Vai al contenuto

  •  

Benvenuto su Gay-Forum.It

Benvenuto su Gay-Forum.It!
Stai visitando il forum come ospite e per questo la visione e l'uso del forum è limitata, se vuoi avere accesso a tutte le funzionalità basta registrarsi a questa pagina oppure fare login !
  • Aprire nuovi topic e rispondere agli altri
  • Sottoscrivere topic e board per avere le notifiche in tempo reale
  • Creare il tuo profilo
  • Discutere e confrontarti con tutti gli altri :-)
Guest Message
 

Foto

Ecco una delle ragioni per cui preferisco starmene chiusa "nell'armadio"...


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Per cortesia connettiti per rispondere
  • Topics List
38 risposte a questa discussione

#31 OFFLINE   Northern

Northern

    Oracolo

  • Staff Chat
  • 2505 Messaggi:
  • 28 topics
  • LuogoRoma

Current mood: None chosen

Inviato 20 aprile 2017 - 19:21

Il Coming Out nel tuo caso, a mio parere, si dovrebbe fare quando il tenere nascosto la propria omosessualità arriva ad essere una sofferenza da cui non si riesce ad uscire. (Prima che io venga investita di insulti chiarisco che ovviamente se uno vuole farlo pure prima perché è convinto di volerlo fare allora si debba fare, non c'è certo una regola scritta.)

 

Il fatto che tuo cugino e la neonata non sappiano che sei lesbica ti fa soffrire?

Se non ti fa soffrire allora lasciali perdere, frequentali solo nelle feste comandate e chi s'è visto s'è visto.

 

Gli amici ce li scegliamo, i parenti ce li ritroviamo, se dovessimo stare a pensare a cosa ogni singolo parente pensa di noi dovremmo passare la vita nell'ansia perenne.

 

Sì, magari dopo che gli hai detto di te potrebbero improvvisamente vedere la luce, ma potrebbero anche non farlo, e potrebbero anche dire questa cosa ad altri parenti (proprio perché non sono tuoi amici, ma parenti e basta). 

 

Quindi, se per te tenerti sta cosa non è un problema io ti consiglio di tenerla per te, se invece ti fa soffrire il doverti nascondere (e non solo con loro) allora fatti forza e dillo, anche se potrebbe comportare reazioni negative, ma almeno ti sarai tolta un peso.


"Sono fin troppo consapevole che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio, e io vivo nel terrore di non essere frainteso."
 


#32 OFFLINE   BlueEyes85

BlueEyes85

    Viandante

  • Topic Starter
  • 2
  • 44 Messaggi:
  • 5 topics
  • LuogoBergamo

Current mood: None chosen

Inviato 21 aprile 2017 - 09:45

Il Coming Out nel tuo caso, a mio parere, si dovrebbe fare quando il tenere nascosto la propria omosessualità arriva ad essere una sofferenza da cui non si riesce ad uscire. (Prima che io venga investita di insulti chiarisco che ovviamente se uno vuole farlo pure prima perché è convinto di volerlo fare allora si debba fare, non c'è certo una regola scritta.)

 

Il fatto che tuo cugino e la neonata non sappiano che sei lesbica ti fa soffrire?

Se non ti fa soffrire allora lasciali perdere, frequentali solo nelle feste comandate e chi s'è visto s'è visto.

 

Gli amici ce li scegliamo, i parenti ce li ritroviamo, se dovessimo stare a pensare a cosa ogni singolo parente pensa di noi dovremmo passare la vita nell'ansia perenne.

 

Sì, magari dopo che gli hai detto di te potrebbero improvvisamente vedere la luce, ma potrebbero anche non farlo, e potrebbero anche dire questa cosa ad altri parenti (proprio perché non sono tuoi amici, ma parenti e basta). 

 

Quindi, se per te tenerti sta cosa non è un problema io ti consiglio di tenerla per te, se invece ti fa soffrire il doverti nascondere (e non solo con loro) allora fatti forza e dillo, anche se potrebbe comportare reazioni negative, ma almeno ti sarai tolta un peso.

 

Rimanere nascosta mi fa soffrire, in generale, perché non posso essere me stessa con nessuno. D'altro canto, però, non capisco perché "debba" dirlo.

Questo fatto qui, che noi omo (e bsx) "dobbiamo" dire chi ci piace mi dà al quanto fastidio. Non capisco perché dovrei raccontare agli altri i fatti miei. 

Quindi propendo per il silenzio. Tanto i parenti li vedo poco, per fortuna. 



#33 OFFLINE   R.POST

R.POST

    Moderatore

  • Moderatore
  • 4281 Messaggi:
  • 93 topics
  • LuogoR.OMA

Current mood: Ban Happy

Inviato 21 aprile 2017 - 12:51

noi "dobbiamo" perché altrimenti c'è gente come tuo cugino e la sua fidanzata che continuano a straparlare perché non hanno mai frequentato un/a gay e quindi parlano per sentito dire.
filorazionalista reazionario.

#34 OFFLINE   nowhere

nowhere

    Oracolo

  • 6
  • 2069 Messaggi:
  • 8 topics
  • LuogoSenza Fissa Dimora

Current mood: Snobbish

Inviato 21 aprile 2017 - 13:51

Rimanere nascosta mi fa soffrire, in generale, perché non posso essere me stessa con nessuno. D'altro canto, però, non capisco perché "debba" dirlo. Questo fatto qui, che noi omo (e bsx) "dobbiamo" dire chi ci piace mi dà al quanto fastidio. Non capisco perché dovrei raccontare agli altri i fatti miei. Quindi propendo per il silenzio. Tanto i parenti li vedo poco, per fortuna.

 

Perché tu debba dirlo? Per non soffrire.

Se rimanere nascosta e non essere te stessa ti fa soffrire, dirlo metterebbe fine alla tua sofferenza.

Sul "raccontare i fatti tuoi", è solo una reazione da minority stress con un po' di omofobia interiorizzata.

Gli eterosessuali ostentano il loro essere etero in ogni situazione: quando passeggiano mano nella mano in giro o a cene organizzate, nel 99% dei programmi e film che sono indirizzati ad un pubblico eterosessuale (anche se ogni tanto qualche serie o film queer finalmente inizia a circolare), nelle pubblicità, a san valentino.

Tutto il mondo gronda di dimostrazioni  eterosessuali.

Hanno persino l'ardire di avere le ferie quando si sposano quando insomma, non sarebbero affaracci loro privati?

Perché gli etero non hanno problemi a "raccontare i fatti loro" mentre tu invece si?

Perché tu sei omosessuale quindi una minoranza, loro sono eterosessuali e sono la maggioranza, tutto qui.

Sono le pare che ti fai pre-coming out e che mi facevo io per prima.

 

Non appena fai coming out e normalizzi pubblicamente la tua situazione, tutti i discorsi dell'ostentazione e del "sono fatti miei" vanno tutti a finire diretti dentro lo scarico del cesso.


I am the fire, I am burning brighter, roaring like a storm and I am the one I've been waiting for, screaming like a siren, alive and burning brighter
I am the fire

(Halestorm - I am the fire)
 
NDA: l'utente in questione è Donna
 


#35 OFFLINE   lecosechenondici

lecosechenondici

    Assistente

  • 4
  • 495 Messaggi:
  • 16 topics
  • LuogoTorino

Current mood: None chosen

Inviato 21 aprile 2017 - 14:46

Mah, io ci credo ben poco che parlando con le persone e facendo coming out si riesce a fargli cambiare idea... secondo me anche se poi fanno vedere che accettano l'omosessualità sotto sotto la pensano uguale a prima.

La psicologia sociale invece consiglia il contatto tra ingroup e outgroup (in questo caso gruppo etero e gruppo omo). Contatto che deve essere di tipo positivo e che deve mantenere salienti le differenze tra i gruppi. In questo modo si smantellano stereotipi e la vita diventa più bella. Certo è che un contatto di questo tipo tra cugini può essere dannoso per il rapporto interpersonale, ma fa capire quanto è importante il coming out per ridurre le differenze di status.


Perché tu debba dirlo? Per non soffrire.
Se rimanere nascosta e non essere te stessa ti fa soffrire, dirlo metterebbe fine alla tua sofferenza.
Sul "raccontare i fatti tuoi", è solo una reazione da minority stress con un po' di omofobia interiorizzata.
Gli eterosessuali ostentano il loro essere etero in ogni situazione: quando passeggiano mano nella mano in giro o a cene organizzate, nel 99% dei programmi e film che sono indirizzati ad un pubblico eterosessuale (anche se ogni tanto qualche serie o film queer finalmente inizia a circolare), nelle pubblicità, a san valentino.
Tutto il mondo gronda di dimostrazioni eterosessuali.
Hanno persino l'ardire di avere le ferie quando si sposano quando insomma, non sarebbero affaracci loro privati?
Perché gli etero non hanno problemi a "raccontare i fatti loro" mentre tu invece si?
Perché tu sei omosessuale quindi una minoranza, loro sono eterosessuali e sono la maggioranza, tutto qui.
Sono le pare che ti fai pre-coming out e che mi facevo io per prima.

Non appena fai coming out e normalizzi pubblicamente la tua situazione, tutti i discorsi dell'ostentazione e del "sono fatti miei" vanno tutti a finire diretti dentro lo scarico del cesso.


In testa avevo un discorso molto simile ma la tua sintesi e il tuo modo di esprimerti non posso raggiungerlo *inchino*

Inviato dal mio ONEPLUS A3003 utilizzando Tapatalk

Messaggio modificato da lecosechenondici il 21 aprile 2017 - 14:50


#36 ONLINE   Capricorno57

Capricorno57

    Oracolo

  • 6
  • 2103 Messaggi:
  • 12 topics
  • Luogoprovincia di Vc e Ge

Current mood: Cool

Inviato 21 aprile 2017 - 17:10

l'ardire di avere le ferie quando si sposano

le stesse previste dalla Legge 76 del 2016 sulle Unioni civili.

Dici che una coppia dello stesso sesso avrebbe qualche problema a chiedere il congedo di 15 gg. ? 


Se volete un trattamento equo avete sbagliato pianeta   (Avatar, 2009)

     Ben venga la superbia, se mi salva dall'invidia 

            Chi va per certi mari ... certi pesci pesca


#37 OFFLINE   nowhere

nowhere

    Oracolo

  • 6
  • 2069 Messaggi:
  • 8 topics
  • LuogoSenza Fissa Dimora

Current mood: Snobbish

Inviato 21 aprile 2017 - 19:36

Capricorno, anche contrarre un'unione civile sarebbe un modo per ostentare la propria privacy.

A meno che non la si contragga in segreto continuando a negare poi in pubblico la propria omosessualità (e in quel caso mica puoi chiedere il congedo eh)

I am the fire, I am burning brighter, roaring like a storm and I am the one I've been waiting for, screaming like a siren, alive and burning brighter
I am the fire

(Halestorm - I am the fire)
 
NDA: l'utente in questione è Donna
 


#38 OFFLINE   Arrhenius

Arrhenius

    L33T

  • 6
  • 1338 Messaggi:
  • 90 topics
  • LuogoMilano

Current mood: None chosen

Inviato 21 aprile 2017 - 22:07

Ma mica la cugina è pregna di stereotipi, altrimenti avrebbe detto " Ah ma che mascolina che sei. Ti piacevano  le macchina da  bambina  e non le barbie scommetto ".

Neanche sono d'accordo alla logica di dire i fatti miei alla gente per il semplice motivo che un etero non lo fa quindi non capisco perché debbo farlo io. Basta  avere  il

coraggio di parlare di maschi se sei gay o parlare di ragazze se sei lesbica come il tuo amico etero parla di gnocca e la tua amica parla di bonazzi che si farebbe e alla

sua espressione di sorpresa rispondere " embé che ho detto di male scusa ? :hm: ". Ecco il coming out che sogno. Non so ora se nowhere intendesse dire questo  ma 

io per esempio sono totalmente in disaccordo sul coming out da video di youtube in cui si piange e si dice che ci piacciono i ragazzi. Insomma mica tua sorella farebbe 

così o tuo fratello quindi perché tu sì ? Se riesci a parlare in questa maniera e non a fingerti perennemente asessuale allora puoi non  dire i  fatti tuoi a chiunque ma se

capita ( e capita per forza ) parli di come è stato l'appuntamento con quella ragazza che ti piace o se  parli del  più e  del meno  citi episodi omosessuali che hai vissuto.

In questo modo eviti di dire i fatti tuoi a chiunque, eviti il coming out da video di youtube e rendi anche l'essere omosessuale più normale dato  che ti comporti  come un 

etero e non fai tutta la cerimonia che renderebbe te speciale, o diverso, rispetto ad un etero. Ovviamente devi fare in modo di essere il più naturale possibile e non auto

censurarti cadendo poi nella trappola del " eh ma non mi capita mai di parlare di lesbiche .... " quando invece non vuoi parlarne, che è diverso.


per paura di essere giudicata



#39 OFFLINE   BlueEyes85

BlueEyes85

    Viandante

  • Topic Starter
  • 2
  • 44 Messaggi:
  • 5 topics
  • LuogoBergamo

Current mood: None chosen

Inviato 22 aprile 2017 - 06:58

Ma mica la cugina è pregna di stereotipi, altrimenti avrebbe detto " Ah ma che mascolina che sei. Ti piacevano  le macchina da  bambina  e non le barbie scommetto ".

Neanche sono d'accordo alla logica di dire i fatti miei alla gente per il semplice motivo che un etero non lo fa quindi non capisco perché debbo farlo io. Basta  avere  il

coraggio di parlare di maschi se sei gay o parlare di ragazze se sei lesbica come il tuo amico etero parla di gnocca e la tua amica parla di bonazzi che si farebbe e alla

sua espressione di sorpresa rispondere " embé che ho detto di male scusa ? :hm: ". Ecco il coming out che sogno. Non so ora se nowhere intendesse dire questo  ma 

io per esempio sono totalmente in disaccordo sul coming out da video di youtube in cui si piange e si dice che ci piacciono i ragazzi. Insomma mica tua sorella farebbe 

così o tuo fratello quindi perché tu sì ? Se riesci a parlare in questa maniera e non a fingerti perennemente asessuale allora puoi non  dire i  fatti tuoi a chiunque ma se

capita ( e capita per forza ) parli di come è stato l'appuntamento con quella ragazza che ti piace o se  parli del  più e  del meno  citi episodi omosessuali che hai vissuto.

In questo modo eviti di dire i fatti tuoi a chiunque, eviti il coming out da video di youtube e rendi anche l'essere omosessuale più normale dato  che ti comporti  come un 

etero e non fai tutta la cerimonia che renderebbe te speciale, o diverso, rispetto ad un etero. Ovviamente devi fare in modo di essere il più naturale possibile e non auto

censurarti cadendo poi nella trappola del " eh ma non mi capita mai di parlare di lesbiche .... " quando invece non vuoi parlarne, che è diverso.


per paura di essere giudicata

La questione stereotipi non è stata nemmeno tirata in ballo, in quella conversazione... Perché io non incarno lo stereotipo della lesbica "butch". Ma i miei parenti e i miei amici, essendo ignoranti in materia, una lesbica se la immaginano così: capelli corti, abbigliamento mascolino, modi di fare da "camionista" e interessi tipicamente maschili. 

Allora, io non sono una "femme fatale", per niente. Ma non mi reputo nemmeno una "scaricatrice di porto". 

Mi risulta difficile parlare di ragazze come se lo facesse un uomo etero perché, credendo ciecamente di essere etero, ho sempre parlato di ragazzi e ne ho anche avuto uno.

Ora come ora, tendo ad evitare l'argomento e, se mi chiedono qualcosa, do risposte neutre/asessuali.

Prima di quella conversazione qualcuno mi ha fatto la solita domanda: "E il fidanzato?" Risposta: "Non lo cerco, non mi interessa." Se ci pensate bene, non è una bugia... Infatti, è una risposta che "tranquillizza" tutti. 

Fingere di essere asessuale è l'unica soluzione che può andar bene, per il momento. Quando, invece, incontrerò una ragazza che mi piace davvero, vedrò il da farsi... 

Per il resto, nemmeno io farei CO su YouTube.


Messaggio modificato da BlueEyes85 il 22 aprile 2017 - 07:01






Topic simili Comprimi

  Discussione Forum Iniziata da Statistiche Informazioni ultimo messaggio