Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. occhioditigre

    Patty Pravo

    Come avete già detto credo che Patty sia amata dai gay proprio per il suo essere anticonformista! È assolutamente diversa da tutte le altre cantanti. Look esilaranti, timbro riconoscibile, testi particolari.
  3. Saramandasama

    La Diva del Tubo- CATTIVA RAGAZZA

  4. Siciliano trapiantato in Lombardia!
  5. FreakyFred

    Non solo fisico

    Non conta come scusa 🙂 Mi scuserei anche io con te, giusto per darti una spintarella; purtroppo non posso perché io sinora non ti ho attaccato.
  6. Almadel

    Non solo fisico

    Quanta pazienza.
  7. Today
  8. FreakyFred

    Non solo fisico

    Ok. Mi sento buono. Conta fino a dieci, e se mi chiedi scusa ora la chiudiamo qui.
  9. Almadel

    Non solo fisico

    Mi rispieghi il motivo per cui continui a parlare di due argomenti: il sesso in coppia stabile e il buon sesso occasionale di cui è evidente che non sai nulla? Se insisti sarò costretto a spiegarti come funziona la CRISPR, così almeno capisci come ci si sente. Ci credi che MAI UNA VOLTA ho detto a un ragazzo che lo mollavo per quello? Scommetto che se ti racconto le cazzate che mi sono dovuto inventare per scaricarli, ti suoneranno familiari. Mi hai scoperto, come porco*io hai fatto? Lo ammetto: guadagno una commissione di cinque centesimi su ogni inculata gay in Italia e devo portare acqua al mio mulino. E se leggo le cose che scrivi per poterti "attaccare", il motivo è ovvio: ti odio per qualcosa che mi hai fatto in questi anni e che non ho mai avuto il coraggio di rinfacciarti; non certo perché sono l'unico stronzo qui dentro a cui freghi qualcosa di te e della tua felicità. Se tu sostituissi sesso anale con baci (pratiche che condividono lo stesso assoluto piacere reciproco) ti renderesti conto delle abnormità che scrivi: perché effettivamente sarebbe accettabile non volere inziare una conoscenza sentimentale da un bacio, magari ce lo teniamo per la convivenza e non sia mai che qualcuno arrivi addirittura a considerari i baci indispensabili in una relazione! Che orrore! Questa tua peculiarità deve essere per forza ininfluente sulla tua incapacità di fidanzarti e che scorrettezza orrenda farti notare che il tuo problema è quello mentre spali merda sulla libertà sessuale e sulla società liquida. Soprattutto perché tra i miei amici e tra chi scrive sul forum ho talmente tanti esempi di persone come te felicemente fidanzate che dovrei avere una grande disonestà intellettuale per fartelo notare quando giustamente te la prendi con il consumismo... (Spoiler: gli unici due gay che conosco come te - uno è Rotwang - non hanno mai avuto un fidanzato neanche nei sogni) No, bello. L'amore non c'entra, c'entra la passione che è la madre dell'amore. E come ho già detto se bastassero le affinitù elettive i parrucchieri sposerebbero le loro clienti. E el lòesbiche strusciano i loro clitoridi con la stessa passione con cui noi strusciamo i nostri glandi sulle nostre prostate e quelle che non lo fanno dicono dell'ambiente lesbico le stesse fesserie che dici tu su quello gay. Non il sesso anale, ma il sesso penetrativo. Non è che le donne abbiano il clitoride sulla nuca. L'idea che il dare piacere e il ricevere piacere siano un unico atto scioglie la differenza tra l'Io e l'Altro. E non è un'esperienza mistica è l'esperienza mistica, proprio quella di cui i santi di tutte le religioni devono privarsi perché altrimenti non reggerebbe il confronto con le loro simulazioni spirituali. Io davvero obbligherei tutti i maschi omosessuali a farsi almeno un paio di anni di eterosessualità prima di definirsi gay. Non hai notato l'entusiuasmo che io e Locoemotivo mettiamo nel parlare di omosessualità? Parli - al solito - di cose che non conosci. L'omosessualità maschile è l'Eden, solo che tu hai un angelo con la spada di fuoco davanti al "cancello". Vai a dire alle ragazze che per te il sesso penetrativo non è "indispensabile". Vedrai come loderanno la tua indimostrabile maturità sentimentale. Dì loro che berti lo sperma e la masturbazione reciproca sono alternative altrettanto valide, troverai subito una donna disposta a dividere tutta la sua vita con te (e il vostro giardiniere). Fossi in te bacerei la bandiera arcobaleno come fosse la Sindone, visto che almeno ti ha concesso qualche scopata gratis che da etero ti saresti sognato. Purtroppo ti abbiamo anche illuso - per non deprimerti - che nel nostro infinito ecumenismo ci fosse davvero spazio per tutte le diversità, ma - se fosse vero - non avrei mancato in tutti questi anni di raccontarti casi di pompinari felicemente fidanzati o avrei attirato la tua attenzione su storie simili capitate sul forum. Purtroppo oggi devo dirti che questo Babbo Natale non esiste.
  10. schopy

    Non solo fisico

    Felice d'averti frainteso allora...buona fortuna!
  11. FreakyFred

    Non solo fisico

    Non ho mai detto né implicato niente del genere. Ok, ragazzi, io funziono così: ci metto un po' a scassarmi il cazzo di persone e situazioni... ma siccome non sono liquido, se succede dopo vi assicuro che è definitiva. Questo qui secondo me è un buon momento per fermarsi 🙂
  12. schopy

    Non solo fisico

    E' un punto di vista così nichilista che per decostruirlo non so da dove cominciare Non ho una grande esperienza in fatto di relazioni a lungo termine, ma quel che si coglie leggendoti è una tale frustrazione per i tuoi bisogni insoddisfatti (che tu chiami "mancanza d'impegno" da parte del partner) che non si può non cercare di riportarti ad una visione più armonica delle cose. Se in partenza già hai deciso che tu sei più meritevole d'attenzioni di quanto non lo siano i tuoi partner prevedo ancora grosse, grossissime infelicità. Ma certo che non lo è...e quale sarebbe Freaky, il paradiso in terra?
  13. Da un anno sono emiliano, di Reggio!
  14. schopy

    Patty Pravo

    Non lo so, ma so che come capita per molte icone gay ne sono stato "attratto" ancor prima di capire di essere gay...io poi sono un po' un feticista per tutto quel che ruota attorno al cinema e alla musica leggera, specie se d'annata. Tra i meriti di Nicoletta c'è quello d'aver cantato soprattutto belle canzoni, e d'aver sperimentato musicalmente più di tante colleghe. Oggi lavora ancora molto, ed è pure più simpatica col pubblico rispetto a vent'anni fa, anche se, inevitabilmente, lo smalto non è quello degli anni 70. Mi spiace che abbia abusato della chirurgia estetica (o del botox, non saprei), perché aveva bellissimi lineamenti. Rilancio con una canzone meno nota, che fa molto Vangelis:
  15. schopy

    Il problema della SINISTRA sui MIGRANTI

    Non colgo; nessuno vuol mettere nessun altro sul piedistallo, ma non capisco come preoccuparci delle tragedie del Mediterraneo ci renda meno attenti a tutta una serie di altre faccende... Sarebbe facile se si potessero individuare pochi responsabili dell'attuale disuguaglianza economica, per la quale non incolperei le destre del mondo occidentale più delle sinistre che hanno/hanno avuto ruoli di governo. Non deve stupire che in economie capitaliste ci siano pochi che concentrano volumi di ricchezze sempre maggiori a fronte di impoverimenti sempre più diffusi; detta banale, nessuno realisticamente rinuncerebbe ad utilizzare Facebook o Instagram in spregio ai privilegi fiscali di cui godono, né le notizie sulle cattive condizioni di lavoro dei dipendenti di Amazon spingono a boicottarlo.
  16. FreakyFred

    Non solo fisico

    Difatti dubito che una relazione di lunga durata si basi principalmente sul sesso. Un rapporto occasionale, tendenzialmente, sì. Ma dimenticavo che per te sono sempre profonde esperienze spirituali. ça va sans dire. Ci credi che non è successo MAI UNA VOLTA che sia stato mollato per quello? Ok, no, forse una volta... ma avevo mollato io per primo. Ma non sperare che ti racconti alcun ulteriore dettaglio a riguardo. Sinora sei andato a scartabellarti praticamente tutto ciò che ho scritto qui in passato cercando materiale per attaccarmi, non te ne darò altro. Almeno però ti sei corretto: avendo letto per tipo la quinta volta che io non sono contro il sesso anale, ma solo non lo reputo necessario e non voglio iniziare una conoscenza da quello, hai dovuto correggere: adesso basta essere diffidenti verso il sesso anale per diventare, emotivamente, dei mostri. Spoiler: se e quando avrò iniziato a farlo suppongo che il problema sarà che bisogna per forza trovarlo anche indispensabile. Oh, ma che esperienza spirituale che è diventata, il sesso anale! Quindi non esiste il sesso anale fatto senza amore. È un sempre un incontro con Dio, e dico, oh, sempre, strutturalmente proprio. Decisamente, Dio si nasconde in un posto dove davvero non lo cercherebbe nessuno. Comunque, sempre detto, io, che le lesbiche non sanno nulla dell'amore. Ma quante altre sessualità deviate secondo te nascondono malattie psichiatriche, oltre al lesbismo? Elucidamele, sono curioso. Il sesso anale è l'esperienza fondativa dell'empatia umana. Wow. Roba profonda, amico. Vuoi emulare Freud, ma Freud almeno aveva una giustificazione: era un maschio bianco eterosessuale dell'800. Da parte tua siamo al ridicolo. Oh, please. Certo, se avessi una frazione dell'autocontrollo che ho io bisogna dire che il discorso avrebbe un ritmo molto più noioso. Ma, devo ammettere, il tuo trigger è davvero sensibile. Non sono sicuro di averlo individuato al 100%, ma sembrerebbe che basti... uhm... dire che la comunità gay maschile non è il paradiso in terra?
  17. Mario1944

    Non solo fisico

    Un tempo si sarebbe detto che la lussuria può essere efficacemente dominata dall'uomo continente, se non addirittura ignorata da quello temperante.... Francamente non vedo perché la durata del sentimento debba per sé giovare alla sua intensità, anzi a voler ben considerare sarei incline ad aspettarmi il contrario, se non altro perché il tempo consuma od almeno allevia ogni cosa.... 😉 Ineffetti penso si possa concedere senza difficoltà che la moltiplicazione d'un affetto sia diacronica sia fors'anche sincronica non sia per sé causa di levità dell'affetto stesso separatamente considerato nei singoli momenti in cui si manifesti: come un corridore il quale gareggi per poche centinaia di metri non mette meno impegno fisico che metta un corridore il quale invece gareggi per decine di chilometri, anzi forse ne mette assai più, seppur concentrato in pochi minuti, mentre l'altro può permettersi un impegno meno intenso proprio perché più distribuito nel tempo. Insomma una relazione breve e caduca non implica per sé un affetto meno intenso d'una lunga e duratura.
  18. Almadel

    Non solo fisico

    Non capisco come questo possa valere per chi cambia partner tutte le settimane e non per chi scopa sempre col suo partner tutti i venerdì sera... Un "atto di liberalità" è quello in cui una parte arrichisce l'altra senza esservi tenuta e - anche in questo caso - il sesso occasionale è sempre più liberale di quello coniugale, che a volte può essere un accollo, specie se hai l'emicrania e lui è ingrassato ed è già venerdì... Desidero che tu abbia un fidanzato almeno quanto lo desideri tu, almeno mi eviterò di leggere le tue castronerie. 🙂 Tutti i tuoi problemi sono - al solito - collegati alla tua diffidenza verso il sesso anale. In primis la tua necessità di frequentare solo ragazzini immaturi, perché - va da sé - che pochissimi dopo averlo provato vi rinuncerebbero. Senza contare le parole ingenerose che hai verso il brutto mondo gay, ché se tu volessi fare il master etero che non fa sesso penetrativo le donne non le vedresti neanche con il cannocchiale, mentre da noi un pompino e un po' di bondage per un paio di volte non si negano a nessuno. In secondo luogo la tua diffidenza si traduce nel non capire nulla del valore della sessualità. La specificità del rapporto anale - rispetto al sesso orale e alla masturbazione - sta proprio nel fatto di non essere un do ut des: non c'è una persona che dà piacere e una che lo riceve; non c'è neppure uno "scambio", non c'è un'aspettativa di ricompensa. Il piacere dell'attivo coincinde con il piacere del passivo. Per questo non somiglia in nulla a uno scambio commerciale. Per questo i puttanieri etero fanno sesso con donne che fingono l'orgasmo e quelli gay amano pagare gli etero o fare solo sesso orale: perché un piacere complementare, sincronico e condiviso non è compatibile con una visione mercantile e consumistica del sesso. Bere - anche con uno sconosciuto - alla stessa fontana è ben diverso da comprare da lui dell'acqua minerale o scambiarla con una Coca-Cola. La tua totale ignoranza dell'esperienza fondativa dell'empatia umana unita alla tua supponenza di saperne più degli altri ti rende sentimentalmente inavvicinabile da chiunque abbia quel minimo di maturità necessaria a una relazione. Se tu almeno avessi la saggezza di sapere di non sapere (come molti ragazzi alle prime armi) risulteresti almeno interessante per chi si interessa di inesperti. Poiché però non vuoi vedere l'elefante nella stanza, ti nascondi dietro a malfatte considerazioni sociologiche, aspre reprimende sulla gioia altrui e sull'ambiente gay e imbarazzanti tentativi di far passare come "consapevolezza" i tuoi problemi sessuali. Meriteresti che queste considerazioni ti venissero fatte privatamente, ma io - allo stesso modo - meriterei che tu non mi provocassi scrivendo in questo forum simili corbellerie tossiche. Preso atto che non ci sono buoni consigli da darti, perlomeno cerchiamo di evitare che tu faccia danni.
  19. FreakyFred

    Non solo fisico

    Letteralmente un processo alle intenzioni 😛 Non penso di essere troppo oscuro su quello che soggettivamente penso. Detesto con ardore il concetto stesso di relazione liquida, la trovo un'abnorme puttanata e per di più una cosa attivamente dannosa. Ho anche dei miei personali pareri su chi predilige questo tipo di situazioni e sulle motivazioni che può avere, ma non voglio approfittare della bontà (o assenza) della moderazione 😛 Di certo però non posso mettere in dubbio l'impatto emotivo che può avere un rapporto liquido; anzi, io per primo sono stato devastato con danni profondi e prolungati da rapporti di questo tipo. Figurati se non hanno impatto emotivo. Al di là dell'impatto emotivo soggettivo, però, c'è anche il giudizio oggettivo su quanto quell'insieme di eventi sia impattante in senso concreto. Le mie pur devastanti relazioni liquide mi hanno fatto aumentare il consumo di psicofarmaci e di alcol per un po', e in un caso mi hanno fatto perdere un lavoro che comunque a ben vedere odiavo e avrei perso comunque in un'altra occasione. Non ci ho mai perso una casa, non ci ho mai perso un compagno di vita, non ci ho perso alcun investimento, eccetto un paio di regalini cazzoni da quattro soldi. Oggettivamente, cose così non contano molto. Che poi in effetti, a ben vedere, la cifra del mio personale disagio semmai è proprio questo desiderio sempre frustrato di costruire qualcosa che conti. Mi dicono spesso di essere allegro per le belle esperienze che ho vissuto, ma se alla fine non ho costruito niente e ho verificato che non c'era sostanza dietro tutta quella sceneggiata di belle parole, a me resta solo l'amaro in bocca e mi sento in perdita netta da tutta la situazione. Perdita di tempo, perdita di energie, perdita di fiducia nel prossimo. Riesco a consolarmi solo se posso dire che ho almeno fatto esperienza... ma anche quel premio di consolazione posso averlo solo se davvero ho accumulato un bagaglio di esperienze nuovo, qualcosa che mi sia utile in senso formativo. Sperimentare una storiella passionale estiva, la prima volta, è stata un'esperienza interessante da collezionare; come lo è stato il primo sesso mercenario in un cesso pubblico. Non mi interessa minimamente di farlo una seconda o una terza volta, però, e se questo è tutto ciò che questo mondo ha da offrirmi, onestamente, posso proprio farne a meno.
  20. Hinzelmann

    Non solo fisico

    Mi assicuro soltanto che questa "precisazione" non tradisca l'intento del suo redattore originario
  21. FreakyFred

    Non solo fisico

    Guarda che non è che se rispondo a te vuol dire necessariamente che ti voglio contraddire, magari voglio solo "precisare". Tu hai detto che la relazione liquida è comoda. Non ti ho contraddetto, ma visto che "comodo" tende a sembrare un pregio, ho voluto precisare che non lo è in tutti i casi e, per come la vedo io, di sicuro non lo è in questo. Con permesso, vi cito Bauman che secondo me ha colto l'essenza del problema: In un contesto liquido che si muove rapidamente e in modo imprevedibile abbiamo bisogno, mai come prima d’ora, di legami d’amicizia e di fiducia reciproca che siano solidi e affidabili. Gli amici, in fin dei conti, sono persone sulla cui comprensione e sul cui aiuto possiamo contare se dovessimo inciampare e cadere, e nel mondo in cui viviamo nemmeno i surfisti più abili e gli skater più brillanti sono assicurati contro tale eventualità. D’altra parte, però, quegli stessi ambienti liquidi e rapidamente mutevoli privilegiano chi riesce a viaggiare leggero: se nuove circostanze dovessero richiedere rapidi spostamenti, e di ripartire da zero, impegni a lungo termine e legami difficili da sciogliere potrebbero rivelarsi uno scomodo fardello, una zavorra da gettare subito in mare. Non esiste, dunque, la scelta migliore. Non si possono avere la botte piena e la moglie ubriaca: ma questa è esattamente l’esigenza posta in modo pressante dall’ambiente in cui si cerca di dare un assetto alla propria vita. Qualsiasi scelta si faccia, i problemi si accumulano. Forse è per questo che sono in tanti coloro che ascoltano, e apprezzano, i messaggi dei vari Blackburn e Marsden, e quelli di tenore analogo che persino in casa ci martellano costantemente, in particolare attraverso i popolarissimi reality shows televisivi. Alcuni messaggi offrono infatti l’assoluzione dai peccati: non è colpa tua, non sei tu che sbagli, ciascuno di noi condivide la stessa sorte, affronta le stesse scelte e fa le stesse cose. Altri messaggi ci consentono di tapparci le orecchie per non dare ascolto alla voce della coscienza: se non riuscirai a ‘nominare’ chi esce dal gioco, il ‘nominato’ sarai tu. Di solito i ‘nominati’ sono i romantici incorreggibili e infelici, e sono i più assennati a ‘nominarli’. La vita è un gioco a somma zero e Dio aiuta chi si aiuta. La fregatura è proprio quella, ed è la ragione della depressione, della nevrosi etc. C'è bisogno oggettivo di rapporti solidi e affidabili. Ne abbiamo bisogno in generale come esseri umani; ne abbiamo bisogno oggi in particolare. E infatti, a parole, tutti quanti lo cercano... il rapporto affidabile. Tuttavia, se lo trovi, ecco che improvvisamente si rivela l'inaccettabile verità: è scomodo.
  22. Hinzelmann

    Non solo fisico

    A dire il vero non avrei detto neanche questo, semmai può capitare di provare un sentimento talmente inteso da provocare anche delle emozioni Magari io sono un tipo particolarmente emotivo, ma diciamo che in termini generali sarebbe ragionevole dire che posso dispiacermi se Almadel lascia il forum ma non al punto di provare le emozioni che proverei se mi lasciasse il mio compagno ( vabbè in questo caso cambierebbe anche il mio umore etc ) Proprio per questo motivo, quando si incontra una persona che sostanzialmente non si conosce il giudizio di valore è per certi versi sospeso e si vive l'esperienza ( sensazioni emozioni intuizioni pensieri ) certo esiste la possibilità del cd colpo di fulmine, cioè la disposizione affettiva immediata ma in genere c'è il riconoscimento in questo perfetto sconosciuto di una sorta di corrispondenza ad un "modello del desiderio" ( attenzione agli effetti collaterali, spesso a quel punto la persona vera non la si vuole proprio conoscere si preferisce questa immagine apparente...) Sensazioni e emozioni possono al limite avere anche la tonalità affettiva dell'indifferenza ( che è anch'esso un giudizio di valore ) e certamente è questo il caso del sesso promiscuo più spinto verso l'anonimo Non direi sia il caso delle relazioni liquide, nelle relazioni liquide c'è una certa tendenza alla "astrattezza" ( che peraltro a mio personalissimo avviso caratterizza anche l'approccio dei gay a questioni intellettuali...troppo astratto ) che è rassicurante perchè attribuisce una sua oggettività ma anche genericità, alla relazione. Di fatto non si può dire che in una relazione liquida non vi sia del tutto del sentimento, ma è un sentimento poco soggettivo e poco concreto, il che non priva l'esperienza di una sua significatività Il problema è che potremmo andare avanti catalogando caratteristiche del sentimento, ma non riusciremo ad afferrarne una "essenza" ( almeno che io sappia nessuno ad oggi lo ha fatto in modo convincente ) diciamo che con l'esperienza a livello intuitivo prima ed intersoggettivo poi si capisce quando c'è concretezza a livello di sentimento e poi arriva la fusione fra sentimento ed emozioni e si realizza di essere fregati
  23. Va bene anche acchiappo in amicizia 😄
  24. mariobros2019

    Serate estive al Cassero Bolognese. Chi vuole fare baldoria?

    Siii 😀 A giocare a monopoli 😁
  25. FreakyFred

    Non solo fisico

    Liberalità? Pardon?Uno scambio commerciale non è liberale? Oh, certo, possiamo formularlo come "dono" reciproco... dunque tu lo hai fatto anche in condizioni di non reciprocità? Quante volte hai regalato sesso a gente che ti faceva sesso quanto Mario Giordano in bikini? Ovviamente anche col panettiere puoi avere un rapporto molto umano; puoi cogliere dietro i suoi occhi che ha avuto una brutta giornata o che è allegro, perfino scambiarci due chiacchiere, ogni tanto diventarci amico. Ma in generale, resta un panettiere come mille altri panettieri, e anche per il sesso vale ciò che vale per qualsiasi altro stimolo: se si ripete perde salienza. Quanto più facilmente hai di questi rapporti liberali, tanto minore potrà essere la significatività emotiva che ad essi attribuisce, e, al limite, diventano shopping.
  26. FreakyFred

    Non solo fisico

    Quello può essere e non l'ho mai negato, ho detto che sono due cose qualitativamente diverse. Significativa o meno in senso emotivo, la relazione liquida è un consumabile, il sentimento non lo è, per via dell'entità stessa dell'investimento che comporta. Le due cose non sono assimilabili né in continuità. La convinzione che una sia naturale espansione dell'altra è sbagliata; ciascuno poi valuti da sé se le conseguenze di adottare una convinzione errata possano essere positive. Ah, due parole sulla "significatività". È chiaro che, come tutti i giudizi di valore, anche quello di significatività è in ultima analisi, soggettivo. In ultima analisi. Tuttavia anche le sensazioni e i sentimenti più soggettivi si propongono prima o poi in forma intersoggettiva, nei termini di impatti e conseguenze. Un libraccio stracciato lasciatomi da mio nonno defunto potrà essere per me di inestimabile valore... e comunque non valere un cazzo sul mercato perché poi vi si applicano misure di valore che siano condivise. Il mio giudizio sulla relazione liquida è di siffatta specie: io voglio vedere anche quanto effettivamente quella cosa vale. Peraltro, quest'ultimo aspetto è quello in virtù del quale demandiamo tutta una serie di diritti civili che sono, non a torto, collegati alla nostra facoltà di "edificare" strutture sociali.
  27. Almadel

    Serate estive al Cassero Bolognese. Chi vuole fare baldoria?

    Volendo si può fare un miniraduno un weekend.
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...