitando Israele a «restare forte, il 20 gennaio si sta avvicinando rapidamente». I tweet precedono l’atteso discorso del segretario di stato John Kerry, sul voto all’Onu e sul processo di pace in Medio Oriente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Trump fara' un'altra politica ma non puo' annullare la risoluzione onu presa con l'astensione americana,

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Trump fara' un'altra politica ma non puo' annullare la risoluzione onu presa con l'astensione americana,

Le risoluzioni non sono vincolanti (nell'ultimo decennio l'ONU ne ha approvate centinaia contro Israele) e vengono il più delle volte ignorate.

 

Riguardo l'immagine non capisco il senso di caratterizzare il proprio supporto alla Palestina in quanto queer, mi sembra molto trash come cosa.

Se si tratta di un pride non capisco la pertinenza della questione israelo-palestinese ad esso.

Infine, piaccia o non piaccia, è comunque vero che Israele è una democrazia liberale sviluppata che tutela le minoranze, non solo sessuali ma anche etnico-religiose, a differenza del territorio palestinese in cui omosessuali, transessuali, cristiani ed ebrei sono perseguitati e discriminati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Si le risoluzioni non sono vincolanti ma qualcosa valgono altrimenti il governo di israele non si sarebbe incazzato tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Si le risoluzioni non sono vincolanti ma qualcosa valgono altrimenti il governo di israele non si sarebbe incazzato tanto.

Si è incazzato per il loro forte valore simbolico e la reiterata ostilità dell'ONU.

D'altronde, a prescindere da quest'ultima risoluzione sugli insediamenti di cui non entro nel merito, dato che la dichiarazione risale al 17 dicembre, lo stesso Ban Ki-moon ha ammesso che per motivi politici c'è una particolare attenzione rivolta a Israele.

“Decenni di manovre politiche hanno creato uno sproporzionato numero di risoluzioni, resoconti e commissioni contro Israele. In certi casi invece di aiutare la questione palestinese, hanno fatto fallire la capacità dell’Onu di raggiungere il suo ruolo effettivo”.

 

Chissà per quale motivo la stessa attenzione non viene rivolta ad esempio all'Arabia Saudita, che ha bombardato negli anni scorsi e sta bombardando tutt'ora lo Yemen con il silenzio dei media (non casuale) e che viola un'infinità di diritti umani, ma che negli ultimi dieci anni ha ricevuto una sola risoluzione contro da parte dell'ONU. E chissà per quale motivo l'Arabia Saudita da qualche mese è stata messa a presiedere la commissione ONU per i dritti umani.

Di fatto a controllare l'ONU sono i paesi arabi, Arabia Saudita su tutti, e guarda caso i paesi arabi non hanno mai avuto simpatia per lo stato di Israele, ma ne hanno anzi sempre voluto la distruzione.

 

Personalmente sono dell'idea che la pace vada trattata dalle due parti ad "armi pari" se così si può dire, senza intromissioni dall'alto che mettano l'una o l'altra in condizione di disparità e debolezza nella trattativa.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Se si fanno la guerra da 70 anni non e' che ora si tratta la pace e tutti vivono felici e contenti. E' immaginabile che quella guerra duri ancora almeno qualche decennio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Se si fanno la guerra da 70 anni non e' che ora si tratta la pace e tutti vivono felici e contenti. E' immaginabile che quella guerra duri ancora almeno qualche decennio.

Di tentativi di pace ce ne sono stati numerosi in passato, ma sono sempre stati rifiutati da parte palestinese.

Clamoroso fu il rifiuto di Arafat degli accordi di Camp David del 2000 a cui partecipò anche Bill Clinton, perché sembravano cosa fatta ed erano comunque generosi verso la parte palestinese.

La verità è che i palestinesi, come rivelano numerosi sondaggi, non hanno mai accettato la presenza di uno stato ebraico e ne vorrebbero la distruzione e non semplicemente la coesistenza vicino al loro.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

La verita' e' che dei palestinesi frega niente a nessuno ma i paesi arabi della regione li usano contro israele nel conflitto arabo-israele.

 

Si crede spesso che il conflitto sia tra palestinesi e israele quando in realta' il vero conflitto e' tra paesi arabi e israele. Solo l'egitto ha firmato la pace con israele, gli altri sono sempre in guerra con israele e se potessero lo distruggerebbero.

Edited by marco7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

La verita' e' che dei palestinesi frega niente a nessuno ma i paesi arabi della regione li usano contro israele nel conflitto arabo-israele.

 

Si crede spesso che il conflitto sia tra palestinesi e israele quando in realta' il vero conflitto e' tra paesi arabi e israele. Solo l'egitto ha firmato la pace con israele, gli altri sono sempre in guerra con israele e se potessero lo distruggerebbero.

Verissimo e a proposito riprendo queste parole:

 

« Il popolo palestinese non esiste. La creazione di uno Stato palestinese è solamente un mezzo per continuare la nostra lotta per l'unità araba contro lo Stato d'Israele. In realtà oggi non c'è differenza tra giordani, palestinesi, siriani e libanesi. Oggi parliamo dell'esistenza di un popolo palestinese per ragioni politiche e strategiche poiché gli interessi nazionali arabi richiedono che venga assunta l'esistenza di un distinto "popolo palestinese" da opporre al sionismo. Per ragioni strategiche la Giordania, che è uno Stato sovrano con confini ben definiti, non può vantare diritti su Haifa e Jaffa mentre io, come palestinese, posso senz'altro vantare diritti su Haifa, Jaffa, Beersheva e Gerusalemme. Comunque nel momento in cui i nostri diritti saranno riconosciuti non attenderemo nemmeno un minuto per unire la Palestina alla Giordania. »

Zuhayr Muhsin, leader guerrigliero arabo, 1977.

 

Non a caso dal 1948 al 1967, quando la Striscia di Gaza era sotto il controllo dell'Egitto e la Cisgiordania sotto il controllo della Giordania, mai nessun "palestinese" si è lamentato della presenza egizia e giordana e ha rivendicato da essi l'indipendenza. Solo dopo che quei territori furono conquistati da Israele dopo la guerra dei sei giorni (guerra in cui a muovere l'attacco fu la Coalizione Araba, Israele non fece altro che difendersi e vincere) casualmente si svegliarono.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Io non vedo nessuna soluzione che dia pace a quella regione sinceramente. Si va avanti come ora ancora per tanto tempo secondo me. Contenti loro, contenti tutti.

 

Ho quasi 50 anni e ho sempre sentito la guerra e guerriglia e attentati e risoluzioni onu e terrorismo venire da quella terra. Ora non ascolto piu' le notizie che riguardano quel conflitto perche' alla fine non me ne frega nulla. Se non si mettono d'accordo tra loro alla fine quelli che restano nella merda per sempre sono loro e che si arrangino.

 

Forse per la pace bisognerebbe che tutti quei paesi fossero delle vere democrazie. Questo significa dei popoli istruiti che non si lasciano manipolare troppo. Utopia pura dunque.

Edited by marco7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò   
Demò

@uncanny dillo ad un arabo palestinese(musulmano o cristiano che sia) che la sua terra secondo te non esiste e che israele é uno stato democratico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Difatti bel demo' il palestinese e' oppresso sia dal governo israeliano che da quello palestinese e dei suoi abitanti.

 

Un gay in palestina viene massacrato senza processo e ripudiato dalla famiglia normalmente, per questo scappano e vanno a vivere illegalmente in israele dove vengono tollerati per ragioni umanitarie anche se sono immigrati illegali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

@uncanny dillo ad un arabo palestinese(musulmano o cristiano che sia) che la sua terra secondo te non esiste

Mi stai mettendo in bocca parole non dette, dove avrei detto ciò?

Mi sono limitato a citare le parole di Muhsin.

 

e che israele é uno stato democratico.

Che Israele sia uno stato democratico è pacifico, in esso vige un sistema elettivo del tutto proporzionale e le minoranze di qualsiasi tipo non sono discriminate (a differenza che a Gaza e in Cisgiordania).

17 membri su 120 della Knesset sono arabi.

Il fatto che non si condividano le politiche di Israele non ne pregiudica lo status di democrazia, così come non viene pregiudicato quello degli USA quando non se ne condivide la politica estera.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò   
Demò

Il fatto che rubino la terra invece cosa non pregiudica?

Sul fatto che le minoranze non vengano discriminate meriteresti qualche sassata da parte di un gruppo di ebrei ortodossi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Il fatto che rubino la terra invece cosa non pregiudica?

Sul fatto che le minoranze non vengano discriminate meriteresti qualche sassata da parte di un gruppo di ebrei ortodossi

Non ho intenzione di aprire una discussione sugli insediamenti ora, ma vorrei capire in che modo pregiudicherebbero lo status di democrazia di Israele.

Se ti riferisci agli Haredi ultraortodossi (solo una parte degli ortodossi e quella più estrema) sono I primi ad isolarsi dalla società civile, a studiare in modo tutto loro e a discriminare. Quindi non mi sembra ci sia da stupirsi se fra loro la povertà e la disoccupazione sono maggiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Vanbe' demo'. Il "furto della terra" avvenne in passato come reazione all'azione militare araba che voleva distruggere israele.

 

Ora israele non sta espandendosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Il fatto che rubino la terra invece cosa non pregiudica?

Sul fatto che le minoranze non vengano discriminate meriteresti qualche sassata da parte di un gruppo di ebrei ortodossi

Se invece il senso era l'opposto e cioè che gli ebrei ultraortodossi discriminano, faccio notare che si tratta di discriminazione da parte di gruppi di persone per questo condannate dal resto della società.

Lo stesso Netanyahu le ha condannate più volte.

Non c'è nessuna discriminazione accettata e fatta legge di stato come invece a Gaza e in Cisgiordania o nei paesi arabi.

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco7   
marco7

Sia gli israeliani che i palestinesi fanno una vita di merda con la leggera differenza che gli israeliani sono piu' forti militarmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uncanny   
Uncanny

Tra l'altro a Gaza e in Cisgiordania la blasfemia, l'apostasia e l'essere atei sono cose condannate con la galera come minimo.

Ovviamente niente di ciò accade in Israele.

A questo proposito invito ad approfondire la figura di Waleed Al-Husseini, nato in Cisgiordania e condannato alla galera dall'ANP con l'accusa di blasfemia contro l'islam.

Waleed poi disse che i musulmani "credono che chiunque lasci l'islam sia un agente o una spia dell'Occidente, cioè lo Stato Ebraico. In realtà non comprendono che le persone sono libere di pensare e di credere in qualsiasi cosa vogliano".

Edited by Uncanny

Share this post


Link to post
Share on other sites
Demò   
Demò

io ti manderei a vivere a Gaza, con l'abbonamento perpetuo a "il Foglio" 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×